separatore
icona fisi  
 icona fantaski titoletto linguaicona italia icona bandiera italia icona bandiera svizzeraicona bandiera inglese icona bandiera inglese icona bandiera americanatitoletto tedesco icona bandiera germania icona bandiera austria icona bandiera svizzeratitoletto francia icona bandiera francia icona bandiera svizzera 
fantaski_header
icona baffo fantaski titoletto home icona baffo fantaski titoletto cosa fantaski icona baffo fantaski titoletto faq help icona baffo fantaski titoletto regolamento icona baffo fantaski titoletto forum icona baffo fantaski titoletto fotogallery  
lunedì 18 novembre 2019 - ore 04.10 
titoletto coppa del mondo
separatore
titoletto coppa fantaski
separatore
titoletto gioca fantaski

C d G - Rosso nelle Casse,Rosso nel Fair Play

Clicca sulla foto per ingrandire
Gobbo C.
Gobbo C.
commenti 6 Commenti icona rss

Rosso di sera...bel tempo si spera! Già, una volta forse era così, oggi le cose sono cambiate parecchio ed in casa FISI il colore Rosso non suscita troppi entusiasmi (se non per le  divise) anzi, in qualche caso è sinonimo di profondo imbarazzo..laddove tale atteggiamento si intenda riferito ai rapporti tra le persone. Di Fair Play abbiamo già parlato tempo fa  ed il suo significato è immutato: Rispetto! Chissà cosa avrà provato Gianluca Rulfi nell'apprendere che il suo ruolo sarebbe stato assegnato a Max Carca...già, perchè questo non gli era stato anticipato (come in genere bisognerebbe fare) ma addirittura (così dicono le voci dei corridoi) una decisiva riunione con i tecnici del settore si sarebbe svolta senza comunicarlo a Rulfi il quale, nonostante l'infortunio, resta sempre il titolare di un ruolo e di un contratto! Nulla di nuovo perchè Ravetto e Theolier ebbero lo stesso trattamento, però questo non fa bene allo sci, non è leale nei riguardi delle persone e sfilaccia il rapporto con gli appassionati...e non solo! Dispiace anche per Massimo Rinaldi che un anno fa era stato gettato nella mischia, lasciato poi alle prese con mille responsabilità in un ruolo non suo! Ha fatto ciò che sapeva fare, in modo onesto e serio e, anche lui senza troppa ufficialità, si vede mettere in disparte! Già ai Mondiali di Vail c'erano stati contatti con Carca che, a Kranjska, ha salutato i canadesi e tra poco prenderà in mano il timone dello sci alpino azzurro....Nessuno discute il valore e le qualità di Max, ci mancherebbe altro, ma dove si troveranno i soldi per pagarlo? Le casse federali piangono parecchio e c'è il rischio che si sacrifichino altri tecnici della velocità per trovare quella somma che (con quella di Rulfi) potrebbe essere necessaria per il nuovo contratto. Certo che se si guarda l'organigramma, tolti i militari che sono pagati dai loro Corpi, non ci sarebbero troppe scelte!
 
Sono un po' rosso di amarezza anch'io perchè, ad inizio stagione, vedevo nella squadra della velocità un gruppo solido, coeso, ricco di individualità e pieno di quella unità di intenti che ci avrebbe visto dominare per tutta la stagione. Non è andata così, tanti campioni, tanti ragazzi talentuosi, tante personalità che non si sono mai amalgamate come sarebbe stato necessario...peccato, peccato davvero! Chi più, chi meno, in molti hanno esercitato il diritto del mugugno nei confronti di un Rulfi troppo tollerante: "Dovrebbe avere più pugno con noi, dovrebbe essere più severo", molto nobile e professionale, salvo poi ognuno di loro pretendere di poter continuare ad avere i propri spazi  personali! Mah! Speriamo che Innerhofer possa recuperare bene, ma ci pare di capire come il solo Paris abbia la giusta mentalità per recitare un ruolo da grande protagonista della velocità.  
Adesso ci troviamo con Henri Battilani Campione del Mondo Junior, accanto a lui ci sono alcuni bravi velocisti, speriamo in bene...anche perchè la gestione federale non può continuare così. Le squadre così come sono non hanno più la possibilità di sopravvivere e dovranno essere ridimensionate "alla grande" nei numeri degli atleti e dei tecnici. Il futuro dello sci italiano è affidato a decisioni che non possono più essere rimandate, bisogna avere il coraggio di quelle scelte che certamente Ravetto, un anno fa, avrebbe concretizzato...e poi c'è sempre il babau del Commissariamento!

E' stata una bella stagione, ci ritroviamo con alcune conferme importanti...Nani è il gigantista che ha i più grandi margini di miglioramento al mondo ed ora ha bisogno di avere accanto l'aiuto "giusto" perchè accanto alla tecnica c'è anche il problema della mentalità "da campione"; Paris....
 
