separatore
icona fisi  
 icona fantaski titoletto linguaicona italia icona bandiera italia icona bandiera svizzeraicona bandiera inglese icona bandiera inglese icona bandiera americanatitoletto tedesco icona bandiera germania icona bandiera austria icona bandiera svizzeratitoletto francia icona bandiera francia icona bandiera svizzera 
fantaski_header
icona baffo fantaski titoletto home icona baffo fantaski titoletto cosa fantaski icona baffo fantaski titoletto faq help icona baffo fantaski titoletto regolamento icona baffo fantaski titoletto forum icona baffo fantaski titoletto fotogallery  
venerdì 22 novembre 2019 - ore 18.15 
banner 120x90
titoletto coppa del mondo
separatore
titoletto coppa fantaski
separatore
titoletto gioca fantaski

La Coppa del Gobbo - E se Inner e Zeno...

Clicca sulla foto per ingrandire
Gobbo C.
Gobbo C.
commenti 2 Commenti icona rss

Pensavo che a Wengen la regia elvetica inquadrasse nella zona d'arrivo Beat Feuz ed invece nulla! Lo sfortunato campione svizzero, vincitore lo scorso anno della discesa, non si è visto. Strano, molto strano, anche perchè sono di questi giorni le notizie quanto mai rassicuranti sul brillante recupero del ginocchio infortunato che consente all'atleta un'accelerazione nei tempi della fisioterapia. Il mistero  però è stato svelato mezz'ora prima che partissero gli atleti quando è iniziato il pre-gara su di una televisione in lingua tedesca. Feuz ed il grande discesista Russi erano saliti in elicottero sino alla zona sottostante l'Hundschopf perchè qui - diceva Russi - si era creata una zona molto delicata per i discesisti, la famosa compressione che avrebbe poi tradito il norvegese Svindal. In quello spazio televisivo precedente la gara dunque i fortunati telespettatori di lingua tedesca hanno potuto seguire la lettura tecnica più importante di questa edizione  realizzando, nelle analisi di Feuz e soprattutto di Russi, come questa compressione dovesse considerarsi uno degli snodi più tecnici della gara e, chi avesse deciso di scegliere una traiettoria pochi centimetri più a destra, non sarebbe più stato in grado di resistere all'enorme forza dei propri materiali con l'inevitabile sganciamento dello sci! Solo Svindal ha pagato, solo Svindal (forse) aveva visto questa linea! Vi ho raccontato questo episodio perchè, in un momento in cui si parla di telecamerine messe sui caschi degli atleti (ma nello slalom non servono molto, meglio sarebbe trovare soluzioni per dare ai telespettatori il senso della velocità...) e siamo sempre in attesa di vedere in azione le famose fotocellule sui pali dello slalom, basterebbe prima della gara dare a tutti la possibilità di avere queste ricognizioni, affidate a gente che sa cosa raccontare e sa dove andare per segnalare i punti chiave del percorso. E' abbastanza triste vedere come, coloro che reggono le sorti dello sci alpino, non si rendano conto come il loro giocattolo stia diventando sempre più pericolosamente uno sport di nicchia. Speriamo arrivi presto nella stanza dei bottoni un giovane sveglio!

E ora parte l'applauso per Christof Innerhofer, un battimani che risale l'Eiger e tutto il gruppo della Jungfrau per andare a Murren, dove oggi Sir Arnold Lunn sorriderebbe compiaciuto e grato per l'impresa del coraggioso ragazzo di Gais. Nella mia fantasia immagino come starebbero bene assieme Zeno Colò e Christian Innerhofer, due mattacchioni, due impavidi e spericolati amanti della velocità, due ragazzacci che nella sfida con il vento - ieri ed oggi - hanno saputo trovare una bella risposta alle legittime inquietudini della vita. Zeno avrebbe preparato la sigaretta anche per Inner ed Inner si sarebbe gettato sui tracciati (allora sì erano discese "libere") seguendo il maestro senza battere ciglio! E in quanto a battute, sfottò e giudizi su tutti e tutto...ne sarebbe uscito materiale per scrivere libri! Un ragazzo altoatesino, uno toscano, anzi abetonese, due talenti fisicamente dotati, uno campione olimpico di discesa...l'altro...non ancora!

