separatore
icona fisi  
 icona fantaski titoletto linguaicona italia icona bandiera italia icona bandiera svizzeraicona bandiera inglese icona bandiera inglese icona bandiera americanatitoletto tedesco icona bandiera germania icona bandiera austria icona bandiera svizzeratitoletto francia icona bandiera francia icona bandiera svizzera 
fantaski_header
icona baffo fantaski titoletto home icona baffo fantaski titoletto cosa fantaski icona baffo fantaski titoletto faq help icona baffo fantaski titoletto regolamento icona baffo fantaski titoletto forum icona baffo fantaski titoletto fotogallery  
sabato 23 novembre 2019 - ore 00.01 
titoletto coppa del mondo
separatore
titoletto coppa fantaski
separatore
titoletto gioca fantaski

FIS a Portoroz: si discute il futuro della Coppa

Clicca sulla foto per ingrandire
Hotel Bernardin
Hotel Bernardin
commenti 14 Commenti icona rss

Cominciano oggi a Portoroz, in Slovenia, i lavori della FIS Calendar Conference, che proseguiranno fino a sabato, quando al Consiglio FIS sarà presentato, tra gli altri, un documento di 'programmazione strategica' che dovrà guidare lo sci alpino dal 2020 in poi.

Si annuncia un meeting particolarmente intenso e denso di argomenti e confronti, in particolare saranno messi in discussione alcuni 'punti fermi' dello sci alpino dell'ultimo decennio.

CALENDARIO NELL'ANNO MONDIALE - in una intervista all'APA Markus Waldner ha avuto il coraggio di dire quello che tutti sanno, ovvero che negli anni Mondiali (sempre a febbraio) l'interesse per la CdM cala vistosamente dopo l'evento. Da qui la proposta di spostare i Mondiali subito prima delle Finali, ma allo stesso tempo ci sono molte resistenze perchè per il 'mercato della neve' è meglio avere questo evento a inizio febbraio piuttosto che a inizio marzo.

NUMERO PARTENTI -  come già accennato qualche giorno fa, c'è una ferma volontà della FIS di ridurre il numero di atleti in partenza, limitando a 50, sia per ragioni logistiche (ricognizione e preparazione dei tracciati per le gare tecniche) che televisive (interesse che cala drasticamente dopo i primi 30) che economiche (gli Organizzatori devono garantire alloggio per tutti).
Come saranno ridotti i contingenti? Quali requisiti minimi dovranno soddisfare gli atleti? Come reagiranno le federsci minori?

IL FUTURO DELLA COMBINATA - la FIS vuole 'rimescolare' il calendario, e far fuori definitivamente la combinata. La disciplina che vede oggi una manche di discesa (o superg) + una di slalom, dovrebbe sparire dalla stagione 2020/2021, con ultima apparizione (e relative medaglie) ai Mondiali di Are 2019. Al posto della combinata si punterà a City Event e Paralleli (e Team Event), che potrebbero arrivare a 7 dal 2020

IL FUTURO DEL SUPERG - il superg amato da tanti, mal sopportato da alcuni che lo vedono come una discesa con qualche curva in più, potrebbe sparire in favore di un maggior numero di discese in due manche, più facili da gestire e organizzare. Il tutto in un'ottica di razionalizzazione e diminuzione del numero complessivo di gare.
Ma naturalmente bisognerà mantenere equilibrio tra tecniche e veloci, per non sbilanciare la Coppa.

Oltre a tutti questi temi naturalmente si parlerà di calendario, con l'ufficializzazione del ritorno della discesa di Bormio nel circuito maschile, l'approvazione del calendario della prossima stagione e le bozze di quelle successive.

Ci sarà spazio anche per i Comitati Organizzatori dei Mondiali, tra Are 2019 e Cortina 2021 (già assegnati) e i candidati per l'edizione 2023 (Saalbach-Hinterglemm e Courchevel Meribel).


(mercoledì 24 maggio 2017)



@RIPRODUZIONE RISERVATA

  • venerdì 22 novembre 2019

    Controllo neve positivo a Killington

    giovedì 14 novembre 2019

    Luce verde per la tappa di Levi

    lunedì 4 novembre 2019

    Paris cittadino onorario di Bormio

  • mercoledì 30 ottobre 2019

    Chi ospiterà il parallelo tra Soelden e Levi?

