separatore
icona fisi  
 icona fantaski titoletto linguaicona italia icona bandiera italia icona bandiera svizzeraicona bandiera inglese icona bandiera inglese icona bandiera americanatitoletto tedesco icona bandiera germania icona bandiera austria icona bandiera svizzeratitoletto francia icona bandiera francia icona bandiera svizzera 
icona baffo fantaski titoletto home icona baffo fantaski titoletto cosa fantaski icona baffo fantaski titoletto faq help icona baffo fantaski titoletto regolamento icona baffo fantaski titoletto forum icona baffo fantaski titoletto fotogallery  
venerdì 18 ottobre 2019 - ore 23.59 
banner 120x90
titoletto coppa del mondo
separatore
titoletto coppa fantaski
separatore
titoletto gioca fantaski

Coppa Europa: slalom di Fassa in tre manche

Clicca sulla foto per ingrandire
Pozza di Fassa
Pozza di Fassa
commenti 11 Commenti icona rss

Qualche giorno fa abbiamo parlato dell'idea di correre con la formula delle tre manches alcuni dei giganti e slalom in calendario.

Nella prossima stagione è già confermato che la formula sarà testata a Lelex, in Coppa Europa, ma la località transalpina non sarà nè l'unica nè la prima: manca solo l'ufficialità ma la formula in tre manche esordirà in Italia venerdì 19 dicembre con lo slalom notturna di Pozza di Fassa di Coppa Europa, che sarà con buona probabilità trasmesso in diretta tv su Rai Sport.

E' l'Ufficio Stampa del Comitato Trentino ad annunciare la novità, spiegando a grandi linee quale potrà essere la formula, in attesa del regolamento ufficiale FIS:

- Tutti gli iscritti parteciperanno alla prima manche, con i migliori 30 tempi che verranno ammessi alla seconda manche, con l'applicazione delle penalità secondo il normale regolamento FIS.
- La seconda manche, o meglio semifinale, con 30 partecipanti, si svolgerà su un tracciato ridotto di circa 30 secondi rispetto alla prima frazione. L'ordine di partenza prevede che per primo partirà chi ha totalizzato il miglior tempo e via via gli altri, indossando un nuovo pettorale in base al piazzamento della prima manche.
- Accedono alla finale (terza manche) solamente le migliori 15 prestazioni cronometriche di questa manche. Gli altri verranno classificati e riceveranno i punteggi in base alla posizione in classifica dopo la seconda manche. L'intervallo fra la semifinale e la finale sarà di soli 10 minuti. Gli esclusi dal 15/o al 30/o tempo saranno classificati in base alla posizione in graduatoria, ricevendo i relativi punti.
- Alla finale parteciperanno i migliori 15 tempi, che partiranno a tempi invertiti sull'identico tracciato della semifinale, senza ricognizione. Quindi chi ha totalizzato il miglior tempo nella semifinale partirà quindicesimo. Vincerà chi stabilirà il miglior tempo nella finale.
- Le due manche di semifinale e finale avranno una durata complessiva di circa 1 ora e 10 minuti, un format davvero appetibile dal punto di vista televisivo.

L'altra novità della Coppa Europa di Pozza di Fassa, che mette in palio il trofeo Elke Pastore, riguarda l'aggiunta di una gara il giorno precedente. Giovedì 18 dicembre, al mattino, sempre sulla pista Alloch si disputerà infatti uno slalom gigante maschile di Coppa Europa.
La Val di Fassa e il Trentino dunque assoluti protagonisti quest'anno nel calendario continentale.


(giovedì 16 ottobre 2014)



@RIPRODUZIONE RISERVATA

  • giovedì 17 ottobre 2019

    Luce verde per Soelden

    venerdì 11 ottobre 2019

    Gardena, Badia, Campiglio e Bormio non si toccano

    lunedì 7 ottobre 2019

    A Soldeu le Finali di CdM 2022/2023

  • mercoledì 25 settembre 2019

    Tra una settimana al via il Meeting FIS di Zurigo

    sabato 21 settembre 2019

    Salta il City Event di Stoccolma?

