separatore
icona fisi  
 icona fantaski titoletto linguaicona italia icona bandiera italia icona bandiera svizzeraicona bandiera inglese icona bandiera inglese icona bandiera americanatitoletto tedesco icona bandiera germania icona bandiera austria icona bandiera svizzeratitoletto francia icona bandiera francia icona bandiera svizzera 
icona baffo fantaski titoletto home icona baffo fantaski titoletto cosa fantaski icona baffo fantaski titoletto faq help icona baffo fantaski titoletto regolamento icona baffo fantaski titoletto forum icona baffo fantaski titoletto fotogallery  
martedì 17 settembre 2019 - ore 07.03 
banner 120x90
titoletto coppa del mondo
separatore
titoletto coppa fantaski
separatore
titoletto gioca fantaski

Are 2019: Paris è d'oro in superG, 4/o Innerhofer

Clicca sulla foto per ingrandire
Foto: Fisi-Pentaphoto/Marco Trovati
Vai al profilo di Paris D.
commenti 15 Commenti icona rss

Le nevi svedesi sorridono ancora all'Italia: 12 anni dopo Patrick Staudacher un'altro azzurro sale sul gradino più alto del podio del superG iridato di Are.

A riuscire nell'impresa Dominik Paris, il doppio vincitore di Bormio e della discesa di Kitzbuehel quest'anno, dimostrando così di essere al momento il re indiscusso della velocità. Per l'Italia è la seconda medaglia questi mondiali dopo l'argento di ieri di Sofia Goggia sempre in superG.

Il 29enne azzurro, sceso con il pettorale 3, nonostante un certo numero di errori, qualche sbavatura entrando leggermente fuori tempo sui alcuni dossi, riesce comunque a mettere giù una grande prestazione dimostrando il suo grande stato di forma dopo il successo di Kitzbuehel. Il gigante della val d'Ultimo coglie così il suo primo titolo iridato, dopo l'argento in discesa a Schladming 2013 e non è ancora finita visto che sabato c'è un'altra .possibilità con la discesa libera iridata.

Alle sue spalle gli unici a tentare di soffiargli la medaglia d'oro sono stati il francese Johan Clarey e l'austriaco Vincent Kriechmayr, finiti a pari merito a dividersi la medaglia d'argento, ad una manciata di centesimi, nove, che corrispondono a 2 metri e 32 centimetri. Il francese inoltre si è ritrovato al traguardo con una parte della tuta da gara strappata sulla spalla sinistra da cui fuoriusciva una protezione di plastica. Ma sorride perchè diventa anche il più anziano medagliato ad un mondiale.

Un pari merito che beffa il nostro Christof Innerhofer, medaglia di legno odierna. Il finanziere di Gais ci prova: scia bene, qualche leggera sbavatura, resta in zona medaglie fino a tre quarti di tracciato, ma poi paga qualcosina nel tratto finale finendo alla fine 4/a a +0.35 da Paris. Quinto è il francese Adrien Theaux, sesto il tedesco Josef Ferstl, il vincitore dell'ultimo superG corso a Kitzbuehel.

Ottavo posto per un ottimo Mattia Casse finito a solo mezzo secondo da Paris, a pari merito con lo statunitense Nyman e il norvegese Sejersted, che sulle nevi svedesi coglie il miglior risultato in carriera ad un mondiale, ricambiando così la convocazione a quest rassegna arrivata all'ultimo minuto da parte dei tecnici italiani.

Tracciato di questa Olimpia di Are difficilissimo ed insidioso, con una visibilità piatta causa cielo coperto. Tra i favoriti della vigilia butta via la gara Aleksander Aamodt Kilde, che ne combinata di tutti i colori lungo il tracciato, imitato anche dal collega Kjetil Jansrud e in misura minore da Aksel Lund Svindal, al suo ultimo mondiale che chiude 11/o, e questo nonostante la tracciatura del loro tecnico. Fuori invece lo sloveno Bostjan Kline, seguito a ruota dagli austriaci Matthias Mayer e Hannes Reichelt e dall'elvetico Marco Caviziel, quando stavano tutti viaggiando sui tempi di Paris. Fuori anche per l'Italia anche Matteo Marsaglia che poi ha comunque tagliato il traguardo, ma con oltre 6 secondi di ritardo.

