separatore
icona fisi  
 icona fantaski titoletto linguaicona italia icona bandiera italia icona bandiera svizzeraicona bandiera inglese icona bandiera inglese icona bandiera americanatitoletto tedesco icona bandiera germania icona bandiera austria icona bandiera svizzeratitoletto francia icona bandiera francia icona bandiera svizzera 
icona baffo fantaski titoletto home icona baffo fantaski titoletto cosa fantaski icona baffo fantaski titoletto faq help icona baffo fantaski titoletto regolamento icona baffo fantaski titoletto forum icona baffo fantaski titoletto fotogallery  
giovedì 19 settembre 2019 - ore 21.21 
titoletto coppa del mondo
separatore
titoletto coppa fantaski
separatore
titoletto gioca fantaski

Cuche su tutti a Lake Louise, deludono gli azzurri

Clicca sulla foto per ingrandire
Vai al profilo di Cuche D.
commenti 17 Commenti icona rss
Chi ben comincia è a metà dell'opera. Didier Cuche mette il sigillo nella prima discesa libera della stagione di coppa del mondo sulle nevi di Lake Luoise. Il “vecchietto” del circo bianco dopo aver chiuso la scorsa stagione portandosi a casa la coppetta di specialità, mette da subito in chiaro le cose con quanti vorrebbero strappargli quell'ambito trofeo nella stagione priva di mondiale ed olimpiade ad iniziare proprio dal suo collega Carlo Janka, oggi finito molto lontano. In una giornata grigia contraddistinta da un fastidioso nevischio la squadra scudo-crociata si regala comunque due terzi di podio: accanto a Cuche, sul secondo gradino sale il giovane emergente Beat Feuz, bravo quanto il ben più titolato compagno di squadra, ma incapace di rosicchiarli quei sei centesimi di ritardo finale. Alle spalle degli svizzeri, gli acerrimi avversari austriaci orfani da quest'anno di quel Michael Walchhofer, ritiratosi a vita più tranquilla. Sul terzo gradino del podio sale, a sorpresa Hannes Reichelt, partito con il pettorale 45, quando i giochi sembravano ormai fatti per tutti, facendo tremare fino all'ultimo le gambe ai due elvetici e rimanendo alle loro spalle per soli due centesimi. Quarto e quinto posto ancora biancorosso: Romed Baumann e Klaus Kroell staccati rispettivamente di 35 e 47 centesimi. Altra coppia ad inseguire quella transalpina targata Adrien Theaux e Johan Clarey, sesti a pari tempo che precedono la sorpresa austriaca Joachim Puchner e quella vecchia volpe di Bode Miller. Una classifica che rispecchia a grandi linee i valori della scorsa stagione, per una discesa, quella canadese, ideale per aprire una nuova stagione di coppa. In tutto questo però c'è purtroppo una nota stonata: l'assenza dei colori azzurri tra i top10. Giornata, infatti, da dimenticare per i ragazzi di Claudio Ravetto alle prese ancora con problemi di testa, fisici e di materiali. Il migliore è Dominik Paris, tredicesimo: bella prova la sua, ma non sufficiente per chiudere tra i top10. In difficoltà sono apparsi, invece, Peter Fill (33/o) troppo sulla difensiva e Christof Innerhofer (23/o), ancora non al meglio della forma dopo la botta rimediata in allenamento i giorni scorsi e su una pista per altro non molto amata dall'altoatesino. Naufragano anche Marsaglia, Casse e Patscheider, mentre non riesce ad uscire dal tunnel buio in cui è caduto Werner Heel (49/o). Il finanziere della Val Passiria, dopo i noti problemi di materiali accusati lo scorso anno, rimedia ancora abissali distacchi pur sciando bene. Una situazione alquanto inspiegabile alla quale però bisogna al più presto porre dei rimedi. Domani appuntamento ancora con la velocità, con il superG (ore 19), sperando anche in una risposta immediata da parte dei nostri ragazzi, dopo la deludente giornata odierna.
(sabato 26 novembre 2011)





