separatore
icona fisi  
 icona fantaski titoletto linguaicona italia icona bandiera italia icona bandiera svizzeraicona bandiera inglese icona bandiera inglese icona bandiera americanatitoletto tedesco icona bandiera germania icona bandiera austria icona bandiera svizzeratitoletto francia icona bandiera francia icona bandiera svizzera 
icona baffo fantaski titoletto home icona baffo fantaski titoletto cosa fantaski icona baffo fantaski titoletto faq help icona baffo fantaski titoletto regolamento icona baffo fantaski titoletto forum icona baffo fantaski titoletto fotogallery  
giovedì 19 settembre 2019 - ore 23.45 
titoletto coppa del mondo
separatore
titoletto coppa fantaski
separatore
titoletto gioca fantaski

Ligety duro con la FIS: non uccidete il gigante

Clicca sulla foto per ingrandire
Vai al profilo di Ligety T.
commenti 84 Commenti icona rss
E' un durissimo attacco alla FIS il pensiero pubblicato ieri da Ted Ligety sul suo blog personale, dopo aver testato i prototipi degli sci con le nuove sciancrature (raggio da >27 metri a >40 metri) che secondo le intenzioni della FIS saranno obbligatorie dal 2012. E queste interessanti considerazioni arrivano da uno dei più migliori interpreti del gigante oggi in attività, vincitore di 3 coppette di specialità e Campione del Mondo in carica.

"Si fa un gran parlare delle nuove regole FIS che saranno introdotte dal 2012, in particolare i raggi minimi per il gigante. Mi sono già espresso contro queste nuove regole che includono un raggio minimo di 40 metri (oggi è 27). Ho scherzato sul fatto che Michael Von Grueningen e Alberto Tomba sarebbero tornati a gareggiare usando i loro vecchi sci. C'è solo un problema per questo, che neanche i loro vecchi sci degli anni '90 rispetterebbero queste norme! Negli ultimi 17 anni i raggi in gigante non sono cambiati molto. Nel 1996 in Coppa si sciava con i 28m, simile a oggi. Tre anni prima, nel 1993, Rainer Salzgeber, atleta degli anni '90 oggi Head Race Manager, sciava con sci da 32 metri di raggio. Per darvi un'idea dell'epoca al cinema c'erano "Schlinder's List" e "Insonnia d'amore" e Bush padre stava passando le chiavi della Casa Bianca al neoeletto Bill Clinton. Dobbiamo tornare indietro fino agli anni '80 per trovare sci con 40 metri di raggio. Questo è il raggio che la FIS vuole che tutti, da me fino ai ragazzini di 15 anni, usino per gareggiare in gigante. Diciamo addio a tutti i progressi sul come disegnare la miglior curva!
Scrivo questi pensieri perchè oggi infine ho avuto la possibilità di provare un prototipo di sci da 40m di raggio e, francamente, fanno schifo. Mi son sentito come Phil Mahre nel 1984. Ho spinto più che ho potuto e non sono riuscito a sciare senza grosse scivolate e inversioni di spigolo. Li ha provati anche Warner Nickerson sul tracciato: mentre lo vedevo lottare con la pista la scena mi ricordava quei vecchi film in bianco e nero dei primi sciatori. A fondo pista Warner mi ha detto di essere preoccupato di inforcare ogni porta perchè le spatole sono troppo lunghe. Per riuscire a star dentro al tracciato doveva tagliare molto e derapare goffamente. Posso dire che mi sembra "pericoloso"?
Sento dire in continuazione che lo sci sia diventato troppo pericoloso e a sostenere la discussione è l'organo di governo principale di questo sport, la FIS. La verità è che lo sci è uno sport pericoloso: così è sempre stato e sempre sarà. E non capitemi male: sono assolutamente a favore della sicurezza e delle prevenzione, e del prendere tutte le precauzioni per evitare rischi non necessari. Ma se mi chiedo: il gigante è super pericoloso? mi rispondo di no. Negli ultimi due anni ci sono stati 3 gravi infortuni tra i top30 della specialità e non credo che in quei casi c'entrino i materiali. Per esempio Thomas Fanara ha stirato il legamento a Beaver Creek nel 2009 perchè è rimasto agganciato ad un telo di una porta, facendolo volare via; Marcel Hirsher si è rotto la caviglia fondamentalmente a causa di una cattiva preparazione del tracciato (era secondo e c'era nel ghiaccio una grossa buca non segnalata, nella quale è entrato il suo piede a tutta velocità); il terzo incidente è al crociato di Benni Raich nel parallelo mondiale (due differenti tracciati molto vicini che sono origini dell'incidente). A parer mio tre infortuni in 2 anni sono un numero accettabile, specialmente considerando che la colpa non era dell'attrezzatura.
(continua sul forum)

(sabato 20 agosto 2011)



@RIPRODUZIONE RISERVATA

  • domenica 8 settembre 2019

    Ispezione FIS positiva a La Thuile

    lunedì 26 agosto 2019

    Ligety criptico sui social: Hirscher si ritirerà?

    martedì 20 agosto 2019

    Sestriere di candida per i Mondiali 2029

  • lunedì 12 agosto 2019

    Caso Luitz: aggiornato il regolamento FIS

    mercoledì 24 luglio 2019

    E' partita ufficialmente la stagione FIS 2020

    martedì 23 luglio 2019

    Controllo FIS in Gardena:nuova partenza per superg

  • giovedì 18 luglio 2019

    Buzzi: "Punto a essere costante"

    martedì 16 luglio 2019

    Ligety: "mi concentrerò sul gigante"