    domenica 8 settembre 2019

    Ispezione FIS positiva a La Thuile

  • martedì 20 agosto 2019

    Sestriere di candida per i Mondiali 2029

    lunedì 12 agosto 2019

    Caso Luitz: aggiornato il regolamento FIS

    mercoledì 24 luglio 2019

    E' partita ufficialmente la stagione FIS 2020


    Tutt i commenti disponibili:
    1 | leo85 il 16/10/2014 11.42.24
    Mah....rimango ancora perplesso....Io non capisco davvero perchè si vogliono cambiare cose che non dovrebbero essere toccate....Questi nuovi format di gara non si addicono ad uno sport che fa della sua storia e tradizione la propria forza!!!! Si dice tanto del pubblico, che manca ai parterre e che questi cambiamenti sono fatti per avvicinare lo sci alla gente...e poi si ritira fuori il discorso televisivo...Allora che strada vogliono percorrere????? Tanto chi non guardava prima lo sci, non è che adesso lo guarderà avendo rovinato una disciplina e ridotto i tempi televisivi....anzi...
    2 | jos235 il 16/10/2014 14.57.09
    Sono abbastanza d'accordo con Leo, chi non guardava prima lo sci non lo guarderà certo con queste modifiche. Dall'articolo sembrerebbe confermata la mia ipotesi che le televisioni lasceranno perdere la prima manche, quindi se prima gli atleti con numeri alti li si poteva veder scendere solo ogni tanto, ora spariranno del tutto dai teleschermi.. per lo meno quelli che non riusciranno ad entrare nei primi trenta. Però non è detto che poi qual'ora questa formula entri in Coppa del Mondo facciano lo stesso di quanto previsto per questa diretta. Al contrario di quanto ipotizzato da Didibi, parrebbe da com'è scritto l'articolo che per il punteggio fis si guarderà ai risutati della sola prima manche, che sarebbe anche logico visto che in coppa europa si tende a garantire un punteggio a tutti gli arrivati, contrariamente a quanto accade in CdM. Anche se rimarrebbe l'anomalia di prendere per buono un risultato con una sola manche disputata..
    3 | Mikko il 16/10/2014 15.29.43
    jos235 ha scritto:
    Anche se rimarrebbe l'anomalia di prendere per buono un risultato con una sola manche disputata..
    Volevo chiederti: considerando una sola manche il distacco dal primo è presumibile che sia di norma assai inferiore a quello di una gara a due manche; e quindi migliori i relativi punti fis ottenuti. Oppure per la singola manche dovrà essere modificato il fattore gara F?
    4 | didibi il 16/10/2014 15.51.20
    a me la formula non dispiace; ricordiamoci che anche le novità nel fondo, salto e biathlon furono viste con scetticismo, poi alcune funzionano, altre a mio avviso no (p.e la partenza in linea sulla 50 Km non premia il migliore ma il più furbo) per quanto riguarda la visibilità della gara anche in passato la prima manche non è che godeva di tutta questa attenzione per il calcolo di punteggi e penalità mi informerò, entro Levi comunque il Council dovrà dare il suo benestare e potremo leggere il tutto sulle precisazioni magari faccio un salto a Pozza e me la guardo dal vivo, anzi è sicuramente la cosa più sensata da farsi [:)]
    5 | jos235 il 16/10/2014 16.14.50
    Mikko ha scritto:
    jos235 ha scritto:
    Anche se rimarrebbe l'anomalia di prendere per buono un risultato con una sola manche disputata..
    Volevo chiederti: considerando una sola manche il distacco dal primo è presumibile che sia di norma assai inferiore a quello di una gara a due manche; e quindi migliori i relativi punti fis ottenuti. Oppure per la singola manche dovrà essere modificato il fattore gara F?
