separatore
icona fisi  
 icona fantaski titoletto linguaicona italia icona bandiera italia icona bandiera svizzeraicona bandiera inglese icona bandiera inglese icona bandiera americanatitoletto tedesco icona bandiera germania icona bandiera austria icona bandiera svizzeratitoletto francia icona bandiera francia icona bandiera svizzera 
fantaski_header
icona baffo fantaski titoletto home icona baffo fantaski titoletto cosa fantaski icona baffo fantaski titoletto faq help icona baffo fantaski titoletto regolamento icona baffo fantaski titoletto forum icona baffo fantaski titoletto fotogallery  
lunedì 18 novembre 2019 - ore 20.21 
banner 120x90
titoletto coppa del mondo
separatore
titoletto coppa fantaski
separatore
titoletto gioca fantaski

Coppa del Gobbo-Era tutto previsto, quasi scritto!

Clicca sulla foto per ingrandire
Gobbo C.
Gobbo C.
commenti 8 Commenti icona rss

Da quando è iniziata la Coppa del Mondo non abbiamo ancora assistito ad una collettiva, convincente, prestazione della squadra maschile di prove tecniche. Notiamo invece come i ragazzi non riescano, oppure non sappiano, trovare vie d'uscita nel loro difficile cammino agonistico, lastricato di incertezze e di dubbi. Qualsiasi parola, qualsiasi polemica non servirebbero e non aiuterebbero un settore - quello di gigantisti e slalomisti - che ha bisogno di ritrovare morale e motivazioni per ricompattarsi e ricreare con un lavoro mirato  quei gruppi che ci avevano abituati a non mollare gli occhi dagli schermi, trattenendo il fiato per un minuto e più!
 
Non sono stupito dalla pochezza dei risultati sinora conseguiti e non mi faccio lusingare dalla magia di poche manches portate a termine con impeccabile maestria....ma con  preoccupante discontinuità! Sono contento per Giovanni e per la sua spettacolare seconda manche ad Are, ma il suo ritardo dal podio resta grande ed impegnativo da recuperare.
 
Quindi?
 
Gli atleti "esperti/anziani" hanno bisogno di lavorare molto, ogni anno di più e con stimoli sempre maggiori, i giovani hanno bisogno di essere motivati, molto ma molto di più e TUTTI hanno bisogno di avere Guide Carismatiche, gente che ti sappia trascinare e che ti faccia mangiare pali e porte fino a farti piegare sulle ginocchia! Oggi purtroppo quella "gente" non c'è, o comunque non indossa casacche italiane! Gli slalomisti avrebbero ancora avuto bisogno di Theolier, superfluo ricordarne i meriti; mentre Alessandro Serra meritava di vestire la divisa azzurra...o rossa che sia!
 
Ho sentito dire che non ci fossero i soldi, che la situazione finanziaria non lo permettesse, ecc! Posso capire la crisi, ma non capisco come si possa prima investire sulla programmazione dei Giovani e poi, quando il frutto è maturo gettarlo e dire che non è più buono! I Corpi Militari hanno un ruolo fondamentale nella promozione e nello sviluppo dello Sport nel nostro Paese, guai se non ci fossero! ...ma quando la piramide delle scelte tecniche sta per giungere al collo della bottiglia la decisione deve privilegiare solo i meriti e le capacità professionali, senza meritocrazia si rischia sempre di perdere di vista l'evoluzione e la crescita del patrimonio giovanile.
 
Leggendo le liste internazionali c'è da mettersi le mani nei capelli ed anche se lo stellone italiano ogni tanto ci regala la magia di qualche successo insperato per i maschietti il futuro è parecchio difficile e pieno di buche, banale metafora di quei tracciati che si affrontano con pettorali proibitivi. Diversa la situazione nella velocità perchè Rulfi è carismatico, sa far gruppo, sa motivare e ha alle spalle collaboratori preziosi ed importanti come il Ghido e la Volpe....L'equazione è molto semplice, quasi aritmetica!
 
