separatore
icona fisi  
 icona fantaski titoletto linguaicona italia icona bandiera italia icona bandiera svizzeraicona bandiera inglese icona bandiera inglese icona bandiera americanatitoletto tedesco icona bandiera germania icona bandiera austria icona bandiera svizzeratitoletto francia icona bandiera francia icona bandiera svizzera 
fantaski_header
icona baffo fantaski titoletto home icona baffo fantaski titoletto cosa fantaski icona baffo fantaski titoletto faq help icona baffo fantaski titoletto regolamento icona baffo fantaski titoletto forum icona baffo fantaski titoletto fotogallery  
venerdì 22 novembre 2019 - ore 18.31 
titoletto coppa del mondo
separatore
titoletto coppa fantaski
separatore
titoletto gioca fantaski

Coppa del Gobbo - Siamo tutti allenatori!

Clicca sulla foto per ingrandire
Gobbo C.
Gobbo C.
commenti 56 Commenti icona rss

Perbacco ragazzi, oggi c'è da perdersi nel leggere tutte le "analisi e le critiche" scritte sui mondiali statunitensi, tutti hanno la verità in mano e...tanti hanno la soluzione giusta per rimediare ad una situazione che pareva non dovesse essere così difficile! Erano sufficienti due medaglie e tutto questo polverone non si sarebbe alzato...!
 
Ho visto tutte le gare, saltando da un canale all'altro, Rai Sport ed Eurosport, mi sono emozionato, mi sono ritrovato più di una volta sul bordo della sedia, mi sono anche arrabbiato (nel Team Event).
 
Il medagliere per l'Italia è ancora una volta "vuoto", peccato, perchè sulle nevi del Colorado l'Italia non si è risparmiata: atleti, allenatori, skimen, addetti ai lavori hanno  profuso ogni energia, hanno lavorato come matti per rendere onore all'Italia, senza risparmiarsi, senza brontolare, senza autocommiserarsi. Purtroppo sembra che il lavoro acquisti una dimensione eroica solo in caso di medaglia, se invece non si sale sul podio il "lavoro" diventa facile bersaglio di polemiche! Siamo tutti allenatori...Mah...!
 
Ho visto due grandi "magie": la seconda manche nel gigante di Ligety e la seconda manche nello slalom di Grange, spero che la mia mente non invecchi troppo in fretta e mi consenta di ricordare a lungo queste immagini.
 
A proposito di immagini, l'Italia ha vinto una straordinaria medaglia d'oro per merito di Nicola Basso, il bravissimo telecineoperatore la cui bravura spazia in ogni settore dello sport di grande qualità, al quale l'Austria ha affidato la responsabilità dei Super Slow Motion. Ci ha regalato immagini incredibili per tutta la durata dei Mondiali, e nello slalom femminile il suo talento ha raggiunto vertici assoluti. L'Austria se lo è coccolato...grazie Nicola!
 
Sarà stata l'ultima apparizione di Bode Miller? Fra poco avrà tre figli....due mogli...chissà se avrà ancora tempo per inseguire i sogni "con il pettorale"? Alberto Tomba ci salutò con l'impagabile vittoria di Crans Montana, Bode Miller forse ha lasciato un segno più profondo (quello della sua ferita a parte), perchè tutti noi continueremo a chiederci quale avrebbe potuto essere, quel giorno, la classifica del Superg!
 
Mi sono piaciute due dichiarazioni dei nostri atleti: quella di Federica Brignone, forte, orgogliosa, in difesa di una passione per lo sci che è anche amore e consapevolezza di quanto lo sport sia allo stesso tempo crudele e generoso; quella di Stefano Gross che, al termine della prima manche, ha smorzato ogni tentativo di innescare polemiche sul disegno del tracciatore, con una maturità che gli fa onore e lo rende ancor più grande!
 
Nella geografia del medagliere manca l'Italia e non è giusto, perchè il "prodotto neve" nel nostro Paese ha un'importanza rilevante e le gare trasmesse di sera hanno richiamato davanti ai teleschermi un grande pubblico di appassionati e di curiosi, con qualche podio l'entusiasmo sarebbe stato maggiore ed avrebbe fatto un gran bene a tutto il settore. La montagna ha bisogno di questi palcoscenici mondiali ed il mio rammarico è proprio quello di non averlo potuto sfruttare al meglio...Quindi...?
 
La gestione dello Sport in Italia va modificata, forse addirittura cambiata, il CONI deve darsi dimensioni diverse...e le stesse Federazioni non possono più continuare ad operare così come stanno facendo, ma il problema è politico e dubito che si possa fare qualcosa per snellire le figure di un sistema così imponente come quello che sovraintende alla gestione dello Sport. Basti pensare alla mancanza di un vero e proprio Ministero dello Sport. Già, ma questo vorrebbe dire "addio" al Coni.....SECONDA PARTE


(lunedì 16 febbraio 2015)



@RIPRODUZIONE RISERVATA

  • sabato 2 novembre 2019

    La Coppa del Gobbo - Cala il Sipario

    domenica 10 febbraio 2019

    La Coppa del Gobbo: Aksel e Lindsey, Grazie!

    lunedì 21 gennaio 2019

    La Coppa del Gobbo - Non Esiste L'Impossibile

  • lunedì 24 dicembre 2018

    La Coppa del Gobbo - La calda neve

    mercoledì 14 novembre 2018

    Coppa del Gobbo - il CSE da Courmayeur a Brunico

    domenica 18 marzo 2018

    La Coppa del Gobbo - Grazie Manu

  • mercoledì 28 febbraio 2018

    La Coppa del Gobbo - Gli eroi dietro le quinte

    mercoledì 7 febbraio 2018

    La Coppa del Gobbo - Senza fiamma e braciere, 1924

    venerdì 2 febbraio 2018

    La Coppa del Gobbo - Olimpiade "dal tubo"!