    no non c'è bisogno di modificare nulla, perchè il punteggio fis non è dato dal distacco rispetto al primo moltiplicato per il valore F, bensì dal quoziente tempo atleta/tempo del primo, moltiplicato per F, il che significa che il distacco va considerato in proporzione rispetto al tempo del primo. Quindi a grandi linee se il tempo del primo è circa la metà di quello che abbiamo solitamente in uno slalom normale, basterà accumulare circa metà del distacco, nella manche unica, per rimediare lo stesso punteggio. Semplice esempio pratico: In uno slalom in due manche in cui il primo abbia fatto segnare un tempo di 1:40.00, un punteggio gara di 20 punti equivale ad un distacco dal primo di 2,78 secondi (utilizzando il valore F del regolamento di quest'anno e cioè 720). Invece in un'ipotetico slalom in manche singola dove il primo mettiamo abbia fatto segnare un tempo di 50 secondi (esattamente la metà del tempo rispetto all'esempio precedente), un punteggio di 20 si avrebbe prendendo esattamente la metà del distacco rispetto al primo, cioè +1,39. Per esperienza, di solito l'inversione dei trenta nella seconda manche riduceva anzi le proporzioni dei distacchi rispetto ai primi dato che questi, partendo nella seconda con pista già molto rovinata, non riuscivano a guadagnare sugli altri tanto quanto avevano guadagnato nella prima manche, per cui secondo me è probabile anzi che si verifichi l'effetto opposto (cioè punti più alti). In questo senso l'ipotesi di un valore F differenziato non è tanto campata in aria, anche se non credo che verrà attuato per lo meno fino a quando non ci sarà un significativo numero di gare con questa formula in calendario. Aspettiamo comunque che esca qualcosa di ufficiale.
    6 | Jeppo il 16/10/2014 16.40.59
    Quindi se ho ben capito alla fine la vittoria va a chi fa il miglior tempo esclusivamente nella terza manche, in cui gli atleti partiranno in ordine inverso rispetto al risultato della seconda. Lo trovo un po' "ingiusto" se devo esser sincero, in condizioni di pista facilmente deteriorabile potrebbe succedere che finiscano col giocarsi la gara magari gli atleti arrivati tra la decima e la quindicesima posizione nella seconda manche. Se questo vantaggio viene mitigato dalla somma dei tempi di manche nelle normali gare tecniche, in questo caso invece porterebbe solo un esagerato vantaggio a chi ha solo avuto magari la fortuna di qualificarsi per il rotto della cuffia al quindicesimo posto dopo la seconda manche. Diciamo che potremmo avere come effetto positivo invece che atleti particolarmente in forma ma costretti dai punti WCSL o FIS a partire con numeri alti potrebbero recuperare molto piu` facilmente posizioni nella start list. Per esempio, immagino uno slalomista costretto a partire col 60, per esempio Deville. Con la prima manche gli "basterebbe" qualificarsi nei 30 per avere poi una concreta chance di entrare nei 15 e di giocarsi praticamente una gara con pista intonsa sulla manche secca. (anche se a ben pensarci paradossalmente questo migliorerebbe presumibilmente solo i punti WCSL e non i punti FIS che rimarrebbero bruttini in caso di alto distacco dopo la prima manche).
    7 | Mikko il 16/10/2014 17.06.57
    Grazie Jos. Ora mi è più chiaro. Tralasciando gli aspetti regolamentari, che interessano a pochi (a parte noi [:D]#61514;), anche a me la formula in linea di massima non dispiace dal punto di vista puramente agonistico, dato che in 15 si giocano la vittoria ad armi pari, della serie “o la va o la spacca”. Rimango un poco perplesso invece per tante altre ragioni. Per gli aspetti televisivi d’accordissimo con Jos: la prima manche in diretta avrà vita breve. I veri appassionati non potranno più vedere gli atleti meno conosciuti, in nome dello sport televisivo e da divano per cui conta solo vincere (al limite nello sci i primi tre) e gli altri sono tutti “pippe”. Fino ad oggi entrambe la manche concorrono per la vittoria, da un domani