Lake Louise | Discesa Libera | 26.11.2011 - 19.30

bandierafoto sciatore
1:47.28
+0.06s
4. Romed Baumann (GER) +0.35s
5. Klaus Kroell (AUT) +0.47s
6. Johan Clarey (FRA) +0.63s
6. Adrien Theaux (FRA) +0.63s
8. Joachim Puchner (AUT) +0.68s
9. Bode Miller (USA) +0.73s
10. Georg Streitberger (AUT) +0.78s
11. Kjetil Jansrud (NOR) +0.98s
12. Jan Hudec (CZE) +1.05s
13. Dominik Paris (ITA) +1.08s
14. Aksel Lund Svindal (NOR) +1.25s
15. Yannick Bertrand (FRA) +1.31s
16. Andreas Sander (GER) +1.39s
17. Ambrosi Hoffmann (SUI) +1.41s
17. David Poisson (FRA) +1.41s
19. Andreas Romar (FIN) +1.43s
20. Marc Gisin (SUI) +1.45s
21. Benjamin Raich (AUT) +1.48s
22. Hans Olsson (SWE) +1.52s
23. Christof Innerhofer (ITA) +1.56s
24. Marco Sullivan (USA) +1.60s
25. Robbie Dixon (CAN) +1.62s
25. Max Franz (AUT) +1.62s
27. Travis Ganong (USA) +1.63s
28. Carlo Janka (SUI) +1.64s
29. Silvan Zurbriggen (SUI) +1.65s
30. Guillermo Fayed (FRA) +1.68s

@RIPRODUZIONE RISERVATA

  • lunedì 16 settembre 2019

    Atleta dell'anno FISI: in lizza Paris e Wierer

    lunedì 16 settembre 2019

    Velocisti e slalomisti rientrano da Ushuaia

    mercoledì 21 agosto 2019

    La Thuile ai nastri di partenza per la coppa

  • venerdì 16 agosto 2019

    I velocisti partono il 19 per Ushuaia

    martedì 6 agosto 2019

    Kitz: un'altra gondola per Dominik Paris

    mercoledì 29 maggio 2019

    Azzurri: il programma estivo degli allenamenti

  • martedì 30 aprile 2019

    Squadre FISI maschili 2019/2020: cosa cambia?

