separatore
icona fisi  
 icona fantaski titoletto linguaicona italia icona bandiera italia icona bandiera svizzeraicona bandiera inglese icona bandiera inglese icona bandiera americanatitoletto tedesco icona bandiera germania icona bandiera austria icona bandiera svizzeratitoletto francia icona bandiera francia icona bandiera svizzera 
fantaski_header
icona baffo fantaski titoletto home icona baffo fantaski titoletto cosa fantaski icona baffo fantaski titoletto faq help icona baffo fantaski titoletto regolamento icona baffo fantaski titoletto forum icona baffo fantaski titoletto fotogallery  
mercoledì 20 gennaio 2021 - ore 05:37 
titoletto coppa del mondo
separatore
titoletto coppa fantaski
separatore
titoletto gioca fantaski

FISI: lettera di Angelo Dalpez, Comitato TN

Clicca sulla foto per ingrandire
Dalpez A.
Dalpez A.
commenti 15 Commenti icona rss
Riceviamo e pubblichiamo una lettera del presidente del Comitato Trentino Angelo Dalpez sul commissariamento della FISI.

L'Alta Corte di giustizia sportiva del Coni ha dato il suo responso: azzeramento dell’Assemblea federale di Torino del 24 maggio 2010 e tutti gli organi dalla FISI dal Presidente Giovanni Morzenti all'ultimo dei consiglieri oltre ai revisori dei conti decadono. A giorni la Federazione degli sport invernali sarà commissariata.
Come Presidente del Comitato Trentino della FISI, anima nera del presidente Morzenti, ho ricevuto molti messaggi che rispecchiavano lo stato d'animo di molti amici che hanno condiviso con noi, in questi anni, la difficile, ambigua e perversa posizione dei vertici federali e dei fedeli accoliti che servili sedevano alla tavola del boss. Anni difficili abbiamo attraversato, noi che non volevamo condividere nulla e per questo costantemente penalizzati. Negli ultimi mesi, puntualmente prima delle sentenze di condanna nei confronti di Morzenti, si sono susseguite le missive con la regia del presidente del Comitato Alpi Occidentali Marocco, inviate ai presidenti dei Comitati regionali ai quali si chiedeva di esprime solidarietà, rinnovata fiducia nel padre-padrone della FISI. Chi non firmava veniva additato come nemico di Morzenti e quindi della stessa federazione.
Noi non ci siamo mai inchinati al volere del "despota", così come non hanno fatto il Presidente del Comitato Regionale Appennino Emiliano, Giulio Campani e spesso anche Claudia Giordani Presidente del Comitato Alpi Centrali.
La sentenza dell'Alta Corte di giustizia sportiva del Coni oltre al giudizio, indiscutibilmente pesante per la Federazione, ha avuto anche il merito di fare chiarezza anche se noi non ci illudiamo più di tanto.
Si andrà a nuove elezioni ed ancora una volta gli ambigui manovratori usciranno dal loro letargo e si presenteranno come novelli portatori del nuovo messaggio, dopo aver assecondato maldestramente e furbescamente in tutto e per tutto, nel bene e nel male, il loro caro presidente Morzenti. Poco importa se è una giacca a vento o una macchina destinata agli atleti. Siamo sicuri che quegli individui sapranno ancora una volta riciclarsi e dire che loro non centravano con la gestione verticistica di Morzenti o come gli opportunisti dell’ultima ora che pur ritrovandosi con gli oppositori alla vigilia del voto federale, puntualmente sono stati poi accalappiati dal "fascino morzentiano".
Ora però il tempo è scaduto e con l'arrivo del Commissario che reggerà le sorti federali per alcuni mesi, tutto viene azzerato. Sicuramente è meglio così. Per cambiare le sorti della Federazione si deve ripartire da:
a) Un Consiglio federale rinnovato, emarginando quanti con ambizioni di potere hanno condiviso la gestione Morzenti, dai bilanci alle disastrose decisioni tecniche che di fatto ci hanno relegato al ruolo di cenerentola fra le nazioni importanti dello sci pur raggiungendo risultati agonistici di prestigio dovuti esclusivamente alla professionalità e alla passione di tecnici e di atleti;
b) fare chiarezza sulla reale situazione economico – finanziaria della Federazione.
c) ricucire da subito attraverso personaggi di prestigio - testimoni di un passato sportivo o rappresentanti dei Comitati organizzatori di grandi eventi che in questi anni si sono allontanati dalla gestione "morzentiana" - i rapporti con la FIS che di fatto si sono bloccati con la condanna in primo grado di Morzenti nell'inchiesta di Cuneo e quindi la sospensione dello stesso presidente dal consiglio della federazione internazionale.
(continua qui)

