separatore
icona fisi  
 icona fantaski titoletto linguaicona italia icona bandiera italia icona bandiera svizzeraicona bandiera inglese icona bandiera inglese icona bandiera americanatitoletto tedesco icona bandiera germania icona bandiera austria icona bandiera svizzeratitoletto francia icona bandiera francia icona bandiera svizzera 
fantaski_header
icona baffo fantaski titoletto home icona baffo fantaski titoletto cosa fantaski icona baffo fantaski titoletto faq help icona baffo fantaski titoletto regolamento icona baffo fantaski titoletto forum icona baffo fantaski titoletto fotogallery  
mercoledì 20 novembre 2019 - ore 09.44 
titoletto coppa del mondo
separatore
titoletto coppa fantaski
separatore
titoletto gioca fantaski

La lancetta dello sci vicino alla riserva...

Clicca sulla foto per ingrandire
Gobbo C.
Gobbo C.
commenti 11 Commenti icona rss

Titolo un po' allarmistico, ma le gare americane offrono più di uno spunto per non lasciarsi andare troppo all'entusiasmo. Certo, davanti ad un microfono ogni buon commentatore non può che esaltarsi davanti alle superbe gare delle gigantiste azzurre che, tra le betulle di Aspen, ritrovano armonia, dolce cattiveria ed italici sorrisi...ed è altresì complicato  non sottolineare lo spirito di sacrificio dei velocisti che ogni anno, per corteggiare la Principessa Louise, duellano con pungenti aghi di ghiaccio che si infilano perfidi tra le inutili maschere del viso.

Dico subito che sono molto contento per Nicole Hosp perchè la vittoria premia l'incredibile ed inossidabile fiducia che questa ragazza ha sempre avuto in sé stessa. Nei momenti di fulgore Nicky contendeva sempre ad Anja Paerson lo sprint più bruciante delle ultime porte...ed era spesso la Hosp a prevalere! Momenti di grande fulgore per l'austriaca, ma ad Aspen  lo sci aveva bisogno di un successo della Shiffrin che non è ancora salita sul posto più alto del podio in America, perchè una vittoria avrebbe permesso allo sci di ritagliarsi uno spazio privilegiato nell'Universo Sportivo Americano, per provare ad uscire dalla nicchia in cui è relegato nonostante gli sforzi dei suoi campioni più osannati.
Bode Miller in panchina, Ligety che - a parte l'infortunio alla mano - in estate ha sudato un po' poco, Mancuso rivolta ai Mondiali, Lindsey Vonn nel limbo...resta solo la freschezza di questa giovane capace di bucare il video con le sue occhiate maliziose. Senza la vittoria non c'è spazio mediatico, purtroppo, e dall'elegante Aspen lo sci è uscito senza poter sfilare sulla passerella delle news! Peccato! Tra pochi giorni la Principessa Louise incontrerà la Regina Lindsey, ma ho l'impressione che sulla compagna di Tiger Woods le luci del red carpet si siano alquanto indebolite. Negli Stati Uniti, nazione dai costumi un po' bigotti, la compagnia del talentuoso golfista ha raccolto più di un imbarazzo, il fatto poi di non aver negato un po' di depressione hanno scalfito l'immagine di quella figura granitica e vincente che la bella Lindsey aveva saputo costruire...ed un eventuale risultato non soddisfacente in terra canadese farebbe scendere ancor più verso la zona rossa della riserva il livello di gradimento dello sci in terra Nord Americana. Viatico un po' scomodo per i Mondiali di Vail!
 
Jansrud primattore, evviva Jansrud, l'elegante ed educato norvegese, che risiede ancora nella Terra dei Fiordi e che dopo l'infortunio a Schladming aveva saputo ritrovare la leggerezza delle traiettorie sulla sua pista di Kvitfjell, primo in discesa e superg, così come nell'esordio stagionale all'ombra delle Rocky Mountains canadesi dove il tracciato gli permette di fare un superg quasi tutto in posizione! Gare spettacolari, con distacchi contenuti nello spazio di pochi centesimi, qualche carneade e pochi leaders! La Birds of Prey ci dirà presto se questa sia stata vera gloria...però la velocità, assente Svindal, difficilmente saprà trovare un atleta capace di ricoprire in questa stagione quel ruolo importante che permette a commentatori ed analisti di dire ogni volta: oggi tutti contro il favorito!
 
