separatore
icona fisi  
 icona fantaski titoletto linguaicona italia icona bandiera italia icona bandiera svizzeraicona bandiera inglese icona bandiera inglese icona bandiera americanatitoletto tedesco icona bandiera germania icona bandiera austria icona bandiera svizzeratitoletto francia icona bandiera francia icona bandiera svizzera 
fantaski_header
icona baffo fantaski titoletto home icona baffo fantaski titoletto cosa fantaski icona baffo fantaski titoletto faq help icona baffo fantaski titoletto regolamento icona baffo fantaski titoletto forum icona baffo fantaski titoletto fotogallery  
giovedì 23 gennaio 2020 - ore 12.54 
titoletto coppa del mondo
separatore
titoletto coppa fantaski
separatore
titoletto gioca fantaski

Infortunio per Dustin Cook: stagione finita

Clicca sulla foto per ingrandire
Foto: www.fantaski.it
Vai al profilo di Cook D.
commenti 21 Commenti icona rss

Dopo Anna Fenninger questa mattina, arriva in serata la notizia di un secondo infortunio tra gli atleti che stanno ultimando la rifinitura in vista di Soelden: il canadese Dustin Cook è caduto questa mattina durante un allenamento in gigante a Pitztal.

L'infortunio è stato confermato dalla federsci canadese, aggiungendo che è presente un danno ai legamenti del ginocchio destro che richiede un intervento chirurgico e che quindi Dustin non potrà essere in gara domenica.

Nelle prossime ore sarà resa nota l'entità esatta del problema e i tempi di recupero.

Nella scorsa stagione Cook ha brillato vincendo l'argento in superg ai Mondiali di Vail, e vincendo la sua prima gara in Coppa del Mondo a Meribel, alle Finali.

 

Aggiornamento (Live da Soelden): è ancora in corso la conferenza stampa Head per la presentazione della nuova stagione. Presente anche lo sfortunato Dustin Cook che al microfono di Marco Buechel, munito di stampelle, ha confermato che per lui la stagione è già finita: "sfortunatamente sono caduto e mi sono strappato il crociato anteriore e il collaterale mediale del ginocchio destro. La mia stagione è già finita. In settimana volerò verso casa per sottopormi ad operazione chirurgica".

 

 

 


(mercoledì 21 ottobre 2015)



@RIPRODUZIONE RISERVATA

  • giovedì 23 gennaio 2020

    Oggi a Ortisei conferenza stampa Dominik Paris

    mercoledì 22 gennaio 2020

    Plancker: "Paris oggi voleva correre la prova"

    mercoledì 22 gennaio 2020

    Stagione finita per Sejersted.Mano KO per Direz

  • mercoledì 22 gennaio 2020

    Oggi si opera ad Ortisei Dominik Paris

    mercoledì 22 gennaio 2020

    Paris: "Mai un infortunio così, grazie a tutti".

