separatore
icona fisi  
 icona fantaski titoletto linguaicona italia icona bandiera italia icona bandiera svizzeraicona bandiera inglese icona bandiera inglese icona bandiera americanatitoletto tedesco icona bandiera germania icona bandiera austria icona bandiera svizzeratitoletto francia icona bandiera francia icona bandiera svizzera 
fantaski_header
icona baffo fantaski titoletto home icona baffo fantaski titoletto cosa fantaski icona baffo fantaski titoletto faq help icona baffo fantaski titoletto regolamento icona baffo fantaski titoletto forum icona baffo fantaski titoletto fotogallery  
venerdì 24 gennaio 2020 - ore 05.11 
banner 120x90
titoletto coppa del mondo
separatore
titoletto coppa fantaski
separatore
titoletto gioca fantaski

Vail 2015 -Team Event: investiamoci per il futuro

Clicca sulla foto per ingrandire
Nation Team Event
Foto: facebook/FisWorldCup
Nation Team Event
commenti 5 Commenti icona rss

Vorremmo tornare a parlare del Nation Team Event di martedì, anche e soprattutto alla luce delle dichiarazioni del presidente Roda.

Andiamo con ordine: la gara a squadre, introdotta ai Mondiali di Bormio per la prima volta, come evento da medaglia, e replicata poi durante le Finali di Coppa del Mondo, sarà probabilmente inserita anche nel programma dei Giochi Olimpici, come ribadito da Bach e Kasper all'inizio di questa rassegna mondiale.

Il format prevede un gigante parallelo con 25 porte e distanza di circa 11m, quindi molto vicini ad uno slalom e, nell'ultimo caso, due saltini da circa 50cm, per una manche complessiva di 22-24 secondi.
Vengono convocati 6 atleti e ne devono partecipare, come minimo, 2 per sesso.

Per la cronaca: ha vinto l'Austria davanti al Canada, bronzo per la Svezia e Italia fuori ai quarti.
Come abbiamo riportato ieri la gigantista tedesca Veronique Hronek si è rotta il crociato del ginocchio sinistro durante la gara, e non è l'unica vittima di questo format: due anni fa a Schladming Neureuther rischiò grosso dopo uno scontro con il croato Zubcic, mentre a Garmisch 2011 Benni Raich dovette chiudere anzitempo mondiale e stagione per una lesione al crociato.
Considerando che è la quinta gara di questo genere (non si corse a Isere 2009) si può dire che la media infortuni sia piuttosto alta...
La FIS ha lavorato molto sulla formula, per rendere più pratica e spettacolare l'uscita dal cancelletto, per minimizzare i tempi morti, per semplificare la formula ma...non si potrebbe pensare anche a quale sia il miglior tipo di sci da utilizzare?

Anche nella nostra community la gara di martedì ha generato decine e decine di commenti, perchè gli argomenti per polemizzare ci sono tutti: come mai l'Italia fa praticamente sempre brutta figura nella gara a squadre? Come mai l'Italia ha deciso di schierare Francesca e Matteo Marsaglia che per caratteristiche proprie sono meno adatti a questa disciplina? E' importante onorare questa gara o è solo una noiosa scocciatura tra le veloci e le tecniche?

E le altre nazioni ci tengono e giocano le loro carte migliori? Sì e no, a ben vedere, perchè per esempio la Germania ci teneva moltissimo, tanto che Neureuther, subito dopo la gara, ha criticato la scelta di convocare la Hronek e non la Duerr; polemiche anche in Francia per il non utilizzo di Fanara; ma sono molte le nazioni (Norvegia senza Kristoffersen, Svezia senza Hansdotter, Canada senza Gagnon) che per un motivo o per l'altro non hanno schierato quella che sulla carta poteva essere la miglior formazione possibile.

Come già scritto martedì, l'Austria, la nazione più forte nello sci alpino, ha messo in campo i suoi uomini migliori, senza tentennamenti: Hirscher, Kirchgasser, Brem e Noesig (in forma, e infatti sarà schierato nel gigante) e ha vinto con merito un oro che rafforza la sua leadership.

E veniamo all'Italia, testa di serie n.2. Cominciamo dalla fine, ovvero dalle parole del Presidente Roda: "Il format di gara è in crescita di consensi e, in prospettiva, arriverà a portare anche medaglie olimpiche. L'impegno della Federazione è quindi quello di preparare con più attenzione il Team Event nel futuro e rendere così competitiva ad alto livello la Nazionale italiana anche nella gara a squadre".