    lunedì 29 aprile 2019

    Le squadre maschili FISI per la stagione 2019/2020

    venerdì 12 aprile 2019

    A Prowinter la FISI celebra i suoi campioni


    Tutt i commenti disponibili:
    1 | emanueza il 26/11/2011 22.22.34
    questi purtroppo per noi sono i valori di Casa Italia...già a Beaver Creek potremmo vedere qualcosa di meglio come pure potrebbe essere a Bormio e su altre piste particolamente "muscolari"...ma quando entra in gioco la pura scorrevolezza... ps:oggi l'Austria ne ha messi 5 nei primi 10 (3-4-5-7-10)...prendiamo in esame la gara di Kroell e facciamo un raffronto tra tempi parziali, velocità media e velocità di punta soprattutto l'ultimo tratto
    2 | draghetto il 26/11/2011 22.29.22
    L'Austria ha molti giovani promettenti, potrebbe tornare a dominare la discesa. Nei primi 7 solo 3 squadre rappresentante (Svizzera-Austria-Francia).
    3 | lbrtg il 26/11/2011 22.43.25
    Ha ragione Savio. Quello che più preoccupa è la situazione di Werner Heel. Praticamente indecifrabile.
    4 | larousse il 26/11/2011 23.13.18
    forse le altre nazioni hanno anche fatto allenamento "alla velocità'" cosa che a Ushuaia non si fa, ma "gli altri" sono stati in nuova zelanda, cile, zermatt,ecc. Ma i nostri andranno ad Ushuaia ancora per i prox 20 anni! e cominceranno, come negli anni scorsi, ad andar meglio non sulle piste più "muscolari" ma dopo aver fatto un po' di prove e di gare che serviranno appunto come allenamento. Cosa pensate , anche le donne faranno la stessa fine, purtroppo! Sono partite per il canada mediamente con una settimana di ritardo rispetto alle altre nazioni, con la possibilità, ed il rischio, di fare BEN 4 giorni di allenamento a Nakiska. Provate ad informarvi su come sta andando l'allenamento: 1° giorno: neve fresca (bello, divertente ma forse poco utile per lake louise) ;2°giorno :vento; 3° giorno: niente per troppo vento (shopping) Non male come allenamento. La colpa non è degli atleti che sono fin troppo bravi, ma di chi non li mette in condizioni di esprimersi alla pari con gli altri. Si sentono i commenti televisivi che gli svizzeri sono ben preparati perché hanno Zermatt, e perché' i nostri no? ci vanno anche gli sci club!
    5 | leo85 il 27/11/2011 0.02.18
    Purtroppo trovare piste di discesa per allenarsi è sempre molto difficile...Ushuaia è un pò il futuro dell'allenamento estivo non solo per i nostri...persino gli austriaci hanno tentato di scipparci l'esclusiva...Non cominciamo a sparare subito sentenze dopo UNA, e ripeto UNA, prova veloce...Spesso Lake è il nostro punto ostico...quindi non direi che è una novità...vediamo Beaver e poi soprattutto vediamo le gare in europa da dicembre in poi...
    6 | franz62 il 27/11/2011 7.52.29
    Non mi pare che Larousse stia sparando sentenze, ti spiega solo com'è la faccenda.
    7 | emanueza il 27/11/2011 8.41.44
    franz62 ha scritto:
    Non mi pare che Larousse stia sparando sentenze, ti spiega solo com'è la faccenda.
    Bravo Franz...stavolta sono d'accordo con te e Larousse...perchè la squadra di velocità quest'estate non si è praticamente mai allenata in discesa
    8 | Wolf III il 27/11/2011 9.26.06
    E' stata solamente la prima discesa. Non si può già sentenziare. Grande Paris!
    9 | draghetto il 27/11/2011 9.36.38
    Paris è l'unico italiano forte nei tratti di scorrimento ed infatti è l'unico che è andato bene ieri. Non vedo nulla di strano, a Beaver Innerhofer e Fill andranno sicuramente meglio.
    10 | eugenio il 27/11/2011 10.48.53
    Wolf III ha scritto:
    E' stata solamente la prima discesa. Non si può già sentenziare. Grande Paris!
    il fatto che sia solo la prima discesa non impedisce di prendere atto di come sia impostata e di come si sia svolta la preparazione dei velocisti... a Beaver Creek avremo una pista dalle caratteristiche diverse, ma avremo anche tre giorni di discesa in più nelle gambe dei nostri + uno di superG... le sentenze, Wolf e Leo, sono (nel gergo diverso da quello propriamente giuridico) affermazioni sostanzialmente immotivate e che hanno la pretesa di non ammettere replica... altra cosa rispetto a quello che ho letto sopra
    11 | brunodalla il 27/11/2011 10.55.54
    è vero anche che basandosi su una pista come lake louise non si può esprimere un giudizio definitivo su nulla. giusto forse sui materiali, e l'unica cosa che mi sento di dire è che sembra che werner heel è ancora parecchi indietro.
    12 | lbrtg il 27/11/2011 12.12.01
    brunodalla ha scritto:
    e l'unica cosa che mi sento di dire è che sembra che werner heel è ancora parecchi indietro.
    Purtroppo vero.
    13 | larousse il 27/11/2011 12.25.09
    purtroppo si è visto benissimo che c'era titubanza e insicurezza nell'affrontare curve a 120 all'ora, imputabile alla "non abitudine" alla velocità; elemento che si deve provare e riprovare, ecco perché in genere i velocisti devono avere più esperienza. Certo conta anche conoscere le piste ma credo che conti anche "conoscersi" a 120 all'ora. Se gli allenamenti vengono svolti su piste da gigante e slalom adattate a discesa e superg con lunghezze da 30" non si può' poi pretendere, o sperare, che in una gara da 2 minuti possano ritrovare le stesse sensazioni. Ritengo pertanto scorretto parlare di "delusione azzurra"
    14 | didibi il 28/11/2011 8.47.51
    Soelden non fa per noi, Lake Louise idem, meno male che è saltata Levi, questo il ritornello che un po' modificato si sente ogni anno; che continua con: ma vedrete ora che arrivano le nostre piste; e poi: peccato che le nostre piste non erano preparate come va bene a noi, che il tempo non era quello giusto, che i pettorali estratti in quella gara potevano essere altri ecc. davanti ci sono personaggi che vincono su piste diverse con neve diversa e tempo diverso; e non si chiamano solo Cuche Svindal; Paris è l'unico che per dote naturale va bene sugli autostradoni di scorrimento; non dimentichiamo che il biglietto per la nazionale lo staccò in CE a Sarentino; per il futuro se la botta dell'anno scorso la ha accantonata io spero in Klotz per via del suo impegno e un poco di "pazzia"
    15 | fabio farg team il 29/11/2011 1.03.55
    emanueza ha scritto:
    questi purtroppo per noi sono i valori di Casa Italia...già a Beaver Creek potremmo vedere qualcosa di meglio come pure potrebbe essere a Bormio e su altre piste particolamente "muscolari"...ma quando entra in gioco la pura scorrevolezza... ps:oggi l'Austria ne ha messi 5 nei primi 10 (3-4-5-7-10)...prendiamo in esame la gara di Kroell e facciamo un raffronto tra tempi parziali, velocità media e velocità di punta soprattutto l'ultimo tratto
    In effetti,proprio con il raffronto dei tempi. CAMPIONE REGIONALE MASCHILE 2010-2011,2009-2010 SECONDO CLASSIFICA REGIONALE MASCHILE 2010-2011 CAMPIONE REGIONALE FEMMINILE 2006-2007 CAMPIONE REGIONALE FANTAMONDIALI MASCHILE 2011 CAMPIONE REGIONALE FANTAMONDIALI FEMMINILE 2011
    16 | Peuterey il 29/11/2011 8.59.28
    @larousse: scusa ma lavori con la squadra di discesa visto che sai per filo e per segno come quando e dove si sono allenati? se lavori con loro allora anche tu hai fatto degli errori. se invece non lavori con loro dovresti proporti perchè a parole sei fortissimo! @emanueza: ho fatto il raffronto... http://www.fis-ski.com/pdf/2012/AL/0255/2012AL0255.pdf pag 11 ... cosa dovrei vedere? uno che passa dalla decima alla seconda posizione non mi pare degno di nota, ci sono altri che passano dalla quarantesima alla nona e altri ancora ... cuche per esempio che passa dalla sesta alla trentatreesima. Scusami ma non capisco proprio cosa si dovrebbe notare... non ti riferisci mica a fantomatiche tute da gara che ti fanno vincere le gare di coppa del mondo? non pensi che se davvero fosse così le prenderebbero tutti? Riguardo a Heel che "rimedia distacchi abissali pur sciando bene"... siamo sicuri che stia sciando così bene? io personalemnte l'ho visto sciare meglio.
    17 | Admin il 29/11/2011 10.30.25
    io temo che larousse abbia ragione; e la motivazione è economico-logistica: andare al Portillo non è semplice come rimanere ad Ushuaia, e poi bisognna avere anche la fortuna di beccare le condizioni giuste. Perchè secondo voi l'US Ski team ha investito 5 milioni di dollari per una pista da discesa pronta a inizio novembre ?



