separatore
icona fisi  
 icona fantaski titoletto linguaicona italia icona bandiera italia icona bandiera svizzeraicona bandiera inglese icona bandiera inglese icona bandiera americanatitoletto tedesco icona bandiera germania icona bandiera austria icona bandiera svizzeratitoletto francia icona bandiera francia icona bandiera svizzera 
fantaski_header
icona baffo fantaski titoletto home icona baffo fantaski titoletto cosa fantaski icona baffo fantaski titoletto faq help icona baffo fantaski titoletto regolamento icona baffo fantaski titoletto forum icona baffo fantaski titoletto fotogallery  
domenica 29 maggio 2022 - ore 13:48 
titoletto coppa del mondo
separatore
titoletto coppa fantaski
separatore
titoletto gioca fantaski

Incredibile slalom di Wengen: vince Braathen in rimonta, Razzoli terzo

Clicca sulla foto per ingrandire
Foto: Fisi/Pentaphoto
Vai al profilo di Razzoli G.
commenti 4 Commenti icona rss

Per raccontare lo slalom di Wengen edizione 2022 bisogna aprire il dizionario dei sinonimi per non continuare a ripetere: "assurdo", "pazzesco", "incredibile" e "rocambolesco" !

Dopo una prima manche che vedeva alla guida il norvegese Kristoffersen, davanti a Feller e Foss-Solevaag (fuori il co-pettorale rosso Jakobsen), nella seconda manche la classifica viene totalmente stravolta come raramente abbiamo visto.

VITTORIA A BRAAHTEN - Il norvegese Lucas Braathen, vincitore a Soelden nel 2020 in gigante e 4/o in slalom a Kitz due anni fa (prima dell'infortunio), recupera dalla 29/a posizione della prima manche e va a vincere per la seconda volta in carriera, la prima in slalom, in modo del tutto inatteso.
Braathen sfrutta al meglio il fondo perfetto della seconda manche, che - complici le alte temperature, la difficoltà della pista e la tracciatura - ha creato moltissimi problemi a tutti gli atleti.
Ma per questo successo Lucas deve ringraziare...il connazionale Kristoffersen, l'unico a non perdere terreno nella parte alta dove tutti accusavano 3-4 decimi, arrivare fino a metà gara con oltre un secondo e mezzo di vantaggio, per poi deragliare a 5-6 porte dal traguardo, giusto qualche porta prima di quanto hanno fatto in questa stagione Noel e Vinatzer.

Subito prima di lui erano scesi Feller e il pettorale rosso Foss-Solevaag, rispettivamente secondo e terzo, ma entrambi vedevano velocemente sgretolarsi il loro cospicuo vantaggio fino a chiudere 5/o a +0.30 e 6/o a +0.40.

RAZZOLI A PODIO - Così al parterre Braathen si copre gli occhi in un crescendo di commozione, al suo fianco c'è Daniel Yule, che recuperando 6 posizioni ritrova il podio dopo 2 anni e...manca il terzo classificato per la cerimonia e le foto.
Sì, perchè il terzo crono di oggi è il nostro Giuliano Razzoli, che dopo aver fatto segnare un ottimo 9/o tempo nella prima frazione scende nella seconda con intelligenza tattica, forzando dove la sua esperienza glielo suggerisce e non rischiando dove i segni sono più evidenti.
Il 'Razzo di Minozzo' è consapevole di aver fatto una ottima manche, in quel momento è secondo alle spalle di Braathen, subito dopo però scende Yule che lo sorpassa di soli 7 centesimi, e così, con altri 7 atleti al cancelletto non è lecito sperare di rimanere sul podio.
E invece accade proprio questo: il secondo azzurro nei top10, Vinatzer, settimo dopo la prima manche, scia molto bene fino a metà manche, in piena lotta per il podio, ma incrocia gli sci all'uscita da un palo verso destra e lo scarpone fa aprire l'attacco dell'altro sci che si sgancia mandando il gardenese a gambe all'aria.
Peccato per Alex che stava facendo un'ottima gara.
Poi è il turno di Schwarz (10/o) che scivola alle spalle di Razzoli, così come Zenhaeusern (15/o) e Noel (8/o) e - come detto Foss-Solevaag e Feller...e con l'inforcata finale di Kristoffersen si concretizza l'impensabile: Razzoli sul terzo gradino del podio e Braathen vincitore.