(lunedì 11 luglio 2011)

Argomenti:


@RIPRODUZIONE RISERVATA

  • martedì 19 gennaio 2021

    FISI: Informativa sulla 13/a riunione di Consulta Nazionale

    martedì 5 gennaio 2021

    Via libera della FISI per le gare regionali dal 9 gennaio

    giovedì 31 dicembre 2020

    Roda: "Complimenti per la Coppa, ma ora Bormio deve muoversi"

  • sabato 26 dicembre 2020

    Bormio: si inverte il programma, lunedì superG

    giovedì 24 dicembre 2020

    Lettera del presidente Roda dopo le ultime disposizioni ministeriali

    giovedì 26 novembre 2020

    Zecchini: "La montagna deve rimanere fruibile,serve all'Italia!"

  • martedì 24 novembre 2020

    FISI: anche giovani e master sono "atleti di interesse nazionale"

    lunedì 9 novembre 2020

    Le Fis di Solda tra normative federali e "zona rossa"

    sabato 7 novembre 2020

    FISI: nuova definizione per atleti di "interesse nazionale"


    Tutt i commenti disponibili:
    1 | Admin il 11/07/2011 19:58:20
    d) riaprire il dialogo con i Comitati organizzatori di eventi internazionali facendo da regia nella richiesta di candidature di Campionati mondiali, Coppe del mondo o altre manifestazioni internazionali e) risolvere le problematiche legate ai diritti televisivi con i Comitati organizzatori che mettono in pericolo lo stesso svolgimento delle gare in Italia ponendo la Fis in condizioni di rivedere il calendario di Coppa del Mondo a favore di località estere. f) rivedere la gestione tecnica delle diverse discipline soprattutto nei settori dello sci alpino e dello sci nordico. I team tecnici devono essere autonomi delle scelte pur condividendole le Commissioni di riferimento ma non devono essere assoggettati a capricci o manie del presidente. g) ripristinare i rapporti con le aziende sportive per la formazione di un nuovo Pool, con società e marchi di prestigio, società impiantistiche stazioni invernali per un progetto di rilancio globale del mondo dello sci. h) riformare il ruolo dei Comitati Regionali Fisi con compiti ben definiti e decisionali per quanto riguarda l’attività e gli eventi sul proprio territorio oltre al sostegno per l’attività giovanile. i) ruoli ben definiti dei Gruppi Sportivi militari all’interno della Federazione e a favore dei Comitati regionali e delle realtà territoriali. l) riaprire i rapporti con i media per una maggiore attenzione e divulgazione dello sci oltre a ripristinare i mezzi di comunicazione con gli sci club e quanti gravitano nel mondo dello sci. C’è molto da lavorare se si vuole riportare la Federazione degli sport invernali agli antichi splendori con una visione e una struttura indubbiamente più dinamica, moderna, giovane ma che sappia far riscoprire a tutti i protagonisti, lo sci in tutte le sue dimensioni allontanandoci sempre di più dalle miserie morzentiane. Angelo Dalpez Presidente Comitato Trentino Fisi
    2 | magimail il 12/07/2011 00:19:39
    Che dire di più'? Analisi della situazione lucida, corretta e inoppugnabile. E senza mezzi giri di parole. Oltre, e lo dico ai vari Glauco, Lara ecc, vorrebbe solo dire cautelarsi per la prossima "carega"! Spero nessuno si offenda, ma una Disamina schietta come quella dell'amico Trentino (maiuscolo!), e' come una boccata di ossigeno. Una sola, amarissima considerazione su questa infamante querelle italiana: gia' non avevamo potere decisionale in seno alla Fis per le note vicende di Cuneo, ( e gia' allora un rigurgito di orgoglio/onore avrebbe dovuto saltar fuori dai tes ti co li del Presidentissimo),adesso penso che alle riuni aspettino i rappresentanti italiani con la divisa da Arlecchino, o il trucco sorridente/triste dei pagliacci. E non per colpa nostra...
    3 | quilodico il 12/07/2011 09:25:51
    Chapeau!
    4 | brunodalla il 12/07/2011 10:55:14
    sembra quasi un programma per la elezione..... intanto oggi in un trafiletto sulla gazzetta c'era scritto che Morzenti starebbe cercando di convincere Angelo Radici, fratello dello sciatore Fausto, a candidarsi come presidente.
    5 | lara.magoni@libero.it il 12/07/2011 11:45:36