    venerdì 5 luglio 2019

    Rossel e Puyol coordineranno la Coppa Europa


    Tutt i commenti disponibili:
    1 | Admin il 20/08/2011 19.57.48
    (continua) Sfortunatamente non ricordo così bene l'epoca dei 40 metri quindi non posso portare esempi di atleti che si siano fatti male a causa della sciancratura degli sci. Ma mi ricordo di grandi campioni del periodo come Marc Girardelli, che ebbe innumerevoli infortuni nonostante usasse quegli sci. La FIS dovrebbe ricordare che gli atleti si sono sempre infortunati, in ogni momento di questo sport, e probabilmente continueranno a farlo. Quando hai una leva rigida lunga 195cm attaccata ai tuoi piedi, hai una buona probabilità di farti male se cadi, indipendentemente dalla sciancratura o dal raggio. La FIS sostiene che rallentando gli atleti (modificando l'attrezzatura) renderà più sicuro questo sport. Ma la riduzione della velocità non è conseguenza di raggi di curva più lunghi! Se cadi, che differenza fa tra 90 o 80 all'ora, o in discesa tra 140 e 120? Inoltre gli allenatori dovranno tracciare più dritto a causa elle nuove regole così la velocità (e il pericolo) non diminuiranno. Va notato che la FIS non ha un gran tradizione in fatto di regole di sicurezza furbe. Per esempio giusto pochi anni fa la FIS ha abbassato le piastre e allargato le spatole, sottoponendo ginocchia e fisico a maggiori sollecitazioni aumentando gli infortuni. Restringere gli sci potrebbe essere la mossa giusta in quel caso ed è forse l'unica parte buona in queste regole. Se vuoi davvero rallentare gli atleti allora non permettere tutine da gare e lasciaci vestire normalmente, come fanno nello ski-cross, e tra l'altro a me non piace mettere la tutina. Un'altra idea è di creare regole per il gigante in modo che i tracciati siano più rotondi. Ovviamente mi sento tirato in causa quando si tratta di regole del gigante poichè negli ultimi anni le cose per sono andate molto bene. Onestamente se i cambiamenti rendessero davvero più sicuro lo sci senza rovinarlo sarei d'accordo anche se fossero a mio svantaggio. Ma per come sono ora non vedo nessun beneficio nelle nuove regole; anzi ho paura che queste regole toglieranno il divertimento da questo sport e bloccheranno i giovani che han voglia di gareggiare. Lo sci agonistico è uno sport unico nel modo in cui unisce stile e potenza. Dall'esperienza mia e di Warner su questi nuovi sci le nuove regole favoriranno atleti di stazza e forza bruta, penso ad Aksel, e penalizzeranno atleti più piccoli come Fanara o Hirscher. Spero che queste modifiche proposte siano solo una tattica della FIS per poi dire "ci abbiamo provato a rendere lo sci più sicuro". In caso contrario è meglio che vada a rispolverare quelle vecchie VHS delle Olimpiadi di Sarajevo e inizi a studiare la sciata dei leggendari Phil Mahre e Ingemar Stenmark."
    2 | brunodalla il 20/08/2011 20.27.09
    ho il timore che ted Ligety diventerà il prossimo bersaglio di Hujara e soci.....
    3 | skitzato il 20/08/2011 21.09.00
    Sono in sintonia con il moderatore,ciao skitzato
    4 | emanueza il 20/08/2011 21.17.28
    FINALMENTE QUALCUNO CHE HA IL CORAGGIO DI ESPORSI...E NON UNO QUELUNQUE BENSI' IN NUMERO 1 DEL GIGENTE...CHISSA' CHE POSSA SERVIRE A QUALCOSA. CERTO CHE SE LA FIS VUOLA FAR ALLONTANARE ANCOR PIU' LA GENTE DA QUESTO SPORT HA SENZ'ALTRO TROVATO LA STRADA GIUSTA
    5 | FASSA il 20/08/2011 22.44.03
    io non capisco il "allontanare la gente dallo sci" in relazione al problema. chi fa gare è una piccola percentuale del movimento ($$$$$$$$$) dello sci, che è il turismo. e non credo che gli sci "da settimana bianca" saranno 195cm con 40 mt di raggio. chi vorrà far gare (parlo di livello ALMENO fis, non parrocchiali) si adeguerà, bon. anche ora non ne vedo molti a fare il sellaronda con 191 da gs....
    6 | FASSA il 20/08/2011 22.45.33
    se mai invece passerà sta storia dei 40mt, 1)pazienza, 2)vedremo cosa porterà. ma fasciarsi la testa ancor prima di essersela rotta mi sembra un tantino assurdo
    7 | Bill il 21/08/2011 9.54.41
    Forse il messaggio non è stato chiaro: per "allontanare la gente dallo sci" si intende dallo sci agonistico; sia come spettatori, sia come agonisti amatoriali (i ragazzi prima del livello delle nazionali e i master). Questo perchè le gare sono un richiamo e quel richiamo rischia di venire a mancare per assenza di spettacolo.
    8 | Admin il 21/08/2011 10.43.54
    FASSA non lo trovo assurdo...se il n.1 al mondo scrive queste cose un motivo ci sarà! penso a un Messi che scrive un articolo perchè lo costringono a giocare con scarpe con 3 o 18 tacchetti (ovvio che una vera similitudine non si può fare) Se Ligety si è messo a scrivere un articolo così è perchè *davvero* deluso da questi materiali...oppure no?
    9 | franz62 il 21/08/2011 20.20.09
    Da buon americano commerciale spara dieci per ottenere cinque visto che non è ancora definitivo nulla, non c'è nessun motivo per cui lui debba essere favorevole a un qualsiasi cambio di materiali in gigante, fosse anche solo il puntale di un attacco.
    10 | FASSA il 22/08/2011 0.09.32
    anche secondo me quella di ligety è una sparata micidiale. e teniamo presente che ligety non è il circo bianco, e non è 70 atleti, e scia in un modo bello, efficace ma estremamente particolare e personale. a mio modestissimo e personale avviso lo sci è uno sport di adattamento (a circostanze, materiali e a mille altre variabili). quando si è passati dagli stuzzicadenti ai carving nessuno ha avuto da ridire, sarà perchè tutto veniva "più facile" (e le virgolette qui dovrebbero essere una dozzina, ben inteso)? magari la fis ha fatto una cagata micidiale, magari no, magari ancora sarà una classica via di mezzo (media cagata o mediocre innovazione); ma mi rifiuto di bollarla come oscena solo perchè il numero 1 (attuale) al mondo dice che a lui non piacciono i nuovi giocattoli.
    11 | FASSA il 22/08/2011 0.11.40
    dimenticavo: far gare è già un compromesso, così come si è imparato (o si è cresciuti) coi carving così si ri-imparerà a gestire questi eventuali nuovi attrezzi. sarà una sfida, e a chi non piacciono le sfide...beh non sono agonisti, quindi sellaronda e via.
    12 | balineuve il 22/08/2011 10.34.17
    Fassa non è una questione di opinioni o di facile o difficile ....... se il raggio di 40 m sarà reale e non aggirato da progettisti alla Adrian Neweey, andranno pianissimo (specialmente sul duro) in confronto ad oggi ....... non è una cosa su cui si possa discutere ........ è ovvio ..... non serva che lo dica Ligety ...... lo dicono le leggi della geometria [;)][;)] ........ peccato che li ho rottamati sennò ti presterei i miei Volkl P10 RS degli anni 90 con cui ho sciato per anni ...... [;)]
    13 | franz62 il 22/08/2011 11.09.19
    Di ipotesi possiamo farne diecimila...andar piano... andar forte, dipende dal tracciato. Tanto per dir cagate perchè non pensare che in futuro ipotizzando di eliminare il SG non si tenda a un gigante meno angolato e a una discesa più lenta? Da sempre i fenomeni della FIS vogliono lo sciatore polivalente, basta vedere Fanara, il Pinturicchio di Francia, Hirscher o Ligety stesso...saran mica polivalenti...con i tracciati e i materiali di oggi vanno in gigante, i polivalenti sono rimasti indietro rispetto a qualche stagione fa. Poi non scriviamo le czzte lette in giro che sembrerà di veder sciare Von Gruenigen...magari dico io..[:D]
    14 | leo85 il 22/08/2011 11.21.12
    Beh, Janka è polivalente ma sa dominare in gigante...Svindal quest'anno in particolar modo, ma anche anche in passato, è stato l'unico insieme a Jansrud ad impensierire Ligety per la coppetta di specialità... Però concordo assolutamente con Franz sul fatto che la sciata che portavano in pista Albertone e Von Gruenigen sarà ben diversa da quello che vedremo se le nuove regole verranno ufficializzate...Staremo a vedere che salterà fuori...[;)]
    15 | balineuve il 22/08/2011 12.26.45
    Leo ....... Von Grunigen ha sciato con gli R40 da ragazzino ...... la sua prima vittoria in CDM risale al 1993 anno in cui le sciancrature erano già molto più accentuate ....... PER CHI NON L'AVESSE ANCORA CAPITO i primi GS R28 che ho visto in giro nei negozi specializzati sono stati dei Kastle verdi del 1995 ..... vuoi che gli atleti top non li avessero almeno 1-2 stagioni prima [;)][;)]. Qui non si sta parlando di tornare all'epoca dei Von Grueningen o Maier, ma a quella del primo Tomba, Zurbriggen e Girardelli ....... la sciata di Von Gruningen sarebbe impossibile anche a Von gruningen stesso [;)][;)]
    16 | kaiser il 22/08/2011 14.11.00
    Come scritto su un altro post, ho avuto modo di sentire il parere di 3 atleti italiani di Coppa...... 2 dei tre non la vedevano così terribile la novità ed anzi sostenevano che per i vecchietti sarebbe una svolta positiva....... senza però averli provati.....
    17 | didibi il 22/08/2011 15.06.50
    secondo me in primis in tutta questa storia sulle nuove sciancrature la cosa che non mi convince è l'iter che si è percorso nel prendere questa decisione; che una decisone andasse presa era imperativo, oramai era una gara al massacro più che al podio; basta ricordarsi il continuo stillicidio di atleti di vertice tant'è che a Garmisch mancavano molti atleti che all'inizio della stagione erano in primo gruppo; come detto mi stupisce che si sia deciso sulle misure invece che sugli attacchi su cui ci si era concentrati gli ultimi inverni in particolare da parte degli esperti dell'università di Salisburgo;