Davvero una "quarta parte di carriera" per il Razzo che, richiamato in fretta e furia dal parterre, si avvia commosso al podio e alle foto di rito, 6 anni dopo l'ultima presenza sul podio, proprio a Wengen il 17 gennaio 2016 alle spalle di Kristoffersen e davanti a Gross.
Una stagione esaltante per Razzoli che tra Madonna di Campiglio (7/o) e Adelboden e Val d'Isere (9/o e 9/o) aveva dato segnali di continuità ad alto livello.
Un traguardo meritatissimo per il campione olimpico di Vancouver 2010 che oggi, a 37 anni, può tranquillamente sperare di poter rivivere il sogno olimpico a 12 anni di distanza.

CLASSIFICA INEDITA - Nella seconda sono usciti anche altri protagonisti come Aerni, Strasser e Strolz, vincitore ad Adelboden, così la classifica di specialità, dopo 4 prove tra i rapid gates, è tra le più inedite che si potessero immaginare: guida Foss-Solevaag con 180 punti, 12 più di Yule, 25 più di Braathen che è addirittura terzo, un solo punto davanti al nostro Razzoli (154), che può permettersi persino di pensare al podio finale della specialità.

GLI ALTRI AZZURRI - Con il podio di Razzoli e l'uscita di Vinatzer il secondo azzurro in classifica è Manfred Moelgg  13/o a +1.41 in recupero di 9 posizioni. Il marebbano aveva chiuso al 22/o posto in un trenino di tre azzurri (Sala 21/o, Gross 22/o nella prima) ma è stato l'unico dei tre ad attaccare con convinzione nella seconda, cogliendo così il miglior risultato stagionale.
Più timidi Sala e Gross che chiudono rispettivamente 20/o a +1.80 e 21/o a +1.82, accusando oltre 2 secondi da Braathen che era sceso 7 numeri prima.

LA STATISTICA - Nessun atleta aveva mai vinto partendo dalla 29/a posizione della prima manche. Marc Berthod nel 2007 ad Adelboden aveva vinto partendo dalla 27/a, mentre Hargin (Zagabria 2011) e Simonet (Chamonix 2021) sono arrivati sul terzo gradino partendo da 30/esimi.

Ora il Circo si sposta a Kitz dove domenica prossima gli slalomisti saranno di nuovo protagonisti sulla splendida Ganslern.


(domenica 16 gennaio 2022)





Wengen | Slalom Speciale | 16.01.2022 - 10:15

4. Fabio Gstrein (AUT) +0.32s
5. Manuel Feller (AUT) +0.39s
6. Sebastian-Foss Solevaag (NOR) +0.40s
7. Loic Meillard (SUI) +0.41s
8. Clement Noel (FRA) +0.51s
9. Alexis Pinturault (FRA) +0.56s
10. Marco Schwarz (AUT) +1.23s
11. Michael Matt (AUT) +1.24s
12. Albert Popov (BUL) +1.33s
13. Manfred Moelgg (ITA) +1.41s
14. Alexander Schmid (GER) +1.44s
15. Ramon Zenhaeusern (SUI) +1.45s
16. David Ryding (GBR) +1.48s
17. Marc Rochat (SUI) +1.59s
18. Armand Marchant (BEL) +1.68s
19. Alexandr Khoroshilov (RUS) +1.73s
20. Tommaso Sala (ITA) +1.80s
21. Stefano Gross (ITA) +1.82s
22. Erik Read (CAN) +2.08s
23. Reto Schmidiger (SUI) +2.89s
24. Tanguy Nef (SUI) +3.13s

@RIPRODUZIONE RISERVATA

  • giovedì 26 maggio 2022

    Ufficializzati i calendari 2022/2023: 83 gare!

    sabato 21 maggio 2022

    Fiori d'arancio per Razzoli, Ryding e Leitinger

    domenica 1 maggio 2022

    I Norvegesi per la stagione 2022/2023

  • sabato 23 aprile 2022

    Gli Svizzeri per la stagione 2022/2023

    martedì 22 marzo 2022

    Lucas Braathen e Alice Robinson sono le Rising Star Longines 2022

    domenica 20 marzo 2022

    Finali 2022, Brignone e Bassino: "che bello questo finale di stagione"

