separatore
icona fisi  
 icona fantaski titoletto linguaicona italia icona bandiera italia icona bandiera svizzeraicona bandiera inglese icona bandiera inglese icona bandiera americanatitoletto tedesco icona bandiera germania icona bandiera austria icona bandiera svizzeratitoletto francia icona bandiera francia icona bandiera svizzera 
icona baffo fantaski titoletto home icona baffo fantaski titoletto cosa fantaski icona baffo fantaski titoletto faq help icona baffo fantaski titoletto regolamento icona baffo fantaski titoletto forum icona baffo fantaski titoletto fotogallery  
giovedì 18 luglio 2019 - ore 10.53 
banner 120x90
titoletto coppa del mondo
separatore
titoletto coppa fantaski
separatore
titoletto gioca fantaski

La Coppa del Gobbo: Cip,cip,uccellini volano!

Clicca sulla foto per ingrandire
Gobbo C.
Gobbo C.
commenti 33 Commenti icona rss

Tante, troppe emozioni in una volta sola! Gli azzurri velocissimi, la perdita di conoscenza di Max Franz, le porte nascoste sotto i dossi, il podio di Simoncelli, il quadretto di Blardone e Ravetto (splendido), i Salomon da gigante che ritornano...! Però, che bello, non ci siamo certo annoiati e mai come in questo fine settimana ci siamo sentiti orgogliosi dei nostri atleti!

Iniziamo subito con un argomento serissimo, la caduta di Max Franz e quella porta piazzata sotto il dosso, in superg. Si dice che il giovane austriaco stia meglio, ce lo auguriamo tutti, ma la sincope da compressione carotidea che gli ha fatto perdere conoscenza dopo l'impatto con il telo c'è stata, eccome, seguita da uno stato di ipossia di una decina di secondi. Certo, Max è giovane e forte e si riprenderà presto, ma non credo che il tutto possa essere archiviato con un semplice "...sta bene, ha avuto tagli al viso, fratture al naso ed una commozione cerebrale..." Io non ho mai visto nulla di simile in più di vent'anni di telecronache. Kristian Ghedina era sulla pista e stava con Alberto Senigagliesi proprio sotto il dosso: "Quando ho visto quella porta mi sono inca..ato, mi sono ricordato subito una simile situazione in Val d'Isère, sulla O.K. quando gareggiavo ancora, avevo litigato allora e lo rifarei di nuovo! Ma come è possibile una simile miopia. Ho soccorso io per primo il croato Natko: spalla sinistra lussata e tanta rabbia in corpo. Poi ho visto cadere il tedesco Ferstl, aveva la bocca in sangue...ma scherziamo?" No, purtroppo è tutto tristemente vero! Spero che qualcuno intervenga per dare saggi consigli alla cabina di regia anche in merito a nuove scelte sulla tipologia dei pali delle porte.

Dicevo di come in pista, accanto a Ghedo, ci fosse Volpe Senigagliesi, già ottimo tecnico Rossignol e profondo conoscitore di queste nevi. Sono certo che il suo know how sia di aiuto alla squadra, come ai giovani sia utilissimo il rientro di Alberto Ghidoni. In effetti i nostri velocisti, sia qui sia a Lake Louise sono stati sempre molto rapidi, parevano volare come gli uccellini...molto più delle aquile! Qualcuno si chiederà il senso di quel "cip, cip", proverò a lanciare qualche segnale, ma non credo che lo svelerò...almeno non questa volta, credetemi però...è molto ma molto interessante!

Siamo tutti tanto fieri dei nostri uomini jet, ragazzi che Ravetto, Rulfi, Carca e tutti gli altri componenti dello staff tecnico hanno portato ad uno splendido amalgama proprio alla vigilia di due scadenze prestigiose: i mondiali di Schladming ed i giochi invernali di Sochi. Che bello commentare le vostre gare, così come quelle dei gigantisti e degli slalomisti. Da tempo non si aveva una simile compattezza e qualità di valori maschili!

Bravi anche i gigantisti a Beaver e quale gioia in tutti noi per il podio di Davide Simoncelli, solo lui può dire quanto abbia sofferto e temuto per la sua integrità di giovane uomo e quanto abbia rincorso la sua credibilità agonistica. Bravo, da seguire quale esempio per chi abbia perduto la fiducia! E bravi gli uomini della Salomon che sono andati a rispolverare nel loro patrimonio, trovando negli sci del passato intuizioni vincenti per i materiali di oggi. Complimenti! Manfred Moelgg si riscopre pieno di freschissime energie e si riappropria con pieno merito di quel ruolo di leader nelle discipline tecniche che, prima di lui, era stato di Alberto Tomba. Da applausi!