    18 | FASSA il 23/08/2011 22.42.55
    balineuve ha scritto:
    Fassa non è una questione di opinioni o di facile o difficile ....... se il raggio di 40 m sarà reale e non aggirato da progettisti alla Adrian Neweey, andranno pianissimo (specialmente sul duro) in confronto ad oggi ....... non è una cosa su cui si possa discutere ........ è ovvio ..... non serva che lo dica Ligety ...... lo dicono le leggi della geometria [;)][;)] ........ peccato che li ho rottamati sennò ti presterei i miei Volkl P10 RS degli anni 90 con cui ho sciato per anni ...... [;)]
    echissenefrega se vanno più piano?!?!!? ci sarà sempre chi va più veloce e chi meno, cambieranno ovviamente le tracciature...ma perchè non si prendono in considerazione questi aspetti? la velocità di avanzamento non mi sembra una discriminante, anzi, sarà una delle poche cose oggettive. ps: non serve che mi presti i tuoi sci, all'ultimo anno junior usavo i 203 da gs(o forse erano "già" dei 198...)...son dell'80[:)]
    19 | brunodalla il 23/08/2011 22.55.01
    la questione è: si ridurranno gli infortuni? perchè mi pare che la cosa sia stata fatta per quello. o no?
    20 | Bill il 24/08/2011 8.07.16
    brunodalla ha scritto:
    la questione è: si ridurranno gli infortuni? perchè mi pare che la cosa sia stata fatta per quello. o no?
    Mi permetto di modificare leggermente la domanda: Si ridurranno gli infortuni mantenendo un livello decente di spettacolo e rispettando i vincoli che l'attivita' sciistica prevede (crescita dei armoniosa dei ragazzi, agonismo amatoriale, riferimento tecnico per le didattiche delle scuole, ecc.)? E' facile dire "proviamo". Nella realta' pero' non c'e' molto spazio per gli errori poiche' gli sciatori che abbandoneranno l'agonismo saranno consegnati al golf o alla poltrona e difficlmnente torneranno indietro. Saranno persi per sempre; dovremo sperare che le prossime generazioni si appasionino a quel tipo di sciata (forse non impossibile, ancora oggi ci sono gli irriducibili nostalgici della curva anni 70 con il passo spinta e le scodate).
    21 | Grigo il 24/08/2011 9.59.16
    scusate se mi permetto... ma a me sembra che nell'era degli sci "dritti" lo spettacolo non mancava! Thoeni, Stenmark, Zurbriggen, Girardelli, Tomba, forse portavano più gente in pista.. ed in Tv anche se andavano un po più piano! Vedere gente al limite, al limite e tante volte oltre, del controllo dell'attrezzo, della forza, delle vibrazioni, non è spettacolo! E' divertirsi, aspettando che qualcuno cada, che si faccia male! Lo sviluppo della velocità, anche se minore, la progressione, la ritmicità ed il creare sempre più ritmo, e non il dovere per forza andare oltre il limite soprattutto su nevi barrate come in coppa del mondo; questo è spettacolo!
    22 | leo85 il 24/08/2011 10.30.08
    Bill ha scritto:
    brunodalla ha scritto:
    la questione è: si ridurranno gli infortuni? perchè mi pare che la cosa sia stata fatta per quello. o no?
    Mi permetto di modificare leggermente la domanda: Si ridurranno gli infortuni mantenendo un livello decente di spettacolo e rispettando i vincoli che l'attivita' sciistica prevede (crescita dei armoniosa dei ragazzi, agonismo amatoriale, riferimento tecnico per le didattiche delle scuole, ecc.)? E' facile dire "proviamo". Nella realta' pero' non c'e' molto spazio per gli errori poiche' gli sciatori che abbandoneranno l'agonismo saranno consegnati al golf o alla poltrona e difficlmnente torneranno indietro. Saranno persi per sempre; dovremo sperare che le prossime generazioni si appasionino a quel tipo di sciata (forse non impossibile, ancora oggi ci sono gli irriducibili nostalgici della curva anni 70 con il passo spinta e le scodate).
    Ottima considerazione! Lo sci dev'essere anche spettacolo...appassionare gli atleti e la gente che li segue!
    23 | balineuve il 24/08/2011 10.46.17
    FASSA ha scritto:
    balineuve ha scritto:
    Fassa non è una questione di opinioni o di facile o difficile ....... se il raggio di 40 m sarà reale e non aggirato da progettisti alla Adrian Neweey, andranno pianissimo (specialmente sul duro) in confronto ad oggi ....... non è una cosa su cui si possa discutere ........ è ovvio ..... non serva che lo dica Ligety ...... lo dicono le leggi della geometria [;)][;)] ........ peccato che li ho rottamati sennò ti presterei i miei Volkl P10 RS degli anni 90 con cui ho sciato per anni ...... [;)]
    echissenefrega se vanno più piano?!?!!? ci sarà sempre chi va più veloce e chi meno, cambieranno ovviamente le tracciature...ma perchè non si prendono in considerazione questi aspetti? la velocità di avanzamento non mi sembra una discriminante, anzi, sarà una delle poche cose oggettive. ps: non serve che mi presti i tuoi sci, all'ultimo anno junior usavo i 203 da gs(o forse erano "già" dei 198...)...son dell'80[:)]
    Ok ...... certamente se tracci un po' più dritto puoi riportare le velocità di passaggio degli R40 alle velocità dei GS di oggi ..... ma le pieghe che fanno oggi te le scordi ...... la fluidità di sciata e pulizia nella conduzione idem ..... ditemi se questo è spettacolo ????? Senza contare poi gli escamotage dei progettisti per fare degli sci che risultino R40 nell'applicazione della formula ma abbiano poi dei raggi e lunghezze di lamina effettiva inferiori ........
    24 | Bill il 24/08/2011 11.01.27
    Grigo ha scritto:
    scusate se mi permetto... ma a me sembra che nell'era degli sci "dritti" lo spettacolo non mancava! Thoeni, Stenmark, Zurbriggen, Girardelli, Tomba, forse portavano più gente in pista.. ed in Tv anche se andavano un po più piano! Vedere gente al limite, al limite e tante volte oltre, del controllo dell'attrezzo, della forza, delle vibrazioni, non è spettacolo! E' divertirsi, aspettando che qualcuno cada, che si faccia male! Lo sviluppo della velocità, anche se minore, la progresione, la ritmicità, il creare sempre più ritmo, e non il dovere per forza andare oltre il limite soprattutto su nevi barrate come in coppa del mondo; questo è spettacolo!
    E' vero c'era spettacolo anche nel passato ma, appunto, e' passato. Le evoluzioni tecniche hanno portato la sciata a un livello superiore (come sempre avviene, in tutti gli sport). Ora decidere di regredire non significa semplicemente scordarsi cio' che di bello e di buono e' stato raggiunto in decenni di evoluzione, non si puo' fare finta che non sia mai avvenuto. Noi proveniamo da piu' di dieci anni di curve condotte, di archi puliti, di conduzione gia' nella fase superiore della curva appena dopo il cambio, di angoli di piega esasperati. Tornare alle curve fatte con le scodate in entrata, le gambe a X e i cambi fatti in passo spinta fa cadere le braccia.
    25 | brunodalla il 24/08/2011 11.12.00
    Bill ha scritto:
    brunodalla ha scritto:
    la questione è: si ridurranno gli infortuni? perchè mi pare che la cosa sia stata fatta per quello. o no?
    Mi permetto di modificare leggermente la domanda: Si ridurranno gli infortuni mantenendo un livello decente di spettacolo e rispettando i vincoli che l'attivita' sciistica prevede (crescita dei armoniosa dei ragazzi, agonismo amatoriale, riferimento tecnico per le didattiche delle scuole, ecc.)?
    giustissima precisazione. se si parla di gare di coppa del mondo, lo spettacolo è garantito con qualsiasi attrezzo abbiano ai piedi, perchè c'è un cronometro che alla fine dirime la questione sempre e comunque (non vorrei ora qui tornare sulla diatriba "minor tempo impegato-migliore sciata"). non si può non considerare però la ricaduta che il cambiamento avrà sui livelli più bassi di agonismo e in generale sullo sci turistico.
    26 | leo85 il 24/08/2011 11.12.31
    balineuve ha scritto: Senza contare poi gli escamotage dei progettisti per fare degli sci che risultino R40 nell'applicazione della formula ma abbiano poi dei raggi e lunghezze di lamina effettiva inferiori ........
    E questo sarebbe anche giusto...l'evoluzione del materiale sarà servita a qualcosa...no???[;)]
    27 | magimail il 24/08/2011 11.24.08
    Boh....intanto aspettiamo qualche altro parere di atleti di alto livello. Poi io penso che se anche Thoeni, o Zurbriggen, o Tomba sciavano bene lo stesso.... Mah, lasciamo perdere. Una sola considerazione: io ho cominciato a fare il rappresentante con una macchina da 60 cavalli, senza aria condizionata, con le gomme strette, con i finestrini a manovella, senza airbag, senza Abs,senza antipattinamento... Vogliamo tornare indietro e dire che era più poetico?...
    28 | Bill il 24/08/2011 11.55.04
    magimail ha scritto:
    Boh....intanto aspettiamo qualche altro parere di atleti di alto livello. Poi io penso che se anche Thoeni, o Zurbriggen, o Tomba sciavano bene lo stesso.... Mah, lasciamo perdere. Una sola considerazione: io ho cominciato a fare il rappresentante con una macchina da 60 cavalli, senza aria condizionata, con le gomme strette, con i finestrini a manovella, senza airbag, senza Abs,senza antipattinamento... Vogliamo tornare indietro e dire che era più poetico?...