  • domenica 20 marzo 2022

    Finali 2022, incredibile gigante: gara a Brignone, coppa a Worley

    domenica 20 marzo 2022

    Finali 2022 Meribel: Shiffrin guida l'ultimo gigante,Brignone 2/a

    sabato 19 marzo 2022

    Finali 2022 Meribel: Slokar rimonta e vince l'ultimo slalom


    Tutt i commenti disponibili:
    1 | qrier il 16/01/2022 18:48:20
    Che gara incredibile. Sono contentissimo per Razzo, con tutte le sfortune del passato, qualche anno fa sembrava un ex sciatore e invece è ritornato su. La prossima gara parte nel primo gruppo (secondo sottogruppo ovviamente). Contento anche per Braathen, atleta che mi piace parecchio e che aveva subito un grave infortunio quando era in rampa di lancio, per fortuna non ci ha messo tanto tempo a ritornare al livello che aveva lasciato. La sua seconda manche è da antologia dello sci.
    2 | JeanNoelAugert il 17/01/2022 12:00:47
    Assolutamente d'accordo. Braathen ha sfruttato al meglio il pettorale di partenza della 2a manche, poi la pista si è rovinata parecchio il che unito a diversi errori incredibili (Alex e Kristoffersen fra tutti) gli ha permesso questa rimonta storica e meritata vittoria
    3 | fabio farg team il 22/01/2022 01:50:29
    qrier ha scritto:
    Che gara incredibile. Sono contentissimo per Razzo, con tutte le sfortune del passato, qualche anno fa sembrava un ex sciatore e invece è ritornato su. La prossima gara parte nel primo gruppo (secondo sottogruppo ovviamente). Contento anche per Braathen, atleta che mi piace parecchio e che aveva subito un grave infortunio quando era in rampa di lancio, per fortuna non ci ha messo tanto tempo a ritornare al livello che aveva lasciato. La sua seconda manche è da antologia dello sci.
    Perchè sono assenti,Muffat Jeandet,Hirschbuel e Feller,perciò parte col primo gruppo,secondo sottogruppo. Krisstoffersen ha buttato la vittoria col vantaggio che aveva. Poi se quella 2a manche con quelle condizioni erano alla 1a manche,si faceva la fine di Zagabria.
    4 | marc girardelli il 22/01/2022 10:56:36
    fabio farg team ha scritto:
    qrier ha scritto:
    Che gara incredibile. Sono contentissimo per Razzo, con tutte le sfortune del passato, qualche anno fa sembrava un ex sciatore e invece è ritornato su. La prossima gara parte nel primo gruppo (secondo sottogruppo ovviamente). Contento anche per Braathen, atleta che mi piace parecchio e che aveva subito un grave infortunio quando era in rampa di lancio, per fortuna non ci ha messo tanto tempo a ritornare al livello che aveva lasciato. La sua seconda manche è da antologia dello sci.
    Perchè sono assenti,Muffat Jeandet,Hirschbuel e Feller,perciò parte col primo gruppo,secondo sottogruppo. Krisstoffersen ha buttato la vittoria col vantaggio che aveva. Poi se quella 2a manche con quelle condizioni erano alla 1a manche,si faceva la fine di Zagabria.
    Razzo è davanti all austriaco….



      Cerca una parola nelle news:        

      Ultime 15 Notizie correlate: (Coppa del Mondo Wengen Giuliano Razzoli Lucas Braathen Daniel Yule )

      [26/05/2022] Ufficializzati i calendari 2022/2023: 83 gare!
      [21/05/2022] Fiori d'arancio per Razzoli, Ryding e Leitinger
      [01/05/2022] I Norvegesi per la stagione 2022/2023
      [23/04/2022] Gli Svizzeri per la stagione 2022/2023
      [22/03/2022] Lucas Braathen e Alice Robinson sono le Rising Star Longines 2022
      [20/03/2022] Finali 2022, Brignone e Bassino: "che bello questo finale di stagione"
      [20/03/2022] Finali 2022, incredibile gigante: gara a Brignone, coppa a Worley
      [20/03/2022] Finali 2022 Meribel: Shiffrin guida l'ultimo gigante,Brignone 2/a
      [19/03/2022] Finali 2022 Meribel: Slokar rimonta e vince l'ultimo slalom
      [19/03/2022] Courchevel: Odermatt vince il gigante finale
      [19/03/2022] Finali 2022: Lena Duerr guida l'ultimo slalom su Gisin
      [19/03/2022] Courchevel: Odermatt guida la prima manche, De Aliprandini 16/o
      [18/03/2022] Finali 2022: la Svizzera vince il Team Event, Italia fuori ai quarti
      [17/03/2022] Courchevel: bis di Kriechmayr in superG, 14/o Paris, 17/o Innerhofer
      [17/03/2022] Brignone alza la coppa di superg: "è stato bellissimo!"

