separatore
icona fisi  
 icona fantaski titoletto linguaicona italia icona bandiera italia icona bandiera svizzeraicona bandiera inglese icona bandiera inglese icona bandiera americanatitoletto tedesco icona bandiera germania icona bandiera austria icona bandiera svizzeratitoletto francia icona bandiera francia icona bandiera svizzera 
icona baffo fantaski titoletto home icona baffo fantaski titoletto cosa fantaski icona baffo fantaski titoletto faq help icona baffo fantaski titoletto regolamento icona baffo fantaski titoletto forum icona baffo fantaski titoletto fotogallery  
lunedì 17 dicembre 2018 - ore 02.03 
banner 120x90
titoletto coppa del mondo
separatore
titoletto coppa fantaski
separatore
titoletto gioca fantaski

Svindal oro in super-g; medaglia di legno per Heel

Clicca sulla foto per ingrandire
Vai al profilo di Svindal A.
commenti 15 Commenti icona rss
VANCOUVER 2010
I soliti due noti sul podio. Svindal e Miller, dopo l'argento ed il bronzo della discesa si portano a casa anche l'oro e l'argento di questo super-g olimpico. Sulla tracciato di Creekside il norvegese regala uno storico poker al suo paese con il quarto oro olimpico consecutivo di questa specialità. Un record anche questo che porta la firma, tre volte di Aamodt (1992, 2002 e 2006) ed ora quella di Svindal. Una gara capolavoro del velocista nordico su un tracciato, opera del tecnico azzurro Rulfi, non privo di passaggi impegnativi e spettacolari che hanno messo fuori gioco non pochi dei favoriti della vigilia. Ne sa qualcosa anche il nostro Peter Fill, caduto sul salto finale. Il carabiniere di Castelrotto non sembra aver riportato particolari problemi: si parla di un mal di schiena che però potrebbe mettere a rischio la sua partecipazione alla supercombinata di domenica. Nella giornata di Svindal e Miller sbuca, invece, uno sconosciuto dei quartieri alti della specialità, tal satunitense Weibrecht, capace di "inbroccare" la gara della vita che gli vale il bronzo. Bravo lo statunitense - quest'anno undicesimo a Kitzbuehel e Beaver Creek - a sfruttare il pettorale basso, il 2, con una pista praticamente perfetta. L'Italia finalmente dimostra carattere - segno che la strigliata di Claudio Ravetto dopo la discesa dell'altro ieri ha sortito qualche effetto - piazzando tre atleti tra i migliori sette, ma la medaglia resta un miraggio. Vanno vicino al bronzo in tre: Heel quarto a due centesimi, Innerhofer sesto a otto centesimi e Staudacher a nove centesimi. Da non dormirci questa notte e forse anche le notti seguenti, ma lo sport è anche questo. Piccole imperfezioni e qualche sbavatura per tutti, tali da togliere così la gioia di conquistare una medaglia olimpica. Steccano aperò anche alcuni favoriti come gli svizzeri Defago, Janka e Cuche o i canadesi Osborne-Paradies e Guay (4/o), ma non va meglio al Wunderteam austriaco. Il migliore in casa di Hans Pum è Benjamin Raich, quattordicesimo. Dopo due prove maschili la grande Austria è ancora al palo. Da segnalare la bruttissima caduta dello svedese Patrik Jaerbyn, alla sua ultima Olimpiade. Il veterano della coppa del mondo è rimasto vittima - nella parte terminale del tracciato - di una paurosa caduta con impatto di schiena dopo aver inforcato una porta prima di un salto. Jaerbyn è rimasto per qualche istante privo di sensi. La gara è stata subito interrotta per poter prestare i soccorsi allo svedese. Nei prossimi minuti conosceremo meglio le reali condizioni del simpatico Patrik. Domani tocca alle donne con un super-g (ore 19 in Italia), mentre domenica appuntamento con la supercombinata maschile (18.30 e 21.30 ora italiana).

(venerdì 19 febbraio 2010)