    Un nome importante e carismatico....ci vorrebbe proprio! Quanto al programma non vedo nulla di nuovo, l'importante è come sempre che si faccia quanto si dice. Se il Presidente Dalpez ha le idee così chiare sarebbe bello sostenerlo in un eventuale candidatura nazionale. Ci vuole coraggio ma con tanta conoscenza potrebbe farcela. In bocca al lupo!!
    6 | eugenio il 12/07/2011 12:23:52
    Più probabile che Dalpez appoggi Lorenzo Conci, già papabile allo scorso turno elettorale.
    7 | FRENK il 12/07/2011 21:59:54
    Non c'è dubbio che questo è il momento migliore da non so quanti anni per chi ha veramente a cuore le sorti della federazione di fare quadrato e ripartire da zero ma con il grande patrimonio di tecnici e atleti ripescando anche tra i "messi al bando". Penso che la prima cosa che debba fare il commissario è quella di rintegrare immediatamente Ravetto. Penso che anche gli altri tecnici e gli atleti tirerebbero un sospiro di solievo.
    8 | skitzato il 12/07/2011 22:06:27
    Qualsiasi siano le soluzioni,sta bene,l'importante,è che non penalizzino gli atleti (tutti). Penso che all'interno delle nostre squadre ci siano delle persone molto preparate ( dal Sig.Ravetto).....e sopratutto motivate al risultato. Speriamo che gli avvenimenti non intacchino questo giocattolo. skitzato
    9 | Enrico il 13/07/2011 10:04:32
    Rispetto la figura di Angelo Radici, ma io al posto suo non mi farei mai tirare la volata da uno come Morzenti. Francamente non sento alcun bisogno di essere rappresentato da una persona che si presenta nell'agone sotto la spinta del condannato e sbeffeggiato dalle istituzioni sportive in ben due occasioni ex Presidente (è il secondo commissariamento che Morzenti subisce in ambito FISI, il primo gli era accaduto quando era presidente del comitato AOC). A naso la cosa mi puzzerebbe di commistione e potrebbe rappresentare una continuità, invece di un deciso quanto auspicabile decisivo cambiamento di rotta!
    10 | Enrico il 13/07/2011 10:05:50
    Angelo Dalpez for President
    11 | didibi il 13/07/2011 11:09:57
    scusate, ma chi di voi conosce Dalpez? In quanto a caratterino secondo me potrebbe far rimpiangere Morzenti. Non so se in questo momento sia la persona giusta, vedo molto meglio Lorenzo Conci anche per il suo carattere diplomatico e calmo. deve solo chiarire la sua posizione rispetto agli organizzatori delle gare di CdM.
    12 | Enrico il 13/07/2011 17:44:12
    Didibi forse hai ragione. Non lo conosco, ma a naso mi piace di più di Lorenzo Conci, che negli anni si è dimostrato molto re travicello e poco coraggioso, fino ad essere puntualmente trombato. Di Dalpez apprezzo il fatto che non abbia mai sottoscritto nessuno di quei comunicati di appoggio pieno all'operato di Morzenti e di questo gliene do atto. E' una sensazione istintiva, magari sbagliata. Se avete informazioni a riguardo sulla sua incandidabilità fatecene partecipi.
    13 | truddo il 13/07/2011 19:13:44
    Appoggerei Conci, senza dubbio...
    14 | Enrico il 13/07/2011 19:38:45
    Io invece appoggerei senza se e senza ma la candidatura di Flavio Roda. Competenze da vendere, un ottima immagine sul mercato e soprattutto sa trovare anche gli sponsor!!!!
    15 | Enrico il 14/07/2011 00:13:23
    Dal sito di RACE la lettera di risposta alla lettera aperta dell'ex presidente Morzenti Redazione - 13/07/2011 23:58 Riceviamo e pubblichiamo la replica di Angelo Dalpez alla lettera di Giovanni Morzenti Caro direttore, mi scuso innanzitutto con te per lo spazio che ancora una volta tolgo ad argomenti, proposte, iniziative certo molto più importanti a favore dello sci, ma mi corre l’obbligo di rispondere pubblicamente mentre per il passato inviavo direttamente al presidente Morzenti le risposte alle sue missive che naturalmente ho archiviato. Una breve premessa prima di rispondere al dott. Morzenti. Lui abituato a dettare i comunicati stampa pensa che anche gli altri abbiamo bisogno dello stesso sistema per portare a conoscenza un proprio pensiero o solo un’opinione su fatti che hanno dell’incredibile e che meriterebbero davvero intere pagine per raccontare il sistema gestionale della federazione degli ultimi anni. Parlo di