Domani giornata senza assegnazione di medaglie, ma in programma c'è la prima prova cronometrata della discesa libera maschile (ore 10.30) dopo la cancellazione di quella di ieri a causa del caos voli e bagagli.


(mercoledì 6 febbraio 2019)



@RIPRODUZIONE RISERVATA

  • lunedì 16 settembre 2019

    Atleta dell'anno FISI: in lizza Paris e Wierer

    lunedì 16 settembre 2019

    Velocisti e slalomisti rientrano da Ushuaia

    martedì 10 settembre 2019

    Inner e Gross allo Stelvio

  • martedì 27 agosto 2019

    Stelvio:Gruppo Coppa Europa,Innerhofer e Vlhova

    venerdì 16 agosto 2019

    I velocisti partono il 19 per Ushuaia

    mercoledì 14 agosto 2019

    Innerhofer torna a sciare dopo 144 giorni di stop

  • martedì 6 agosto 2019

    Kitz: un'altra gondola per Dominik Paris

    martedì 18 giugno 2019

    Innerhofer: "il ginocchio reagisce bene!"

    mercoledì 29 maggio 2019

    Azzurri: il programma estivo degli allenamenti


    Tutt i commenti disponibili:
    1 | qrier il 06/02/2019 14.32.18
    Per Paris è la consacrazione definitiva. Non che vincere più volte a Kitzbuehel e Bormio non fosse sufficiente, ma una medaglia d'oro è quasi doverosa per uno forte come lui (peccato che il Ghedo non l'abbia mai vinta).
    2 | paolo11 il 06/02/2019 22.50.50
    Ghedina per me è stato superato da paris a Bormio quest'anno.... Dopo kitz e oggi è senza dubbio il miglior discesista italiano della storia dello sci Grandissimo!
    3 | GhiaccioVerde il 06/02/2019 23.37.39
    Grandissimo Domme![:263] Dopo aver superato di molto il Ghedo adesso non gli resta che vincere la Coppa di Discesa ai danni di Feuz visto che nessun'altro italiano ci è mai riuscito! [8D]
    4 | christiansand il 07/02/2019 7.39.53
    Te pareva che non tirassi fuori fill..
    5 | Wolf III il 07/02/2019 8.46.13
    Domme immenso !!!
    6 | GhiaccioVerde il 07/02/2019 9.37.30
    christiansand ha scritto:
    Te pareva che non tirassi fuori fill..
    fill..ma chi è costui? [:0][:D] E il tutto valorizzando pienamente il brillante successo di Domme, visto? [:263]
    7 | fabio farg team il 08/02/2019 5.24.15
    qrier ha scritto:
    Per Paris è la consacrazione definitiva. Non che vincere più volte a Kitzbuehel e Bormio non fosse sufficiente, ma una medaglia d'oro è quasi doverosa per uno forte come lui (peccato che il Ghedo non l'abbia mai vinta).
    Io guarda sinceramente vincere una discesa di Coppa,come quelle da lei elencate,non le cambio.Diciamo che nella gara vinta,(l'ho vista ieri in replica)è stato stavolta in parte fortunato,perchè:ha tagliato il traguardo per primo nonostante parecchi errori che ha fatto,cosa che quando ha vinto a Bormio,no.Poi Clarey come dice sopra,si è ritrovato al traguardo con una parte della tuta da gara strappata sulla spalla sinistra da cui fuoriusciva una protezione di plastica;qualche centesimo per questo l'ha preso,ed è arrivato 2° a 9".Poi è uscito Mayer che fino all'uscita era quello che era andato più forte.Tralascio poi le assenze di:Franz,Dressen e Sander.Infine concludo con quello detto a De Chiesa nei primo 30 ad un mondiale,siccome possono partecipare solo 4 per nazioni,rispetto ad una gara di Coppa,il livello dei migliori è più ristretto.
    8 | christiansand il 08/02/2019 7.51.32