      Altre notizie di Coppa del Mondo:

      [28/05/2022] Kitz: una gondola per Dave Ryding
      [27/05/2022] Velocisti a Formia, gruppo Coppa Europa a 2 Alpes
      [27/05/2022] Lara Colturi correrà per l'Albania
      [26/05/2022] Ufficializzati i calendari 2022/2023: 83 gare!
      [26/05/2022] Congresso FIS: Eliasch rieletto Presidente, Roda nel Consiglio
      [26/05/2022] Le decisioni del Consiglio FIS di Milano
      [25/05/2022] A Crans Montana i Mondiali 2027 di sci alpino
      [21/05/2022] Fiori d'arancio per Razzoli, Ryding e Leitinger
      [20/05/2022] Le Squadre C e Osservati per la stagione 2022/23
      [20/05/2022] Ispezione Fis alla "Speed Opening Matterhorn Cervino"
      [19/05/2022] La Equipe de France per la stagione 2022/2023
      [16/05/2022] Gli Svedesi per la stagione 2022/2023
      [12/05/2022] 53/o Congresso FIS: il 25 maggio saranno assegnati i Mondiali 2027
      [12/05/2022] Il Wunderteam per la stagione 2022/2023
      [12/05/2022] Lo US Ski Team per la stagione 2022/2023. Accordo con Kappa.
      [09/05/2022] Sofia Goggia in festa per raccogliere fondi per l'Ucraina
      [09/05/2022] Roni Remme fuori squadra con il Canada potrebbe passare alla Germania
      [07/05/2022] Simone Del Dio premiato come allenatore piemontese dell'anno
      [07/05/2022] Innerhofer operato al menisco
      [05/05/2022] Nasce Fondazione Cortina per il 2026
      [05/05/2022] Squadre FISI maschili 2022/2023: cosa cambia?
      [05/05/2022] Le squadre maschili FISI per stagione 2022/2023
      [05/05/2022] Squadre FISI femminili 2022/2023: cosa cambia?
      [05/05/2022] Le squadre femminili FISI per stagione 2022/2023
      [05/05/2022] Alex Vinatzer in Atomic, Michelle Gisin in Salomon
      [01/05/2022] Matterhorn Cervino Speed Opening: esordio a fine ottobre
      [01/05/2022] A Solda cala il sipario sulla stagione 2022.Doppietta di Sofia Pizzato
      [01/05/2022] I Norvegesi per la stagione 2022/2023
      [27/04/2022] Patrick Riml torna nel US Ski Team come Alpine Director
      [26/04/2022] I Canadesi per la stagione 2022/2023
      [26/04/2022] Robinson in Salomon,Stuhec verso Kastle,Noel rinnova con Dynastar
      [26/04/2022] Si ritira la canadese Erin Mielzynski
      [23/04/2022] Gli Svizzeri per la stagione 2022/2023
      [23/04/2022] Crociato KO per la finlandese Pohjolainen
      [21/04/2022] Il nuovo staff tecnico della OESV: Magoni lavorerà con Liensberger
      [21/04/2022] Verena Gasslitter chiude la carriera

      Altre notizie Fantaski:

      [18/01/2020] Benvenuto Luigi! Al via il Taglio di Grasscutter
      [26/03/2019] La Thuile: diamo una manche al Telefono Azzurro
      [23/02/2018] Fantanotti Olimpiche - Analisi dei Giochi 2018
      [06/02/2018] Aperte le FantaOlimpiadi 2018!
      [14/12/2017] Fantaski.it disponibile anche su Telegram !
      [05/12/2017] A La Thuile stagione aperta dal 2 dicembre
      [03/11/2017] Fantaski 2018 - mercato maschile aperto fino Levi
      [05/12/2016] Aperto il primo mercato - stagione 2016/2017
      [13/11/2016] A Milano di scena il Big Air Snowboard
      [21/03/2016] La Thuile: il 9 Aprile gara per Telefono Azzurro



     
    titoletto copyright fantaski
     baffo fantaski titoletto contatti baffo fantaski titoletto riconoscimenti