sistema non di risultati soprattutto tecnici. Aggiungo solo che il sottoscritto, forse si arrangia ancora a scrivere e fede ne fa l’iscrizione all’Ordine dei giornalisti datata 29 aprile 1980, due premi giornalistici di prestigio, direttore per 15 anni di emittenti radio – televisive ecc. Sono orgoglioso del mio passato da giornalista e di quanto riesco ancora a fare ora così come sono orgoglioso di portare avanti per il secondo mandato il compito di primo cittadino di Peio e presidente della Conferenza dei sindaci della Valle di Sole, nonché di Presidente del Settore Trentino del Parco Nazionale dello Stelvio. Questo non certo per mettere in mostra quanto cerco di fare per il bene delle nostre comunità di montagna, ma per ribadire il mio concetto di istituzione che è sinonimo di trasparenza e democrazia doti con le quali cerco quotidianamente di convivere. Certo sono orgoglioso di fare il sindaco - una parola che lei riporta ironicamente virgolettata – e orgoglioso di portare la fascia tricolore magari cantando sommessamente l’Inno di Mameli e non certo sguaiatamente come avviene in certe caciare sollecitato da rigurgiti alcolici così come sono contento quanto vengo accolto con simpatia in tutti i Pubblici Uffici della mia provincia. Una cosa l’illuminato Morzenti fa fatica a capire: le sue travolgenti ambizioni non trovano riscontro in altri soggetti, e meno che meno nel sottoscritto. Io ho sempre lavorato e lo ribadisco per il bene del mio Comitato e della Federazione – sono lontani i tempi in cui pubblicamente Morzenti mi ringraziava per la mediazione che portavo avanti, con la Provincia di Trento, particolarmente attenta con sensibilità alle richieste federali. Non c’erano “emissari” o accoliti” in questi frangenti – termini a Morzenti molto cari – e nemmeno non sono mai state inviate, da parte del Trentino, richieste di posti federali tanto ambiti da quanti ora “risalgono in disordine e senza speranza le valli che avevano disceso con orgogliosa sicurezza”. Con la gestione Morzenti, al di la delle cose che riusciva a comunicare – tanto che gli stessi componenti dell’ufficio di Presidenza spesse volte non erano al corrente di quanto succedeva in Federazione (ma figuriamoci se era lui il padre – padrone!), anche la vita di alcuni Comitati regionali sarebbe da trasmettere per la storia. Il Comitato Alpi Occidentali aveva silurato Morzenti e lui per un classico ricorso della storia, dopo essere tornato in sella, ha ribaltato la situazione e con un colpo maldestro e con l’aiuto di “generosi” cecchini ha commissariato il CAO mandando a casa l’incolpevole Gianni Santilli, bravo e sensibile presidente. Ci sarebbe da ricordare il Comitato Alto Adige con l’altro siluramento di un altro bravo presidente, Alfred Jud. Unica colpa quella di dialogare con i Comitati organizzatori di eventi internazionali, assieme al Trentino, per equi diritti televisivi. Al mio Comitato, mentre la Provincia di Trento collaborava economicamente con la Federazione, continue minacce di commissariamento direttamente a me o attraverso i consiglieri federali trentini anche loro sempre uniti nel contrasto della politica morzentiana. Chissà forse un giorno rimanderò a puntate storie e vicende a me note della Federazione. Per il momento voglio rassicurare tutti. In apertura ho evidenziato parte dei miei impegni istituzionali – non certo per mettermi in mostra – ma solo per far capire a chiare lettere che io non cerco poltrone o incarichi federali, come del resto mai ho cercato, e quindi non ho nessuna intenzione di candidarmi a Presidente della FISI nazionale. Si metta il cuore in pace anche Morzenti, già alla ricerca di un degno sostituto, che c’è ancora gente disposta a lavorare nell’ombra, con passione e generosità e soprattutto che sa dialogare con i vari attori del nostro variegato mondo dello sci. In questo momento c’è solo voglia di aria pulita. Caro direttore, mi scuso nuovamente con te e con i lettori e per quanto mi riguarda penso di aver ribadito, ancora una volta, il mio pensiero libero da ogni coinvolgimento elettorale. Angelo Dalpez - Presidente del Comitato Trentino Fisi