Pensate un attimo a Livio Magoni: il suo lavoro all'inizio fu molto tribolato e gli ostacoli che dovette superare furono tanti e difficili ma Livio è uno tosto, un tecnico che se non lavora non si guadagna la pagnotta e lavorare non significa piantare solo pali! Adesso le sue ragazze filano come dei treni e sono sempre insoddisfatte! L'ambizione agonistica è  giusto alimento per salire nelle classifiche!
 
Difficile pretendere come, chi non fosse riuscito ad imporre la propria personalità nel settore femminile, sarebbe poi riuscito nell'intento tra i maschi!
 
Ad Are c'è stato un lungo colloquio di alcuni atleti con il direttore sportivo Massimo Rinaldi per cercare di trovare una soluzione in tempi ragionevolmente rapidi ma non sarà facile perchè ciò che è accaduto sinora...era tutto previsto...quasi scritto!


(martedì 16 dicembre 2014)



@RIPRODUZIONE RISERVATA

  • sabato 2 novembre 2019

    La Coppa del Gobbo - Cala il Sipario

    sabato 26 ottobre 2019

    La foto più bella della scorsa stagione

    venerdì 30 agosto 2019

    Ushuaia: tanti Azzurri e Azzurre al lavoro

  • martedì 6 agosto 2019

    Azzurri tra Stelvio e Amneville

    mercoledì 17 luglio 2019

    Slalomgigantisti e gruppo A2 allo Stelvio

    domenica 17 febbraio 2019

    Ad Are comincia l'avventura di Cortina 2021

  • sabato 16 febbraio 2019

    Are 2019: Stagione finita per Stefan Luitz

    venerdì 15 febbraio 2019

    Are 2019:Ultima chiamata per l'Italia degli slalom

    venerdì 15 febbraio 2019

    Are 2019: Kristoffersen castiga Hirscher


    Tutt i commenti disponibili:
    1 | leo85 il 16/12/2014 11.53.31
    Carlo....purtroppo hai toccato il tasto dolente.....e sentire (o meglio...leggere) la dura verità...fa sempre male....ma è necessario.... La sensazione che si ha nel vedere i nostri ragazzi, è quella di essere allo sbando totale....negli occhi quello sguardo di chi sente spaesato....di chi non si sente parte di una squadra...(ricordate il ruolo di Svindal a Soelden?....o quello della Karbon, per non andare troppo lontano?). Questo è davvero grave....troppi individualismi....troppe "prime donne"....e la mancanza di qualcuno in grado di tnere le redini della situazione, non ha fatto che accentuare ancora di più questi grossi problemi. In questo momento NON esiste il valore di squadra....ed è una sensazione davvero brutta! Forse non c'è nemmeno la volontà di avere uno come Magoni per il settore maschile...e questo "qualunquismo" tecnico non porterà nulla di buono.
    2 | lbrtg il 16/12/2014 12.02.40
    Uno scritto veramente preoccupante.[:(] Non conosco personalmente gli attuali tecnici, quindi non posso esprimermi a riguardo. Tuttavia, sulla necessità di avere "guide" carismatiche a capo di un settore, sono completamente d'accordo.
    3 | Wolf III il 16/12/2014 13.18.09
    La percezione che l'agonistica maschile sia alla deriva è un dato reale.
    4 | Enrico il 16/12/2014 13.19.24
    Diciamo che sostituire il duo più vincente degli ultimi 10 anni (Theolier e Ravetto) con Planker e Rinaldi metterebbe in serie difficoltà chiunque al loro posto. Certo se a queste difficoltà oggettive aggiungiamo le pessime ultime 2 stagioni di Planker come DT femminile e la mancanza di esperienza del Diesse in un ruolo tra l'altro nuovo e completamente da incardiare come responsabilità nell'ambito di tutte le squadre azzurre, certamente non si sono profuse motivazioni ed entusiasmo in un gruppo abbastanza bastonato lo scorso anno, a cui, persi Moelgg e De Aliprandini per infortuniuo, con un Nani sovraccaricato di responsabilità (e per di più acciaccato), non rimaneva che aggrapparsi ai suoi gloriosi vecchietti (Simoncelli e Thaler). Il quadro è piuttosto triste.