    Assolutamente d'accordo. Il cuore dello sci moderno e' la conduzione; eliminarla o artificialmente forzare gli atleti a non utilizzarla significa negare l'evoluzione tecnica, sganciare la tecnica agonistica da quella amatoriale, rendere la crescita dei bambini/ragazzi molto piu' complessa e costosa (aumentando gli abbandoni dei 15 anni che gia' oggi sono il piu' grande cruccio degli sci club). Gia' oggi osservando la gente guardare una gara di sci si nota che piovono commenti solo quando si ferma il cronometro; nessuno comprende da dove provengano le differenze tra sciatori e dove un certo vantaggio si e' formato. Con una tecnica ancora piu' differente da quella dello sciatore amatoriale, lo sci puo' diventare totalmente incomprensibile; solo una serie di discese che fermano il cronometro un po' piu' in qua o un po' piu' in la'. Creare un movimento di appasionati a partire da questi presupposti non sara' facile.
    29 | GPA il 24/08/2011 12.39.19
    Mi permetto anche io di dire la mia,per quanto poco o niente valga. Sono un appassionato,sono un medico che da molto segue vari sport da praticante e da medico nei confronti di atleti,non ultimi i miei figli,anche se purtroppo a gareggiare sugli sci me ne è rimasto solo uno,proprio causa infortuni. Fatta la premessa di autopresentazione,veniamo al dunque: la FIS ha presentato questa proposta in ottica di riduzione infortuni. E' sicuramente vero che gli sci sciancrati, o "molto sciancrati" comportano rischi di lesione articolare del ginocchio superiori a quelli dritti,e questo è ben documentato nelle casistiche medico-sportive. Io stesso ci ho rimesso un crociato anteriore agli albori di questa tecnologia con un 191 con sciancratura da slalom.Però mi sembra che gli attuali standard per il gigante siano un buon compromesso tra la sicurezza,che non potrà mai essere assoluta in uno sport dinamico come lo sci,e l'innovazione della tecnica di sciata,che va di pari passo con il complesso materiali/tracciature.Già,perchè a mio modestissimo avviso,qualora si giungesse ad ufficializzare questa rivoluzione,le tracciature sarebbero profondamente modificate,tanto per non fare solo dei traversi lunghi chilometri.E' vero che comunque ci sarebbe sempre chi riesce ad adattarsi meglio e ad andare più forte,ma il rischio che la sciata diventi solamente di forza è più alto,e quando si va a richiedere maggiormente la forza rispetto alla tecnica ecco che il doping appare in tutta la sua pericolosità. Sempre a mio personalissimo parere,e mi farebbe piacere intavolare una discussione in merito,i metodi per limitare gli infortuni dovrebbero essere: 1)riduzione della velocità mediante variazione della tracciatura 2)revisione del posizionamento reti,in modo tale che gli impatti comportino una riduzione più graduale della velocità e l'impatto finale,possibilmente in un materasso,sia a velocità realmente ridotta 3)organizzare realmente i soccorsi in modo da poterli eseguire senza perdite di tempo che hanno creato e possono sempre creare un notevole incremento di rischio per l'infortunato 4)avere il coraggio di sospendere o annullare una gara con molta più decisione di ora,e questo non solo in coppa del mondo ma anche nel provinciale baby Poi,ma non vorrei essere troppo prolisso,c'è sicuramente il problema ai livelli inferiori,sia per chi partecipa alle FIS ma si compra tutto,sia a livello giovanile,specie Children,categoria nella quale un cambiamento del genere potrebbe indurre,come dice Bill,ad un ulteriore abbandono di atleti prima dell'ingresso in FIS
    30 | Bill il 24/08/2011 13.49.19
    La FIS ha detto chiaramente che questa modifica viene proposta per aumentare la sicurezza. Peccato che non si sia preoccupata di dire QUALE sicurezza e quali infortuni si intendessero minimizzare (per esempio quelli alla testa). Le ipotesi fatte sopra sono tutte validissime (e vi aggiungerei anche qualcosa riguardante gli attacchi che, invece, non vengono mai citati in nessun documento) e condivisibili ma sembrano considerare il discorso sicurezza nel suo complesso; la FIS, invece, sembra voler agire solo sui materiali ed e' allora naturale pensare che siano gli infortuni causati dai materiali gli imputati del processo. Ora l'infortunio principale che puo' essere causato dagli sci e' quello che qualunque atleta paventa: l'aggancio della spatola, sia prima (un ribaltamento troppo repentino) sia dopo una caduta (mentre lo sciatore scivola a valle). In tutti e due questi casi ci puo' essere interessamento di articolazioni, legamenti e muscoli/tendini principalmente delle ginocchia. E qui sembra che la FIS consideri che non ci sia piu' uno spazio di manovra tra lo sci super-sciancrato e lo spadone dritto: l'uno aggancia, l'altro pero' derapa/drifta e non offre spettacolo e attrattiva, inoltre, e' la negazione dello sci moderno che ormai e' legato indissolubilmente alla conduzione (e nessuno puo' sapere se una volta risolti i problemi alle ginocchia [ammesso e non concesso], non induca invece altri tipi di infortunio). D'altra parte, molti frequentatori delle piste sono oggi sciatori per merito degli sci carving, 10 o 12 anni fa erano snowboarder.
    31 | kaiser il 24/08/2011 14.34.19
    che bello..... distensione.....oplaaaaa.... piegamentooooooo oplààààààààà.... peso a valle..... yessss...... [:D]
    32 | balineuve il 24/08/2011 15.27.08
    tanto per dir cavolate ........ secondo me si ridurrebbero di più gli infortuni imponendo un tuning a 2° per tutti mantenendo R27 , che questa cavolata dell' R40 ......
    33 | Grigo il 24/08/2011 15.55.15
    a me il Forum piace... si leggono tante cose interessanti! tuttavia, spesso accade che gente che probabilmente " PENSA" di fare le pieghe e di sciare bene, dia giudizi solenni e pensi di avere la verità in bocca! Vero è che lil problema della sicurezza non si riduce solo alla sciancratura dello sci! nell'ultimo messaggio si è parlato di tuning: giustissimo! Si può parlare di elasticità, e di molto altro! ma c'è un problema! come controllare tutto ciò? Allo stato attuale, lo vedo impossibile! quindi cercano appigli per ridurre le forze che vengono generate dagli atleti , e che ormai anche i carichi di allenamento non riescono a controllare e contenere! Infine, io non ho parlato di regressione! Ho solo fatto notare che ai tempi di Tomba, le piste erano piene, anche se si andava 20 km in meno! E non sono così convinto che andranno più piano. Forse dovranno però essere più tecnici e probabilmente , un po meno coraggiosi! Per concludere, rimango dell'idea che il parere di tutti è da ascoltare, ma magari prima di pronunciare giudizi "divini", bisognerebbe conoscere maggiormente gli argomenti
    34 | balineuve il 24/08/2011 16.05.58
    Grigo ..... non so se ti riferisca a me, comunque a prescindere di come io scii crdo di conoscere i meccanismi che sono alla base della dinamica dello sci ...... non è una questione di avere la verità in bocca, ma credo che il tuning sia facilmente misurabile con una squadretta sbagliando al massimo di mezzo grado ...... poi non so se sia la soluzione giusta per la CDM, ma io preferirei sicuramente sciare un GS attuale a 2° di tuning che un eventuale R40 ....... non ho dubbi e non ho la verità in tasca, ma mi infastidiscono quelli che per definizione mettono in dubbio tutto ..... anche le cose più oggettive ..... e anche quelli che approfittano della loro reputazione di buoni sciatori per specciarsi perbuoni ingegneri ......[;)]
    35 | balineuve il 24/08/2011 16.07.37
    E anche negli anni 60' le strade erano piene di Fiat 500 e 600 ..... ma non credo che in molti oggi si adatterebbero a viaggiare per l'Italia con quelle macchine ......[;)]
    36 | Bill il 24/08/2011 16.08.20
    Cio' che tantavo di esprimere nei messaggi precedentio e' che prima dell'era Tomba NON c'e' stata un era carving. Oggi si'. Tomba e' stato un'innovatore della tecnica ma della tecnica degli anni 70 e 80. Oggi se un ragazzino di 15 anni si permette di sciare come Tomba lo rendono sordo a forza di urli.
    37 | balineuve il 24/08/2011 16.09.36
    Aggiungo che non biogna eesere divini per capire che un R40 in GS è una cavolata pazzesca ..... e non c'è bisogno di ascoltare alcunchè .......
    38 | Grigo il 24/08/2011 16.18.02
    balineuve! leggi! io ti ho dato ragione prima! ora ti do torto! il tuning non può essere misurato con precisione! IL perché? chiedilo ad un ingegnere matematico! di me non ti fidi!! [:D]
    39 | franz62 il 24/08/2011 18.46.08
    Bali gli sciatori normali sono una cagata pazzesca da vedere, qualunque cosa ci mettiamo ai piedi...i campioni sono interessanti sempre. Piantiamola anche di dire che i ragazzini non sarebbero in grado di sciare, che passerebbero al golf e a fare la calza,loro sciano con qualunque cosa gli metti ai piedi...sempre che qualcuno gliela metta...altrimenti rimangono dei rincoglioniti capaci solo di farsi portare a spasso da una sciancratura. Gli unici a smettere sarebbero quelli che trovano la scusa ma che avrebbero smesso comunque. Se poi dai a Ligety uno sci da gigante di oggi con 2 gradi di tuning sul barrato vedi se non ti sputa in un occhio..[:D]
    40 | jos235 il 24/08/2011 18.59.27
    franz62 ha scritto:
    Se poi dai a Ligety uno sci da gigante di oggi con 2 gradi di tuning sul barrato vedi se non ti sputa in un occhio..[:D]