Paris è cresciuto molto, ha lavorato con grande qualità supportato dalla presa di coscienza di straordinarie doti umane e fisiche. La sua esplosiva agilità gli è venuta in soccorso sul salto che immette nel budello del Coach's Corner. Bello, plastico, lucido, concentrato...per me è stata la più bella immagine della due giorni canadese....

 


(mercoledì 3 dicembre 2014)



@RIPRODUZIONE RISERVATA

  • giovedì 14 novembre 2019

    Luce verde per la tappa di Levi

    sabato 2 novembre 2019

    La Coppa del Gobbo - Cala il Sipario

    sabato 26 ottobre 2019

    Robinson l'antiShiffrin vince gigante Soelden

  • sabato 26 ottobre 2019

    Fantaski Stats - Soelden 2019 - gigante femminile

    sabato 26 ottobre 2019

    Shiffrin-Robinson fanno il vuoto, 3/a Brignone

    venerdì 25 ottobre 2019

    Mikaela Shiffrin vince lo Skieur d'Or 2019

  • giovedì 24 ottobre 2019

    Soelden: Shiffrin e Ligety guidano gli USA

    venerdì 11 ottobre 2019

    Shiffrin inizia la nuova stagione da single

    giovedì 10 ottobre 2019

    Atomic Media Day con Shiffrin, Goggia e...Hirscher


    Tutt i commenti disponibili:
    1 | Admin il 03/12/2014 0.18.47
    (CONTINUA) Non mi è dispiaciuto neppure il gesto di rabbia di Inner che all'arrivo ha infilzato più volte con il suo bastoncino l'incolpevole neve aggressiva...Innerhofer sa bene quali siano i suoi limiti oggi , conosce il suo corpo, lo sta aiutando con molto rispetto, peccato essere uscito dal primo gruppo in supergigante ma quando ci sarà da salire in cattedra Gianluca Rulfi ed il suo gruppo sanno di poter contare sulla grande classe anche di Inner!
    2 | lbrtg il 03/12/2014 8.31.15
    E' vero, Carlo. Se non ci fosse Marcellino a creare "movimento" mediatico, tanto in positivo che in negativo, lo sci sarebbe in riserva. C'è bisogno di un nuovo atleta/personaggio che rilanci l'interesse non solo dal punto di vista sportivo.
    3 | Hundschopf il 03/12/2014 8.41.50
    Bell'articolo, mi è piaciuto leggerlo Certo che gli statunitensi hanno o hanno appena avuto Miller, Vonn, Ligety e Shiffrin, più la Mancuso. Grandi campioni e dalla personalità spiccata, quindi anche potenziali "personaggi". Se ancora non si sono affezionati allo sci, amen; non possiamo sperare ogni anno che uno dei loro vinca in modo da suscitare un po' di attenzione anche laggiù. Accettiamo il fatto che la CdM sia vissuta negli Usa in modo molto distratto e prendiamo le eccezioni che arrivano ogni qualche anno come regali, senza preoccuparci quando la lancetta segnerà rosso perché tanto sarà così quasi sempre
    4 | Wolf III il 03/12/2014 11.54.46
    Condivido l'articolo. Quest'anno la CdM manca di troppi atleti "scigenici" in grado di catalizzare l'attenzione del pubblico in generale e di rendere lo spettacolo sportivo appetibile. Il tutto, però, rientra nel normale susseguirsi delle cose.
    5 | leo85 il 03/12/2014 12.26.19
    Quello che dici Carlo è vero in parte...Non credo che in America funzioni molto diversamente che dal resto del Mondo (ovvio che per questo discorso non possiamo comprendere Austria e Svizzera)....ma basta pensare all'Italia....lo sci del post Tomba/Compagnoni non è ormai uno sport di nicchia? Ovvio che molto fanno le televisioni....e gli sponsor (in base a quanto vogliono investire)...In Slovenia il "fenomeno" Maze ha risollevato l'interesse per uno sport che in passato aveva regalato tante soddisfazioni (anni 90 in primis anche nel maschile!)....poi con l'andamento degli ultimi anni l'interesse pure lì era scemato. Sono sempre più le "persone" che fanno dello sci il bello e il cattivo tempo in termini di visibilità....e meno lo "sport" in se (e pensare che lo sci racchiude in se tante cose, natura, agonismo, storia, tradizioni,...)....ma in un Mondo come quello odierno è il "personaggio" insieme alla sua vita privata/e non a fare "rumore"....Quindi non mi stupisco più di tanto.[;)] Io continuo ad amare lo sci anche e soprattutto per tutto il resto![;)]