prima e seconda manche saranno solo qualifiche. Credo che l’audience televisiva ,che si sintonizza a vedere le ultime 5-6 discese, continuerà a far così, limitandosi alla terza manche. Sarà forse più comodo per gli inserzionisti che potranno comperare spot solo negli ultimi 10 minuti. Un esempio assimilabile sono le qualifiche di F1. E non penso proprio che chi non segue lo sci venga a conoscenza di questa modifica e soprattutto ne colga chissà quale folgorazione, aumentando così l'audience. Per gli atleti poi potranno cambiare alcuni aspetti tattici: ad esempio un big non ha nessun interesse a rischiare nelle manche di qualifica per cercare di portarsi in “cascina” un bel distacco, essendo confidente sulla sua superiorità tecnica e risparmiandosi per la manche decisiva. Non so se ciò costituisca maggiore spettacolo. Inoltre, se sarà confermato, la riduzione di 30 secondi della manche di slalom, significa una gara di 25-30 secondi circa: diventa un’altra disciplina, cioè una gara sprint. Sono quei dannati 20 secondi finali, quando la gambe bollono, che fanno la differenza… ma ahimè l’acido lattico in tv non si vede.
    8 | jos235 il 16/10/2014 17.57.16
    Concordo abbastanza con Jeppo, sono uno di quelli che pensa che l'inversione dei trenta sia un compromesso migliore, e poi ormai era una procedura consolidata. Con l'inversione dei quindici "ribaltoni" clamorosi potrebbero diventare episodi assai meno sporadici. E anche Mikko ha ragione, l'aspetto tattico sarà sicuramente diverso.. ho il timore che per invogliare le televisioni al solito si finisca per snaturare uno sport per ottenere poi risultati praticamente nulli in termini di aumento di ascolto. Non voglio criticare a priori senza ancora aver visto nulla però, in fondo queste sono solo prove che verranno fatte in Coppa Europa anche per verificare questi ed altri aspetti credo. In passato per esempio il format del KO slalom anche se è stato provato ripetutamente in CE è poi definitivamente tramontato senza che sia mai arrivato in CdM
    9 | didibi il 16/10/2014 20.15.29
    uno dei problemi è che oggigiorno è difficile capire cosa piaccia ai teleutenti ski-slopestyle sembrava una boiata pazzesca e ha fatta ascolti da urlo alle olimpiadi così come il curling, e potrei anche arrivare a capire quello femminile dove un certo quantitativo di gnocca c'è [;)] secondo me nello slalom sarà importante il ritmo della gara, se hai una buona regia con riprese al rallentatore, musiche appropriate, intervalli pubblicitari non assillanti, magari le cheerleader all'arrivo e altre cose del genere potrebbe essere uno spettacolino e se non ci fosse da fare la manche di qualifica "normale" potresti andare nelle grandi città dove spesso una collinetta da 30 secondi la trovi poi fai commentare il tutto alla Vaccari e diventa tutto un flop intergalattico [:D]
    10 | drowsywithhope il 16/10/2014 21.11.19
    Mi chiedevo anche io, da teleutente, come cambierebbe la gara. Se è vero che nell'ultima manche parte per primo il 15o tempo della seconda, non so se conviene tanto arrivare primi nella seconda, come evidenziato da Jeppo. Poi se la pista della terza rimane la stessa della seconda, allora sarà come partire con pettorali intorno al 40 e non è che sia poi così bello vedere una gara su pista totalmente rovinata.
    11 | cancliatomic il 17/10/2014 10.56.33
    Assolutamente d'accordo con tutti voi, non sono queste modifiche necessarie per avvicinare più gente alle gare e ai parterre delle varie piste. Ci hanno provato anche con l'Alpine Rockfest ad inventare qualcosa di nuovo, "sprint" e al loro dire divertente...ma non mi pare di aver mai visto folle oceaniche a questa manifestazione. Lo sci e le sue gare sono belle così come sono.