Fantastico il siparietto...(continua)


(martedì 4 dicembre 2012)



@RIPRODUZIONE RISERVATA

  • lunedì 8 luglio 2019

    Max Franz è tornato sugli sci

    lunedì 8 luglio 2019

    Max Blardone si è sposato

    mercoledì 29 maggio 2019

    Tutti i nomi dell'Austria 2019/2020

  • mercoledì 22 maggio 2019

    Max Blardone: "il progetto Giovani è innovativo"

    sabato 6 aprile 2019

    Galà della Neve Gazzetta: premitati Paris e Goggia

    venerdì 15 marzo 2019

    Il Tas revoca la squalifica di Stefan Luitz

  • domenica 3 marzo 2019

    Le 14 vittorie di Dominik Paris in coppa

    domenica 10 febbraio 2019

    La Coppa del Gobbo: Aksel e Lindsey, Grazie!

    venerdì 25 gennaio 2019

    Kitz: Max Franz stagione finita


    Tutt i commenti disponibili:
    1 | Admin il 04/12/2012 15.19.38
    (continua) Fantastico il siparietto tra Blardone e Ravetto alla partenza della seconda manche del gigante. Un colloquio fitto fitto, delicato nel suo incedere, quasi fosse tra padre e figlio, con Max attentissimo ad ogni parola e Claudio tenero e amorevole. Ad Eurosport siamo stati in silenzio ad ascoltarli, un po' imbarazzati per questa intrusione del cameraman, ma il regista è stato geniale nel proporlo! Certo che se Blardo si fosse reso conto di quanta velocità il bravo Ronconi gli aveva messo ai piedi sarebbe finito parecchio più in alto nella classifica. Dello spettacolo che Ligety offre ogni volta ne hanno già parlato in tanti, è l'unico che abbia capito il nuovo sci e che sappia sino a quali limiti della fisica poter giungere. Hirscher mi è parso un pò sotto pressione...il suo logo personale e tutto il peso del business creatogli attorno sono forse un troppo pesanti per un giovane ragazzo che rischia di non divertirsi. E sarebbe un peccato per tutti. Cip, cip, gli uccellini volano...e vedono!
    2 | franz62 il 04/12/2012 16.09.52
    Probabilmente quelli della FiS danno retta a certe teste di czzo che guardando la TV si emozionano e divertono vedendo cosa succede con una porta cieca sotto un dosso.
    3 | lbrtg il 04/12/2012 16.49.17
    I risultati dei nostri atleti, all fine, ti danno ragione Carlo. Sei stato uno dei pochi ad avere SEMPRE fiducia su di loro. E loro ti hanno ripagato.[:D] Si vede che li conosci proprio bene!
    4 | didibi il 04/12/2012 17.56.48
    franz62 ha scritto:
    Probabilmente quelli della FiS danno retta a certe teste di czzo che guardando la TV si emozionano e divertono vedendo cosa succede con una porta cieca sotto un dosso.
    la o le porte cieche le hanno viste tutti in ricognizione; in tv alle interviste pre-gara alcuni atleti (io ho sentito Svindal) lo hanno anche detto chiaramente che bisognava saper rischiare ma anche togliere velocità in alcuni passaggi e usare la testa; inoltre si può anche presentare reclamo contro la tracciatura, ma nessuno ha detto nulla - ovviamente solo fino a dopo gli incidenti
    5 | Admin il 04/12/2012 18.05.53
    credo comunque che tra le righe il buon Carlo voglia anche parlare d'altro...qualche segretuccio dei nostri azzurri...
    6 | TheMustang100 il 04/12/2012 18.15.42
    Magari l'Austria ha fatto reclamo contro se stessa, visto che ha tracciato l'austriaco Schaffer...[:D][:D][:D]
    7 | franz62 il 04/12/2012 18.47.12
    didibi ha scritto:
    franz62 ha scritto:
    Probabilmente quelli della FiS danno retta a certe teste di czzo che guardando la TV si emozionano e divertono vedendo cosa succede con una porta cieca sotto un dosso.
    la o le porte cieche le hanno viste tutti in ricognizione; in tv alle interviste pre-gara alcuni atleti (io ho sentito Svindal) lo hanno anche detto chiaramente che bisognava saper rischiare ma anche togliere velocità in alcuni passaggi e usare la testa; inoltre si può anche presentare reclamo contro la tracciatura, ma nessuno ha detto nulla - ovviamente solo fino a dopo gli incidenti
    Penso che sia sempre così...ci mancherebbe che gli atleti si facciano sentire per una porta cieca...stai lì e ti studi la linea, poi si vedono i risultati pensando anche a Lazinger. Io credo che qualcosa si debba fare, come ho già detto ai miei tempi la sicurezza stava a zero ma con i palacci di legno se c'era un dosso si alzava la porta per farla vedere, per cui non starei neanche a discutere se una porta si deve vedere o meno a cento all'ora....sai benissimo che su 80 basta che in due sbaglino la linea di mezzo metro e ci può scappare il morto per una czzta. Poi se volete continuate a scaricare le responsabilità, tanto che mi frega...io guardo la TV, mica scendo[:D]