    sabato 26 ottobre 2019

    Cortina e le Classiche italiane insieme

    lunedì 21 ottobre 2019

    Ispezione Fis a Cortina d'Ampezzo

  • giovedì 17 ottobre 2019

    Luce verde per Soelden

    venerdì 11 ottobre 2019

    Gardena, Badia, Campiglio e Bormio non si toccano

    lunedì 7 ottobre 2019

    A Soldeu le Finali di CdM 2022/2023


    Tutt i commenti disponibili:
    1 | seba92r il 24/05/2017 11.31.26
    sarebbe un peccato togliere il superg, è una bella disciplina se tracciata con criterio, stile crans montana di qualche anno fa, ovvero con velocità si ma con curve e passaggi da ricordare ed interpretare
    2 | jos235 il 24/05/2017 17.05.29
    Questo è il mondo in cui vivamo oggi.. in base a logiche economiche e televisive si devono sempre più snaturare e rovinare tutti gli sport, non accade solo con lo sci. Si tolgono i superg per aumentare paralleli e introdurre mini-discese in due manche. Se questa è la strada del futuro l'impressione è, così da fuori, che sia più probabile un clamoroso autogol che un rilancio. Mosse insufficienti probabilmente ad aumentare il numero di sportivi da divano incollati davanti alla tv , ma sufficienti forse a far disamorare chi segue la coppa del mondo da tanti anni.
    3 | Mikko il 24/05/2017 18.31.08
    Tanti argomenti importanti: vediamo che ne salterà fuori. Sulla riduzione del numero di partenti, mi sfugge la logica televisiva: le varie emittenti sono libere di trasmettere le discese dei primi 50, 30, 15, 7, 3…, nessuno le obbliga ad aspettare il 70esimo (cosa che non avviene, almeno in RAI). Quale potrebbe essere poi la logica della scelta dei partenti dal 31o al 50o pettorale? I punti FIS? Sparirebbero tutti coloro che, fuori dai 30, disputano solo gare di CdM che normalmente hanno punteggi alti. Tanto per intenderci oggi non potrebbe partecipare gente come Borsotti, Maurberger, Ballerin, Tonetti, Casse, Buzzi… E coloro che hanno più di 500 punti ? Per quanto riguarda la combinata non mi dispiace l’idea: non ne ho mai seguita una… I Paralleli non mi dispiacciono a patto che non entrino in alcun modo nelle graduatorie generali o degli slalom. Devono creare una coppa apposita, con criteri di ammissione specifici, insomma un circuito che affianchi la CdM, ma non interagisca. In prospettiva futura possono rappresentare la possibilità di effettuare gare in giro per il mondo e anche in stagione estiva (indoor). Non mi esalta nemmeno l’idea di cambiare format alle discipline storiche: discesa in due manche, così come l’esperimento (secondo me più che fallimentare) degli slalom sprint lasciano il tempo che trovano. Non attirano certo chi lo sci non lo segue. Infine piuttosto che i Team Event preferisco lo “zorbing” se vogliamo fare pagliacciate. [:o)] Aumentare le discipline serve solo alle federazioni per poter vantarsi di avere vinto più medaglie.
    4 | Mikko il 24/05/2017 18.33.04
    L’argomento SuperG è più complesso. Quando fu creato , si voleva trovare una disciplina che fosse il punto di incontro tra discesisti e gigantisti, nella quale entrambi potessero primeggiare, sperando che si creassero successivamente degli specialisti. Poi per dare possibilità ai velocisti di competere alla generale, il superG è diventato una libera “frenata”. Basta guardare le WCSL per verificare. E infatti si dice comunemente che è una disciplina veloce: non era questo lo scopo. Il problema, a mio avviso , è che si vuole definire anacronisticamente chi sia più forte tra i tecnici o i velocisti: cosa che ritengo priva di senso e anche poco attrattiva dal punto di vista agonistico. Atleti che non gareggiano mai insieme, se non per racimolare briciole, gareggiano in una competizione virtuale. Come si può pensare che qualcuno dall’esterno se ne appassioni. Nell’automobilismo nessuno si preoccupa di stabilire se è più forte la Ferrari F1 o la AUDI Endurance o la Ford Rally: ognuna lo è nella sua specialità. Così dovrebbe essere nello sci: una coppa tecnica e una coppa veloce…
    5 | didibi il 24/05/2017 22.18.45
    Per il SuperG ci vogliono piste adatte tipo Crans Montana. Invece per ragioni logistiche la si accoppia con la discesa e quasi nessuna di queste piste è adatta al SuperG snaturando il gesto tecnico che io personalmente trovo fantastico. Per il numero dei partecipanti a gara ricordiamoci che nelle gare in due manche basta un piccolo inconveniente durante la prima e arrivi tirato a fare la seconda tra ritracciare ispezione e tornare tutti su in tempo. Per le discipline veloci invece il rischio è che se hai più interruzioni e il meteo contro rischi comunque di non riuscire a portare a valle tutti tipo Kitz due anni fa e hai rogne a prescindere.