Detto che riteniamo non essere colpa degli atleti se in questa e in altre occasioni siamo andati così male, è evidente che l'impegno degli stessi non basta. Come forse non basta neanche scegliere gli uomini migliori.
A nostro giudizio ci vuole programmazione e scelte corrette:.......(SECONDA PARTE)


(giovedì 12 febbraio 2015)



@RIPRODUZIONE RISERVATA

  • domenica 22 dicembre 2019

    Serra: "Sono stato scaricato frettolosamente"

    giovedì 12 dicembre 2019

    Fassa: Aperta la stagione dello Ski Stadium Aloch

    domenica 10 novembre 2019

    GP Italia 2019/2020: regole e calendari

  • venerdì 1 novembre 2019

    Dorothea Wierer atleta Fisi dell'anno 2019

    giovedì 31 ottobre 2019

    Vialattea firma il logo 100 anni Fisi

    venerdì 25 ottobre 2019

    Sestriere si candida ad ospitare il Mondiale

  • venerdì 18 ottobre 2019

    La Fisi ai nastri di partenza, presentata stagione

    lunedì 14 ottobre 2019

    Comitato Lazio e Sardegna:la squadra di sci alpino

    domenica 13 ottobre 2019

    La Fisi ancora targata Audi


    Tutt i commenti disponibili:
    1 | Admin il 12/02/2015 16.09.44
    SECONDA PARTE A nostro giudizio ci vuole programmazione e scelte corrette: in fase di preparazione di un Mondiale è giusto e doveroso perdere del tempo anche per preparare, almeno un minimo, questa disciplina, e onorarla al meglio delle proprie possibilità, almeno finchè assegna una medaglia. Che piaccia o meno al pubblico, alla FIS, alla FISI, ai tecnici o agli atleti, la cultura sportiva impone di onorare la gara e provare a vincere, e per farlo riteniamo che si debba svolgere un (minimo) di preparazione per l'evento e impiegare gli atleti più adatti tra quelli disponibili. E si potrebbe addirittura pensare di fare qualche gara del genere a livello giovanile: se è disciplina da medaglia olimpica, non vale forse la pena investire sui giovani? E, sempre a nostro giudizio, tutto questo deve essere vero a prescindere dal numero di medaglie conquistate dagli Azzurri PRIMA e DOPO la gara a squadre: che sia l'unica medaglia della spedizione o l'ennesima il discorso non cambia.
    2 | qrier il 12/02/2015 16.27.05
    Io l'abolirei. Fa bene l'Italia a non rischiare gli atleti migliori prima delle gare tecniche. Avrebbe piú senso farla dopo le gare classiche.
    3 | franz62 il 12/02/2015 17.38.02
    dopo non la farebbe più nessuno del tutto, adesso c'è chi vuole portarsi avanti nel medagliere anche tra quelli fort[:D] "si può dire che la media infortuni è piuttosto alta" già spiega da solo perchè facendo due conti se qualcuno pensa di non vincere la medaglia fa a meno di farla, vacci tu contro Hirscher e gli altri nanetti austriaci[:)] se invece pensi di poterti prendere un oro si può sempre rischiare come rischi in discesa per prenderti un oro in combinata. figuriamoci poi se ho una sola possibilità di medaglia come i nostri...o gigante o slalom..col casso che rischio di farmi male in una gara del casso che non vinco comunque come squadra, per cui la fa l'ultimo che non può tirarsi indietro..e può sempre sciare per uscire subito senza farsi male.
    4 | drowsywithhope il 12/02/2015 18.53.59
    Probabilmente il numero di infortuni è veramente molto più alto rispetto alle altre discipline, non ho i dati per poter giudicare, ma non sono d'accordo con chi dice che è se non c'è possibilità di medaglia meglio non rischiare. Ci vedo una contraddizione con il portare ai mondiali atleti che non hanno speranza di medaglia. Non solo, ma se penso che Hirsher pur di vincere una medaglia in più ha messo in pericolo le sue due medaglie in speciale e gigante, qualcosa non quadra. Sono d'accordo invece sul programmare e preparare meglio la gara. Aggiungo, la combinata non si prepara anche quella perchè tanto non ci sono speranze di medaglia?
    5 | qrier il 13/02/2015 0.03.13
    Non so voi, ma se ad esempio il mondiale di Vail fosse finito con l'Italia vincitrice del Team Event e zero medaglie nelle altre gare per me rimarrebbe un disastro. Meglio un bronzo in qualunque altra disciplina, perfino la combinata.