    8 | jos235 il 04/12/2012 20.30.13
    la penso anch'io un pò come Franz. A prescindere che sappia usare la testa o meno l'atleta può sbagliare, se in gara fossero tutti sempre capaci di tenere la traiettoria ideale sarebbero tutti primi parimerito e non ci sarebbero mai uscite.. non ci vuol poi molto a capire che se sbagli in un punto come quello lì sono cavoli amari. E' che faccio fatica a concepire che una porta cieca a 100 allora possa avere un'utilità tale da giustificare simili rischi. Televisivamente parlando non mi pare che cambi poi granchè, mentre d'altro canto è vero che bisogna essere bravi ad interpretarlo e che non si possono eliminare tutti i passaggi difficili dalle gare (oltre ad una ragionevole componente di rischio) altrimenti svuotiamo lo sci di ogni significato. Però secondo me restano altre strade per tracciare un superg difficile, senza doversi prendersi rischi del genere. Sono d'accordo comunque con Didibi che se Senigagliesi era sulla stessa linea di idee dell'incazzato Ghedina, doveva subito far reclamo per la tracciatura, visto che non l'ha fatto implicitamente ha accettato (così come tutti gli altri allenatori) l'operato del tracciatore che quindi non può essere considerato l'unico colpevole e capro espiatorio di tutta la vicenda. Se miopia c'è, si tratta di una miopia un pò generale. (Tutto questo per fare un pò di sani discorsi da telespettatore da divano [:D], sempre pronto a criticare a posteriori come se tutto fosse facile [:D])
    9 | emanueza il 04/12/2012 23.44.37
    gli spunti offerti da Carlo sono sempre molto interessanti e le analogie col passato sembrano un ciclico riproporsi di situazione e avvenimenti già visti sotto altri punti di vista ma iniziamo in ordine sparso: LIGETY: la tecnica è figlia dei materiali ma solo i grandi campioni la sanno scoprire. Quando vinci 2 gare con un distacco del genere e fai il miglior tempo in 3 delle 4 manches agli altri non resta che gareggiare per il secondo posto...in questo momento LIGETY FA UN ALTRO SPORT! HIRSCHER: sotto pressione? ricordate un certo Alberto Tomba nella stagione 1988/89 quella dei mondiali di Vail? L'Austria ha ritrovato dopo anni un eroe nazionale che ha saputo riportare in patria la sfera di cristallo che mancava dal 2006. Il personaggio ha saputo muovere sul mercato cifre spaventose ma ora viene il difficile e cioè riconfermarsi. Un certo Enzo Ferrari usava dire: QUANDO SEI IL NUMERO 1 PUOI SOLO PERDERE DISCIPLINE VELOCI: perchè nelle gare veloci non esiste tra i giudici un consulente/ex-atleta con mansioni di responsabile alla sucurezza sul modello di ciò che accade negli sport motoristici?un personaggio alla Franco Uncini per il motomoondiale? UN ESEMPIO MOELGG: il suo materiale, ed in particolar modo lo scarpone (plastica "neutra" che rimane costante nelle prestazioni pur se esopsta a temperature diverse) si adattano perfettamente alla sua sciata. L'ultima stagione nella quale era andato forte tra le porte larghe è stato l'inverno 2007/08...vinse la coppetta di Slalom e arrivò terzo nella classifica di Gigante....fatalità in quella stagione il raggio minimo degli sci passava dai 21 metri a 27 metri...PURA CASUALITA'? SIMONCELLI: il suo risultato ha del miracoloso...interprete sublime della disciplina tra le porte larghe frenato da una schiena ballerina e poi da una serie di infortuni a raffica che3 ne hanno pesantemente condizionato il rendimento in questi anni ora torna a sorridere sul podio...in una parola...COMMOVENTE INNERHOFER: la maturità della raggiunta consapevolezza che per mantenersi ad alto livello è necessario mettersi sempre in gioco e confrontarsi su tutti i fronti...atletico, tecnico, tecnolocico....la ricerca e lo sviluppo vanno avanti e gli atleti hanno capito che non possono limitare le loro prestazioni e di conseguenza i loro risultati ricorrendo privatamente anche ad allenamenti personalizzati, cure fisioterapiche specialistiche e altro. UN CAMPIONE Immagine:

    111,42 KB
    10 | jos235 il 05/12/2012 9.32.53
    emanueza ha scritto:
    gli spunti offerti da Carlo sono sempre molto interessanti e le analogie col passato sembrano un ciclico riproporsi di situazione e avvenimenti già visti sotto altri punti di vista ma iniziamo in ordine sparso: LIGETY: la tecnica è figlia dei materiali ma solo i grandi campioni la sanno scoprire. Quando vinci 2 gare con un distacco del genere e fai il miglior tempo in 3 delle 4 manches agli altri non resta che gareggiare per il secondo posto...in questo momento LIGETY FA UN ALTRO SPORT! HIRSCHER: sotto pressione? ricordate un certo Alberto Tomba nella stagione 1988/89 quella dei mondiali di Vail? L'Austria ha ritrovato dopo anni un eroe nazionale che ha saputo riportare in patria la sfera di cristallo che mancava dal 2006. Il personaggio ha saputo muovere sul mercato cifre spaventose ma ora viene il difficile e cioè riconfermarsi. Un certo Enzo Ferrari usava dire: QUANDO SEI IL NUMERO 1 PUOI SOLO PERDERE DISCIPLINE VELOCI: perchè nelle gare veloci non esiste tra i giudici un consulente/ex-atleta con mansioni di responsabile alla sucurezza sul modello di ciò che accade negli sport motoristici?un personaggio alla Franco Uncini per il motomoondiale? UN ESEMPIO MOELGG: il suo materiale, ed in particolar modo lo scarpone (plastica "neutra" che rimane costante nelle prestazioni pur se esopsta a temperature diverse) si adattano perfettamente alla sua sciata. L'ultima stagione nella quale era andato forte tra le porte larghe è stato l'inverno 2007/08...vinse la coppetta di Slalom e arrivò terzo nella classifica di Gigante....fatalità in quella stagione il raggio minimo degli sci passava dai 21 metri a 27 metri...PURA CASUALITA'? SIMONCELLI: il suo risultato ha del miracoloso...interprete sublime della disciplina tra le porte larghe frenato da una schiena ballerina e poi da una serie di infortuni a raffica che3 ne hanno pesantemente condizionato il rendimento in questi anni ora torna a sorridere sul podio...in una parola...COMMOVENTE INNERHOFER: la maturità della raggiunta consapevolezza che per mantenersi ad alto livello è necessario mettersi sempre in gioco e confrontarsi su tutti i fronti...atletico, tecnico, tecnolocico....la ricerca e lo sviluppo vanno avanti e gli atleti hanno capito che non possono limitare le loro prestazioni e di conseguenza i loro risultati ricorrendo privatamente anche ad allenamenti personalizzati, cure fisioterapiche specialistiche e altro. UN CAMPIONE Immagine:

    111,42 KB
    ma Pinturicchio proprio non se lo calcola nessuno [:246]
    11 | franz62 il 05/12/2012 9.49.58
    Già è arrivato anche Pinturicchio, deve solo calare un pelo la forma di Ligety e salire quella degli altri, i distacchi sono alti ma se cala la forma anche Ligety ne prende di più da se stesso rispetto agli altri sci per cui si ritrova gli avversari sulle orecchie. [:D]
    12 | balineuve il 05/12/2012 13.29.29
    Infatti ...... non dimentichiamoci che anche l'anno scorso alle prime gare Ligety era nettamente il più forte ...... poi abbaim visto come è finita la stagione del GS con Hirscher dominatore ...... per me già in Val d'isere o in Alta badia potrebbe vincere qualcun'altro.
    13 | brunodalla il 05/12/2012 16.49.21
    pinturicchio quando avrà vinto la metà di quello che ha vinto hirscher o ligety (parlo di gare vere, non quelle dell'oratorio) potremo dire che è un campione. sai quanti ne ho visti che sciano bene e non vincono?
    14 | franz62 il 05/12/2012 17.16.24
    Giusto perché è Francese e va sempre bene prenderli per il kulo[:D] comunque non lo vedo così scarso, vedremo cosa combinerà per fine carriera...anche quel pistola di Ligety fa ridere rispetto a Ingo eppure non è così scarso come dicono i numeri[:D]
    15 | brunodalla il 05/12/2012 17.22.41
    ingo non conta, è fuori classifica[:D][;)]
    16 | emanueza il 05/12/2012 20.09.56
    brunodalla ha scritto:
    pinturicchio quando avrà vinto la metà di quello che ha vinto hirscher o ligety (parlo di gare vere, non quelle dell'oratorio) potremo dire che è un campione. sai quanti ne ho visti che sciano bene e non vincono?
    ve lo ricordate l'austriaco Heinz Schilchegger? ps:non riesco a caricare la foto nel mio post precedente
    17 | franz62 il 05/12/2012 21.13.58
    [:246]parlate di un '91 come se fosse quasi a fine carriera...per ora a parità di età avrà vinto quanto se non più di Ligety...poi si vedrà.
    18 | brunodalla il 05/12/2012 22.16.39
    ma è più che ovvio che è uno forte. per adesso, a parità di età, ligety ha vinto di più, poi si vedrà[;)] dico solo di aspettare che di gigante ne vinca almeno prima di celebrarlo[;)]
    19 | jos235 il 05/12/2012 22.56.34
    Io più che altro intendevo sottolineare che per uno che ha rimesso gli sci da poco più di un mese, per il risultato che ha ottenuto almeno un cenno per quanto riguarda questa gara specifica forse se lo meritava, se invochiamo il miracolo per Simoncelli (e non è mica per sminuire Simoncelli). Comunque non che sia particolarmente tifoso di Pinturicchio, quindi fate come c***o vi pare e amen [:D]
    20 | franz62 il 06/12/2012 6.31.00
    jos invece di seminare zizzania, metti i risultati ottenuti entro i 21 anni dall'americano e dal franzoso[:D]
    21 | jos235 il 06/12/2012 9.27.15
    dunque Ligety dovrebbe aver compiuto 22 anni nell'agosto 2006. S'è salvato in extremis vincendo l'inverno precedente la combinata olimpica a Bormio e il gigante di Coppa del Mondo a Yong Pyong. Una mezzasega insomma.. [:246]
    22 | franz62 il 06/12/2012 9.34.31
    È il pippone di Francia? Solo il parallelo? Allora non va avanti[:D]
    23 | jos235 il 06/12/2012 9.34.34
    Pinturault una vittoria, cinque secondi ed un terzo. Però bisogna dire che la vittoria è nel City Event ed uno dei secondi è una SC. Una mezzaseghissima insomma [:246] P.S.: i numeri possono contenere una notevole percentuale di errore dovuto al fatto che è mattina, e vado anche con una certa fretta [:D]
    24 | franz62 il 06/12/2012 9.46.16
    In effetti tutti quei secondi posti a 21 anni compiuti stonano...un perdente[:D]
    25 | TheMustang100 il 06/12/2012 11.37.06
    brunodalla ha scritto:
    pinturicchio quando avrà vinto la metà di quello che ha vinto hirscher o ligety (parlo di gare vere, non quelle dell'oratorio) potremo dire che è un campione. sai quanti ne ho visti che sciano bene e non vincono?
    Pinturault è un Fenomeno, conta niente il palmares![:D] Per come scia bisogna celebrarlo già adesso!
    26 | kaiser il 06/12/2012 12.11.55
    Ma che kaiser è sto cip cip?????? [:D]
    27 | TheMustang100 il 06/12/2012 12.32.37
    In termini di precocità non c'è confronto a vantaggio del fracesino, comunque rifare i conti Jos![:246] Bisogna vedere entro il 21° anno come aveva scritto l'asino[:D]: il successo di Ping-Pong di Ligety sparisce![:D] Pinturault non ha ancora raggiunto i 22, casomai se ne riparlerà a marzo[;)] Fa doppietta sto WE e cambia tutto, c'ha 3 mesi e mezzo per rimpolpare un palmares comunque già importantissimo per un '91!!! A dirla tutta, infine, a voler fare (tanto per) un confronto sfasato (visto che non siamo a fine marzo): Pinturicchio 2 volte 2° in gigante a Kranjska Gora, 1 volta a Soelden, 1 a Schladming in SuperG, 3° sempre a Kranjska Gora in slalom; lo statunitense la spunta nel gigante al fotofinish in Corea. Chi vince? Senza considerare che di mezzo ci sono centesimi di secondo: 2 in meno per Pinturault a Kranjska Gora nel 2011 (a 19 anni), 4 in più per un Ligety 21enne a Ping-Pong (il 4° prendeva 4", il 10° 50") ed il gioco è fatto: 1 vittoria per il francese e Ligety nemmeno a podio entro i 22 anni![:D][:D][:D] P.S.: Parallelo, supercombinata (Piturault) e combinata (Ligety) a latere.
    28 | Gobbo Carlo il 06/12/2012 13.17.41
    ...ciao Kaiser,..un caro saluto a tutti!! Cip, cip..vuole essere un piccolo ed innocuo richiamo alle complicità che si intersecano nell'agonismo di Coppa e che portano alla luce - seppur in maniera discreta - piccoli e grandi segreti legati ai materiali di gara !! Il riferimento riguarda questo avvio di stagione ..., non c'è nulla di peccaminoso..., solo un cinguettìo ..per dire come in questo Circo Bianco ci sia sempre qualcuno che vede, .osserva con attenzione ..e racconta agli amici. Di più non posso dire..., neppure sotto tortura!!!
    29 | kaiser il 06/12/2012 14.02.06
    Gobbo Carlo ha scritto:
    ...ciao Kaiser,..un caro saluto a tutti!! Cip, cip..vuole essere un piccolo ed innocuo richiamo alle complicità che si intersecano nell'agonismo di Coppa e che portano alla luce - seppur in maniera discreta - piccoli e grandi segreti legati ai materiali di gara !! Il riferimento riguarda questo avvio di stagione ..., non c'è nulla di peccaminoso..., solo un cinguettìo ..per dire come in questo Circo Bianco ci sia sempre qualcuno che vede, .osserva con attenzione ..e racconta agli amici. Di più non posso dire..., neppure sotto tortura!!!
    Chiederò a Manfred! [:D]
    30 | sellata il 06/12/2012 14.11.29
    In bocca al lupo a Borsotti
    31 | Gobbo Carlo il 06/12/2012 18.56.15
    ....incrociamo le dita e ..tutto il resto per Giò!! Dopo l'infortunio a Casse sarebbe diabolico che anche Borsotti si dovesse fermare!! Scusate se vi faccio perdere un pò di tempo, vorrei tornare sull'incidente a Max Franz e al collegamento che il nostro Franz ha fatto con lo sfortunato Lanzinger. Ricordo molto bene il tratto della pista di Kvitfjell dove Mathias cadde in superg e la porta contro la quale andò a sbattere.Le immagini furono drammatiche e quella gamba sinistra che penzolava come fosse una marionetta!!I soccorsi furono IGNOBILI!!, non c'era l'elicottero idoneo al trasporto,..andarono a Lillehammer ma non c'era il personale per la Tac,..andarono ad Oslo..!!L'amputazione della gamba pesa sulla coscienza dei soccorsi norvegesi.!! Il giorno della gara però, quando Hujara vide la tracciatura del francese Sorrel, chiamò i capisquadra e chiese loro se fossero d'accordo con la tracciatura e soprattutto con la velocità che si sarebbe sviluppata proprio nella sezione in cui cadde Lanzinger.Nessuno fece delle rimostranze ed Hujara mise a verbale il tutto! Questo per dire come non sempre tecnici, allenatori e responsabili vari siano in grado di valutare la pericolosità di una tracciatura. Certo, il beneficio del dubbio deve essere loro riconosciuto,...ma la l'esperienza del passato dovrebbe essere un elemento da tenere sempre in considerazione per cui a Beaver Creek ,...QUELLA PORTA NON DOVEVA ESSERE TRACCIATA ED IL RESPONSABILE FIS DOVEVA INTERVENIRE PER MODIFICARLA....