    6 | franz62 il 24/05/2017 22.43.19
    eccerto...pure le discese in due manche e via i suppeggì.[:D] checcacchio fumano? sul resto se ne può parlare, sempre che almeno il vino sia decente.[:D]
    7 | letski82 il 25/05/2017 9.45.05
    io proporrei cosi: 10 discese 10 giganti 10 slalom combinate classiche a kitz e wengen un paio di city event e un paio di paralleli volendo anche un paio di superg belli, organizzando una coppetta combinata che include i superg, k, city event e paralleli se le gare sono troppe si puo fare 8 discese, giganti e slalom che ne pensate? a me cosi piacerebbe sul numero di partecipanti mi sembra difficile fare 50.. su discese in due manche no comment...
    8 | quilodico il 25/05/2017 12.15.48
    Approvo COMPLETAMENTE l'operato di Waldner (cosa che renderà lo stesso Waldner felice, lo so... [:D]) Alcuni ritengono la TV una nemica che condiziona e snatura lo sci; secondo me, invece, è un'ALLEATA imprescindibile, che sostiene l'intero movimento e gli dà un senso. Adeguare lo sport ai tempi attuali è fondamentale, altrimenti staremmo ancora con i pali di legno. Poi non tutti i tentativi potranno riuscire, ma almeno provarci è giusto. Porto l'esempio del tennis, altra disciplina che (un tempo) seguivo anch'io; oggi, se penso di guardare un incontro di oltre due ore fatto per metà di interruzionni e soste, mi passa la voglia (e infatti mi è passata). Anche lì da più parti escono proposte per cambiare il format delle gare, e non c'è niente di male nel farlo.
    9 | brunodalla il 25/05/2017 17.30.03
    io invece non mi esprimo sulle varei proposte, ma introdurrei un altro tipo di considerazione: sempre di Fis si tratta, ma mi risulta abbastanza difficile da capire come mai nel caso dello sci di fondo, qualche anno fa, siano riusciti a introdurre dei radicali cambiamenti nel format della coppa del mondo (gare sprint, singole e a coppie, tour de ski, e via dicendo), svecchiando di molto l'immagine, e anche rendendola molto più televisiva (visto che ormai sembra che si ragioni solo in quella direzione), mentre per lo sci alpino non si riesca a farlo, e le poche variazioni che sono state fatte sono state peggio. che sia un problema di "teste pensanti" (notate le virgolette... [:D]) in seno alla FIS?
    10 | giovannino1963 il 30/05/2017 20.59.38
    Quindi l'unica cosa giusta che ha fatto la fis negli ultimi 40 anni cioè l'introduzione del superg la vogliono togliere?Sono veramente senza parole...Come al solito dei veri scienziati![:(][8]
    11 | Katunga il 31/05/2017 17.15.44
    SG: la mia non vuole essere ne una giustificazione ne una difesa, ma solo una considerazione personale. Detto questo ritengo il SG, come concepita, la specialità più bella, dove tecnica, occhio alle linee, inventiva, velocità, la rendevano unica. Ora, correndo praticamente solo su piste da DH, è diventata una discesa un poco, ma solo un poco, rallentata e se corsa nello stesso weekend, dopo le prove o la gara di discesa, perde molto del suo vecchio fascino. Fare ricognizione da fermi, studiare un passaggio, e poi arrivarci a 120 kmh non è la stessa cosa. L'istinto, l'inventiva fanno la differenza. Purtroppo i costi per preparare una pista da velocità sono elevati e si cerca quindi di abbinare le due specialità, oppure di fare SG su quelle piste dove esistono già sistemi di protezione importanti che, guarda caso, sono da DH.
    12 | franz62 il 01/06/2017 23.00.29
    non ho ben capito dove si è fatto superg da quando l'hanno inventato....ci sono mai state piste dedicate? semplicemente alcune piste sono più adatte altre meno come in tutte le specialità.. oltre al fatto che dipende da come si traccia, però se girano non va bene perchè favorisci Hirscher che già vince il coppone, se tiri dritto non va bene perchè è una discsa rallentata. A me piace e basta....tranne Kitz.
    13 | quilodico il 04/06/2017 11.39.53
    mettiamoci nei panni di un telespettatore "casuale", o almeno non impallinato come noi pochi che seguiamo questo forum. Il superG è un surrogato della libera, fatto ormai sulle stesse piste per ragioni logistiche e organizzative, una copia minore della "regina". No, televisivamente non ha senso, rendiamocene conto.
    14 | franz62 il 05/06/2017 8.57.52
    ah...perchè lo spettatore casuale guarda lo sci..come no[:D] lo spettatore casuale guarda lo sci se si identifica in qualche campione...per il resto capisce una mazza e gli va bene tutto, quindi l'unica cosa che potrebbe spingere lo sci sarebbe la liberalizzazione degli sponsor personali, tutte le altre sono min.chiate dei burocrati FIS che vogliono tenersi in mano il giochino così com'è.