    Tutt i commenti disponibili:
    1 | Admin il 16/02/2015 18.58.57
    SECONDA PARTE Basti pensare alla mancanza di un vero e proprio Ministero dello Sport. Già, ma questo vorrebbe dire "addio" al Coni...eccetera, con le complicazioni politiche facilmente immaginabili. La Federsci non può più gestire l'attività di tutte le discipline, con i mezzi a disposizione oggi non è più praticabile! Certo, questo significa "smontare" una struttura che nel tempo ha funzionato, ma oggi i tempi sono cambiati e gli allenatori giustamente vanno dove vengono pagati meglio e subito. Oggi i tempi impongono scelte di crescita agonistica a livello giovanile aiutando di più i Comitati, perchè sono loro che fanno il lavoro più importante, poi però c'è una ragnatela che strangola lo sci e soffoca i talenti, vanificando il lavoro di tanti ed umiliando l'impegno di molti!
    2 | franz62 il 16/02/2015 19.21.45
    Direi che sui forum ci sono allenatori come in tutte le altre gare, mi pare che invece abbiano cominciato ad accoltellarsi all'interno.viste le dichiarazioni che leggo sul sito, forse tutta 'sta ggioia non c'è...nonostante una stagione non certo da buttare mondiali a parte.
    3 | drowsywithhope il 16/02/2015 20.48.47
    La delusione c'è ed è grande per gli appassionati. Di sicuro tutti (atleti, allenatori, skimen, ecc) hanno dato il massimo, ma nel momento in cui non si raggiungono i risultati attesi è doveroso fare un'analisi e prendere delle decisioni, come in tutti i lavori. Questo è quello che mi aspetto dai responsabili ai vari livelli; non credo di poter consigliare, ma avere una risposta da loro mi pare lecito.
    4 | merenda il 16/02/2015 21.43.42
    Per quanto riguarda lo sci alpino, questo sport potrebbe benissimo avere una federazione autonoma, sia a livello nazionale, che internazionale.
    5 | lbrtg il 17/02/2015 8.09.09
    drowsywithhope ha scritto:
    La delusione c'è ed è grande per gli appassionati. Di sicuro tutti (atleti, allenatori, skimen, ecc) hanno dato il massimo, ma nel momento in cui non si raggiungono i risultati attesi è doveroso fare un'analisi e prendere delle decisioni, come in tutti i lavori. Questo è quello che mi aspetto dai responsabili ai vari livelli; non credo di poter consigliare, ma avere una risposta da loro mi pare lecito.
    D'accordo. Mi permetto di aggiungere che il dovere prendere delle decisioni, in seguito alla mancanza di risultati, non vuol dire che per forza ci debbano essere delle "epurazioni", ma magari solamente una correzione sui metodi di lavoro o sull'organizzazione.
    6 | tommitja il 17/02/2015 9.37.48
    Ma qualche critica è inevitabile, mica si possono solo fare i complimenti se si vincono le gare. Trovo sia sbagliato invece fare di tutta l'erba un fascio. Ci sono atleti che, nonostante tutto, si sono comportati bene come non mai in carriera (Nani, Eisath) ed atleti i cui risultati sono stati in linea con le prestazioni stagionali o dell'ultimo periodo (Heel, la Nadia Fanchini, i Moelgg ...). Se poi ci sono stati atleti che hanno reso al di sotto di quanto fosse lecito sperare, da appassionato e tifoso, non lo si può negare ma sono gli atleti stessi che ne sono consapevoli.
    7 | mntr86 il 17/02/2015 10.57.03
    Carlo scusami ma non sono d'accordo per niente,. Nel tuo discorso non si fa riferimento minimamente alle colpe degli atleti che fino a prova contraria sono quelle principali. Alcuni sono scesi con una flemma degan di gara di fine stagione, altri tipo Nadia non si capisce perchè non vogliano parlare dei problemi tecnici che hanno... Alcuni allenatori hanno si le loro colpe ma il materiale umano è quello che è...nessun problema, però c'è chi come Inner ammette di non avere le capacità dis ciare su certi tipi di neve e ammette tutti gli errori e c'è chi è andato ai mondiali a fare la gara sociale di fine anno o non con una condizione accettabile...questo non mi sta bene.
    8 | roccaraso il 17/02/2015 12.01.54
    mntr86 ha scritto:
    Carlo scusami ma non sono d'accordo per niente,. Nel tuo discorso non si fa riferimento minimamente alle colpe degli atleti che fino a prova contraria sono quelle principali. Alcuni sono scesi con una flemma degan di gara di fine stagione, altri tipo Nadia non si capisce perchè non vogliano parlare dei problemi tecnici che hanno... Alcuni allenatori hanno si le loro colpe ma il materiale umano è quello che è...nessun problema, però c'è chi come Inner ammette di non avere le capacità dis ciare su certi tipi di neve e ammette tutti gli errori e c'è chi è andato ai mondiali a fare la gara sociale di fine anno o non con una condizione accettabile...questo non mi sta bene.
    Quindi la colpa è degli atleti? Quindi la colpa è di Dominik Paris e Federica Brignone, due ragazzi di 24 anni? Eh? Certo, la stato di uno sport in cui non vinciamo quasi più niente è colpa proprio degli unici atleti che fanno qualcosa di realmente buono. Mica sono quelli che gestiscono lo sport, nooooo. Sono dei ragazzini i responsabili. Ma dai. Certo se guardi la RAI in cui il giornalismo è l'unico assente potresti pensare proprio questo. Solo interviste ad atleti mortificati ed imbarazzati perchè loro non solo rischiano in prima persona ma ci mettono pure la faccia. i dirigenti che la faccia non ce la mettono io li ho visti ai microfoni solo quando qualche atleta riusciva a combinare qualcosa di buono e si potevano fare belli dei risultati. ti sei mai chiesto che cosa ci stavano a fare i dirigenti a Beaver Creek. nemmeno pubbliche relazioni hanno fatto. tutto sulle spalle degli atleti Io ho criticato alcuni atleti, ma non loro in quanto tali, ho criticato chi mette ancora in squadra gente incapace nella maniera più assoluta di ottenere risultati di primo piano. Punto. Mi fai un nome di un atleta che è andato in vacanza? mi dici chi secondo te tra i nostri atleti è andato lì e non ha fatto sul serio?
    9 | roccaraso il 17/02/2015 12.07.17
    lbrtg ha scritto:
    drowsywithhope ha scritto:
    La delusione c'è ed è grande per gli appassionati. Di sicuro tutti (atleti, allenatori, skimen, ecc) hanno dato il massimo, ma nel momento in cui non si raggiungono i risultati attesi è doveroso fare un'analisi e prendere delle decisioni, come in tutti i lavori. Questo è quello che mi aspetto dai responsabili ai vari livelli; non credo di poter consigliare, ma avere una risposta da loro mi pare lecito.
    D'accordo. Mi permetto di aggiungere che il dovere prendere delle decisioni, in seguito alla mancanza di risultati, non vuol dire che per forza ci debbano essere delle "epurazioni", ma magari solamente una correzione sui metodi di lavoro o sull'organizzazione.
    QUOTO ENTRAMBI
    10 | mntr86 il 17/02/2015 16.21.05
    roccaraso ha scritto:
    mntr86 ha scritto:
    Carlo scusami ma non sono d'accordo per niente,. Nel tuo discorso non si fa riferimento minimamente alle colpe degli atleti che fino a prova contraria sono quelle principali. Alcuni sono scesi con una flemma degan di gara di fine stagione, altri tipo Nadia non si capisce perchè non vogliano parlare dei problemi tecnici che hanno... Alcuni allenatori hanno si le loro colpe ma il materiale umano è quello che è...nessun problema, però c'è chi come Inner ammette di non avere le capacità dis ciare su certi tipi di neve e ammette tutti gli errori e c'è chi è andato ai mondiali a fare la gara sociale di fine anno o non con una condizione accettabile...questo non mi sta bene.
    Quindi la colpa è degli atleti? Quindi la colpa è di Dominik Paris e Federica Brignone, due ragazzi di 24 anni? Eh? Certo, la stato di uno sport in cui non vinciamo quasi più niente è colpa proprio degli unici atleti che fanno qualcosa di realmente buono. Mica sono quelli che gestiscono lo sport, nooooo. Sono dei ragazzini i responsabili. Ma dai. Certo se guardi la RAI in cui il giornalismo è l'unico assente potresti pensare proprio questo. Solo interviste ad atleti mortificati ed imbarazzati perchè loro non solo rischiano in prima persona ma ci mettono pure la faccia. i dirigenti che la faccia non ce la mettono io li ho visti ai microfoni solo quando qualche atleta riusciva a combinare qualcosa di buono e si potevano fare belli dei risultati. ti sei mai chiesto che cosa ci stavano a fare i dirigenti a Beaver Creek. nemmeno pubbliche relazioni hanno fatto. tutto sulle spalle degli atleti Io ho criticato alcuni atleti, ma non loro in quanto tali, ho criticato chi mette ancora in squadra gente incapace nella maniera più assoluta di ottenere risultati di primo piano. Punto. Mi fai un nome di un atleta che è andato in vacanza? mi dici chi secondo te tra i nostri atleti è andato lì e non ha fatto sul serio?