@RIPRODUZIONE RISERVATA


    Tutt i commenti disponibili:
    1 | lbrtg il 19/02/2010 23.24.06
    Bella gara, molto spettacolare! Questa è proprio l'Olmpiade degli americani. Per quanto riguarda i nostri, possiamo sicuramente dire che hanno fatto una grande gara, ma senza un po' di fortuna............[;)] Speriamo che il vento "giri".
    2 | dave76 il 20/02/2010 0.30.48
    Savio correggi finchè sei in tempo. Aamodt l'ha vinto nel 1992, 2002 e 2006. [:D] Nel 1998 l'ha vinto Hermann Maier!!!! [}:)][}:)]
    3 | lolloskiman il 20/02/2010 14.05.55
    che sfortuna! mi dispiace molto anche per Guay dato che 4 anni fa a Torino non era molto diversa la sua classifica... http://www.fis-ski.com/uk/604/610.html?sector=AL&raceid=39591
    4 | GeneraleLee il 21/02/2010 22.47.00
    5 | Peuterey il 22/02/2010 2.46.40
    Mario Cotelli ha scritto su sky.it: Tutto come previsto, dunque, nel SuperG maschile di Vancouver. Lo avevo detto, è successo. Questo SuperG era la replica della libera. Tracciato identico. Per questo, dei primi tre della discesa di lunedì scorso, due hanno beccato oro e argento: il fantastico norvegese Svindal e il fuoriclasse americano Miller. Perché si è trattato di una gara molto, molto veloce, 115-120 all'ora, mica roba da ridere. I nostri? Appunto: come previsto. Hanno avuto problemi nella parte alta, come avrete visto tutti. Dove il tracciato girava di più. Il problema di saper affrontare le curve veloci. Non dimentichiamo, comunque, che era stato disegnato da un italiano: Gianluca Rulfi. Dettaglio che ha avuto eccome la sua importanza. Heel, Staudacher, Innerhofer sono stati certamente facilitati. E, difatti, i distacchi si sono misurati in una manciata di centesimi. Anche se, come già temevo nel mio precedente commento, hanno "mollato" tutti fisicamente nel finale di gara... Ma fatemi dire un paio di altre cosette da bastian contrario. Perché il bello di questa esperienza meravigliosa con SKY è che posso dire liberamente tutto quello che mi passa per la testa. Primo: non si è trattato per nulla di una pista selettiva. Ricordatevelo sempre: quando i distacchi sono così, più che la bravura del singolo conta il tipo di pista. E gli italiani ne hanno beneficiato. Se poi calcoliamo che non c'è stato il differenziale da usura progressiva della pista, beh, ecco spiegate tante cose. Anzi: una, i distacchi minimi. Seconda cosa: gli sci. Scusate, in F1 non si fa un gran parlare di gomme, di marche? Bene, allora io dico assumendomene la totale responsabilità che dietro agli Head (calzati da due fuoriclasse assoluti come Svindal e Miller), i Rossignol che stavano ai piedi degli altri alle loro spalle si sono rivelati gli attrezzi ideali su questo tipo di pista e, soprattutto di neve. Dato a Cesare quel che è di Cesare, guardiamo avanti. Scusate se sono irriverente: il SuperG donne non lo prendo neanche in considerazione. Azzurre senza la minima chance, punto. Martedì invece (rinviato per le bufere di neve dei giorni scorsi) ci sarà il gigante maschile. Non si sa come sta Simoncelli: è stato fermo 4-5 giorni e l'inattività prima dell'Olimpiade non è mai una bella roba. Vedremo. Lui è uno di quelli che "subiscono" meno la gara, tecnicamente e psicologicamente. Sarà comunque un tracciato veloce, come ho ripetuto allo sfinimento. Perché alle Olimpiadi e ai Mondiali è così: si fa tutto sulla stessa pista. sarà un gigante ricavato sul percorso della discesa. Porte non troppo angolate, non ripido. Prevarranno perciò i gigantisti veloci. Se noi azzurri non tocchiamo palla da anni in queste discipline alle Olimpiadi, ci sarà pure una ragione... Siamo abituati a Val Badia, ad Adelboden, a quei giganti lì. Qui sarà durissima. Mio pronostico: Svindal, Cuche, Carlo Janka per il podio. Inserisco per ottimismo i nostri Blardone e Simoncelli se beccano la giornata giusta. Il podio si decide fra questi cinque. Con due outsider di lusso: l'americano Ted Ligety, pericolosissimo, e l'austriaco Raich. Uno che, nelle grandi competizioni, non vorrei mai avere come rivale... A presto, ciao a tutti. anzi tutto gli suggerirei almeno di informarsi su che materiali usano gli atleti prima di scrivere. la media di Whistler era 87 Km/h a Kitzbuhel 92 Km/h se la prima era molto, molto veloce la seconda era supervelocissimissima? voi cosa ne pensate?
    6 | lbrtg il 22/02/2010 8.36.17
    E' come dice lui. Può dire quello che vuole................[;)]
    7 | marc girardelli il 22/02/2010 8.40.19
    Che ha domenticato Hirscher, Kostelic e soprattutto Jansrud in gigante...Bode se avrà un numero di partenza decente è capace di tutto su una pista cosi...e poi si dice di un Ploner in straforma e la pista si addice anche a lui..
    8 | eugenio il 22/02/2010 9.50.18
    Cotelli dirà forse qualche cosa azzeccata ogni tanto, ma il fatto di spararne sempre così tante e sempre a senso unico lo rende sempre meno credibile...
    9 | casnas il 22/02/2010 10.11.58
    Ah, come non quotarti eugenio.
    10 | Nexus 7 il 22/02/2010 10.55.13
    Scusate se sono irriverente: il SuperG donne non lo prendo neanche in considerazione. Azzurre senza la minima chance, punto.
    infatti quella che per un pelo non è andata al bronzo è dell'Azerbaigian [:p] e sul resto come non quotare il buon Eugenio... a forza di parlare di tutto e continuamente, per pura legge delle probabilità si riesce ad infilare anche qualche cosa non stupida...
    11 | lbrtg il 22/02/2010 11.01.49
    Nexus 7 ha scritto:
    Scusate se sono irriverente: il SuperG donne non lo prendo neanche in considerazione. Azzurre senza la minima chance, punto.
    infatti quella che per un pelo non è andata al bronzo è dell'Azerbaigian [:p] e sul resto come non quotare il buon Eugenio... a forza di parlare di tutto e continuamente, per pura legge delle probabilità si riesce ad infilare anche qualche cosa non stupida...
    Bravo Nexus.
    12 | christiansand il 22/02/2010 15.59.51
    Scusate io sono in Francia e quindi non vedo Sky..ma non credo Che Cotelli sia ilproblema, i perosne così ce ne sono..il problema è che non ci sia qualche giornalista che prenda i suoi scritti e gli chieda conto delle sue affermazioni sbagliate..o han paura di farsi licenziare?
    13 | fabio farg team il 24/02/2010 0.21.10
    Belle foto.
    14 | Admin il 24/02/2010 0.27.28
    NON DEVI MAI QUOTARE LE FOTO, CHIARO?
    15 | christiansand il 24/02/2010 0.53.50
    Beh. Cotelli non ci è andato tanto lontano nel pronostico in gigante..