    [:246]
    41 | GPA il 24/08/2011 20.02.10
    E adesso cominciano a fare marcia indietro: da 40 passiamo a 35,ma solo in CdM e CE il primo anno,cioè 2012/13,e l'anno successivo anche nelle FIS. Cosa comporterà questa ulteriore trovata se messa in pratica? Che nelle FIS Junior e Race non si potranno usare le nuove misure e quindi i giovani saranno costretti ad aspettare per fare pratica l'estate 2013? Oppure gli atleti saranno liberi di passare fin da subito alle nuove misure? Nel primo caso ci potrebbero essere giovani che fanno il salto di qualità fortemente penalizzati in quanto si troverebbero a dover usare quasi improvvisamente le nuove misure,e non penso che l'adattamento da un raggio 27 a un 35(accompagnato verosimilmente da tracciature diverse) sia così immediato. Nel secondo caso non riesco neanche a immaginare l'indecisione di allenatori e atleti nella scelta,l'indecisione dei tracciatori e le inevitabili spese aggiuntive dei genitori che si troverebbero oltre a dover acquistare materiale nuovo in blocco,anche un usato invendibile. Insomma,un gran casino molto verosimilmente per nulla.... P.S:concordo anche io che il lavoro sui materiali a scopo sicurezza dovrebbe a questo punto dello stato dell'arte essere rivolto più agli attacchi che alle sciancrature degli sci. Il discorso tuning,anche se reale,lo vedo invece un pò difficoltoso
    42 | franz62 il 24/08/2011 20.18.19
    35 mi sembra quella buona...[:D] c'è tempo ancora un pò per rendere appetibili i nuovi missili anche ai master[:D] Quanto ai giovani non è un problema, quelli forti non c'è czzo di raggio che possa fermarli..
    43 | FASSA il 24/08/2011 20.59.18
    balineuve ha scritto:
    FASSA ha scritto:
    balineuve ha scritto:
    Fassa non è una questione di opinioni o di facile o difficile ....... se il raggio di 40 m sarà reale e non aggirato da progettisti alla Adrian Neweey, andranno pianissimo (specialmente sul duro) in confronto ad oggi ....... non è una cosa su cui si possa discutere ........ è ovvio ..... non serva che lo dica Ligety ...... lo dicono le leggi della geometria [;)][;)] ........ peccato che li ho rottamati sennò ti presterei i miei Volkl P10 RS degli anni 90 con cui ho sciato per anni ...... [;)]
    echissenefrega se vanno più piano?!?!!? ci sarà sempre chi va più veloce e chi meno, cambieranno ovviamente le tracciature...ma perchè non si prendono in considerazione questi aspetti? la velocità di avanzamento non mi sembra una discriminante, anzi, sarà una delle poche cose oggettive. ps: non serve che mi presti i tuoi sci, all'ultimo anno junior usavo i 203 da gs(o forse erano "già" dei 198...)...son dell'80[:)]
    Ok ...... certamente se tracci un po' più dritto puoi riportare le velocità di passaggio degli R40 alle velocità dei GS di oggi ..... ma le pieghe che fanno oggi te le scordi ...... la fluidità di sciata e pulizia nella conduzione idem ..... ditemi se questo è spettacolo ????? Senza contare poi gli escamotage dei progettisti per fare degli sci che risultino R40 nell'applicazione della formula ma abbiano poi dei raggi e lunghezze di lamina effettiva inferiori ........
    ma scusa, ma chi ha detto che il "carving" sia la tecnica perfetta? nessuno mi sembra, è solo la tecnica del momento, del periodo, chiamalo come vuoi tu. in 50 anni la sciata è cambiata moltissimo ( e "moltissimo" è dir poco), quindi è palese che anche la sciata attuale debba diventare obsoleta.
    44 | Bill il 25/08/2011 8.21.28
    GPA ha scritto:
    E adesso cominciano a fare marcia indietro: da 40 passiamo a 35,ma solo in CdM e CE il primo anno,cioè 2012/13,e l'anno successivo anche nelle FIS. ...
    Riferimenti? Per cortesia, mi dici dove lo hai letto? 35 mi piace gia' di piu', in fondo sono gli attuali sci da SG. Sono duri da girare ma quelli correnti sono fatti per velocita' intorno ai 90-100 km/h. Se li fanno piu' morbidi in modo da renderli adatti ai 60-70 km/h del GS potremmo esserci.
    45 | balineuve il 25/08/2011 9.54.49
    Fassa ...... a meno che non cambi la morfologia umana la tecnica sciistica non cambierà mai ..... il carving è solo l'evoluzione delle sciata precedente che sfruttava comunque la sciancratura dello sci anche se inferiore ...... se poi tu hai qualche idea per essere più veloci in curva della superconduzione sono il primo che ne parlerebbe volentieri [;)]
    46 | kaiser il 25/08/2011 11.00.31
    Mah..... lo sci è unoi sport basato sul fatto che vince chi trova il compromesso giusto tra velocità elevata e meno strada da percorrere..... per far questo ci vogliono due fattori indispensabili: attrezzo idoneo e tecnica che si adatti all'attrezzo stesso...... secondo voi senza limitazioni di spessori, sciancrature, tuning, razzi e mazzi qual'è lo sci da gigante potenzialmente + veloce col regolamento di tracciatura attuale?
    47 | Bill il 25/08/2011 11.29.02
    kaiser ha scritto:
    Mah..... lo sci è unoi sport basato sul fatto che vince chi trova il compromesso giusto tra velocità elevata e meno strada da percorrere..... per far questo ci vogliono due fattori indispensabili: attrezzo idoneo e tecnica che si adatti all'attrezzo stesso...... secondo voi senza limitazioni di spessori, sciancrature, tuning, razzi e mazzi qual'è lo sci da gigante potenzialmente + veloce col regolamento di tracciatura attuale?
    Esprimendo un parere del tutto personale direi che dipende dalla disponibilita' di forza muscolare e di tecnica. Per atleti di CdM con la miglior preparazione fisica possibile in circolazione e la miglior tecnica direi uno sci che sta intorno a 30-31m, un centro sci sui 65-68mm e forse spessori circa 1cm piu' alti degli attuali. Per agonisti con meno disponibilita' di forza, resistenza e destrezza e con una tecnica non ancora al massimo, forse 27m rappresenta lo sci piu' veloce. Per i master che hanno ancora minore disponibilita' di forza e minor tecnica (mediamente si allenano meno ed e' ineluttabile che avanzando con l'eta' si perdano tutte le pec**iarita' dei giovani, con eccezioni naturalmente) quasi certamente un 23m.
    48 | balineuve il 25/08/2011 12.04.38
    La risposta di Bill dice tutto ..... in un tracciato di GS medio a norma FIS, si parte dagli sciatori della domenica che danno il loro meglio con un RC R16 ...... a salire fino ai più forti in CDM che danno il meglio con un R28-30 metri ....... quindi perchè imporre raggi ancora superiori ?????? Tornando al discorso tuning penso che lavorando sull'angolo laterale e con un buon filo si possa tenere perfettamente anche sul barrato anche con un tuning a 2° ...... certo i tempi di cambio sarebbero un po' più lenti ma il rischio di spigolate involontarie diminuirebbe ....... non ho fatto prove ma penso che uno sci R27 con tuning a 2° se ben preparato sia molto più veloce di un qualsiasi R40 ..... poi non vedo problemi a omologare una strumento per il controllo del tuning minimo ........ basta farlo a 2° e appoggiarlo sulla soletta se rimane luce tra squadretta e soletta il tuning è inferiore a 2° ....... e non ci vuole un ingegnere per capirlo .....
    49 | Bill il 25/08/2011 12.27.59
    La questione tuning puo' apparire controversa e, purtroppo, e' uno dei molti fattori che hanno un'influenza. Supponiamo di poterlo misurare in maniera affidabile; allora quale sarebbe la conseguenza di un tuning imposto (e presumibilmente piu' alto di quello che gli atleti usano correntemente)? Un tuning basso permette due cose: un vincolo efficace nella prima fase curva e una buona tenuta nel momento appena precedente il cambio (quando lo sciatore e' ancora agganciato alla lamina dell'esterno e sta per rilasciarla). Se alziamo il tuning (ma non cambiamo modo di sciare) avremo quindi un entrata di curva un po' piu' in drift e in seguito un cambio non cosi' "esplosivo" poiche' l'effetto ribaltante viene artificialmente diminuito. Se io sapessi di avere uno sci con tanto tuning sotto i piedi farei due cose: 1) per recuperare vincolo all'inizio curva, a monte della massima pendenza, aumenterei un po' il canting degli scarponi, 2) aumenterei l'angolazione di fine curva per recuperare effetto ribaltante. Il risultato finale dell'aumento del tuning potrebbe essere combattuto cosi'. Perche' gia' non lo fanno? Perche' aumentare il canting da' problemi in altre parti della curva e una maggior angolazione e' un esasperazione di un movimento gia' al limite.
    50 | franz62 il 25/08/2011 13.24.36
    Mi diletta l'immagine dell' allenatore bergamasco mentre ostia al traguardo con il giudice di gara..... in controluce nella bufera divertendosi a misurare il tuning.[:D] regolamenti da F1 ci vorrebbero nello sci....una marea di nuovi appassionati[:D]
    51 | franz62 il 25/08/2011 13.36.21
    Io comunque mi sbatterei meno...con regolamento 2 gradi farei solo le gare con la neve fresca o con tanto sole in primavera, scelgo il 30...seguo la buca come una slitta e abbasso i punti di brutto[:D]
    52 | GPA il 25/08/2011 14.50.27
    Bill ha scritto:
    GPA ha scritto:
    E adesso cominciano a fare marcia indietro: da 40 passiamo a 35,ma solo in CdM e CE il primo anno,cioè 2012/13,e l'anno successivo anche nelle FIS. ...