Voli fantastici a parte Wengen ha profuso emozioni a piene mani come sempre accade in questo angolo dell'Oberland dove, volendo, ci si può ancora rifugiare nella semplicità delle piccole cose, fotografie di un tempo , quando eleganti signore dalla lunga gonna e gentiluomini baffuti ramazzavano lunghe corsie di ghiaccio per agevolare la velocità degli stone nel curling, quando i bimbi sfrecciavano nelle stradine dei villaggi su piccole slitte di legno, tenendo ben saldi in alto i secchielli del latte appena munto, quando ci si incontrava camminando lentamente e...ci si salutava sorridendo!

Adesso si va a Kitzbuehel...(seconda parte)
 


(lunedì 21 gennaio 2013)



@RIPRODUZIONE RISERVATA

  • mercoledì 20 novembre 2019

    50 anni del Ghedo: la mitica spaccata a Kitz

    sabato 2 novembre 2019

    La Coppa del Gobbo - Cala il Sipario

    mercoledì 16 ottobre 2019

    Kitz: montepremi record per la 80/a edizione

  • venerdì 23 agosto 2019

    Se ne è andato a 80 anni Egon Zimmermann

    martedì 6 agosto 2019

    Kitz: un'altra gondola per Dominik Paris

    giovedì 18 luglio 2019

    Buzzi: "Punto a essere costante"

  • domenica 10 febbraio 2019

    La Coppa del Gobbo: Aksel e Lindsey, Grazie!

    lunedì 28 gennaio 2019

    Supergigante: non è facile vincere con il n.1

    lunedì 28 gennaio 2019

    Paris: "il podio dà tante soddisfazioni"


    Tutt i commenti disponibili:
    1 | Admin il 21/01/2013 22.52.01
    (seconda parte) Adesso si va a Kitzbuhel dove tutto questo non c'è!! L'evento è stato creato in maniera artificiosa e tutto ruota attorno ad un modello di ostentata mondanità che cerca di ritagliarsi un po' di spazio nel tessuto sportivo e per una settimana si illude di poter ricreare attorno alla Streif una sfida dai toni epici, gli atleti recitano il ruolo di gladiatori e si gettano sul lungo schuss d'arrivo con qualsiasi condizione meteo, poi i più bravi sono accolti nei salotti riservati, tra cibi e bevande raffinate, politici, banchieri, contesi da aristocratiche donne maliziose che si compiacciono per il privilegio di averli amici. Le luci, il Casinò, i nights, le belle ed eleganti vetrine, le case di un tempo, dove i ricchi notabili hanno capito come la Streif potesse diventare un autentico business...e così è stato! Kitz è molto bella nei giorni che precedono la discesa, ci sono testimonianze e reperti architettonici che risalgono al passaggio di Carlo Magno, poi la sera di venerdì tutto si trasforma e diventa una bolgia incontrollabile sino alle prime ore di domenica. Spero che sia una grande festa soprattutto per i nostri slalomisti, alla cui guida qui c'è un Cristian Deville che, all'ombra di questi boschi, andrà alla ricerca di quel profumo che l'anno scorso, per magìa, trasformò il suo sogno in una realtà che, forse, ancor oggi abbaglia la sua sicurezza.
    2 | lbrtg il 22/01/2013 8.19.13
    Grazie del report, Carlo. Io spero però, che le due mitiche località, pur diverse nel presentare al mondo il loro "prodotto", siano unite da un comune denominatore, il cui nome non potrebbe essere altro che................ Winnerhofer!!!![;)][:D][;)][:D]



      Cerca una parola nelle news:        

      Ultime 15 Notizie correlate: (Coppa del Gobbo Wengen Kitzbuehel )

      [20/11/2019] 50 anni del Ghedo: la mitica spaccata a Kitz
      [02/11/2019] La Coppa del Gobbo - Cala il Sipario
      [16/10/2019] Kitz: montepremi record per la 80/a edizione
      [23/08/2019] Se ne è andato a 80 anni Egon Zimmermann
      [06/08/2019] Kitz: un'altra gondola per Dominik Paris
      [18/07/2019] Buzzi: "Punto a essere costante"
      [10/02/2019] La Coppa del Gobbo: Aksel e Lindsey, Grazie!
      [28/01/2019] Supergigante: non è facile vincere con il n.1
      [28/01/2019] Paris: "il podio dà tante soddisfazioni"
      [28/01/2019] Fantaski Stats - Kitzbuhel - superg maschile
      [27/01/2019] Superg Kitz: Ferstl vince su Clarey e Paris
      [27/01/2019] Aksel Lund Svindal:"Dopo Are 2019 mi ritiro"
      [26/01/2019] Kitz: Noel beffa ancora Hirscher, sua la Ganslern
      [26/01/2019] Fantaski Stats - Kitzbuhel - discesa maschile
      [26/01/2019] Kitz: Zenhaeusern comanda lo slalom dopo la 1a