    Premesso che il tuo discorso sulla dirigenza è pienamente condivisibile, ma non può essere collegato direttamente ai risultati. Paris ha fatto degli errori durante le prove che ci possono stare, non ce l'ho certo con lui. la Brignone avrà 24 anni ma non scia da ieri, ha fatto un errore banalissimo e come spesso capita manca di concentrazione a mio parere, non la voglio incolpare ma bisognerà pur ammetterlo prima o poi visto che capita spesso?? La Moelgg ha fatto un mondiale imbarazzante senza attaccare e sciando malissimo sia in slalom che in Gigante, stesso dicasi per Borsotti che mi ha deluso molto. Manfred idem, ha fatto una seconda manche al rallentatore sbagliando completamente l'interpretazione rispetto a tutti gli altri atleti che andavano a tutta (come si doveva fare). gross, thaler e razzoli hanno sbagliato am con l'atteggiamento giusto, che è al cosa più importante. Parlando della velocità Elena fanchini ha sbagliato e ci sta, ma Nadia non si capisce davvero cosa abbia, credo dovrebbe provare anche a cambiare materiali. merighetti ci ha provato, dalle altre non ci si aspettava nulla e così è stato...
    11 | GM1966 il 17/02/2015 16.49.49
    mntr86 ha scritto: ma Nadia non si capisce davvero cosa abbia,
    Deve capire, e se non ci riesce devono farglielo capire gli allenatori, che dopo tutti gli infortuni non è più in grado di sostenere tre specialità, faccia solo gigante e super G e lasci perdere la discesa.
    12 | lbrtg il 17/02/2015 17.14.43
    GM1966 ha scritto:
    mntr86 ha scritto: ma Nadia non si capisce davvero cosa abbia,
    Deve capire, e se non ci riesce devono farglielo capire gli allenatori, che dopo tutti gli infortuni non è più in grado di sostenere tre specialità, faccia solo gigante e super G e lasci perdere la discesa.
    ........e cambi materiali.
    13 | GRINGO il 17/02/2015 19.31.25
    Quoto e penso la stessa cosa dei Marsaglia che non so se un giorno riuscirano ad andare bene o benino in gigante ma la discesa mi sembra non sia piu' per loro.
    14 | Enrico il 17/02/2015 19.48.28
    Se da 15 anni l'Italia non tornava a mani vuote da mondiali ed olimpiadi, e meno di 12 mesi fa si è decapitata una struttura che fuzionava per sostituirla con altri professionisti, che alla prova dei fatti, sembra, non si siano dimostrati all'altezza dei loro predecessori... ebbene sarebbe doveroso da parte del presidente e quindi del suo staff, chiedere per lo meno scusa - se non dimettersi - e quindi prendere atto che la loro rotta era sbagliata.
    15 | didibi il 17/02/2015 21.39.46
    Oddio, non è che la struttura che si è decapitata funzionava così bene. In slalom quest'anno sta andando meglio dell'anno scorso e le tecniche dopo un avvio difficile e una squadra imposta agli allenatori piuttosto che scelta con loro e nonostante gli infortuni qualcosa di buono si vede. Poi lavoro su innesto di giovani rincalzi zero da parte del decapitato. se era per lui Nani a quest'ora faceva il maestro di sci. Il problema caso mai sono le troppe ingerenze dei vari vertici. Poi qua molti a dire che bisogna dare tempo al presidente e lasciarlo lavorare che ha ancora 3 anni di mandato dimenticandosi che Roda non è stato eletto l'anno scorso ma RIeletto dopo che aveva già operato 2 anni e pertanto se le medaglie scemano e latitano si può anche chiedergliene conto dopo 3 stagioni.
    16 | Enrico il 17/02/2015 21.57.35
    didibi ha scritto:
    Oddio, non è che la struttura che si è decapitata funzionava così bene. In slalom quest'anno sta andando meglio dell'anno scorso e le tecniche dopo un avvio difficile e una squadra imposta agli allenatori piuttosto che scelta con loro e nonostante gli infortuni qualcosa di buono si vede. Poi lavoro su innesto di giovani rincalzi zero da parte del decapitato. se era per lui Nani a quest'ora faceva il maestro di sci. Il problema caso mai sono le troppe ingerenze dei vari vertici. Poi qua molti a dire che bisogna dare tempo al presidente e lasciarlo lavorare che ha ancora 3 anni di mandato dimenticandosi che Roda non è stato eletto l'anno scorso ma RIeletto dopo che aveva già operato 2 anni e pertanto se le medaglie scemano e latitano si può anche chiedergliene conto dopo 3 stagioni.
    Esatto!! Ho letto pure da qualche parte che lui avrebbe ereditato un bilancio disastrato, quando invece sono stati proprio il 2013 ed 2014 gli esercizi con le maggiori perdite. Ravetto forse non valeva nulla come talent scout, ma per rivitalizzare nelle occasioni che contano il materiale umano a disposizione pare fosse un vero maestro ( Innerhofer docet!).
    17 | franz62 il 18/02/2015 7.59.41
    Si...a far l'allenatore personale di Inner lo vedrei bene.
    18 | Katunga il 18/02/2015 8.49.59
    Enrico ha scritto:
    Se da 15 anni l'Italia non tornava a mani vuote da mondiali ed olimpiadi, e meno di 12 mesi fa si è decapitata una struttura che fuzionava per sostituirla con altri professionisti, che alla prova dei fatti, sembra, non si siano dimostrati all'altezza dei loro predecessori... ebbene sarebbe doveroso da parte del presidente e quindi del suo staff, chiedere per lo meno scusa - se non dimettersi - e quindi prendere atto che la loro rotta era sbagliata.
    Premessa: non mene frega nulla dei vertici federali. Detto ciò ritengo il tuo post quantomeno fuorviante. È vero che abbiamo cannato completamente i mondiali ma è altrettanto vero che i risultati di tutta la stagione piazzano sia i maschi che le femmine al secondo posto nella classifica per nazioni. Puro caso? Bisogna semplicemente capire perché abbiamo sbagliato le gare secche (mentalità?) e non sfasciare tutto. In Italia siamo maestri in questo, purtroppo [:(]
    19 | mntr86 il 18/02/2015 9.20.02
    GM1966 ha scritto:
    mntr86 ha scritto: ma Nadia non si capisce davvero cosa abbia,
    Deve capire, e se non ci riesce devono farglielo capire gli allenatori, che dopo tutti gli infortuni non è più in grado di sostenere tre specialità, faccia solo gigante e super G e lasci perdere la discesa.
    Io credo che sia più un problema tecnico e di materiali che fisico, in discesa e super g va male perchè becca un eternità nei piani, urge al più presto un cambio materiali per me.
    20 | roccaraso il 18/02/2015 10.57.00
    Katunga ha scritto:
    Enrico ha scritto:
    Se da 15 anni l'Italia non tornava a mani vuote da mondiali ed olimpiadi, e meno di 12 mesi fa si è decapitata una struttura che fuzionava per sostituirla con altri professionisti, che alla prova dei fatti, sembra, non si siano dimostrati all'altezza dei loro predecessori... ebbene sarebbe doveroso da parte del presidente e quindi del suo staff, chiedere per lo meno scusa - se non dimettersi - e quindi prendere atto che la loro rotta era sbagliata.
    Premessa: non mene frega nulla dei vertici federali. Detto ciò ritengo il tuo post quantomeno fuorviante. È vero che abbiamo cannato completamente i mondiali ma è altrettanto vero che i risultati di tutta la stagione piazzano sia i maschi che le femmine al secondo posto nella classifica per nazioni. Puro caso? Bisogna semplicemente capire perché abbiamo sbagliato le gare secche (mentalità?) e non sfasciare tutto. In Italia siamo maestri in questo, purtroppo [:(]
    NONONO non attacca. lo sci è uno sport individuale i risultati non si valutano in punti ottenuti nel complesso. la nostra squadra femminile fa schifo! non è la seconda!
    21 | mntr86 il 18/02/2015 11.40.42
    roccaraso ha scritto:
    Katunga ha scritto:
    Enrico ha scritto:
    Se da 15 anni l'Italia non tornava a mani vuote da mondiali ed olimpiadi, e meno di 12 mesi fa si è decapitata una struttura che fuzionava per sostituirla con altri professionisti, che alla prova dei fatti, sembra, non si siano dimostrati all'altezza dei loro predecessori... ebbene sarebbe doveroso da parte del presidente e quindi del suo staff, chiedere per lo meno scusa - se non dimettersi - e quindi prendere atto che la loro rotta era sbagliata.
    Premessa: non mene frega nulla dei vertici federali. Detto ciò ritengo il tuo post quantomeno fuorviante. È vero che abbiamo cannato completamente i mondiali ma è altrettanto vero che i risultati di tutta la stagione piazzano sia i maschi che le femmine al secondo posto nella classifica per nazioni. Puro caso? Bisogna semplicemente capire perché abbiamo sbagliato le gare secche (mentalità?) e non sfasciare tutto. In Italia siamo maestri in questo, purtroppo [:(]
    NONONO non attacca. lo sci è uno sport individuale i risultati non si valutano in punti ottenuti nel complesso. la nostra squadra femminile fa schifo! non è la seconda!
    La ns squadra femminile tolto lo slalom è completa in tutte le altre discipline, quest'anno a parità di atlete nella velocità i risultati sono migliorati decisamente, compatibilmente con il materiale umano a disposizione, segno inequivocabile che gli allenatori hanno lavorato bene. Il problema è che nella velocità avremmo bisogno qualche giovane da inserire, oltre a sperare di recuperare la Goggia.
    22 | Katunga il 18/02/2015 12.31.51