    32 | TheMustang100 il 08/12/2012 18.19.58
    TheMustang100 ha scritto:
    In termini di precocità non c'è confronto a vantaggio del fracesino, comunque rifare i conti Jos![:246] Bisogna vedere entro il 21° anno come aveva scritto l'asino[:D]: il successo di Ping-Pong di Ligety sparisce![:D] Pinturault non ha ancora raggiunto i 22, casomai se ne riparlerà a marzo[;)] Fa doppietta sto WE e cambia tutto, c'ha 3 mesi e mezzo per rimpolpare un palmares comunque già importantissimo per un '91!!! A dirla tutta, infine, a voler fare (tanto per) un confronto sfasato (visto che non siamo a fine marzo): Pinturicchio 2 volte 2° in gigante a Kranjska Gora, 1 volta a Soelden, 1 a Schladming in SuperG, 3° sempre a Kranjska Gora in slalom; lo statunitense la spunta nel gigante al fotofinish in Corea. Chi vince? Senza considerare che di mezzo ci sono centesimi di secondo: 2 in meno per Pinturault a Kranjska Gora nel 2011 (a 19 anni), 4 in più per un Ligety 21enne a Ping-Pong (il 4° prendeva 4", il 10° 50") ed il gioco è fatto: 1 vittoria per il francese e Ligety nemmeno a podio entro i 22 anni![:D][:D][:D] P.S.: Parallelo, supercombinata (Piturault) e combinata (Ligety) a latere.
    Et woilà... Ligety superato!
    33 | didibi il 10/12/2012 10.50.47
    Gobbo Carlo ha scritto: Il giorno della gara però, quando Hujara vide la tracciatura del francese Sorrel, chiamò i capisquadra e chiese loro se fossero d'accordo con la tracciatura e soprattutto con la velocità che si sarebbe sviluppata proprio nella sezione in cui cadde Lanzinger.Nessuno fece delle rimostranze ed Hujara mise a verbale il tutto! Questo per dire come non sempre tecnici, allenatori e responsabili vari siano in grado di valutare la pericolosità di una tracciatura. Certo, il beneficio del dubbio deve essere loro riconosciuto,...ma la l'esperienza del passato dovrebbe essere un elemento da tenere sempre in considerazione per cui a Beaver Creek ,...QUELLA PORTA NON DOVEVA ESSERE TRACCIATA ED IL RESPONSABILE FIS DOVEVA INTERVENIRE PER MODIFICARLA....
    ricordi bene i fatti di Kvittfjell e Sorel vista la osticità della pista tutti i giorni delle libere dopo le prove scendeva a studiare la pista per capire dove piffero tracciare; non si può certo dire che avesse preso sottogamba il suo compito; inoltre mi ricordo che qualcuno aveva anche ripreso Hujara che chiedeva agli allenatori se era il caso di cambiare la porta per quanto riguarda il tuo urlo ti ricordo che la tracciatura del Super G in CdM viene si fatto di concerto con il direttore di gara (nel nostro caso Schmalzl), ma che eventuali cambiamenti spettano alla giuria e non ad un singolo 8quello che tu chiami genericamente responsabile Fis), ma comunque possono intervenire anche i capi squadra (vi sono apposta i liaison coaches uno di cui a Beaver Creek era il nostro Rinaldi che possono per le vie brevi intervenire presso la giuria senza tanti formalismi); sappiamo tutti che se la giuria interviene a cambiare la tracciatura motu proprio e poi p.e. vanno male gli italiani qua ma anche in tv si direbbe che la colpa è di Hujara o Skaardal che sono intervenuti per penalizzare esclusivamente i nostri che con la tracciatura originale avrebbero piazzato dieci atleti ai primi cinque posti [;)]