      Cerca una parola nelle news:        

      Ultime 15 Notizie correlate: (FISI Dalpez )

      [19/01/2021] FISI: Informativa sulla 13/a riunione di Consulta Nazionale
      [05/01/2021] Via libera della FISI per le gare regionali dal 9 gennaio
      [31/12/2020] Roda: "Complimenti per la Coppa, ma ora Bormio deve muoversi"
      [26/12/2020] Bormio: si inverte il programma, lunedì superG
      [24/12/2020] Lettera del presidente Roda dopo le ultime disposizioni ministeriali
      [26/11/2020] Zecchini: "La montagna deve rimanere fruibile,serve all'Italia!"
      [24/11/2020] FISI: anche giovani e master sono "atleti di interesse nazionale"
      [09/11/2020] Le Fis di Solda tra normative federali e "zona rossa"
      [07/11/2020] FISI: nuova definizione per atleti di "interesse nazionale"
      [05/11/2020] Gardena, Alta Badia, Campiglio e Bormio senza pubblico
      [01/11/2020] Comitato AOC: il punto del coach Platinetti
      [31/10/2020] Federica Brignone è l'atleta dell'anno FISI 2020
      [28/10/2020] Fisi venerdì in diretta streaming e proclamazione atleta dell'anno
      [27/10/2020] Covid19: comunicazione di Flavio Roda agli Sci Club
      [26/10/2020] Roda: "Gli Sport Invernali devono tornare aperti"

      Altre notizie di Coppa del Mondo:

      [19/01/2021] Stagione finita per Hans Vaccari
      [19/01/2021] Innerhofer negativo al test covid
      [19/01/2021] CE Zinal: Mettler a segno, male l'Italia
      [19/01/2021] FISI: Informativa sulla 13/a riunione di Consulta Nazionale
      [18/01/2021] I 6 Azzurri all'attacco della Streif. Non ci sarà Innerhofer
      [18/01/2021] Chi vincerà la Sfera di Cristallo? Pinturault e lotta Vlhova/Gisin
      [18/01/2021] Via libera Fis a Gamisch-Partenkirchen e Plan de Corones donne
      [18/01/2021] Le 8 Azzurre per la tappa di Crans Montana
      [18/01/2021] Kitz: cancellata la prima prova
      [18/01/2021] CE: dominio Svizzera in superg, Franzoni 11/o
      [18/01/2021] Fantaski Stats - Kranjska Gora 2 - gigante femminile
      [18/01/2021] Fantaski Stats - Kranjska Gora 1 - gigante femminile
      [18/01/2021] Fantaski Stats - Flachau 2 - slalom maschile
      [18/01/2021] Fantaski Stats - Flachau 1 - slalom maschile
      [18/01/2021] Mattia Casse torna a sciare a Bardonecchia, con lui Tessa Worley
      [18/01/2021] Markus Waldner positivo al Covid19, Kitzbuehel gestito dai vice
      [17/01/2021] Stagione finita per l'olandese Adriana Jelinkova, rottura crociati
      [17/01/2021] Kitzbuehel: autorità sanitarie confermano 81/o Hahnenkamm Trophy
      [17/01/2021] Bassino: "due giorni di intense emozione!"
      [17/01/2021] Flachau: premiere di Sebastian Foss-Solevaag, 13/o Manny Moelgg
      [17/01/2021] Stagione finita per Marta Rossetti
      [17/01/2021] QUATTRO VOLTE BASSINO! VINCE ANCORA A KRANJSKA GORA
      [17/01/2021] Flachau: norvegese Foss-Solevaag comanda slalom, azzurri in ritardo
      [17/01/2021] Kranjska: Shiffrin in testa al 2/o gigante davanti Bassino
      [17/01/2021] Flachau: Hans Vaccari trauma distorsivo-contusivo al ginocchio destro
      [16/01/2021] CE: Runggaldier e Albano sfiorano le 10 in discesa
      [16/01/2021] Bassino: "Bella vittoria su una pista difficile!"
      [16/01/2021] Kilde caduto in allenamento, ginocchio KO
      [16/01/2021] Terzo sigillo stagionale per Marta Bassino a Kranjska Gora!
      [16/01/2021] Flachau: Manuel Feller primo sigillo in slalom, 19/o Gross
      [16/01/2021] Vinatzer: "Errori di inesperienza e gara buttata via"
      [16/01/2021] Bassino guida la prima manche di Kranjska Gora.Brignone 6/a
      [16/01/2021] Flachau: Noel al comando dello slalom, 11/o Gross, out Vinatzer
      [15/01/2021] Marcel Hirscher torna a parlare live in diretta web
      [15/01/2021] Marta Bassino: "mi sento pronta! A Kranjska Gora pendio impegnativo"
      [14/01/2021] Chi vincerà la Sfera di Cristallo? Kilde e Vlhova

      Altre notizie Fantaski:

      [18/01/2020] Benvenuto Luigi! Al via il Taglio di Grasscutter
      [04/10/2019] Circo Bianco: ritiri e cambi di materiale (2020)
      [26/03/2019] La Thuile: diamo una manche al Telefono Azzurro
      [23/02/2018] Fantanotti Olimpiche - Analisi dei Giochi 2018
      [06/02/2018] Aperte le FantaOlimpiadi 2018!
      [14/12/2017] Fantaski.it disponibile anche su Telegram !
      [05/12/2017] A La Thuile stagione aperta dal 2 dicembre
      [03/11/2017] Fantaski 2018 - mercato maschile aperto fino Levi
      [05/12/2016] Aperto il primo mercato - stagione 2016/2017
      [13/11/2016] A Milano di scena il Big Air Snowboard



     
    titoletto copyright fantaski
     baffo fantaski titoletto contatti baffo fantaski titoletto riconoscimenti