    @Roccaraso: SISISI attacca. I punti sono portati singolarmente e non per squadre tipo Juve, Roma, Napoli, ecc. Ogni atleta corre da solo e fa il suo proprio personale piazzamento che concorre alla classifica a squadre. Non avremo il superatleta ma dei buoni singoli. Che poi, con tutto l'arco alpino e appenninico che abbiamo, e con tutta la popolazione che gravita attorno, si debba fare di più è un altro paio di maniche.
    23 | Katunga il 18/02/2015 12.47.08
    @Roccaraso: effettivamente le donne sono quarte, mi ero confuso con gli uomini. Sono dietro Austria, Usa e Svezia, ma davanti a nazioni che, ritengo, secondo te non fanno schifo: Germania (la seconda in classifica è 68°), Svizzera, Francia e Canada nonostante loro abbiano campionissime come Gut e Rebensburg. Se facciamo schifo noi, allora loro cosa dovrebbero dire visto che i punti li portano praticamente solo in due? E poi, permettimelo, quel termine "fare schifo", fa proprio schifo! Un po' di rispetto non farebbe male, anche se a te quelle persone non sono molto simpatiche.
    24 | roccaraso il 18/02/2015 20.52.48
    Katunga ha scritto:
    @Roccaraso: effettivamente le donne sono quarte, mi ero confuso con gli uomini. Sono dietro Austria, Usa e Svezia, ma davanti a nazioni che, ritengo, secondo te non fanno schifo: Germania (la seconda in classifica è 68°), Svizzera, Francia e Canada nonostante loro abbiano campionissime come Gut e Rebensburg. Se facciamo schifo noi, allora loro cosa dovrebbero dire visto che i punti li portano praticamente solo in due? E poi, permettimelo, quel termine "fare schifo", fa proprio schifo! Un po' di rispetto non farebbe male, anche se a te quelle persone non sono molto simpatiche.
    mettiamola così: se porti il quadruplo delle norvegesi fai più punti di loro. abbiamo più atlete anche degli USA, ma gli USA hanno le campionesse noi no. siamo davanti alla Germania, davvero? a me sembra che i tedeschi al femminile sono anni che ci sballano! per anni la Riesch ha conteso la coppa alla Vonn e ne ha portata pure una a casa oltre a 4 coppe d disciplina. Il tutto mentre la Rebensburg cattava su, in gigante altre due coppe di disciplina. Il tutto perdendo la Hoelzl stavamo parlando di coppa del mondo o no? Forse anche in quegli anni l'italia che porta tradizionalmente un botto di atlete era seconda alle spalle della sola austria... Zero tituli, una decina di podi in quasi un decennio, la prima azzurra in classifica di CDM oltre la ventesima posizione ma chissenefrega se un plotone di atlete riesce a fare più punti di Tina Maze....poi ai mondiali quanti punti fai? e alle olimpiadi?
    25 | Enrico il 18/02/2015 21.12.51
    Poi il fatto che eravamo secondi dietro all'Austria per punti, potrebbe anche indicare che abbiamo cannato la preparazione e che mentre gli altri si preservavano noi sparavamo le nostre cartucce in coppa e poi siamo arrivati imballati all'appuntamento clou della stagione. Può essere anche questa una lettura plausibile, ma non la condivido affatto, visto che Schiffrin, Hirscher, Nyman, Jansrud, Vonn e soprattutto Fenningher e Maze, pur vincendo tanto in Coppa in questa stagione sono poi arrivati tonici all'appuntamento con le medaglie iridate. Quindi non è una questione di preparazione fisica, quanto invece la mancanza di un fattore che evidentemente era stato essenziale nelle rassegne precedenti, quando a dirigere il gruppo c'era qualcun altro ed i metalli si sono portati a casa anche nelle gare di un giorno. Alla faccia delle debolezze psicologiche!! Gli atleti erano quasi sempre gli stessi di Are, Val d'Isere, Vancouver, Garmisch, Schladming e Sochi. I Tecnici pure. Cosa è cambiato rispetto allora?? Una persona intellettualmente onesta dovrebbe quanto meno ricordare il passato e vedere il presente con lucidità critica. Se fai un cambiamento così radicale e questo non paga... Traete voi le conclusioni.
    26 | roccaraso il 18/02/2015 21.38.51
    Katunga ha scritto:
    @Roccaraso: effettivamente le donne sono quarte, mi ero confuso con gli uomini. Sono dietro Austria, Usa e Svezia, ma davanti a nazioni che, ritengo, secondo te non fanno schifo: Germania (la seconda in classifica è 68°), Svizzera, Francia e Canada nonostante loro abbiano campionissime come Gut e Rebensburg. Se facciamo schifo noi, allora loro cosa dovrebbero dire visto che i punti li portano praticamente solo in due? E poi, permettimelo, quel termine "fare schifo", fa proprio schifo! Un po' di rispetto non farebbe male, anche se a te quelle persone non sono molto simpatiche.
    quando uso il termine schifo lo faccio non pensando alle atlete individualmente considerate. in realtà non posso non stimarle per il lavoro che fanno. alludo alla squadra come risultati e soprattutto come prospettiva dato che è anche una squadra vecchia. Massimo rispetto per le atlete ma pure per noi che vogliamo vedere lo show e invece già da Soelden sappiamo benissimo che fino alle finali non c'è trippa per gatti. volevo rimarcare con l'uso eccessivo del termine schifo la bella differenza che c'è nella realtà tra i risultati dello sci alpino al feminile e gli ingannevoli numeri generali. che ingannano. punto.
    27 | Katunga il 18/02/2015 21.39.01
    Piccola precisazione: magari in CdM ne portiamo tante ma i punti arrivano da quelle 6 o 7 quindi il tuo ragionamento sulla quantità non torna. Tedesche: siccome hai detto "al presente" che le nostre fanno schifo, ti ho fatto notare che "al presente" le nostre non fanno così schifo come le tedesche ed altre. Poi il discorse della Maze non regge, qui si parla di fuoriclasse in una nazione con numeri di praticanti molto piccoli. E difatti non ho.messo la Slovenia nel gruppo di nazioni dietro alle nostre. Come certamente avrai notato ho messo solo nazioni con grande tradizione e con numeri importanti. Se poi vuoi ridurre il tutto al mondiale ritenendo che i risultati in CdM non contino nulla, allora vuol dire che Paris come discesista fa proprio schifo. Quindi, riassumendo, sono proprio strafelice di non pensarla come te.
    28 | Katunga il 18/02/2015 21.48.55
    @Enrico: se Razzoli non fisse saltato mentre andava come un treno probabilmente sarebbe andato a medaglia. Quindi la spedizione sarebbe stata positiva. Giusto? @Roccaraso: il termine fare schifo per me è molto volgare ed offensivo
    29 | Enrico il 18/02/2015 22.02.59
    Con i "se" e con i "ma" non si va da nessuna parte... Morzenti si salvò grazie alla medaglia di Razzoli, Roda potrebbe non farcela di fronte a questo disastro. Sai a Waterloo probabilmente Napoleone avrebbe sconfitto Wellington se non avesse piovuto durante la notte... Napoleone sbagliò la sua previsione e dovette partire per l'esilio si Sant'Elena... Ai condottieri capita ogni tanto di fallire...[;)]
    30 | roccaraso il 18/02/2015 22.53.04
    Katunga ha scritto:
    Piccola precisazione: magari in CdM ne portiamo tante ma i punti arrivano da quelle 6 o 7 quindi il tuo ragionamento sulla quantità non torna. Tedesche: siccome hai detto "al presente" che le nostre fanno schifo, ti ho fatto notare che "al presente" le nostre non fanno così schifo come le tedesche ed altre. Poi il discorse della Maze non regge, qui si parla di fuoriclasse in una nazione con numeri di praticanti molto piccoli. E difatti non ho.messo la Slovenia nel gruppo di nazioni dietro alle nostre. Come certamente avrai notato ho messo solo nazioni con grande tradizione e con numeri importanti. Se poi vuoi ridurre il tutto al mondiale ritenendo che i risultati in CdM non contino nulla, allora vuol dire che Paris come discesista fa proprio schifo. Quindi, riassumendo, sono proprio strafelice di non pensarla come te.
    per me la coppa del mondo è importante, è il pane quotidiano. è li che si vedono i valori. l'esempio della Germania, lo ridico, era relativo al fatto che anche quando la Riesch e la Rebensburg macinavano coppe, l'Italia era davanti alle tedesche in termini di punti per nazioni. e ripetevo lo stesso concetto, ad abundantiam, per il quale l'intera nazionale femminile può fare più punti della Maze, ma quei punti visto che lo sci è uno sport individuale non portano titoli quelli della Maze si. quindi siamo d'accordo nel dire che storicamente facciamo molti punti visto che, al contrario di altre nazioni, ci siamo in tutte le discipline e con molte atlete ma....zero tituli.
    31 | gigio82 il 19/02/2015 8.39.08
    roccaraso ha scritto:
    l'esempio della Germania, lo ridico, era relativo al fatto che anche quando la Riesch e la Rebensburg macinavano coppe, l'Italia era davanti alle tedesche in termini di punti per nazioni.
    Non mi sembra proprio: http://data.fis-ski.com/alpine-skiing/cup-standings.html?suchen=true&suchcompetitorid=&suchseason=2010&suchgender=L&suchnation=§or=AL&suchcup=NC&discipline=ALL&search=Search http://data.fis-ski.com/alpine-skiing/cup-standings.html?suchen=true&suchcompetitorid=&suchseason=2011&suchgender=L&suchnation=§or=AL&suchcup=NC&discipline=ALL&search=Search Informarsi, prima di scrivere panzane, male non farebbe
    32 | roccaraso il 19/02/2015 10.27.54
    gigio82 ha scritto:
    roccaraso ha scritto:
    l'esempio della Germania, lo ridico, era relativo al fatto che anche quando la Riesch e la Rebensburg macinavano coppe, l'Italia era davanti alle tedesche in termini di punti per nazioni.
    Non mi sembra proprio: http://data.fis-ski.com/alpine-skiing/cup-standings.html?suchen=true&suchcompetitorid=&suchseason=2010&suchgender=L&suchnation=§or=AL&suchcup=NC&discipline=ALL&search=Search http://data.fis-ski.com/alpine-skiing/cup-standings.html?suchen=true&suchcompetitorid=&suchseason=2011&suchgender=L&suchnation=§or=AL&suchcup=NC&discipline=ALL&search=Search Informarsi, prima di scrivere panzane, male non farebbe
    ciao Gigio ti posso chiedere se hai letto tutti i post? Bene mi spiego, spero, definitivamente. tutto inizia da una frase che ho contestato che era la seguente: "È vero che abbiamo cannato completamente i mondiali ma è altrettanto vero che i risultati di tutta la stagione piazzano sia i maschi che le femmine al secondo posto nella classifica per nazioni. Puro caso? Bisogna semplicemente capire perché abbiamo sbagliato le gare secche (mentalità?) e non sfasciare tutto. In Italia siamo maestri in questo, purtroppo" a mio avviso questa frase non tenendo conto del fatto che la nostra politica (che apprezzo) è di portare molte atlete, fa sembrare le azzurre più forti di quello che poi sono. E' certo che facciamo più punti della Slovenia; se quelle portano 4/5 atlete mentre noi un esercito! questo è un dato di fatto che mi è stato contestato non so per quale ragione. Credo che a conti fatti portiamo il doppio delle atlete degli USA e della Svizzera. Basta guardare su questo sito all'elenco degli atleti. Ora se vuoi vedere le reali possibilità di andare a medaglia devi vedere quanti podi hai fatto in stagione, non quanti punti fai come squadra che a me sembra un criterio forviante. Spero che su questo ci siamo. La puoi rigirare come ti pare ma è la logica che lo impone. Faccio un esempio astratto, logica appunto: se la nazione X fa 2000 punti con 20 atlete e la nazione Y ne fa 1800 con 4 secondo te dove stanno le atlete piu forti? Quando si arriverà ai mondiali saranno "ovviamente" le atlete della Y ad andare sul podio non quelle della X. E allora lascia sgomento chi dice: abbiamo cannato una gara! Ma come? Perchè quanti podi hai fatto non solo quest'anno ma negli ultmi anni? una decina? su quasi 40 gare l'anno? Sono le vittorie ed i podi che fai che ti dicono quante possibilità di medaglia hai. La mia prima allusione alla Germania era stata fatta perchè lo stesso utente l'aveva tirata in ballo e io avevo scritto che anche negli anni in cui la Riesch aveva lottato contro la Vonn per la classifica generale e quindi i tifosi tedeschi si divertivano un mondo, le azzurre erano davanti come punti. Quindi alludevo ad un periodo che va dal 2009 all'anno scorso. bene! anche se come giustamente evidenzi tu nel 2010 e 2011 la Germania ci era davanti (non sono nemmeno andato a controllare) perchè la Rebensburg e la Riesch hanno fatto proprio un macello in quegli anni, rimane il fatto che se esamini il periodo cui alludevo cioè 2009-2014 invece il mio esempio è e rimane logicamente corretto. Infatti in questo periodo di 6 anni per tre anni l'Italia è stata davanti alla Germania e per tre la Germania è stata davanti all'Italia. Ovviamente se il criterio dei punti per nazioni fosse valido ti aspetteresti una quantità di vittorie più o meno simile...invece? Invece in questi sei anni la Germania ha portato a casa la Coppa assoluta e noi no. in questo periodo la Germania ha portato a casa 5 coppe di disciplina e noi zero, in questo periodo la Germania ha portato a casa 4 titoli olimpici e noi zero. Capito cosa voglio dire? Il criterio dei punti per nazionale non è valido per capire qual'è lo stato dell'arte. che ne pensi Gigio?
    33 | roccaraso il 19/02/2015 10.42.55
    mi sbagliavo. Avevo dimenticato anche la coppa della Hoelzl, pensa un po'.
    34 | mntr86 il 19/02/2015 12.21.58
    Roccaraso, il tuo ragionamento lo condivido a1 100 %. Aggiungo che negli scorsi mondiali molte volte ci siano salvati con medaglie insperate e fortunose come quella della Fanchini e Moelgg a Schladming, della Ceccarelli a Salt lake city. Staudacher ad Are, e altre...Questa volta non c'è stato nessun exploit e dove avevamo possibilità è andata male.
    35 | roccaraso il 19/02/2015 13.18.36
    Grazie, mi sembrava di impazzire!!! comunque ribadisco la stima per tutte le ragazze della nazionale che ci mettono del fegato e la faccia!
    36 | roccaraso il 19/02/2015 13.30.35
    mntr86 ha scritto:
    Roccaraso, il tuo ragionamento lo condivido a1 100 %. Aggiungo che negli scorsi mondiali molte volte ci siano salvati con medaglie insperate e fortunose come quella della Fanchini e Moelgg a Schladming, della Ceccarelli a Salt lake city. Staudacher ad Are, e altre...Questa volta non c'è stato nessun exploit e dove avevamo possibilità è andata male.
    si si. al maschile sf**a totale! con diverse condizioni avremmo potuto fare un mazzo così a tutti. e non solo con Paris. A Beaver Creek di italiani sul podio ci sono finiti in tre se non erro. comunque pure sta storia della neve deve finì. non può essere che gli italiani, in massa, su certe nevi vanno male.
    37 | mntr86 il 19/02/2015 14.45.04
    Io sono sicuro che per quanto riguarda le prove veloci ci siano stati anche degli errori nella scelta dei materiali, lo stesso Innerhofer l'ha ammesso, oltre ad avere altri problemi quest'anno. Ripeto, Paris, Inner, Gross, Razzoli, Nani, Eisath, Merighetti, Thaler, Bassino e Marsaglia (entrambi) ci hanno provato e sono giustificabili. Moelgg (entrambi i fratelli), Borsotti, Heel, Fanchini (entrambe le sorelle), Costazza, Brignone, no...chi più chi meno...
    38 | GPA il 19/02/2015 16.34.09
    Sul discorso "potenziale medaglie" mi associo a quanto sviscerato da Roccaraso(vedi Slovenia con Maze). Sui nostri i discorsi neve e tipologie di tracciato non esistono, e gli stessi atleti più obiettivi l'hanno detto espressamente. Non credo ci sia stato un problema psicologico di approccio ai mondiali,c'è chi ci ha provato,chi meno e anche chi è stato messo a fare quello che non doveva (vedi team Event)
    39 | roccaraso il 19/02/2015 16.43.11
    Guarda per me esprimere un giudizio sulla singola gara è difficile. Per quanta amarezza mi ha dato come faccio a prendermela con la Brignone? nessuno più di lei avrebbe voluto una medaglia. Moelgg Manfred per me un grande, lui è uno competitivo e in carriera ha dimostrato già un po' tutto. come Inner. Ripeto quando è zero tituli non bisogna mai prendersela con gli atleti. il fatto che al femminile la squadra è scarsetta (in media) non è colpa delle atlete che stanno li. di certo ma realisticamente una medaglia al femminile chi se l'aspettava? Una medaglia delle azzurre rientrava nel novero delle cose possibili non di quelle probabili. I risultati ci indicano che nella velocità facciamo bene a Cortina....
    40 | Hatfjell il 19/02/2015 17.23.40
    Lo sci italiano? Che barba che noia che lagna! Ora leggo sulla gazzetta che sono gli atleti stessi a rifiutare di allenarsi in condizioni atmosferiche poco gradite a loro. Ma che bravi! E ci si mette anche Roda a definirli con indulgenza "un pò mammoni", come se fosse una qualità e non un limite. Certo che con principesse sul pisello del genere le medaglie non arrivano di certo, poi se schieriamo due mediocri discesisti in un parallelo dove gli altri schierano assi del calibro di Hirsher, Shiffrin ecc, significa che a noi delle medaglie non frega proprio una cippa...
    41 | franz62 il 19/02/2015 17.36.12
    Direi che le considerazioni di didibì e Katunga non fanno una grinza, tutto il resto è chiacchera, fermo restando che la nostra federazione fa acqua da tutte le parti, come l'Italia.
    42 | Enrico il 19/02/2015 21.38.36
    Tutte le opinioni sono chiacchiere, visto che nessuno di noi ha il potere di cambiare le cose. Non possiamo nemmeno votare le persone da mandare in parlamento, figuriamoci se possiamo decidere chi deve sedere sulla poltrona di Presidente della FISI ed in Consiglio Federale... questa è l'Italia baby
    43 | franz62 il 19/02/2015 22.36.34
    travolto da improvvisa saggezza[:246]
    44 | Katunga il 19/02/2015 22.56.42
    roccaraso ha scritto:
    gigio82 ha scritto:
    roccaraso ha scritto:
    l'esempio della Germania, lo ridico, era relativo al fatto che anche quando la Riesch e la Rebensburg macinavano coppe, l'Italia era davanti alle tedesche in termini di punti per nazioni.
    Non mi sembra proprio: http://data.fis-ski.com/alpine-skiing/cup-standings.html?suchen=true&suchcompetitorid=&suchseason=2010&suchgender=L&suchnation=§or=AL&suchcup=NC&discipline=ALL&search=Search http://data.fis-ski.com/alpine-skiing/cup-standings.html?suchen=true&suchcompetitorid=&suchseason=2011&suchgender=L&suchnation=§or=AL&suchcup=NC&discipline=ALL&search=Search Informarsi, prima di scrivere panzane, male non farebbe