    Riferimenti? Per cortesia, mi dici dove lo hai letto? 35 mi piace gia' di piu', in fondo sono gli attuali sci da SG. Sono duri da girare ma quelli correnti sono fatti per velocita' intorno ai 90-100 km/h. Se li fanno piu' morbidi in modo da renderli adatti ai 60-70 km/h del GS potremmo esserci.
    Beh penso che lo avrai visto anche tu,comunque questo è il link http://www.fantaski.it/news/2011/08/24/fis-aggiusta-il-tiro-sulle-nuove-regole-materiali.asp Concordo anche io sul fatto che sia meglio 35 e che lavorando sulla resistenza dinamica dell'asta si possa ottenere qualcosa di utilizzabile accettabilmente. Resta il problema,di cui parlavo poco fa con mio figlio che è del '95,sul come verranno eventualmente inseriti i nuovi materiali,per i motivi già espressi nel precedente post,ovvero il rischio che i giovani che passano in CE si trovino improvvisamente a dover usare sci con 8 m di raggio in più,oppure che ci sia un gran casino nelle Junior e Race causato dalla libertà di scelta per un anno tra nuovo e vecchio
    53 | franz62 il 25/08/2011 15.25.37
    Non mi pare un gran casino dare la possibilità a un giovane di usare per un anno entrambi materiali, magari ci capisce anche qualcosa...
    54 | GPA il 25/08/2011 21.52.01
    franz62 ha scritto:
    Non mi pare un gran casino dare la possibilità a un giovane di usare per un anno entrambi materiali, magari ci capisce anche qualcosa...
    Il gran casino scaturisce dal fatto,in primo luogo,di dover decidere cosa fare,cioè un anno ancora con materiali vecchi o buttarsi subito sui nuovi,in secondo luogo se per un anno nelle gare Junior e Race ci fosse questa possibilità bisognerebbe anche vedere il comportamento dei tracciatori. Questo perchè io sono fermamente convinto che se passasse questa fesseria di regolamento i tracciati verrebbero rivisti abbondantemente,mentre se ci fossero gare con materiali "misti" la situazione sarebbe,per tutti,un gran casino. Quindi la mia idea,se dovesse passare il regolamento,è che dovrebbero uniformare subito tutte le gare FIS.D'altronde i regolamenti FIS sono sempre stati in vigore per tutte le gare,dalle Junior alla CdM,quindi non vedo il motivo di introdurre un regolamento dapprima solo in CdM e CE e solo un anno dopo a tutte le gare FIS,penalizzando i migliori giovani che si trovassero a salire di livello proprio in un simile frangente. Questo,ripeto,è il mio pensiero,condiviso dai giovani atleti con i quali ho avuto modo in questi giorni di parlare dell'argomento nonchè dai loro allenatori
    55 | franz62 il 25/08/2011 22.46.09
    Penso che ci siano ragazzi di quella età non ancora fisicamente e tecnicamente maturi per sci con 35 di raggio in giganti comunque diversi da quelli di CE e CdM....chiaro che si abbia paura di tutto e si guardi sempre al lato negativo ma personalmente ho fiducia nelle capacità di adattamento dei giovani dotati a materiali diversi in breve tempo. Gente che vince campionati italiani in discesa o SG si infila in partenza sci mai provati ereditati per l'occasione da atleti più forti...pronti via e abbassa i tempi di quattro secondi..chi è capace...si adattano meglio loro dei loro allenatori. [:D] Poi potrebbero uniformare anche il regolamento, farebbero solo più fatica i più scarsi (immaturi anche solo fisicamente, questo è un peccato) e probabilmente in tante piste e tracciati delle categorie inferiori sarebbero sci inutili. Poi ognuno può pensarla come vuole...tanto chi va avanti va avanti lo stesso.
    56 | Bill il 26/08/2011 8.21.39
    E dopo Ted Ligety e Warner Nickerson arriva anche Jon Olsson: http://www.jon-olsson.com/
    57 | Grigo il 26/08/2011 9.39.03
    Premessa: io non sono a favore del cambio delle regole! Provo però a ragionare : il raggio 21 o 27 o 40, è un raggio statico, non dinamico. Il raggio è calcolato sulla totale lunghezza dello sci, quindi alcuni segmenti possono avere raggi inferiori a 40 mt. Ad esempio in punta si potrebbero adottare raggi inferiori per agevolare l'ingresso curva. I tracciati da GS, viaggiano ad una distanza di 25/30 mt. Ciò vuol dire che l'attrezzo in questo momento ha una rilevanza importante in quanto tutta la risposta elastica e l'energia, se giustamente lavorata la prima parte di curva, viene scaricata e ricevuta dall'atleta. Il cambio di sciancratura, di raggio, porterà soltanto ad un lieve cambiamento della tecnica.
    58 | Bill il 26/08/2011 10.25.13
    Grigo ha scritto:
    Provo però a ragionare : il raggio 21 o 27 o 40, è un raggio statico, non dinamico. Il raggio è calcolato sulla totale lunghezza dello sci, quindi alcuni segmenti possono avere raggi inferiori a 40 mt. Ad esempio in punta si potrebbero adottare raggi inferiori per agevolare l'ingresso curva. ...
    E' verissimo, ma cio' che guadagni da una parte perdi dall'altra. Se rendi la punta come uno sci, poniamo, da 23m ti ritroverai (a termini di regolamento) con una codina stretta stretta e il finale di curva diventa un incubo. E non appena allargherai la coda per recuperare un filo di tenuta pria del cambio ecco che la spatola deve stringersi nuovamente.
    59 | franz62 il 26/08/2011 10.45.08
    Per farli inczzare davvero bisognerebbe anche tirar giù un pó di spessore[:D]
    60 | Bill il 26/08/2011 11.06.43
    franz62 ha scritto:
    Per farli inczzare davvero bisognerebbe anche tirar giù un pó di spessore[:D]
    Infatti scende pure quello [:D] non ricordo piu' i valori ma le case dicono che non c'e abbastanza materiale per fare aggrappare le piastre e gli atleti dicono che toccheranno gli scarponi (anche perche con 35 o 40 che siano le pieghe dovranno essere piu' estreme). Con buona pace della sicurezza.
    61 | franz62 il 26/08/2011 11.16.29
    Bene...mi piace, penso sia una buona strada.
    62 | dani1965 il 26/08/2011 12.24.48
    Bill ha scritto:
    E dopo Ted Ligety e Warner Nickerson arriva anche Jon Olsson: http://www.jon-olsson.com/
    [:D]
    63 | dani1965 il 26/08/2011 12.37.34
    Grigo ha scritto:
    Premessa: io non sono a favore del cambio delle regole! Provo però a ragionare : il raggio 21 o 27 o 40, è un raggio statico, non dinamico. Il raggio è calcolato sulla totale lunghezza dello sci, quindi alcuni segmenti possono avere raggi inferiori a 40 mt. Ad esempio in punta si potrebbero adottare raggi inferiori per agevolare l'ingresso curva. I tracciati da GS, viaggiano ad una distanza di 25/30 mt. Ciò vuol dire che l'attrezzo in questo momento ha una rilevanza importante in quanto tutta la risposta elastica e l'energia, se giustamente lavorata la prima parte di curva, viene scaricata e ricevuta dall'atleta. Il cambio di sciancratura, di raggio, porterà soltanto ad un lieve cambiamento della tecnica.
    Mi fa piacere che i miei interventi del 22 luglio (http://www.fantaski.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=17487&whichpage=66) e dell'9 agosto (http://www.fantaski.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=17487&whichpage=67) trovino un'autorevole conferma qui... [:)] [;)]
    64 | GPA il 26/08/2011 22.51.30
    franz62 ha scritto:
    Penso che ci siano ragazzi di quella età non ancora fisicamente e tecnicamente maturi per sci con 35 di raggio in giganti comunque diversi da quelli di CE e CdM....chiaro che si abbia paura di tutto e si guardi sempre al lato negativo ma personalmente ho fiducia nelle capacità di adattamento dei giovani dotati a materiali diversi in breve tempo. Gente che vince campionati italiani in discesa o SG si infila in partenza sci mai provati ereditati per l'occasione da atleti più forti...pronti via e abbassa i tempi di quattro secondi..chi è capace...si adattano meglio loro dei loro allenatori. [:D] Poi potrebbero uniformare anche il regolamento, farebbero solo più fatica i più scarsi (immaturi anche solo fisicamente, questo è un peccato) e probabilmente in tante piste e tracciati delle categorie inferiori sarebbero sci inutili. Poi ognuno può pensarla come vuole...tanto chi va avanti va avanti lo stesso.
    Non capisco se quando parli di ragazzi "di quell'età" oppure "immaturi fisicamente" ti riferisci anche tu a quelli ai quali mi riferivo io,cioè dal primo anno FIS. A quel punto,se è concesso correre una libera, a maggior ragione sarà logico sottostare a regolamenti uguali a quelli di CdM e CE,nell'ottica di crescita ed evoluzione in un ambito del quale fai già comunque parte. E questo,lo ribadisco,lo dice uno assolutamente contrario alle nuove regole.Sta poi al buon senso di allenatore/atleta/genitori analizzare le reali capacità del ragazzo e decidere le relative limitazioni(es. chi fa 300 punti dove i suoi coetanei medi ne fanno 80-90) Poi,ovviamente,non posso che essere pienamente in accordo con te quando dici che i giovani,specie quelli forti,hanno una capacità di adattamento a materiali diversi davvero notevole,così come che i migliori resteranno verosimilmente i migliori
    65 | GPA il 26/08/2011 22.57.30
    Bill ha scritto:
    E dopo Ted Ligety e Warner Nickerson arriva anche Jon Olsson: http://www.jon-olsson.com/
    E se effettivamente 41 dei top 50 hanno espresso parere negativo,e spero lo facciano con forza,la cosa potrebbe prendere una piega diversa. Questo Olsson mi è sempre più simpatico! P.S. OT: non male il ragazzino del video eh!
    66 | franz62 il 27/08/2011 0.37.55