      Cerca una parola nelle news:        

      Ultime 15 Notizie correlate: (FIS Pozza di Fassa Coppa Europa FIS )

      [17/10/2019] Luce verde per Soelden
      [11/10/2019] Gardena, Badia, Campiglio e Bormio non si toccano
      [07/10/2019] A Soldeu le Finali di CdM 2022/2023
      [25/09/2019] Tra una settimana al via il Meeting FIS di Zurigo
      [21/09/2019] Salta il City Event di Stoccolma?
      [08/09/2019] Ispezione FIS positiva a La Thuile
      [20/08/2019] Sestriere di candida per i Mondiali 2029
      [12/08/2019] Caso Luitz: aggiornato il regolamento FIS
      [24/07/2019] E' partita ufficialmente la stagione FIS 2020
      [23/07/2019] Controllo FIS in Gardena:nuova partenza per superg
      [18/07/2019] Buzzi: "Punto a essere costante"
      [05/07/2019] Rossel e Puyol coordineranno la Coppa Europa
      [05/06/2019] I Calendari della Coppa del Mondo 2019/2020
      [01/06/2019] Val Gardena e Badia in calendario fino al 2022/23
      [28/05/2019] Dubrovnik: al via la FIS Calendar Conference

      Altre notizie di Coppa del Mondo:

      [18/10/2019] Svizzeri, Francesi e Sloveni per Soelden
      [18/10/2019] Gli Austriaci per Soelden
      [18/10/2019] Tutti i convocati azzurri per Soelden
      [18/10/2019] La Fisi ai nastri di partenza, presentata stagione
      [17/10/2019] Azzurri a Soelden,ultimi posti da assegnare
      [17/10/2019] Luce verde per Soelden
      [17/10/2019] Skjoeld e Staalnacke ferme per infortunio
      [16/10/2019] Kitz: montepremi record per la 80/a edizione
      [16/10/2019] Archiviata posizione doping Hannes Reichelt
      [15/10/2019] Kristoffersen: "finalmente ho un team personale"
      [15/10/2019] Puelacher: "il calendario è troppo fitto"
      [14/10/2019] Azzurri in allenamento tra Senales e Pitztal
      [14/10/2019] Verso Soelden: 10 Azzurre a Hintertux
      [14/10/2019] Kranjec vuole essere protagonista in gigante
      [14/10/2019] Comitato Lazio e Sardegna:la squadra di sci alpino
      [14/10/2019] Osservati in stage a Saas Fee
      [14/10/2019] Caso Liensberger: Katharina torna in Rossignol
      [13/10/2019] Stop per Andrea Ballerin
      [13/10/2019] La Fisi ancora targata Audi
      [11/10/2019] Gruppo Coppa Europa tra Stelvio e Saas Fee
      [11/10/2019] Milano-Cortina 2026 al Festival di Trento
      [11/10/2019] Shiffrin inizia la nuova stagione da single
      [11/10/2019] Gardena, Badia, Campiglio e Bormio non si toccano
      [11/10/2019] Test atletici per le slalomiste
      [10/10/2019] Atomic Media Day con Shiffrin, Goggia e...Hirscher
      [09/10/2019] Azzurri in sessione di allenamento in Senales
      [09/10/2019] Fisi e Val Senales insieme per altri 3 anni
      [08/10/2019] Claudia Riegler consulente per l'Italia di Atomic
      [08/10/2019] A Soelden c'è la neve: tutto pronto per l'Opening
      [08/10/2019] Olimpiadi 2026: prima riunione a Verona
      [07/10/2019] Stelvio: Innerhofer prosegue fino a mercoledì
      [07/10/2019] Liensberger: ora Soelden è a rischio
      [07/10/2019] SAC Corralco: vincono Simari Birkner e Yakovishina
      [07/10/2019] A Soldeu le Finali di CdM 2022/2023
      [07/10/2019] FIS: le regole per paralleli e combinate
      [06/10/2019] Circo Rosa: come stanno le infortunate (2020)

      Altre notizie Fantaski:

      [26/03/2019] La Thuile: diamo una manche al Telefono Azzurro
      [23/02/2018] Fantanotti Olimpiche - Analisi dei Giochi 2018
      [06/02/2018] Aperte le FantaOlimpiadi 2018!
      [14/12/2017] Fantaski.it disponibile anche su Telegram !
      [05/12/2017] A La Thuile stagione aperta dal 2 dicembre
      [03/11/2017] Fantaski 2018 - mercato maschile aperto fino Levi
      [05/12/2016] Aperto il primo mercato - stagione 2016/2017
      [13/11/2016] A Milano di scena il Big Air Snowboard
      [21/03/2016] La Thuile: il 9 Aprile gara per Telefono Azzurro
      [26/02/2016] La Thuile: 1/a Gara dei Sogni in favore di FISIP



     
    titoletto copyright fantaski
     baffo fantaski titoletto contatti baffo fantaski titoletto riconoscimenti