    ciao Gigio ti posso chiedere se hai letto tutti i post? Bene mi spiego, spero, definitivamente. tutto inizia da una frase che ho contestato che era la seguente: "È vero che abbiamo cannato completamente i mondiali ma è altrettanto vero che i risultati di tutta la stagione piazzano sia i maschi che le femmine al secondo posto nella classifica per nazioni. Puro caso? Bisogna semplicemente capire perché abbiamo sbagliato le gare secche (mentalità?) e non sfasciare tutto. In Italia siamo maestri in questo, purtroppo" a mio avviso questa frase non tenendo conto del fatto che la nostra politica (che apprezzo) è di portare molte atlete, fa sembrare le azzurre più forti di quello che poi sono. E' certo che facciamo più punti della Slovenia; se quelle portano 4/5 atlete mentre noi un esercito! questo è un dato di fatto che mi è stato contestato non so per quale ragione. Credo che a conti fatti portiamo il doppio delle atlete degli USA e della Svizzera. Basta guardare su questo sito all'elenco degli atleti. Ora se vuoi vedere le reali possibilità di andare a medaglia devi vedere quanti podi hai fatto in stagione, non quanti punti fai come squadra che a me sembra un criterio forviante. Spero che su questo ci siamo. La puoi rigirare come ti pare ma è la logica che lo impone. Faccio un esempio astratto, logica appunto: se la nazione X fa 2000 punti con 20 atlete e la nazione Y ne fa 1800 con 4 secondo te dove stanno le atlete piu forti? Quando si arriverà ai mondiali saranno "ovviamente" le atlete della Y ad andare sul podio non quelle della X. E allora lascia sgomento chi dice: abbiamo cannato una gara! Ma come? Perchè quanti podi hai fatto non solo quest'anno ma negli ultmi anni? una decina? su quasi 40 gare l'anno? Sono le vittorie ed i podi che fai che ti dicono quante possibilità di medaglia hai. La mia prima allusione alla Germania era stata fatta perchè lo stesso utente l'aveva tirata in ballo e io avevo scritto che anche negli anni in cui la Riesch aveva lottato contro la Vonn per la classifica generale e quindi i tifosi tedeschi si divertivano un mondo, le azzurre erano davanti come punti. Quindi alludevo ad un periodo che va dal 2009 all'anno scorso. bene! anche se come giustamente evidenzi tu nel 2010 e 2011 la Germania ci era davanti (non sono nemmeno andato a controllare) perchè la Rebensburg e la Riesch hanno fatto proprio un macello in quegli anni, rimane il fatto che se esamini il periodo cui alludevo cioè 2009-2014 invece il mio esempio è e rimane logicamente corretto. Infatti in questo periodo di 6 anni per tre anni l'Italia è stata davanti alla Germania e per tre la Germania è stata davanti all'Italia. Ovviamente se il criterio dei punti per nazioni fosse valido ti aspetteresti una quantità di vittorie più o meno simile...invece? Invece in questi sei anni la Germania ha portato a casa la Coppa assoluta e noi no. in questo periodo la Germania ha portato a casa 5 coppe di disciplina e noi zero, in questo periodo la Germania ha portato a casa 4 titoli olimpici e noi zero. Capito cosa voglio dire? Il criterio dei punti per nazionale non è valido per capire qual'è lo stato dell'arte. che ne pensi Gigio?
    Non cercare di rimescolare le carte. Il tutto nasce da una dal fatto che ho contestato quanto da te scritto, che furbescamente ti sei guardato dal riportare qui sopra, e cioè che la nazionale femminile fa schifo. La mia risposta, che hai riportato qui sopra, si rriferiva appunto alla tua affermazione che aancora una volta reputo volgare ed offensiva. Continuo anche a farti notare che faremo anche correre 20 ragazze ma che i punti arrivano da 6 o 7. E ti ripeto per l'ultima volta che abbiamo fatto una buona stagione in CdM ed un pessimo mondiale, ma non per questo dobbiamo buttare via tutta la stagione dicendo che la nazionale femminile fa schifo. Chiudo ribadendo ancora una volta che sono felice di non pensarla come te.
    45 | mntr86 il 20/02/2015 9.31.33
    roccaraso ha scritto:
    Guarda per me esprimere un giudizio sulla singola gara è difficile. Per quanta amarezza mi ha dato come faccio a prendermela con la Brignone? nessuno più di lei avrebbe voluto una medaglia. Moelgg Manfred per me un grande, lui è uno competitivo e in carriera ha dimostrato già un po' tutto. come Inner. Ripeto quando è zero tituli non bisogna mai prendersela con gli atleti. il fatto che al femminile la squadra è scarsetta (in media) non è colpa delle atlete che stanno li. di certo ma realisticamente una medaglia al femminile chi se l'aspettava? Una medaglia delle azzurre rientrava nel novero delle cose possibili non di quelle probabili. I risultati ci indicano che nella velocità facciamo bene a Cortina....
    La brignone per me manca troppe volte di concentrazione, è giovane ma corre ormai da un pò di anni e l'errore sul dosso avrebbe potuto evitarlo con un pò più di concentrazione. Ok non l'ha fatto solo lei ma troppe volte anche in cdm non usa la testa e fa errori grossolani uscendo troppo spesso, tecnicamente per me è tra le migliori. Moelgg è vero che ha sembre dimostrato agonismo ed è un combattivo, però la seconda manche l'ha sbagliata completamente scendendo con il freno tirato al contrario di tutti gli altri italiani che almeno ci hanno provato. Inner sa di aver sbagliato preparazione fisica quest'anno, complici anche i suoi problemi si è trovato stanco senza una muscolatura adeguata complice l'allenamento eccessivo fatto in due mesi per supplire a quello non fatto in estate ed autunno. L'ha detto lui...Io aggiungo che secondo me c'è anche qualche problema con i materiali da risolvere.
    46 | Enrico il 20/02/2015 11.46.17
    Boh! L'anno scorso i Rossignol volavano... perché dici che ci sono problemi di materiale? Sembra invece che sia Atomic piuttosto in difficoltà rispetto allo strapotere della corazzata Head.
    47 | mntr86 il 20/02/2015 12.00.01
    inner non è mai stato un fulmine sui piani ma quest'anno il problema si è ampliato in maniera incredibile e su qualsiasi neve...Lo stesso problema di Nadia con Dynastar. Poi ci sono molti altri fattori però credo che i materiali siano uno dei problemi.. Comunque nessuno ha ancora tirato in ballo le nuove tute azzurre...saranno mica quelle che portano sf**a??[:D][:D]
    48 | Enrico il 20/02/2015 15.46.16
    forse solo più lente[:D]
    49 | kaiser il 21/02/2015 9.55.29
    mntr86 ha scritto:
    Roccaraso, il tuo ragionamento lo condivido a1 100 %. Aggiungo che negli scorsi mondiali molte volte ci siano salvati con medaglie insperate e fortunose come quella della Fanchini e Moelgg a Schladming, della Ceccarelli a Salt lake city. Staudacher ad Are, e altre...Questa volta non c'è stato nessun exploit e dove avevamo possibilità è andata male.
    Mi spieghi perchè la medaglia di Manfrd a Schladming è insperata e fortunosa???? Mi pare che Manfrerd partisse col numero 7 non col 42.....
    50 | kaiser il 21/02/2015 10.01.36
    mntr86 ha scritto:
    Io sono sicuro che per quanto riguarda le prove veloci ci siano stati anche degli errori nella scelta dei materiali, lo stesso Innerhofer l'ha ammesso, oltre ad avere altri problemi quest'anno. Ripeto, Paris, Inner, Gross, Razzoli, Nani, Eisath, Merighetti, Thaler, Bassino e Marsaglia (entrambi) ci hanno provato e sono giustificabili. Moelgg (entrambi i fratelli), Borsotti, Heel, Fanchini (entrambe le sorelle), Costazza, Brignone, no...chi più chi meno...
    Ma ti stanno sugli zebedei i marebbani? No perchè quello che hai scritto sopratutto su Manfred deriva da antipatia aprioristica o ignoranza delle vicissitudini dei due fratelli..... Azzarola.... Manfred non ci ha provato...... vabbe....
    51 | franz62 il 21/02/2015 10.30.58
    Dicevate delle donne?
    52 | franz62 il 21/02/2015 10.58.27
    Qiuante sono? Sette nelle quindici? In effetti ne abbiam troppe
    53 | franz62 il 21/02/2015 11.02.38
    Comunque la soluzione esiste..basta cedere alla Svizzera il tratto alpino da Domodossola a Brescia e già una sfoltita la dai...poi ci sono tutte le zone che potrebbero essere nazione autonoma e non regione, a quel punto ne tiriamo fuori poche anche noi e siamo fortissimi.
    54 | kaiser il 21/02/2015 11.16.13
    franz62 ha scritto:
    Comunque la soluzione esiste..basta cedere alla Svizzera il tratto alpino da Domodossola a Brescia e già una sfoltita la dai...poi ci sono tutte le zone che potrebbero essere nazione autonoma e non regione, a quel punto ne tiriamo fuori poche anche noi e siamo fortissimi.
    [:D][:D][:D][:D][:D]
    55 | Katunga il 21/02/2015 13.08.42
    franz62 ha scritto:
    Comunque la soluzione esiste..basta cedere alla Svizzera il tratto alpino da Domodossola a Brescia e già una sfoltita la dai...poi ci sono tutte le zone che potrebbero essere nazione autonoma e non regione, a quel punto ne tiriamo fuori poche anche noi e siamo fortissimi.
    [:D][:D][:D] Già che ci sei, intercedi affinché annettano anche un pezzo di piano subito sotto le prealpi [:D]
    56 | franz62 il 21/02/2015 14.52.30
    piacerebbe a molti[:D]