SECONDA PARTE


(domenica 22 marzo 2015)

Argomenti:


@RIPRODUZIONE RISERVATA

  • sabato 2 novembre 2019

    La Coppa del Gobbo - Cala il Sipario

    domenica 10 febbraio 2019

    La Coppa del Gobbo: Aksel e Lindsey, Grazie!

    lunedì 21 gennaio 2019

    La Coppa del Gobbo - Non Esiste L'Impossibile

  • lunedì 24 dicembre 2018

    La Coppa del Gobbo - La calda neve

    mercoledì 14 novembre 2018

    Coppa del Gobbo - il CSE da Courmayeur a Brunico

    domenica 18 marzo 2018

    La Coppa del Gobbo - Grazie Manu

  • mercoledì 28 febbraio 2018

    La Coppa del Gobbo - Gli eroi dietro le quinte

    mercoledì 7 febbraio 2018

    La Coppa del Gobbo - Senza fiamma e braciere, 1924

    venerdì 2 febbraio 2018

    La Coppa del Gobbo - Olimpiade "dal tubo"!


    Tutt i commenti disponibili:
    1 | Admin il 22/03/2015 0.56.08
    SECONDA PARTE Paris è vicino ad una impressionante completezza nella velocità; Gross e Razzoli (che bravo il Razzoli delle ultime gare) sono ritornati tra i protagonisti e potranno essere di grande aiuto a Maurberger (ma perchè non portare prima in Coppa questo ragazzo...?) e attendiamo il rientro di De Aliprandini! Le fanciulle, fatta eccezione per lo slalom dove c’è un "vuoto" che grida vendetta (perchè non esiste alcuna giustificazione per una situazione che si trascina da tempo immemorabile), hanno fatto molto bene e, accanto ai consolidati gruppi di velociste e gigantiste, troviamo ragazze talentuose guidate dall'alpina Marta Bassino la quale ha già dimostrato di essere pronta per ricevere una preziosa eredità. Il Rosso del futuro è affidato alla raccolta di tutte le energie, alla fiducia nelle proprie forze e capacità. Questo è il momento in cui bisognerà dimostrare di volere il bene dello sci alpino. Lo sci di fondo, il biathlon, la combinata, solo per citare alcuni "figli federali", si sono rimboccate le maniche e hanno intrapreso nuove avventure! Buona fortuna caro Sci Alpino!
    2 | GRINGO il 22/03/2015 1.16.05
    Bravo Carlo, hai dato un pò l'ufficialità a quello che si vociferava e a quello che abbiamo assistito nella gestione del mondiale. Si pensava fosse Roda il manovratore della "loggia Fis". Poi veniamo a sapere che Fill e Hell chiedono la testa di Rulfi e vengono accontentati, che i prescelti per il team event dei mondiali non erano quelli che poi hanno partecipato, che Innerhofer ha il maldischiena ma gareggia nelle gare RedBullevent. Mi viene da sorridere a pensare come un Ravetto potesse rimanere in questo circo oltretutto anarchico, per non parlare di Theolier. Poi ci meravigliamo se in discesa schieriamo 2 atleti che sono fuori dai 100 nella fispoints, in realtà è l'improvvisazione circense come il Borsotti visto al team event dei mondiali. Auguri Roda e complimenti per la gestione.
    3 | GRINGO il 22/03/2015 1.21.27
    Carlo ti prego di rispondermi, visto che siamo in tema, ed è una cosa che ancora mi brucia molto, secondo te l'esclusione di Irene Curtoni dai mondiali è stata veramente una scelta tra gli equilibri dei comitati o c'è altro?
    4 | lbrtg il 22/03/2015 8.26.28
    Dallo scritto di Carlo, mi sembra di capire che la Federazione navighi "a vista" per quanto riguarda la gestione dei tecnici. Di conseguenza, anche la tanto osannata programmazione" va a farsi benedire con tutto quello che ne consegue in termini di ricambio generazionale. Dall'esterno, e ripeto, dall'esterno, ho la sensazione che, la gestione tecnica ed anche certi atteggiamenti degli atleti, assomiglino sempre di più a quelle che, purtroppo, si evidenziato nel mondo calcistico.... Spero di sbagliarmi, ma la mia impressione è questa.
    5 | GM1966 il 22/03/2015 11.09.25
    Se si caccia un allenatore per soddisfare le richieste di due ultratrentenni in declino qualcosa non va.
    6 | mntr86 il 22/03/2015 22.58.27
    Concordo sul fatto che non si possano cambiare ogni 3 giorni i programmi, ma non mi indigno più di tanto sulle modalità con cui è stato salutato Rulfi, pensate forse che nel privato accada tanto di diverso? Forse 20 anni fa si faceva così, ora purtroppo non più. E per la cronaca Rulfi non è scemo e l'avrà capito... Detto questo sarebbe utile capire cosa ne pensino i vari atleti coinvolti, uno come Fill avrà avuto i suoi buoni motivi per criticare Rulfi...non è proprio l'ultimo arrivato.