    GPA scusami...ai miei tempi cominciavi a correre in discesa a 14 anni, non per questo eri maturo per Kitz, stesso discorso adesso, non tutti al primo anno FIS sono fisicamente uguali e i tracciati non sono da coppa del mondo, per quello può non essere del tutto sbagliata la libertà di scelta.
    67 | casnas il 27/08/2011 10.53.24
    mah, i ragionamenti di grigo e dani sono condivisibili... tuttavia io sono d'accordo con ligety, così si snatura l'evoluzione e la tecnica... e c'è un malcontento generale che dovrà uscire prima o poi e se la fis fa orecchie da mercante sarà una figura stile calcio. alla fine secondo me gli unici che sono d'accordo con ste nuove regole sono quelli che sperano di azzoppare gli attuali dominatori nel gs e sperano di tornare a vincere ancora per un po. poi qua parliamo del gs, ma anche sg e dh vengono stravolte con l'abbassamento degli spessori di 2cm! sciando come abbiamo imparato (perché ti entra dentro il movimento con cui sfrutti il rialzo) si cadrà ancora di più...per assimilare il passaggio ci.vorrà più tempo di una sessione di allenamenti estivi... e nella prima stagione si rischia di infortunarsi di più di adesso. in ogni caso vedrete che così com'è non passerà senza proteste, è "troppo"
    68 | franz62 il 28/08/2011 9.03.07
    In pratica mi vuoi dire che normalmente vai a sciare con un race carve, poi ti infili un freeride e vai per terra tutte le curve perchè " hai dentro il movimento"? [:D] non ci siamo...troppo asino..niente coppa del mondo[:D] Questi piegano al limite degli spessori che hanno..se li abbassi piegheranno meno, senza andare per terra. certo andranno più piano in curva...ma non è quello che si vuole? Ah già...dimenticavo.. si vuole che si pieghino di più..vadano più forte in curva...saltino più lungo, siano polivalenti, non si facciano male, ci sia sempre il sole e possibilmente un paio di gnocche che ti assistano mentre guardi la gara in TV. Meno spessori avvantaggiano un discesista piuttosto che un altro? Vabbè ma che mi frega chi vince...vincerà il migliore. L'evoluzione tecnica in gigante? Ligety stesso sostiene che si è arrivati al top con questi materiali, che lui non migliora alzando gli spessori o abbassandoli.. ha poco da pastrugnare..(ovvio sennò non vincerebbe la coppa di gigante, solo chi è in perfetta sintonia fisica, tecnica e di materiali la vince..) di conseguenza l'evoluzione tecnica è solo relativa ai materiali che usi e non un concetto assoluto. Ti possono piacere Worley e Brignone oppure no...sono brave a sfruttare i materiali a disposizione, potrebbero essere brave anche a sfruttare i 30 metri o magari saranno più brave altre ma è un problema loro e non sono loro "l'evoluzione tecnica" in senso assoluto.. anzi..a me non fa impazzire una tecnica dove lo sfruttamento delle geometrie dell'attrezzo è fondamentale...ci son doti più divertenti.
    69 | GPA il 28/08/2011 22.51.56
    franz62 ha scritto:
    GPA scusami...ai miei tempi cominciavi a correre in discesa a 14 anni, non per questo eri maturo per Kitz, stesso discorso adesso, non tutti al primo anno FIS sono fisicamente uguali e i tracciati non sono da coppa del mondo, per quello può non essere del tutto sbagliata la libertà di scelta.
    OK,quindi anche se indirettamente hai risposto alla mia domanda,cioè ti riferisci ai ragazzi dai 16 anni. I tuoi tempi,se il 62 si riferisce all'anno di nascita,erano più o meno anche i miei(sono del '57) e concordo pienamente sul fatto che non tutti i sedicenni siano uguali,sia fisicamente sia tecnicamente,oltre al fatto che nessuno potrebbe essere già pronto per una DH impegnativa,specie per quelli,come nel mio caso(come genitore),che hanno avuto a che fare con un ambiente in cui contano solo le prove tecniche e a nessuno interessa valutare le eventuali capacità di un giovane nelle prove veloci(scusa lo sfogo OT).Resto però dell'idea che se entra in vigore un regolamento FIS,questo debba essere valido per tutte le gare gestite dalla FIS,per uniformità,per dare la possibilità di evoluzione con gli stessi materiali,per dare la possibilità,poco in voga in Italia ma molto all'estero,di far correre le Race agli atleti di CdM a passeggio per far abbassare i punti ecc. ecc. Questo non significa che non possano esserci le autolimitazioni dettate dal buon senso,sperando che ne sia dotato almeno uno tra allenatore,atleta e genitori. Poi,ovviamente,questa è la mia idea,come detto condivisa da molti giovani atleti,tra cui mio figlio e anche mia figlia pur non correndo più,nonchè,mi sembra da molte voci ben più autorevoli
    70 | franz62 il 29/08/2011 10.36.24
    MI appello a Ligety come fan tutti...[:246] chi più autorevole di lui bla bla bla..? Avrai letto nell' altra discussione cosa dice riguardo alle lunghezze per i giovani.. Scherzo..resto dell'idea che non sia una questione fondamentale[;)]
    71 | Bill il 29/08/2011 11.24.31
    http://www.youtube.com/watch?v=76yYnVgbx98&feature=player_embedded
    72 | franz62 il 29/08/2011 13.07.42
    mi piace anche di più adesso che ho visto il video...35 penso sia il giusto compromesso...però li farei sciare anche così se queste erano le prime prove.
    73 | balineuve il 29/08/2011 13.42.23
    Dai Franz ......... è uno spettacolo penoso ...... vabbè che sei nostalgico del passo spinta, ma si vede benissimo che non è per niente a suo agio ....... e anche se con l'uso lo diventerebbe sarebbe sempre lentissimo ...... [;)]
    74 | Bill il 29/08/2011 13.47.13
    Con quelle derapate incontrollate qualcuno prima o poi finisce per inforcare in GS. [:D][:D][:D]
    75 | lbrtg il 29/08/2011 13.48.39
    Guardate sul sito di "RACE SKI MAGAZINE" il filmato di chi ha provato i nuovi sci da Gigante.[:(]
    76 | franz62 il 29/08/2011 14.07.33
    balineuve ha scritto:
    Dai Franz ......... è uno spettacolo penoso ...... vabbè che sei nostalgico del passo spinta, ma si vede benissimo che non è per niente a suo agio ....... e anche se con l'uso lo diventerebbe sarebbe sempre lentissimo ...... [;)]
    Povero..anche in questo filmato lo vedo molto a suo agio...chissà...magari entrandoci più piano non si svergolava un ginocchio...oppure se lo svergolava ugualmente, ma lo sciatore è lo stesso in ogni caso. [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=-ZfONLOX9PE&feature=related[/youtube]
    77 | dani1965 il 30/08/2011 8.29.05
    Il problema non è il "bello o brutto da vedere": il problema è che l'atleta non si diverte più, e senza divertimento non hai stimoli nel praticare uno sport. A meno che tu non sia un perfetto masochista...
    78 | karl.berto il 30/08/2011 9.11.47
    dani1965 ha scritto:
    Il problema non è il "bello o brutto da vedere": il problema è che l'atleta non si diverte più, e senza divertimento non hai stimoli nel praticare uno sport. A meno che tu non sia un perfetto masochista...
    Per altro il lavoro d'impostazione che alcune nazionali stanno facendo sui giovani andrebbe a quel paese "tornando" a sci di questo tipo...e non so quanti ragazzi ricomincerebbero da zero cambiando impostazione sugli sci, ne parlavo con un allenatore d'oltralpe e mi confermava queste sensazioni... Questi sci non piacciono e non divertono..[:(] e dani ha confermato quello che si sente in giro!
    79 | stefy88 il 30/08/2011 9.48.26
    quotone per Dani e Karl.berto... se lo dice un atleta di Cdm che non si è divertito a scendere con questi sci immaginatevi il ragazzino che comincia a fare le prime gare Fis o di Coppa Europa[:(][B)]... chi lo obbliga a gareggiare se deve scannarsi per riuscire ad arrivare al traguardo senza nessun divertimento... nessuno.[xx(] E per ora è quello che mi preoccupa di più visto che il futuro della Cdm arriva da lì (sono un po' drastica oggi [;)])
    80 | simoski il 30/08/2011 11.49.36
    magari questo link l'avete già messo nel forum e mi è sfuggito.. comunque c'è la lista di tutti gli atleti contrari alle nuove norme..e non sono pochi.. http://ski.freesponsible.info/
    81 | casnas il 30/08/2011 11.54.05
    bravo simo, sei il primo che c'è arrivato! [:D]
    82 | Admin il 30/08/2011 12.45.30
    l'ho visto ieri sera, ora di cena, poco fa ho pubblicato la news
    83 | Admin il 30/08/2011 12.46.42
    vedi qui: http://www.fantaski.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=22494 e qui: http://www.fantaski.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=22492
    84 | luan il 07/09/2011 19.53.01
    ragazzi io sono giovane e sinceramente se dovessero cambiare le sciancratura andando ad arrivare ai 40 metri di raggio non guarderei e non praticherei più sci agonistico e quindi gare.. quattro semplici motivi: -se gli atleti non si divertono e non riescono a girare con questo tipo di sci non si vedrebbe più sci in Tv perchè diventerebbe uno sport noioso -mi passerebbe la voglia di realizzare il sogno di arrivare in CDM -al posto di diminuire la pericolosità la hanno aumentata visto che tutti gli atleti arrivano al limite del mezzo con gli sci 195 vai sicuramente più veloce che con uno sci 186 però con l' 86 bene o male le curve riesci a farle ma con 40 metri di raggio non puoi condurre le curve puoi solo schiantarti sulla porta successiva -cambierebbe tutto il modo di sciare e non dite che cambierebbero la sciata solo i cosiddetti agonisti perchè ai principianti vengono insegnate le basi per riuscire a sciare come gli agonisti e quindi dovremmo riimparare tutto, tutti quanti