    martedì 21 gennaio 2020

    Shock Paris: si rompe il crociato in allenamento

  • domenica 19 gennaio 2020

    Rottura del crociato per Aline Danioth

    mercoledì 15 gennaio 2020

    Stop per il velocista elvetico Urs Kryenbuehl

    lunedì 13 gennaio 2020

    Dimesso dopo l'operazione Manfred Moelgg


    Tutt i commenti disponibili:
    1 | TEX il 22/10/2015 9.02.00
    http://www.cbc.ca/sports/skiing/dustin-cook-suffers-knee-injury-1.3282811 "During a giant slalom training run, Cook crashed causing ligament damage to his right knee," the federation said, adding that the 26-year-old Cook will need surgery and misses the season-opener. Specializing in the speed events, Cook took silver in super-G at the world championships in Beaver Creek in February and won his first World Cup race in Meribel, France, the following month. His best result in GS is 18th. Cook, a native of Ottawa, became the second skier to damage his knee ligaments in a training crash Wednesday after women's overall champion Anna Fenninger, who was ruled out for the entire season."
    2 | leo85 il 22/10/2015 9.36.35
    Legamenti saltati a go go direi.....alla faccia della "sicurezza" degli atleti....ma se certa gente invece di stare ai vertici mondiali andasse a fare l'eremita a 4000 lontano da tutto e tutti....? Credo che farebbero meno danni....eccola la soluzione per cambiare lo sci....
    3 | didibi il 22/10/2015 10.32.02
    La domanda è: cosa vogliamo cambiare per evitare queste cose ? Anche a me sembra sempre più preoccupante tutte questa sfilza di infortuni che ci sono stati però non dimentichiamoci che oltre alle ginocchia molti hanno anche problemi di schiena. Forse ortopedici produttori di sci e Fis dovrebbero sedersi assieme attorno ad un tavolo
    4 | franz62 il 22/10/2015 10.38.18
    a me sembra di vedere decisamente meno infortuni e cadute pericolose in gare di coppa rispetto a qualche anno fa, se invece parliamo di allenamento bisogna anche vedere cosa stavano facendo, con quale tracciato e in quali condizioni, fermo restando che ci si spaccan le gambe da sempre sciando.
    5 | didibi il 22/10/2015 11.16.25
    In gara sono d'accordo ma oramai quando leggi i comunicati sugli allenamenti è più lunga la lista di quelli che si fanno male o sono acciaccati di quelli che sono riusciti ad allenarsi come si deve. Probabilmente è anche un problema di concentrazione. la gara sono massimo 2 minuti, l'allenamento dura un pelino di più
    6 | franz62 il 22/10/2015 11.20.55
    ma son sempre stati un pelino più lunghi gli allenamenti, la concentrazione dovrebbe essere una variabile fissa..
    7 | franz62 il 22/10/2015 11.39.33
    Più che altro non è bellissimo questo periodo per far vedere a che punto stai della forma confrontandoti con gli altri prima di questo gigante fuori stagione rispetto a tutto il resto del calendario, normale che si facciano male se devono tirare in questi giorni senza essere ancora a posto...Fenninger in primis. Non frequento più ghiacciai da qualche anno per cui non so una mazza e chiacchero al limite per capire...ma gli allenamenti collegiali di adesso sono più dei test per vedere come hai lavorato visto che tutti si fanno un po' i czzi loro (magari sbaglio..impressione..) e quando fai questi ritrovi collegiali sei sotto pressione?
    8 | brunodalla il 22/10/2015 12.32.02
    non può essere una questione anche di preparazione piste? le piste di allenamento le preparano come quella da gara? io non penso.
    9 | franz62 il 22/10/2015 12.38.26
    dipende...in generale ci si allena d'inverno su piste da gara quindi preparate, se vuoi una pista barrata andando nel posto dove ti alleni costantemente te la barrano anche, d'estate dipende...in ghiacciaio dipende.. poi se la neve è dura ti fa male la schiena, se è molle ti giri le ginocchia, meglio il surf[:D]
    10 | Fairyking il 22/10/2015 12.48.38
    Mah non so.. le singole prove in allenamento sono in genere piu' brevi delle manche di gara. Mi risultano 30-40 secondi... Bisogna però vedere quante ne fanno ogni giorno una di fila all'altra e che co che tempi di recupero. Poi certo le piste: sono preparate bene come quelle di gara? Dopodiché ahimè è normale farsi male in uno sport come lo sci dove le sollecitazioni alle articolazioni sono così forti.
    11 | leo85 il 22/10/2015 15.29.34
    Beh...infortuni alle ginocchio davvero pesanti....mal di schiena frequenti....atleti "costretti" a dover pensare di abbandonare il gigante perchè con questi sci non erano più in grado di allenarsi...(Janka, campione olimpico in gigante, ne è un esempio...ma è uno di una lunga serie)...Evidentemente questi sci qualcosa che non funziona devono averlo....magari in gara provocheranno meno incidenti (anche se è da vedere questo)...ma a lungo andare hanno un'azione devastante sull'atleta...per cui una preparazione "esasperata" poi porta ad altre conseguenze...Bisogna riflettere su questo a mio avviso...