    Ghiaccioverde:lo ripeto per me fill é (stato)un ottimo supergigantista,che pur avendo vinto un argento mondiale avrebbe potuto fare di più,in generale un ottimo atleta molto piû polivalente di Paris,un buon discesista che ha imbroccato le due stagioni della vita ed é stato bravo a sfruttare una serie di circostanze favorevoli (prima su tutte:svindal che si fa male à kitz l’unica stagione in’cui Non ci sono Olimpiadi e mondiali,nei tre anni successivi con gli stessi punteggi non avrebbe avuto abbastanza gare per recuperare).riassumo:per me (diciamo dall’introduz Del’superg in poi)paris miglior velocista italiano (ghedina non ha avuto i suoi picchi in superg e inner non ha abbastanza successi in palmares)come discesista puro Paris e ghedina a pari merito,come supergigantista altri come fill rungalldier e lo stesso inner sono li con Dominik,come atleta polivalente diciamo fill e ghedina sono una spanna avanti,con inner subito dietro e poi domme..poi oh io ho sempre avuto un debole per Paris (diciamo da prima che facesse podio a chamonix..)ma se Vince un altro italiano mica mi lamento..
    9 | franz62 il 08/02/2019 11.15.50
    In sintesi se vinci meno di tre coppe di specialità non sei poi così forte come discesista[:D]
    10 | christiansand il 08/02/2019 13.37.53
    No ma le coppe di specialità‘ non sono secondo me l’indicatore principale per definire il miglior discesista ce ne sono altri (titoli olimpici,mondiali,gare vinte,costanza ad alti livelli,capacità’ di vincere su ogni tipo di pista..)per dire io metto walchoffer davanti a cuche anche se Didier ha una coppa in piû e ha vinto 4 volte kitz..
    11 | franz62 il 08/02/2019 13.44.37
    secondo me invece è il contrario, senza stare a fare i conti con il pallottoliere...vincere coppa del mondo di disciplina significa essere stato il più grande in diverse condizioni e aver sciato con testa e tecnica al top. Fill ha avuto i suoi infortuni pure pallosi.. come quasi tutti i discesisti, quando è arrivato il suo momento è stato un grande per due anni mettendo insieme il tutto di cui sopra.
    12 | Katunga il 08/02/2019 13.45.08
    A dover di cronaca diciamo che anche Fill ha avuto i suoi bei problemi fisici, tipo la lacerazione dei muscoli addominali. E comunque vincere due CdM-DH di seguito non è poi così male. Io non si sono mai riuscito [:o)]
    13 | franz62 il 08/02/2019 13.46.22
    praticamente ti ho dato trenta secondi...allenati[:D]
    14 | christiansand il 08/02/2019 13.52.37
    No ma le coppe di specialità‘ non sono secondo me l’indicatore principale per definire il miglior discesista ce ne sono altri (titoli olimpici,mondiali,gare vinte,costanza ad alti livelli,capacità’ di vincere su ogni tipo di pista..)per dire io metto walchoffer davanti a cuche anche se Didier ha una coppa in piû e ha vinto 4 volte kitz..
    15 | franz62 il 08/02/2019 14.53.11
    facciamo a chi ripete più volte lo stesso messaggio? Daiii...sarebbe nuova[:D]



      Cerca una parola nelle news:        

      Ultime 15 Notizie correlate: (Dominik Paris Christof Innerhofer Mondiali Are 2019 Are )

      [16/09/2019] Atleta dell'anno FISI: in lizza Paris e Wierer
      [16/09/2019] Velocisti e slalomisti rientrano da Ushuaia
      [10/09/2019] Inner e Gross allo Stelvio
      [27/08/2019] Stelvio:Gruppo Coppa Europa,Innerhofer e Vlhova
      [16/08/2019] I velocisti partono il 19 per Ushuaia
      [14/08/2019] Innerhofer torna a sciare dopo 144 giorni di stop
      [06/08/2019] Kitz: un'altra gondola per Dominik Paris
      [18/06/2019] Innerhofer: "il ginocchio reagisce bene!"
      [29/05/2019] Azzurri: il programma estivo degli allenamenti
      [30/04/2019] Squadre FISI maschili 2019/2020: cosa cambia?
      [29/04/2019] Le squadre maschili FISI per la stagione 2019/2020
      [23/04/2019] Innerhofer:"riesco a piegare il ginocchio di 80°"
      [12/04/2019] A Prowinter la FISI celebra i suoi campioni
      [06/04/2019] Galà della Neve Gazzetta: premitati Paris e Goggia
      [28/03/2019] Milano, FISI Media Day con 31 medaglie mondiali