      Cerca una parola nelle news:        

      Ultime 15 Notizie correlate: (Ted Ligety FIS regolamento )

      [08/09/2019] Ispezione FIS positiva a La Thuile
      [26/08/2019] Ligety criptico sui social: Hirscher si ritirerà?
      [20/08/2019] Sestriere di candida per i Mondiali 2029
      [12/08/2019] Caso Luitz: aggiornato il regolamento FIS
      [24/07/2019] E' partita ufficialmente la stagione FIS 2020
      [23/07/2019] Controllo FIS in Gardena:nuova partenza per superg
      [18/07/2019] Buzzi: "Punto a essere costante"
      [16/07/2019] Ligety: "mi concentrerò sul gigante"
      [05/07/2019] Rossel e Puyol coordineranno la Coppa Europa
      [05/06/2019] I Calendari della Coppa del Mondo 2019/2020
      [01/06/2019] Val Gardena e Badia in calendario fino al 2022/23
      [28/05/2019] Dubrovnik: al via la FIS Calendar Conference
      [14/05/2019] Il Team USA per la stagione 2019/2020
      [13/05/2019] La tappa di Levi posticipata di una settimana
      [02/05/2019] Le candidature ufficiali per Mondiali FIS 2024/25

      Altre notizie di Coppa del Mondo:

      [19/09/2019] Stop per Kira Weidle
      [19/09/2019] Bing Dwen Dwen sarà la mascotte di Pechino 2022
      [18/09/2019] Cerro Castor: riparte la SAC con azzurri sul podio
      [18/09/2019] Olimpiadi 2026: oggi prima riunione
      [16/09/2019] Atleta dell'anno FISI: in lizza Paris e Wierer
      [16/09/2019] Velocisti e slalomisti rientrano da Ushuaia
      [15/09/2019] Clement Noel e Alex Vinatzer entrano in Red Bull
      [15/09/2019] Heinz Peter Platter nuovo coach della Cina
      [13/09/2019] Ushuaia: ultimi arrivi e prime partenze
      [11/09/2019] Rulfi:"programma rispettato,le ragazze stanno bene
      [11/09/2019] Madrid: una medaglia per Blanca Fernandez Ochoa
      [10/09/2019] Inner e Gross allo Stelvio
      [10/09/2019] Elena Curtoni e sorelle Delago verso Ushuaia
      [10/09/2019] Clement Noel rinnova con Dynastar
      [10/09/2019] Cardrona: a Walch e Klomhaus il circuito ANC
      [09/09/2019] Stelvio:stage tecnico per i giovani del centro-sud
      [08/09/2019] Ispezione FIS positiva a La Thuile
      [07/09/2019] Anna Veith rimette gli sci
      [06/09/2019] Hirscher Day: le reazioni
      [06/09/2019] L'addio di Hirscher: l'omaggio di Atomic
      [06/09/2019] Ushuaia: attese polivalenti e slalomiste
      [05/09/2019] Hischer: le tappe di una carriera straordinaria
      [04/09/2019] Marcel Hirscher annuncia: "mi ritiro!"
      [04/09/2019] Ispezione FIS al Sestriere in vista della CdM
      [04/09/2019] Trovata purtroppo morta Blanca Fernandez Ochoa
      [04/09/2019] Hirscher: vigilia di addio o ci ripenserà?
      [02/09/2019] Squadre di Coppa Europa verso Ushuaia
      [02/09/2019] ANC: chiusa la tappa di Coronet Peak
      [02/09/2019] Media austriaci sicuri: Marcel Hirscher si ritira
      [02/09/2019] Ad ottobre la Fisi si presenta
      [01/09/2019] Scomparsa misteriosa di Blanca Fernandez Ochoa
      [30/08/2019] Da Salisburgo Marcel Hirscher svelerà il futuro
      [30/08/2019] Ushuaia: tanti Azzurri e Azzurre al lavoro
      [30/08/2019] Bormio: un nuovo comitato per la Coppa del Mondo
      [30/08/2019] Liski fornitore per Pechino 2022
      [29/08/2019] Tamara Wolf entra nella squadra TV della SRF

      Altre notizie Fantaski:

      [26/03/2019] La Thuile: diamo una manche al Telefono Azzurro
      [23/02/2018] Fantanotti Olimpiche - Analisi dei Giochi 2018
      [06/02/2018] Aperte le FantaOlimpiadi 2018!
      [14/12/2017] Fantaski.it disponibile anche su Telegram !
      [05/12/2017] A La Thuile stagione aperta dal 2 dicembre
      [03/11/2017] Fantaski 2018 - mercato maschile aperto fino Levi
      [05/12/2016] Aperto il primo mercato - stagione 2016/2017
      [13/11/2016] A Milano di scena il Big Air Snowboard
      [21/03/2016] La Thuile: il 9 Aprile gara per Telefono Azzurro
      [26/02/2016] La Thuile: 1/a Gara dei Sogni in favore di FISIP



     
    titoletto copyright fantaski
     baffo fantaski titoletto contatti baffo fantaski titoletto riconoscimenti