      Cerca una parola nelle news:        

      Ultime 15 Notizie correlate: (Didier Cuche Dominik Paris Coppa del Mondo Lake Louise )

      [16/09/2019] Atleta dell'anno FISI: in lizza Paris e Wierer
      [16/09/2019] Velocisti e slalomisti rientrano da Ushuaia
      [21/08/2019] La Thuile ai nastri di partenza per la coppa
      [16/08/2019] I velocisti partono il 19 per Ushuaia
      [06/08/2019] Kitz: un'altra gondola per Dominik Paris
      [29/05/2019] Azzurri: il programma estivo degli allenamenti
      [30/04/2019] Squadre FISI maschili 2019/2020: cosa cambia?
      [29/04/2019] Le squadre maschili FISI per la stagione 2019/2020
      [12/04/2019] A Prowinter la FISI celebra i suoi campioni
      [06/04/2019] Galà della Neve Gazzetta: premitati Paris e Goggia
      [28/03/2019] Milano, FISI Media Day con 31 medaglie mondiali
      [22/03/2019] Assoluti 2019: Marsaglia oro anche in superg
      [20/03/2019] C.I.Cortina: Paris e Innerhofer veloci in prova DH
      [18/03/2019] Shiffrin e Hirscher Paperoni della Coppa 2019
      [17/03/2019] Soldeu: Shiffrin fa 60 davanti a Robinson