      Cerca una parola nelle news:        

      Ultime 15 Notizie correlate: (Coppa del Gobbo Max Franz Davide Simoncelli Max Blardone Kristian Ghedina Beaver Creek Alberto Senigagliesi )

      [08/07/2019] Max Franz è tornato sugli sci
      [08/07/2019] Max Blardone si è sposato
      [29/05/2019] Tutti i nomi dell'Austria 2019/2020
      [22/05/2019] Max Blardone: "il progetto Giovani è innovativo"
      [06/04/2019] Galà della Neve Gazzetta: premitati Paris e Goggia
      [15/03/2019] Il Tas revoca la squalifica di Stefan Luitz
      [03/03/2019] Le 14 vittorie di Dominik Paris in coppa
      [10/02/2019] La Coppa del Gobbo: Aksel e Lindsey, Grazie!
      [25/01/2019] Kitz: Max Franz stagione finita
      [21/01/2019] La Coppa del Gobbo - Non Esiste L'Impossibile
      [24/12/2018] La Coppa del Gobbo - La calda neve
      [13/12/2018] Gardena: Franz davanti in 2/a prova, 12/o Paris
      [13/12/2018] La Fis pronta ad emettere sentenza caso Luitz
      [02/12/2018] Fantaski Stats - Beaver Creek - gigante maschile
      [02/12/2018] Luitz, torna da infortunio e vince

      Altre notizie di Coppa del Mondo:

      [17/07/2019] Swiss-ski,nuovo DT: Berthod e Reusser in corsa
      [17/07/2019] Slalomgigantisti e gruppo A2 allo Stelvio
      [16/07/2019] Aderlass: alleggerita posizione Hannes Reichelt
      [16/07/2019] Fisi Trentino incontra Gruppi Militari
      [16/07/2019] Ligety: "mi concentrerò sul gigante"
      [16/07/2019] Menghini commissario per Comitato AA
      [15/07/2019] Squadra C tra Stelvio (donne) e Formia (uomini)
      [14/07/2019] I programmi estivi della nazionale francese
      [14/07/2019] Julia Mancuso è diventata mamma!
      [11/07/2019] Fisi Alto Adige commissariata
      [10/07/2019] Gruppo Osservati al lavoro allo Stelvio
      [09/07/2019] FA Consulting gestirà l'immagine di Ema Buzzi
      [09/07/2019] Hanna Schnarf: "proseguirò solo se al 100%"
      [09/07/2019] Hirscher svelerà il suo futuro il 6 agosto
      [08/07/2019] Max Franz è tornato sugli sci
      [08/07/2019] Max Blardone si è sposato
      [08/07/2019] Le polivalenti allo Stelvio per 4 giorni
      [07/07/2019] Si ritira il canadese Phil Brown
      [05/07/2019] Buzzi, Fill, Casse e Marsaglia allo Stelvio
      [05/07/2019] Thomas Dressen è tornato sugli sci
      [05/07/2019] Rossel e Puyol coordineranno la Coppa Europa
      [05/07/2019] Gruppo Coppa Europa ad Amneville
      [05/07/2019] Roda: "Sestriere meritava l'opportunità della CdM"
      [03/07/2019] Comitato FVG: ecco le squadre 2019/2020
      [03/07/2019] Intervento per Ragnhild Mowinckel
      [02/07/2019] ARD: Maria Riesch lascia il posto a...Neureuther?
      [02/07/2019] Alpi Centrali: le squadre di comitato 2019/2020
      [01/07/2019] Milano:2 giorni di confronto tra i tecnici azzurri
      [28/06/2019] Nuovi ingressi nei Centro Sportivo Carabinieri
      [27/06/2019] JB Grange: "amo allenarmi e gareggiare"
      [26/06/2019] Stelvio: secondo giorno di raduno delle Azzurre
      [26/06/2019] Manuel Feller sarà papà
      [26/06/2019] Emanuele Buzzi è tornato sugli sci
      [25/06/2019] Il DT Cattin lascia Swiss-ski
      [25/06/2019] Roda:"Occasione per rilanciare gli sport invernali
      [24/06/2019] Goggia: "2026, per me forse l'ultima Olimpiade".

      Altre notizie Fantaski:

      [26/03/2019] La Thuile: diamo una manche al Telefono Azzurro
      [23/02/2018] Fantanotti Olimpiche - Analisi dei Giochi 2018
      [06/02/2018] Aperte le FantaOlimpiadi 2018!
      [14/12/2017] Fantaski.it disponibile anche su Telegram !
      [05/12/2017] A La Thuile stagione aperta dal 2 dicembre
      [03/11/2017] Fantaski 2018 - mercato maschile aperto fino Levi
      [05/12/2016] Aperto il primo mercato - stagione 2016/2017
      [13/11/2016] A Milano di scena il Big Air Snowboard
      [21/03/2016] La Thuile: il 9 Aprile gara per Telefono Azzurro
      [26/02/2016] La Thuile: 1/a Gara dei Sogni in favore di FISIP



     
    titoletto copyright fantaski
     baffo fantaski titoletto contatti baffo fantaski titoletto riconoscimenti