      Cerca una parola nelle news:        

      Altre notizie di Coppa del Mondo:

      [16/12/2018] Serra: "Perdiamo di velocità, capire perchè".
      [16/12/2018] Parallelo: tre gli azzurri in gara domani
      [16/12/2018] Marc Gisin stabile, fratture varie, ma bacino sano
      [16/12/2018] Badia,De Aliprandini:"nella seconda ho dato tutto"
      [16/12/2018] Per la sesta volta Hirscher Re della Badia
      [16/12/2018] Fantaski Stats - Alta Badia - gigante maschile
      [16/12/2018] Badia: Hirscher in totale dominio nella 1a manche
      [15/12/2018] De Aliprandini:"la Gran Risa è ben preparata"
      [15/12/2018] La FIS conferma le gare di Bormio
      [15/12/2018] Le parole di Paris, Inner e Buzzi dopo la discesa
      [15/12/2018] Caduta Marc Gisin: stabile, ora visite a Lucerna
      [15/12/2018] Gardena: Kilde doma la Saslong, 15/ Buzzi
      [15/12/2018] Gardena: caduta di Marc Gisin, è all'ospedale
      [14/12/2018] La FIS pronta a squalificare Stefan Luitz
      [14/12/2018] Stagione finita per Katharina Gallhuber
      [14/12/2018] Innerhofer: "Mi piego come Valentino Rossi..."
      [14/12/2018] CE: bis di Gasienica ad Andalo, Melesi 5/a
      [14/12/2018] Fantaski Stats - Val Gardena - superg maschile
      [14/12/2018] Gardena: Innerhofer 2/o bruciato da Svindal
      [14/12/2018] Vitalini Speed Contest al debutto sulla Saslong
      [13/12/2018] CE: Melesi sfiora il podio nel gigante di Andalo
      [13/12/2018] Gardena: Peter Fill al via in superG
      [13/12/2018] Stop per Resi Stiegler e Daniel Meier
      [13/12/2018] Gardena: Franz davanti in 2/a prova, 12/o Paris
      [13/12/2018] La Fis pronta ad emettere sentenza caso Luitz
      [12/12/2018] CE: festa svizzera a St.Moritz, bene Cazzaniga
      [12/12/2018] Prima prova Saslong a Ganong, 4/o Innerhofer
      [12/12/2018] Gli otto azzurri per il gigante dell'Alta Badia
      [12/12/2018] Slalom Val d'Isere a Saalbach il 20 dicembre
      [12/12/2018] Azzurre a Pfedlsers,Azzurri a S.Vigilio
      [11/12/2018] Stop per Cornelia Huetter
      [11/12/2018] Peter Fill salta la discesa della Val Gardena
      [11/12/2018] Hannes Reichelt sarà presto papà
      [11/12/2018] Tessa Worley rinuncia anche alla Val Gardena
      [10/12/2018] Val Gardena: i 10 azzurri convocati
      [10/12/2018] CE: ad Andalo i GS uomini di Pozza e i GS donne

      Altre notizie Fantaski:

      [23/02/2018] Fantanotti Olimpiche - Analisi dei Giochi 2018
      [06/02/2018] Aperte le FantaOlimpiadi 2018!
      [14/12/2017] Fantaski.it disponibile anche su Telegram !
      [05/12/2017] A La Thuile stagione aperta dal 2 dicembre
      [03/11/2017] Fantaski 2018 - mercato maschile aperto fino Levi
      [05/12/2016] Aperto il primo mercato - stagione 2016/2017
      [13/11/2016] A Milano di scena il Big Air Snowboard
      [21/03/2016] La Thuile: il 9 Aprile gara per Telefono Azzurro
      [26/02/2016] La Thuile: 1/a Gara dei Sogni in favore di FISIP
      [13/01/2016] Swatch Freeride World Tour 2016 al via



     
    titoletto copyright fantaski
     baffo fantaski titoletto contatti baffo fantaski titoletto riconoscimenti