      Cerca una parola nelle news:        

      Ultime 15 Notizie correlate: (Team Event Mondiali Vail 2015 FISI )

      [22/12/2019] Serra: "Sono stato scaricato frettolosamente"
      [12/12/2019] Fassa: Aperta la stagione dello Ski Stadium Aloch
      [10/11/2019] GP Italia 2019/2020: regole e calendari
      [01/11/2019] Dorothea Wierer atleta Fisi dell'anno 2019
      [31/10/2019] Vialattea firma il logo 100 anni Fisi
      [25/10/2019] Sestriere si candida ad ospitare il Mondiale
      [18/10/2019] La Fisi ai nastri di partenza, presentata stagione
      [14/10/2019] Comitato Lazio e Sardegna:la squadra di sci alpino
      [13/10/2019] La Fisi ancora targata Audi
      [11/10/2019] Milano-Cortina 2026 al Festival di Trento
      [09/10/2019] Fisi e Val Senales insieme per altri 3 anni
      [03/10/2019] Val Senales:il 9 ottobre Media Day con gli Azzurri
      [28/09/2019] Markus Ortler nuovo presidente Fisi Alto Adige
      [16/09/2019] Atleta dell'anno FISI: in lizza Paris e Wierer
      [02/09/2019] Ad ottobre la Fisi si presenta

      Altre notizie di Coppa del Mondo:

      [23/01/2020] Waldner: "La tappa in Cina? Decidiamo a Garmisch".
      [23/01/2020] CE: Rossetti-Peterlini ancora a podio
      [23/01/2020] Peter Fill: "Mai pensato di ritirarmi quest'anno".
      [23/01/2020] TdG - I giovani di Carca
      [23/01/2020] Paris: "Tutto andato bene, ci sentiamo presto".
      [23/01/2020] Innerhofer: "Deciderò domani se correre a Kitz".
      [23/01/2020] Kitz: Clarey veloce in 2/a prova, 7/o Casse
      [23/01/2020] Bansko: Brignone 2/a nell'unica prova cronometrata
      [23/01/2020] Oggi a Ortisei conferenza stampa Dominik Paris
      [22/01/2020] I Gigantisti azzurri in Val di Fassa
      [22/01/2020] Plancker: "Paris oggi voleva correre la prova"
      [22/01/2020] Stagione finita per Sejersted.Mano KO per Direz
      [22/01/2020] CE: Cillara Rossi a podio in discesa
      [22/01/2020] Oggi si opera ad Ortisei Dominik Paris
      [22/01/2020] Kitz: Jansrud il più veloce in prova.Marsaglia 7/o
      [22/01/2020] Paris: "Mai un infortunio così, grazie a tutti".
      [21/01/2020] Dada Merighetti a maggio sarà mamma
      [21/01/2020] Kitzbuehel: gli otto slalomisti azzurri in gara
      [21/01/2020] La Fis da semaforo verde a Garmisch
      [21/01/2020] CE: tanta Austria nella discesa in due manche
      [21/01/2020] Shock Paris: si rompe il crociato in allenamento
      [21/01/2020] TdG - Gli italiani in WC e EC: un primo bilancio
      [20/01/2020] Rinviato a domani controllo neve a Garmisch
      [20/01/2020] Gli otto velocisti per la tappa di Kitz
      [20/01/2020] Le 9 Azzurre convocate per Bansko
      [19/01/2020] Rottura del crociato per Aline Danioth
      [19/01/2020] Bassino: "Il parallelo mi piace.Stagione positiva"
      [19/01/2020] Fantaski Stats - Wengen 2020 - slalom maschile
      [19/01/2020] Coppa Europa: Borsotti, gioia ex aequo a Kirchberg
      [19/01/2020] Noel vince a Wengen su Kristoffersen, Razzoli 11o
      [19/01/2020] Bassino è podio nel parallelo, vince Direz
      [19/01/2020] Noel in testa a Wengen dopo la 1a.Razzo 11/o
      [19/01/2020] Sestriere: 4 azzurre qualificate nel parallelo
      [18/01/2020] Tre atlete in un centesimo!
      [18/01/2020] Al Sestriere debutta il gigante parallelo in coppa
      [18/01/2020] Il Taglio di Grasscutter - il Sistema Coppa Europa

      Altre notizie Fantaski:

      [18/01/2020] Benvenuto Luigi! Al via il Taglio di Grasscutter
      [04/10/2019] Circo Bianco: ritiri e cambi di materiale (2020)
      [26/03/2019] La Thuile: diamo una manche al Telefono Azzurro
      [23/02/2018] Fantanotti Olimpiche - Analisi dei Giochi 2018
      [06/02/2018] Aperte le FantaOlimpiadi 2018!
      [14/12/2017] Fantaski.it disponibile anche su Telegram !
      [05/12/2017] A La Thuile stagione aperta dal 2 dicembre
      [03/11/2017] Fantaski 2018 - mercato maschile aperto fino Levi
      [05/12/2016] Aperto il primo mercato - stagione 2016/2017
      [13/11/2016] A Milano di scena il Big Air Snowboard



     
    titoletto copyright fantaski
     baffo fantaski titoletto contatti baffo fantaski titoletto riconoscimenti