    5 | mntr86 il 16/12/2014 14.26.42
    Verissimo carlo, ma ricordo che al cancelletto ci sono sempre gli atleti, e la maggior parte dei nostri non si possono certo dire inesperti da frasi trascinare da questioni societarie. Mi sembra un pò il ragionamento del calcio in cui si continua a cambiare allenatore (che come nello ci ha la sua importanza), ma se il parco sciatori è quello non ci si può fare molto se non lavorare meglio con le giovanili nel nostro caso...
    6 | mntr86 il 16/12/2014 14.31.41
    qualche esempio, l'atteggiamento con cui è sceso razzoli nella seconda manche ad Are non può essere certo colpa degli allenatori...Idem vale per Deville...
    7 | didibi il 16/12/2014 16.11.25
    Non dimentichiamo anche la genesi delle squadre di quest'anno. Mentre Magoni (il quale ha penato anche lui con la sua filosofia l'inverno scorso e se le ragazze non si fossero "messe di traverso" l'anno scorso i risultati potevano essere già più apprezzabili) ha potuto presentare un programma da farsi approvare (si dice che altrimenti avrebbe cambiato lidi) nel settore maschile abbiamo assistito ad un operazione molto nebulosa che ha portato alla cacciata di Theolier e Ravetto tra lo stupore generale nonché alla nomina delle squadre da parte di "politici", rappresentanti di alcuni comitati e gruppi e solo successivamente dei tecnici che dovevano gestirle con defezioni tipo quella di Serra e la ricerca di tecnici a preparazione teoricamente già avviata. Che i tecnici preposti alla squadra A sotto questi auspici non possano godere della dovuta autorità è abbastanza evidente. Se poi come dice Carlo alcuni atleti hanno avuto un colloquio con Rinaldi questo suffraga ancora di più la tesi che in squadra gli atleti si affidano ai loro rispettivi santi protettori piuttosto che fare squadra e cercare di portare a casa risultati. Pretendere un allenatore incisivo a questo punto fa sorridere se chiunque lo può scavalcare e andare a parlare direttamente con chi teoricamente non dovrebbe intromettersi ma detiene le leve del comando (occhio che non mi riferisco a Rinaldi in primis). Piuttosto tiriamo per le orecchie chi ha creato questa situazione ... e inoltre sembra anche avere messo assieme una squadra sbagliata, Eisath docet
    8 | Enrico il 16/12/2014 18.37.15
    didibi ha scritto:
    (...) Piuttosto tiriamo per le orecchie chi ha creato questa situazione ... e inoltre sembra anche avere messo assieme una squadra sbagliata, Eisath docet
    Il Presidentissimo???[:D][:D][:D]



      Cerca una parola nelle news:        

      Ultime 15 Notizie correlate: (Coppa del Gobbo Are slalomgigantisti )

      [02/11/2019] La Coppa del Gobbo - Cala il Sipario
      [26/10/2019] La foto più bella della scorsa stagione
      [30/08/2019] Ushuaia: tanti Azzurri e Azzurre al lavoro
      [06/08/2019] Azzurri tra Stelvio e Amneville
      [17/07/2019] Slalomgigantisti e gruppo A2 allo Stelvio
      [17/02/2019] Ad Are comincia l'avventura di Cortina 2021
      [16/02/2019] Are 2019: Stagione finita per Stefan Luitz
      [15/02/2019] Are 2019:Ultima chiamata per l'Italia degli slalom
      [15/02/2019] Are 2019: Kristoffersen castiga Hirscher
      [15/02/2019] Are 2019:Pinturault comanda il gigante su Hirscher
      [15/02/2019] Are 2019: Hirscher regolarmente al via del gigante
      [15/02/2019] Are 2019: Moelgg e De Aliprandini stanno meglio
      [14/02/2019] Are 2019: Brignone finisce con "zero tituli"
      [14/02/2019] Are 2019: Italia a caccia dell'oro di Tomba '96
      [14/02/2019] Are 2019: Vlhova storico oro in gigante, 5/a Fede