      Cerca una parola nelle news:        

      Ultime 15 Notizie correlate: (Coppa del Gobbo Mondiali Vail 2015 )

      [02/11/2019] La Coppa del Gobbo - Cala il Sipario
      [10/02/2019] La Coppa del Gobbo: Aksel e Lindsey, Grazie!
      [21/01/2019] La Coppa del Gobbo - Non Esiste L'Impossibile
      [24/12/2018] La Coppa del Gobbo - La calda neve
      [14/11/2018] Coppa del Gobbo - il CSE da Courmayeur a Brunico
      [18/03/2018] La Coppa del Gobbo - Grazie Manu
      [28/02/2018] La Coppa del Gobbo - Gli eroi dietro le quinte
      [07/02/2018] La Coppa del Gobbo - Senza fiamma e braciere, 1924
      [02/02/2018] La Coppa del Gobbo - Olimpiade "dal tubo"!
      [16/01/2018] La Coppa del Gobbo - Non sarà facile!
      [02/01/2018] Coppa del Gobbo - Prima erano Cinque...
      [07/12/2017] Coppa del Gobbo - non è mai troppo tardi
      [29/11/2017] Coppa del Gobbo - Una pietra per Caillou
      [10/11/2017] Il mio ricordo di Bode Miller
      [21/03/2017] Coppa del Gobbo - Dove andranno i palloncini