    6 | mntr86 il 03/12/2014 14.33.07
    Per quanto riguarda l'attenzione verso lo sci non si può poi dimenticare l'appeal che possono avere snowboard, freestyle, ecc...soprattutto nel pubblico giovane USA. In Europa a mio parere si tira avanti, il format della coppa del mondo a me piace così, ma è chiaro che è un format vecchio di vent'anni, e senza personaggi alla Miller, Tomba e Compagnoni non si possono pretendere miracoli.
    7 | ugo il 03/12/2014 15.32.23
    bell'articolo, ma il tono negativo infastidisce un po'. I veri appassionati amano lo sci per lo spettacolo che offre, per le sue sfide, per le emozioni che regala. Il pianto della Brem dopo la sua prima vittoria, la gioia della Brignone tornata sul podio, l'incredulità della Hosp... tutte cose per le quali è valsa la pena stare davanti alla tv durante lo scorso weekend. E' vero che Svindal o Miller mancano, ma la ruota gira e nel frattempo godiamoci lo spettacolo tecnico di Kristoffersen e Hirscher o Pinturault. Quanto alla Shiffrin che "doveva" vincere ad Aspen... che assurdità! Non credo che in Italia o nel mondo si sarebbe parlato di più di sci con Mikaela davanti a tutte.
    8 | seba92r il 03/12/2014 16.43.16
    si e no ugo... la nicchia c'è sempre, anche io mi registro le gare se non posso vederle o me le guardo in streaming magari in auto, però i grandi numeri li fa la massa, e la attiri solo con il personaggio... tomba era un personaggio perchè faceva rumore anche fuori dalle piste: miss italia, paletta e lampeggiante, ecc... un inner che ti vince 3 medaglie fa rumore (neanche tanto) ma se la stagione dopo non si ripete tutto come prima... può comparire in tutte le vetrine di intimissimi che vuole. in usa oltretutto la maggior parte della gente va solo in fresca per cui tolti gli appassionati, per la massa anche la serve chi fa scena...
    9 | Fairyking il 04/12/2014 0.10.27
    Mah non sono convinto,... mancano i personaggi? per me è importante che ci siano campioni e direi che non manchino. tutto il resto: il personaggio, la teatralità, il gossip non me ne potrebbe importare di meno. Quelli che seguono uno sport solo se c'è un campione connazionale e che faccia parlare fuori di sé dalle piste sono tifosi da bar.
    10 | seba92r il 04/12/2014 9.54.50
    lo so, però, PURTROPPO, perchè non è che faccia piacere neanche a me, avere un tomba o simile ridarebbe un po' di ossigeno economico all'ambiente...
    11 | didibi il 04/12/2014 10.37.53
    Spero che con ambiente non ti riferisca a FISI, ma a tutta la filiera che vive di sport invernali, dai produttori di articoli sportivi ad albergatori ed impiantisti. Perché più soldi girano in federazione e più persone vi gravitano e più danni abbiamo. Basta vedere come la gestione Valentino sia riuscita a dissipare le risorse ingentissime dell'era Tomba-Compagnoni consegnando ai successori un impianto che era destinato a diventare macerie nel giro di poco tempo.



      Cerca una parola nelle news:        

      Ultime 15 Notizie correlate: (Coppa del Gobbo Nicole Hosp Mikaela Shiffrin )