      Cerca una parola nelle news:        

      Ultime 15 Notizie correlate: (FIS Portoroz Bormio FIS Calendar Conference Markus Waldner )

      [22/11/2019] Controllo neve positivo a Killington
      [14/11/2019] Luce verde per la tappa di Levi
      [04/11/2019] Paris cittadino onorario di Bormio
      [30/10/2019] Chi ospiterà il parallelo tra Soelden e Levi?
      [26/10/2019] Cortina e le Classiche italiane insieme
      [21/10/2019] Ispezione Fis a Cortina d'Ampezzo
      [17/10/2019] Luce verde per Soelden
      [11/10/2019] Gardena, Badia, Campiglio e Bormio non si toccano
      [07/10/2019] A Soldeu le Finali di CdM 2022/2023
      [25/09/2019] Tra una settimana al via il Meeting FIS di Zurigo
      [21/09/2019] Salta il City Event di Stoccolma?
      [08/09/2019] Ispezione FIS positiva a La Thuile
      [30/08/2019] Bormio: un nuovo comitato per la Coppa del Mondo
      [20/08/2019] Sestriere di candida per i Mondiali 2029
      [12/08/2019] Caso Luitz: aggiornato il regolamento FIS

      Altre notizie di Coppa del Mondo:

      [22/11/2019] Levi, parola a Moelgg, Gross, Razzoli e Vinatzer
      [22/11/2019] Niente Lake Louise per Innerhofer e Marsaglia
      [22/11/2019] Lindsey Vonn presenta "RISE", la sua biografia
      [22/11/2019] Esce lunedì la biografia di Marcel Hirscher
      [22/11/2019] Controllo neve positivo a Killington
      [21/11/2019] Tedeschi e Austriaci per Levi: torna Schwarz
      [21/11/2019] Katharina Gallhuber torna in gara a Levi
      [20/11/2019] 50 anni del Ghedo: la mitica spaccata a Kitz
      [20/11/2019] I Norvegesi per Levi: torna Nina Loeseth
      [20/11/2019] Nor-Am Copper: doppietta per Lila Lapanja
      [20/11/2019] Matteo Marsaglia e Melesi si infortunano a Copper
      [20/11/2019] Guadagnini: "in SL è stato fatto uno step avanti"
      [20/11/2019] Tanti Azzurri a Copper.Inner ancora in dubbio
      [20/11/2019] Gruppo Coppa Europa maschile verso Trysil
      [19/11/2019] Gigantisti al lavoro a Livigno,torna Ballerin
      [19/11/2019] Stagione finita per Charlotta Saefvenberg
      [19/11/2019] Cortina 2021:i 50 anni di Ghedina e un nuovo salto
      [19/11/2019] Slalomisti azzurri approdano a Levi
      [18/11/2019] Serio infortunio per Nicole Good
      [18/11/2019] Cornelia Huetter torna sulla neve
      [18/11/2019] Michelle Gisin presenta il libro del suo oro
      [17/11/2019] Innerhofer sempre più vicino al rientro
      [17/11/2019] Semaforo verde FIS per Lake Louise
      [16/11/2019] Elena Curtoni e le sorelle Delago verso Copper
      [16/11/2019] Francesi e Svizzeri per Levi
      [16/11/2019] Operazione riuscita per Elena Fanchini
      [14/11/2019] Luce verde per la tappa di Levi
      [13/11/2019] Le 6 Azzurre per Levi, dentro Gulli
      [12/11/2019] Liensberger torna ad allenarsi con le compagne
      [12/11/2019] Casa Bode Miller si allarga: nati i due gemellini
      [12/11/2019] Solda: cancellate per maltempo le gare Fis
      [12/11/2019] Marco Schwarz ritorna in gara a Levi
      [12/11/2019] La Aloch pronta ai nastri di partenza
      [12/11/2019] I nove slalomisti azzurri per Levi
      [11/11/2019] Zinal: allenamento per 7 slalomiste
      [11/11/2019] Manuel Feller è diventato papà

      Altre notizie Fantaski:

      [26/03/2019] La Thuile: diamo una manche al Telefono Azzurro
      [23/02/2018] Fantanotti Olimpiche - Analisi dei Giochi 2018
      [06/02/2018] Aperte le FantaOlimpiadi 2018!
      [14/12/2017] Fantaski.it disponibile anche su Telegram !
      [05/12/2017] A La Thuile stagione aperta dal 2 dicembre
      [03/11/2017] Fantaski 2018 - mercato maschile aperto fino Levi
      [05/12/2016] Aperto il primo mercato - stagione 2016/2017
      [13/11/2016] A Milano di scena il Big Air Snowboard
      [21/03/2016] La Thuile: il 9 Aprile gara per Telefono Azzurro
      [26/02/2016] La Thuile: 1/a Gara dei Sogni in favore di FISIP



     
    titoletto copyright fantaski
     baffo fantaski titoletto contatti baffo fantaski titoletto riconoscimenti