      Altre notizie di Coppa del Mondo:

      [19/09/2019] Stop per Kira Weidle
      [19/09/2019] Bing Dwen Dwen sarà la mascotte di Pechino 2022
      [18/09/2019] Cerro Castor: riparte la SAC con azzurri sul podio
      [18/09/2019] Olimpiadi 2026: oggi prima riunione
      [16/09/2019] Atleta dell'anno FISI: in lizza Paris e Wierer
      [16/09/2019] Velocisti e slalomisti rientrano da Ushuaia
      [15/09/2019] Clement Noel e Alex Vinatzer entrano in Red Bull
      [15/09/2019] Heinz Peter Platter nuovo coach della Cina
      [13/09/2019] Ushuaia: ultimi arrivi e prime partenze
      [11/09/2019] Rulfi:"programma rispettato,le ragazze stanno bene
      [11/09/2019] Madrid: una medaglia per Blanca Fernandez Ochoa
      [10/09/2019] Inner e Gross allo Stelvio
      [10/09/2019] Elena Curtoni e sorelle Delago verso Ushuaia
      [10/09/2019] Clement Noel rinnova con Dynastar
      [10/09/2019] Cardrona: a Walch e Klomhaus il circuito ANC
      [09/09/2019] Stelvio:stage tecnico per i giovani del centro-sud
      [08/09/2019] Ispezione FIS positiva a La Thuile
      [07/09/2019] Anna Veith rimette gli sci
      [06/09/2019] Hirscher Day: le reazioni
      [06/09/2019] L'addio di Hirscher: l'omaggio di Atomic
      [06/09/2019] Ushuaia: attese polivalenti e slalomiste
      [05/09/2019] Hischer: le tappe di una carriera straordinaria
      [04/09/2019] Marcel Hirscher annuncia: "mi ritiro!"
      [04/09/2019] Ispezione FIS al Sestriere in vista della CdM
      [04/09/2019] Trovata purtroppo morta Blanca Fernandez Ochoa
      [04/09/2019] Hirscher: vigilia di addio o ci ripenserà?
      [02/09/2019] Squadre di Coppa Europa verso Ushuaia
      [02/09/2019] ANC: chiusa la tappa di Coronet Peak
      [02/09/2019] Media austriaci sicuri: Marcel Hirscher si ritira
      [02/09/2019] Ad ottobre la Fisi si presenta
      [01/09/2019] Scomparsa misteriosa di Blanca Fernandez Ochoa
      [30/08/2019] Da Salisburgo Marcel Hirscher svelerà il futuro
      [30/08/2019] Ushuaia: tanti Azzurri e Azzurre al lavoro
      [30/08/2019] Bormio: un nuovo comitato per la Coppa del Mondo
      [30/08/2019] Liski fornitore per Pechino 2022
      [29/08/2019] Tamara Wolf entra nella squadra TV della SRF

      Altre notizie Fantaski:

      [26/03/2019] La Thuile: diamo una manche al Telefono Azzurro
      [23/02/2018] Fantanotti Olimpiche - Analisi dei Giochi 2018
      [06/02/2018] Aperte le FantaOlimpiadi 2018!
      [14/12/2017] Fantaski.it disponibile anche su Telegram !
      [05/12/2017] A La Thuile stagione aperta dal 2 dicembre
      [03/11/2017] Fantaski 2018 - mercato maschile aperto fino Levi
      [05/12/2016] Aperto il primo mercato - stagione 2016/2017
      [13/11/2016] A Milano di scena il Big Air Snowboard
      [21/03/2016] La Thuile: il 9 Aprile gara per Telefono Azzurro
      [26/02/2016] La Thuile: 1/a Gara dei Sogni in favore di FISIP



     
    titoletto copyright fantaski
     baffo fantaski titoletto contatti baffo fantaski titoletto riconoscimenti