      [14/11/2019] Luce verde per la tappa di Levi
      [02/11/2019] La Coppa del Gobbo - Cala il Sipario
      [26/10/2019] Robinson l'antiShiffrin vince gigante Soelden
      [26/10/2019] Fantaski Stats - Soelden 2019 - gigante femminile
      [26/10/2019] Shiffrin-Robinson fanno il vuoto, 3/a Brignone
      [25/10/2019] Mikaela Shiffrin vince lo Skieur d'Or 2019
      [24/10/2019] Soelden: Shiffrin e Ligety guidano gli USA
      [11/10/2019] Shiffrin inizia la nuova stagione da single
      [10/10/2019] Atomic Media Day con Shiffrin, Goggia e...Hirscher
      [20/09/2019] Atomic Day il 10 ottobre senza però Hirscher
      [06/09/2019] Hirscher Day: le reazioni
      [15/08/2019] Mikaela Shiffrin firma per Adidas
      [29/07/2019] Mikaela Shiffrin e la casa dei sogni
      [14/05/2019] Il Team USA per la stagione 2019/2020
      [13/05/2019] Shiffrin Atleta dell'Anno per lo US Ski Team

      Altre notizie di Coppa del Mondo:

      [19/11/2019] Gigantisti al lavoro a Livigno,torna Ballerin
      [19/11/2019] Stagione finita per Charlotta Saefvenberg
      [19/11/2019] Cortina 2021:i 50 anni di Ghedina e un nuovo salto
      [19/11/2019] Slalomisti azzurri approdano a Levi
      [18/11/2019] Serio infortunio per Nicole Good
      [18/11/2019] Cornelia Huetter torna sulla neve
      [18/11/2019] Michelle Gisin presenta il libro del suo oro
      [17/11/2019] Innerhofer sempre più vicino al rientro
      [17/11/2019] Semaforo verde FIS per Lake Louise
      [16/11/2019] Elena Curtoni e le sorelle Delago verso Copper
      [16/11/2019] Francesi e Svizzeri per Levi
      [16/11/2019] Operazione riuscita per Elena Fanchini
      [14/11/2019] Luce verde per la tappa di Levi
      [13/11/2019] Le 6 Azzurre per Levi, dentro Gulli
      [12/11/2019] Liensberger torna ad allenarsi con le compagne
      [12/11/2019] Casa Bode Miller si allarga: nati i due gemellini
      [12/11/2019] Solda: cancellate per maltempo le gare Fis
      [12/11/2019] Marco Schwarz ritorna in gara a Levi
      [12/11/2019] La Aloch pronta ai nastri di partenza
      [12/11/2019] I nove slalomisti azzurri per Levi
      [11/11/2019] Zinal: allenamento per 7 slalomiste
      [11/11/2019] Manuel Feller è diventato papà
      [11/11/2019] Azzurre verso gli Usa, Schnarf resta a casa
      [11/11/2019] Brignone: "A Lake Louise solo superG".
      [10/11/2019] GP Italia 2019/2020: regole e calendari
      [10/11/2019] Solda: stage per Osservati centro-sud
      [08/11/2019] Il caso Liensberger non è ancora risolto
      [08/11/2019] Manuel Osborne-Paradis tornerà nel 2020/2021
      [07/11/2019] Sofia Goggia illesa dopo un tamponamento
      [06/11/2019] Niente Killington per Alice Robinson
      [06/11/2019] Milano-Cortina 2026: il CEO sarà Novari
      [06/11/2019] Sabato i velocisti voleranno verso il Nord America
      [06/11/2019] A Lake Louise latita la neve, Copper ok
      [05/11/2019] Mario Cotelli non c'è più,se ne è andato a 76 anni
      [05/11/2019] Slalomiste e polivalenti in Val Senales
      [04/11/2019] Esce oggi in Norvegia la biografia di Svindal

      Altre notizie Fantaski:

      [26/03/2019] La Thuile: diamo una manche al Telefono Azzurro
      [23/02/2018] Fantanotti Olimpiche - Analisi dei Giochi 2018
      [06/02/2018] Aperte le FantaOlimpiadi 2018!
      [14/12/2017] Fantaski.it disponibile anche su Telegram !
      [05/12/2017] A La Thuile stagione aperta dal 2 dicembre
      [03/11/2017] Fantaski 2018 - mercato maschile aperto fino Levi
      [05/12/2016] Aperto il primo mercato - stagione 2016/2017
      [13/11/2016] A Milano di scena il Big Air Snowboard
      [21/03/2016] La Thuile: il 9 Aprile gara per Telefono Azzurro
      [26/02/2016] La Thuile: 1/a Gara dei Sogni in favore di FISIP



     
    titoletto copyright fantaski
     baffo fantaski titoletto contatti baffo fantaski titoletto riconoscimenti