      Altre notizie di Coppa del Mondo:

      [16/09/2019] Atleta dell'anno FISI: in lizza Paris e Wierer
      [16/09/2019] Velocisti e slalomisti rientrano da Ushuaia
      [15/09/2019] Clement Noel e Alex Vinatzer entrano in Red Bull
      [15/09/2019] Heinz Peter Platter nuovo DT della Cina
      [13/09/2019] Ushuaia: ultimi arrivi e prime partenze
      [11/09/2019] Rulfi:"programma rispettato,le ragazze stanno bene
      [11/09/2019] Madrid: una medaglia per Blanca Fernandez Ochoa
      [10/09/2019] Inner e Gross allo Stelvio
      [10/09/2019] Elena Curtoni e sorelle Delago verso Ushuaia
      [10/09/2019] Clement Noel rinnova con Dynastar
      [10/09/2019] Cardrona: a Walch e Klomhaus il circuito ANC
      [09/09/2019] Stelvio:stage tecnico per i giovani del centro-sud
      [08/09/2019] Ispezione FIS positiva a La Thuile
      [07/09/2019] Anna Veith rimette gli sci
      [06/09/2019] Hirscher Day: le reazioni
      [06/09/2019] L'addio di Hirscher: l'omaggio di Atomic
      [06/09/2019] Ushuaia: attese polivalenti e slalomiste
      [05/09/2019] Hischer: le tappe di una carriera straordinaria
      [04/09/2019] Marcel Hirscher annuncia: "mi ritiro!"
      [04/09/2019] Ispezione FIS al Sestriere in vista della CdM
      [04/09/2019] Trovata purtroppo morta Blanca Fernandez Ochoa
      [04/09/2019] Hirscher: vigilia di addio o ci ripenserà?
      [02/09/2019] Squadre di Coppa Europa verso Ushuaia
      [02/09/2019] ANC: chiusa la tappa di Coronet Peak
      [02/09/2019] Media austriaci sicuri: Marcel Hirscher si ritira
      [02/09/2019] Ad ottobre la Fisi si presenta
      [01/09/2019] Scomparsa misteriosa di Blanca Fernandez Ochoa
      [30/08/2019] Da Salisburgo Marcel Hirscher svelerà il futuro
      [30/08/2019] Ushuaia: tanti Azzurri e Azzurre al lavoro
      [30/08/2019] Bormio: un nuovo comitato per la Coppa del Mondo
      [30/08/2019] Liski fornitore per Pechino 2022
      [29/08/2019] Tamara Wolf entra nella squadra TV della SRF
      [29/08/2019] Elisabeth Kappaurer nuovamente infortunata
      [28/08/2019] Goggia, Brignone e Bassino in volo verso Ushuaia
      [28/08/2019] ANC: dopo Mount Hotham si gareggia a Coronet Peak
      [28/08/2019] Hirscher: l'addio in diretta tv?

      Altre notizie Fantaski:

      [26/03/2019] La Thuile: diamo una manche al Telefono Azzurro
      [23/02/2018] Fantanotti Olimpiche - Analisi dei Giochi 2018
      [06/02/2018] Aperte le FantaOlimpiadi 2018!
      [14/12/2017] Fantaski.it disponibile anche su Telegram !
      [05/12/2017] A La Thuile stagione aperta dal 2 dicembre
      [03/11/2017] Fantaski 2018 - mercato maschile aperto fino Levi
      [05/12/2016] Aperto il primo mercato - stagione 2016/2017
      [13/11/2016] A Milano di scena il Big Air Snowboard
      [21/03/2016] La Thuile: il 9 Aprile gara per Telefono Azzurro
      [26/02/2016] La Thuile: 1/a Gara dei Sogni in favore di FISIP



     
    titoletto copyright fantaski
     baffo fantaski titoletto contatti baffo fantaski titoletto riconoscimenti