    12 | franz62 il 22/10/2015 17.44.48
    perchè prima eran delle pippe? quando avevano il raggetto il maialone era senza fisico? più fisicato Hirscher di Cuche o Rahlves quando andavano pure in gigante? Può essere che tracciando stretto ti faccia più male la schiena...quello è vero..però quando tracciavi a 30 metri eran più commozioni cerebrali dalle tuonate che prendevano oltre naturalmente alle ginocchia. Janka poi non è un esempio.. si è inchiodato per una serie di motivi di salute, se stai male e corri poi ti viene pure il mal di schiena, tutto sommato i gigantisti stan morendo di vecchiaia più degli slalomisti nell'ultimo lustro...sia al maschile che al femminile.
    13 | Fairyking il 22/10/2015 19.17.28
    Forse l'unica cosa che merita domandarsi è come mai coi si infortuna più in allenamento che in gara... ed in estate più infortuni che nella intera stagione di gara. Ripeto, bisognerebbe capire se per caso si fanno troppe prove giornaliere o le piste non sono perfette e si spigola piu' facilmente... e partono le ginocchia. Diventa anche difficile capire perché degli allenamenti non ci sono i filmati per comprendere la dinamica degli infortuni.
    14 | franz62 il 22/10/2015 19.55.03
    non è che i filmati li passino al tg5[:)] se ci sono li guarda chi li deve guardare.
    15 | seba92r il 22/10/2015 20.55.26
    comunque un video della caduta della fenniger c'è, è scivolata via dopo una curva verso sinistra
    16 | franz62 il 22/10/2015 21.05.10
    non l'ho trovato tutto...mi pare che tocchi con la scarpa e scivoli banalmente sull'interno...solo che il video si interrompe..tanto banale che probabilmente manco è andato avanti con la ripresa l'allenatore.
    17 | jos235 il 22/10/2015 22.15.12
    Fairyking ha scritto:
    Forse l'unica cosa che merita domandarsi è come mai coi si infortuna più in allenamento che in gara
    Non mi pare che sia una gran domanda [:D], è ovvio che sia più probabile infortunarsi in allenamento che in gara.. è una pura questione numerica. I giorni durante l'anno in cui gli atleti sono impegnati in gara sono quasi nulla rispetto a quelli in cui si allenano, e oltretutto in gara si fanno al massimo due manche. In allenamento invece ci stanno praticamente sempre, a parte un piccolo periodo in cui giustamente staccano a fine stagione, anche d'estate, e si fanno anche parecchi giri sullo stesso tracciato (e non è che si impegnino poi tanto meno che in gara), per cui le probabilità sono tutte a "favore" degli allenamenti [:)]. Per quanto riguarda la questione piste, beh, non so se ti è mai capitato di assistere ad un qualche allenamento ma a parte la preparazione piste che è quella che è (cioè mai a livello di gara di CdM e secondo me nemmeno fis), il problema è che passando tante volte sullo stesso tracciato si segna, specie se sei d'estate sul ghiacciaio. Anche se parti col 40 in un gigante si segna, ovvio, però lì fai una discesa e parti fresco, mentre in allenamento magari dopo sei o sette giri cominci ad essere stanchino e la vaschetta che si è formata diventa un pò più insidiosa, anche se la testa dell''atleta neanche ci fa caso. Oppure tante volte ci si allena mentre nevica, solo che in Coppa durante la gara ci sono i lisciatori, in allenamento no [:)].
    18 | Fairyking il 23/10/2015 9.37.02
    Ma è evidente che in allenamento si scii molto di più che in gara. Il mio dubbio è su questo aumento di incidenti rispetto agli anni scorsi o così mi sembra essere. Sarà magari solo un fatto statistico e la prossima estate ci saranno meno infortuni e tutto rientrerà nella norma. D'altra parte nei mei recenti messaggi sottolineavo l'ineluttabilità degli infortuni alle ginocchia come caratteristica ineliminabile del nostro sport.
    19 | jos235 il 23/10/2015 17.22.05
    Mah, io ricordo estati con molti più infortuni.. la strage di svizzeri di due anni fa per esempio. Poi ci sono alti e bassi legati alle stagioni. Più che altro mi pare che il cambio di sci abbia inciso praticamente nulla, per cui forse alla fine è stato inutile. E' anche vero che qualcosa bisognava tentare, ora parliamo col senno del poi
    20 | franz62 il 23/10/2015 18.24.54
    il "mi pare" detto da uno statistico non mi basta[:D] dovresti cominciare a vedere come base i primi 15 del gigante da quando son stati cambiati gli sci e i primi 15 nella media dei tre anni precedenti...poi allargare la ricerca ai primi 30 ecc...fino ad arrivare a baby, super baby, realski[:D]
    21 | jos235 il 23/10/2015 20.06.14
    acc.. ma pure al realski si è rotto qualcuno? [:D] Troppo variabile il raggio usato al realski, per me non è indicativo [:)]