      Altre notizie di Coppa del Mondo:

      [18/11/2019] Serio infortunio per Nicole Good
      [18/11/2019] Cornelia Huetter torna sulla neve
      [18/11/2019] Michelle Gisin presenta il libro del suo oro
      [17/11/2019] Innerhofer sempre più vicino al rientro
      [17/11/2019] Semaforo verde FIS per Lake Louise
      [16/11/2019] Elena Curtoni e le sorelle Delago verso Copper
      [16/11/2019] Francesi e Svizzeri per Levi
      [16/11/2019] Operazione riuscita per Elena Fanchini
      [14/11/2019] Luce verde per la tappa di Levi
      [13/11/2019] Le 6 Azzurre per Levi, dentro Gulli
      [12/11/2019] Liensberger torna ad allenarsi con le compagne
      [12/11/2019] Casa Bode Miller si allarga: nati i due gemellini
      [12/11/2019] Solda: cancellate per maltempo le gare Fis
      [12/11/2019] Marco Schwarz ritorna in gara a Levi
      [12/11/2019] La Aloch pronta ai nastri di partenza
      [12/11/2019] I nove slalomisti azzurri per Levi
      [11/11/2019] Zinal: allenamento per 7 slalomiste
      [11/11/2019] Manuel Feller è diventato papà
      [11/11/2019] Azzurre verso gli Usa, Schnarf resta a casa
      [11/11/2019] Brignone: "A Lake Louise solo superG".
      [10/11/2019] GP Italia 2019/2020: regole e calendari
      [10/11/2019] Solda: stage per Osservati centro-sud
      [08/11/2019] Il caso Liensberger non è ancora risolto
      [08/11/2019] Manuel Osborne-Paradis tornerà nel 2020/2021
      [07/11/2019] Sofia Goggia illesa dopo un tamponamento
      [06/11/2019] Niente Killington per Alice Robinson
      [06/11/2019] Milano-Cortina 2026: il CEO sarà Novari
      [06/11/2019] Sabato i velocisti voleranno verso il Nord America
      [06/11/2019] A Lake Louise latita la neve, Copper ok
      [05/11/2019] Mario Cotelli non c'è più,se ne è andato a 76 anni
      [05/11/2019] Slalomiste e polivalenti in Val Senales
      [04/11/2019] Esce oggi in Norvegia la biografia di Svindal
      [04/11/2019] Slalomgigantisti in Val Senales
      [04/11/2019] Erik Guay entra nel board di Alpine Canada
      [04/11/2019] Paris cittadino onorario di Bormio
      [02/11/2019] La Coppa del Gobbo - Cala il Sipario

      Altre notizie Fantaski:

      [26/03/2019] La Thuile: diamo una manche al Telefono Azzurro
      [23/02/2018] Fantanotti Olimpiche - Analisi dei Giochi 2018
      [06/02/2018] Aperte le FantaOlimpiadi 2018!
      [14/12/2017] Fantaski.it disponibile anche su Telegram !
      [05/12/2017] A La Thuile stagione aperta dal 2 dicembre
      [03/11/2017] Fantaski 2018 - mercato maschile aperto fino Levi
      [05/12/2016] Aperto il primo mercato - stagione 2016/2017
      [13/11/2016] A Milano di scena il Big Air Snowboard
      [21/03/2016] La Thuile: il 9 Aprile gara per Telefono Azzurro
      [26/02/2016] La Thuile: 1/a Gara dei Sogni in favore di FISIP



     
    titoletto copyright fantaski
     baffo fantaski titoletto contatti baffo fantaski titoletto riconoscimenti