      Cerca una parola nelle news:        

      Ultime 15 Notizie correlate: (Coppa del Gobbo )

      [02/11/2019] La Coppa del Gobbo - Cala il Sipario
      [10/02/2019] La Coppa del Gobbo: Aksel e Lindsey, Grazie!
      [21/01/2019] La Coppa del Gobbo - Non Esiste L'Impossibile
      [24/12/2018] La Coppa del Gobbo - La calda neve
      [14/11/2018] Coppa del Gobbo - il CSE da Courmayeur a Brunico
      [18/03/2018] La Coppa del Gobbo - Grazie Manu
      [28/02/2018] La Coppa del Gobbo - Gli eroi dietro le quinte
      [07/02/2018] La Coppa del Gobbo - Senza fiamma e braciere, 1924
      [02/02/2018] La Coppa del Gobbo - Olimpiade "dal tubo"!
      [16/01/2018] La Coppa del Gobbo - Non sarà facile!
      [02/01/2018] Coppa del Gobbo - Prima erano Cinque...
      [07/12/2017] Coppa del Gobbo - non è mai troppo tardi
      [29/11/2017] Coppa del Gobbo - Una pietra per Caillou
      [10/11/2017] Il mio ricordo di Bode Miller
      [21/03/2017] Coppa del Gobbo - Dove andranno i palloncini

      Altre notizie di Coppa del Mondo:

      [17/11/2019] Innerhofer sempre più vicino al rientro
      [17/11/2019] Semaforo verde FIS per Lake Louise
      [16/11/2019] Elena Curtoni e le sorelle Delago verso Copper
      [16/11/2019] Francesi e Svizzeri per Levi
      [16/11/2019] Operazione riuscita per Elena Fanchini
      [14/11/2019] Luce verde per la tappa di Levi
      [13/11/2019] Le 6 Azzurre per Levi, dentro Gulli
      [12/11/2019] Liensberger torna ad allenarsi con le compagne
      [12/11/2019] Casa Bode Miller si allarga: nati i due gemellini
      [12/11/2019] Solda: cancellate per maltempo le gare Fis
      [12/11/2019] Marco Schwarz ritorna in gara a Levi
      [12/11/2019] La Aloch pronta ai nastri di partenza
      [12/11/2019] I nove slalomisti azzurri per Levi
      [11/11/2019] Zinal: allenamento per 7 slalomiste
      [11/11/2019] Manuel Feller è diventato papà
      [11/11/2019] Azzurre verso gli Usa, Schnarf resta a casa
      [11/11/2019] Brignone: "A Lake Louise solo superG".
      [10/11/2019] GP Italia 2019/2020: regole e calendari
      [10/11/2019] Solda: stage per Osservati centro-sud
      [08/11/2019] Il caso Liensberger non è ancora risolto
      [08/11/2019] Manuel Osborne-Paradis tornerà nel 2020/2021
      [07/11/2019] Sofia Goggia illesa dopo un tamponamento
      [06/11/2019] Niente Killington per Alice Robinson
      [06/11/2019] Milano-Cortina 2026: il CEO sarà Novari
      [06/11/2019] Sabato i velocisti voleranno verso il Nord America
      [06/11/2019] A Lake Louise latita la neve, Copper ok
      [05/11/2019] Mario Cotelli non c'è più,se ne è andato a 76 anni
      [05/11/2019] Slalomiste e polivalenti in Val Senales
      [04/11/2019] Esce oggi in Norvegia la biografia di Svindal
      [04/11/2019] Slalomgigantisti in Val Senales
      [04/11/2019] Erik Guay entra nel board di Alpine Canada
      [04/11/2019] Paris cittadino onorario di Bormio
      [02/11/2019] La Coppa del Gobbo - Cala il Sipario
      [01/11/2019] Le slalomiste per Levi e Killington
      [01/11/2019] Dorothea Wierer atleta Fisi dell'anno 2019
      [01/11/2019] Corty, la mascotte di Cortina 2021

      Altre notizie Fantaski:

      [26/03/2019] La Thuile: diamo una manche al Telefono Azzurro
      [23/02/2018] Fantanotti Olimpiche - Analisi dei Giochi 2018
      [06/02/2018] Aperte le FantaOlimpiadi 2018!
      [14/12/2017] Fantaski.it disponibile anche su Telegram !
      [05/12/2017] A La Thuile stagione aperta dal 2 dicembre
      [03/11/2017] Fantaski 2018 - mercato maschile aperto fino Levi
      [05/12/2016] Aperto il primo mercato - stagione 2016/2017
      [13/11/2016] A Milano di scena il Big Air Snowboard
      [21/03/2016] La Thuile: il 9 Aprile gara per Telefono Azzurro
      [26/02/2016] La Thuile: 1/a Gara dei Sogni in favore di FISIP



     
    titoletto copyright fantaski
     baffo fantaski titoletto contatti baffo fantaski titoletto riconoscimenti