      Cerca una parola nelle news:        

      Ultime 15 Notizie correlate: (Pitztal Dustin Cook infortunio )

      [23/01/2020] Oggi a Ortisei conferenza stampa Dominik Paris
      [22/01/2020] Plancker: "Paris oggi voleva correre la prova"
      [22/01/2020] Stagione finita per Sejersted.Mano KO per Direz
      [22/01/2020] Oggi si opera ad Ortisei Dominik Paris
      [22/01/2020] Paris: "Mai un infortunio così, grazie a tutti".
      [21/01/2020] Shock Paris: si rompe il crociato in allenamento
      [19/01/2020] Rottura del crociato per Aline Danioth
      [15/01/2020] Stop per il velocista elvetico Urs Kryenbuehl
      [13/01/2020] Dimesso dopo l'operazione Manfred Moelgg
      [13/01/2020] Moelgg:" L'importante è guarire, poi il futuro".
      [12/01/2020] Operato oggi pomeriggio a Bressanone Manny Moelgg
      [11/01/2020] Rottura legamento per Manny Moelgg
      [11/01/2020] Grave infortunio per Adrien Theaux
      [08/01/2020] Niente Campiglio per Hirschbuehl, out 6 settimane
      [07/01/2020] Tessa Worley operata al ginocchio

      Altre notizie di Coppa del Mondo:

      [23/01/2020] Bansko: Brignone 2/a nell'unica prova cronometrata
      [23/01/2020] Oggi a Ortisei conferenza stampa Dominik Paris
      [22/01/2020] I Gigantisti azzurri in Val di Fassa
      [22/01/2020] Plancker: "Paris oggi voleva correre la prova"
      [22/01/2020] Stagione finita per Sejersted.Mano KO per Direz
      [22/01/2020] CE: Cillara Rossi a podio in discesa
      [22/01/2020] Oggi si opera ad Ortisei Dominik Paris
      [22/01/2020] Kitz: Jansrud il più veloce in prova.Marsaglia 7/o
      [22/01/2020] Paris: "Mai un infortunio così, grazie a tutti".
      [21/01/2020] Dada Merighetti a maggio sarà mamma
      [21/01/2020] Kitzbuehel: gli otto slalomisti azzurri in gara
      [21/01/2020] La Fis da semaforo verde a Garmisch
      [21/01/2020] CE: tanta Austria nella discesa in due manche
      [21/01/2020] Shock Paris: si rompe il crociato in allenamento
      [21/01/2020] TdG - Gli italiani in WC e EC: un primo bilancio
      [20/01/2020] Rinviato a domani controllo neve a Garmisch
      [20/01/2020] Gli otto velocisti per la tappa di Kitz
      [20/01/2020] Le 9 Azzurre convocate per Bansko
      [19/01/2020] Rottura del crociato per Aline Danioth
      [19/01/2020] Bassino: "Il parallelo mi piace.Stagione positiva"
      [19/01/2020] Fantaski Stats - Wengen 2020 - slalom maschile
      [19/01/2020] Coppa Europa: Borsotti, gioia ex aequo a Kirchberg
      [19/01/2020] Noel vince a Wengen su Kristoffersen, Razzoli 11o
      [19/01/2020] Bassino è podio nel parallelo, vince Direz
      [19/01/2020] Noel in testa a Wengen dopo la 1a.Razzo 11/o
      [19/01/2020] Sestriere: 4 azzurre qualificate nel parallelo
      [18/01/2020] Tre atlete in un centesimo!
      [18/01/2020] Al Sestriere debutta il gigante parallelo in coppa
      [18/01/2020] Il Taglio di Grasscutter - il Sistema Coppa Europa
      [18/01/2020] Fede Brignone: "Una seconda manche da infarto!"
      [18/01/2020] Fantaski Stats - Sestriere 2020 - GS femminile
      [18/01/2020] CE: Borsotti 7/o nel gigante di Kirchberg
      [18/01/2020] Fantaski Stats - Wengen 2020 - discesa maschile
      [18/01/2020] CE: Della Mea, altro podio a Zell
      [18/01/2020] Paris: "nessun rammarico, sono felicissimo!"
      [18/01/2020] Una poltrona per 2:Brignone-Vlhova vincono gigante

      Altre notizie Fantaski:

      [18/01/2020] Benvenuto Luigi! Al via il Taglio di Grasscutter
      [04/10/2019] Circo Bianco: ritiri e cambi di materiale (2020)
      [26/03/2019] La Thuile: diamo una manche al Telefono Azzurro
      [23/02/2018] Fantanotti Olimpiche - Analisi dei Giochi 2018
      [06/02/2018] Aperte le FantaOlimpiadi 2018!
      [14/12/2017] Fantaski.it disponibile anche su Telegram !
      [05/12/2017] A La Thuile stagione aperta dal 2 dicembre
      [03/11/2017] Fantaski 2018 - mercato maschile aperto fino Levi
      [05/12/2016] Aperto il primo mercato - stagione 2016/2017
      [13/11/2016] A Milano di scena il Big Air Snowboard



     
    titoletto copyright fantaski
     baffo fantaski titoletto contatti baffo fantaski titoletto riconoscimenti