      Altre notizie di Coppa del Mondo:

      [22/11/2019] Levi, parola a Moelgg, Gross, Razzoli e Vinatzer
      [22/11/2019] Niente Lake Louise per Innerhofer e Marsaglia
      [22/11/2019] Lindsey Vonn presenta "RISE", la sua biografia
      [22/11/2019] Esce lunedì la biografia di Marcel Hirscher
      [22/11/2019] Controllo neve positivo a Killington
      [21/11/2019] Tedeschi e Austriaci per Levi: torna Schwarz
      [21/11/2019] Katharina Gallhuber torna in gara a Levi
      [20/11/2019] 50 anni del Ghedo: la mitica spaccata a Kitz
      [20/11/2019] I Norvegesi per Levi: torna Nina Loeseth
      [20/11/2019] Nor-Am Copper: doppietta per Lila Lapanja
      [20/11/2019] Matteo Marsaglia e Melesi si infortunano a Copper
      [20/11/2019] Guadagnini: "in SL è stato fatto uno step avanti"
      [20/11/2019] Tanti Azzurri a Copper.Inner ancora in dubbio
      [20/11/2019] Gruppo Coppa Europa maschile verso Trysil
      [19/11/2019] Gigantisti al lavoro a Livigno,torna Ballerin
      [19/11/2019] Stagione finita per Charlotta Saefvenberg
      [19/11/2019] Cortina 2021:i 50 anni di Ghedina e un nuovo salto
      [19/11/2019] Slalomisti azzurri approdano a Levi
      [18/11/2019] Serio infortunio per Nicole Good
      [18/11/2019] Cornelia Huetter torna sulla neve
      [18/11/2019] Michelle Gisin presenta il libro del suo oro
      [17/11/2019] Innerhofer sempre più vicino al rientro
      [17/11/2019] Semaforo verde FIS per Lake Louise
      [16/11/2019] Elena Curtoni e le sorelle Delago verso Copper
      [16/11/2019] Francesi e Svizzeri per Levi
      [16/11/2019] Operazione riuscita per Elena Fanchini
      [14/11/2019] Luce verde per la tappa di Levi
      [13/11/2019] Le 6 Azzurre per Levi, dentro Gulli
      [12/11/2019] Liensberger torna ad allenarsi con le compagne
      [12/11/2019] Casa Bode Miller si allarga: nati i due gemellini
      [12/11/2019] Solda: cancellate per maltempo le gare Fis
      [12/11/2019] Marco Schwarz ritorna in gara a Levi
      [12/11/2019] La Aloch pronta ai nastri di partenza
      [12/11/2019] I nove slalomisti azzurri per Levi
      [11/11/2019] Zinal: allenamento per 7 slalomiste
      [11/11/2019] Manuel Feller è diventato papà

      Altre notizie Fantaski:

      [26/03/2019] La Thuile: diamo una manche al Telefono Azzurro
      [23/02/2018] Fantanotti Olimpiche - Analisi dei Giochi 2018
      [06/02/2018] Aperte le FantaOlimpiadi 2018!
      [14/12/2017] Fantaski.it disponibile anche su Telegram !
      [05/12/2017] A La Thuile stagione aperta dal 2 dicembre
      [03/11/2017] Fantaski 2018 - mercato maschile aperto fino Levi
      [05/12/2016] Aperto il primo mercato - stagione 2016/2017
      [13/11/2016] A Milano di scena il Big Air Snowboard
      [21/03/2016] La Thuile: il 9 Aprile gara per Telefono Azzurro
      [26/02/2016] La Thuile: 1/a Gara dei Sogni in favore di FISIP



     
    titoletto copyright fantaski
     baffo fantaski titoletto contatti baffo fantaski titoletto riconoscimenti