      Altre notizie di Coppa del Mondo:

      [22/11/2019] Levi, parola a Moelgg, Gross, Razzoli e Vinatzer
      [22/11/2019] Niente Lake Louise per Innerhofer e Marsaglia
      [22/11/2019] Lindsey Vonn presenta "RISE", la sua biografia
      [22/11/2019] Esce lunedì la biografia di Marcel Hirscher
      [22/11/2019] Controllo neve positivo a Killington
      [21/11/2019] Tedeschi e Austriaci per Levi: torna Schwarz
      [21/11/2019] Katharina Gallhuber torna in gara a Levi
      [20/11/2019] 50 anni del Ghedo: la mitica spaccata a Kitz
      [20/11/2019] I Norvegesi per Levi: torna Nina Loeseth
      [20/11/2019] Nor-Am Copper: doppietta per Lila Lapanja
      [20/11/2019] Matteo Marsaglia e Melesi si infortunano a Copper
      [20/11/2019] Guadagnini: "in SL è stato fatto uno step avanti"
      [20/11/2019] Tanti Azzurri a Copper.Inner ancora in dubbio
      [20/11/2019] Gruppo Coppa Europa maschile verso Trysil
      [19/11/2019] Gigantisti al lavoro a Livigno,torna Ballerin
      [19/11/2019] Stagione finita per Charlotta Saefvenberg
      [19/11/2019] Cortina 2021:i 50 anni di Ghedina e un nuovo salto
      [19/11/2019] Slalomisti azzurri approdano a Levi
      [18/11/2019] Serio infortunio per Nicole Good
      [18/11/2019] Cornelia Huetter torna sulla neve
      [18/11/2019] Michelle Gisin presenta il libro del suo oro
      [17/11/2019] Innerhofer sempre più vicino al rientro
      [17/11/2019] Semaforo verde FIS per Lake Louise
      [16/11/2019] Elena Curtoni e le sorelle Delago verso Copper
      [16/11/2019] Francesi e Svizzeri per Levi
      [16/11/2019] Operazione riuscita per Elena Fanchini
      [14/11/2019] Luce verde per la tappa di Levi
      [13/11/2019] Le 6 Azzurre per Levi, dentro Gulli
      [12/11/2019] Liensberger torna ad allenarsi con le compagne
      [12/11/2019] Casa Bode Miller si allarga: nati i due gemellini
      [12/11/2019] Solda: cancellate per maltempo le gare Fis
      [12/11/2019] Marco Schwarz ritorna in gara a Levi
      [12/11/2019] La Aloch pronta ai nastri di partenza
      [12/11/2019] I nove slalomisti azzurri per Levi
      [11/11/2019] Zinal: allenamento per 7 slalomiste
      [11/11/2019] Manuel Feller è diventato papà

      Altre notizie Fantaski:

      [26/03/2019] La Thuile: diamo una manche al Telefono Azzurro
      [23/02/2018] Fantanotti Olimpiche - Analisi dei Giochi 2018
      [06/02/2018] Aperte le FantaOlimpiadi 2018!
      [14/12/2017] Fantaski.it disponibile anche su Telegram !
      [05/12/2017] A La Thuile stagione aperta dal 2 dicembre
      [03/11/2017] Fantaski 2018 - mercato maschile aperto fino Levi
      [05/12/2016] Aperto il primo mercato - stagione 2016/2017
      [13/11/2016] A Milano di scena il Big Air Snowboard
      [21/03/2016] La Thuile: il 9 Aprile gara per Telefono Azzurro
      [26/02/2016] La Thuile: 1/a Gara dei Sogni in favore di FISIP



     
    titoletto copyright fantaski
     baffo fantaski titoletto contatti baffo fantaski titoletto riconoscimenti