Fantaski Forum Fantaski Forum Fantaski Forum
Fantaski Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Msg privati | Sondaggi | Utenti | Album Fotografico | Regolamento | Cerca | FAQ | il Tuo Spazio ]
[ Coppa del Mondo: Calendario | Risultati | Classifiche | Atleti | Tool Uomini / Donne | Sci in TV | Fotogallery ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password rss icon
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Coppa del Mondo ed Agonismo
 Fantaski News
 La Coppa del Gobbo - Frecce tricolori
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

FantaskiNews




0 Messaggi

Inserito il - 30 dic 2012 : 10:50:29   Permalink alla discussione  Visita l'Homepage di FantaskiNews Invia a FantaskiNews un Messaggio Privato Aggiungi FantaskiNews alla tua lista di amici  Rispondi Quotando
La Coppa del Gobbo - Frecce tricolori
di Carlo Gobbo

Le attendevamo in Alta Badia per il gigante sulla Gran Risa, le abbiamo ammirate nelle loro evoluzioni da brivido sulla Stelvio di Bormio! Le Frecce Tricolori dello sci italiano ci hanno regalato una mattinata di adrenalina pura, un susseguirsi di emozioni, di salti di gioia, di esclamazioni pittoresche a stento trattenute! Un film di grande intensità che il più bravo dei registi non avrebbe saputo immaginare. La pattuglia dei nostri uomini jet aveva lanciato segnali precisi nelle due giornate di prove perchè Innerhofer, Paris, Heel, Fill e lo stesso Klotz sfrecciavano ogni volta con disinvoltura, con eleganza, nei tratti più ostici della Stelvio, accarezzandone l'anima, con un rispetto autorevole, l'atteggiamento di chi si è ormai impadronito dei ritmi armonici che sono indispensabili per danzare su questa pista, un tracciato che brucia ogni forza, che sfianca gli atleti, che consuma i muscoli e richiede ogni più piccola goccia di energie!

E' impossibile non commettere errori sulla Stelvio e al termine vince chi ha più coraggio, più cuore, vince colui che più di tutti riesce a spostare in avanti la soglia di sofferenza. Ci sono riusciti l'azzurro Dominik Paris e l'austriaco Hannes Reichelt, rispettivamente 23 e 32 anni. Per entrambi è la prima vittoria in discesa e dopo l'arrivo del temutissimo Klaus Kroell, è stato bellissimo vederli celebrare la loro felicità, come due bambini che si rendono conto di averla fatta grossa e se la ridono...e se la cantano! Il solista avrebbe potuto essere Innerhofer, ne ha la classe e le qualità, ma con una schiena a pezzi come si ritrova è già un miracolo quello che ha fatto. Di grande carattere la prova di Heel, elegante, preciso, determinato nelle traiettorie, un campione che da Bormio riparte con il cuore pieno di sorrisi leggeri. Fill è stato a sua volta molto bravo, in alto stava facendosi largo sul posto più alto del podio...poi la pista gli si è negata per un attimo, sufficiente per vedere il sogno svanire. Sono sicuro che a Wengen, su quella discesa dove ogni centimetro di pista trasuda di storia, sarà il suo momento. Ci hanno provato Klotz, Varettoni, Marsaglia, Pangrazzi...grazie, siete stati magnifici nella vostra generosità!
Papà Albert Paris avrà asciugato con orgoglio una lacrimuccia per questo suo figlio un po' testone, un po' duro magari un po' guascone, diventato nel tempo un ragazzo molto semplice, che lavora seriamente e non si lamenta mai!
Dove possono arrivare le nostre Frecce Tricolori? Direi lontano, molto lontano, senza dimenticare come abbiano già fatto parecchio in termini di risultati perchè tutti assieme hanno ottenuto già 10 vittorie contro le 19 del gruppo di Ghedina, Runggaldier (44 anni ieri), Perathoner, Fattori, Vitalini, Cattaneo, Seletto.

Prepariamoci a vivere altre giornate come ieri, con 11 atleti racchiusi in 99 centesimi di secondo, un racconto televisivo come non ricordo da tanto tempo. Un'esperienza che si aggiunge alle memorie.
Concludo con un elenco che ho ho potuto proporre solo durante la prova cronometrata, nella gara i ritmi erano troppo intensi e vibranti e non ne ho avuto il tempo. Sono i nomi dei discesisti, tutt'ora in attività, che per infortunio o una particolare ragione, erano assenti: Kucera, Berthold, Sullivan, Dixon, Stechert, Bank, Zrincic-Dim, Ferstl, Cochran-Siegle, Schweiger, gli azzurri Plank, Casse, Patscheider, quindi Franz, Feuz, Janka, Kostelic, Albrecht, Lueond, Ollsson, Miller...e forse qualcuno l'ho dimenticato...C'è da riflettere..
Vi auguro un felice e sereno Anno Nuovo!

lbrtg
Sono Azzurro di Sci





9859 Messaggi

Inserito il - 31 dic 2012 : 00:43:17   Permalink al post Invia a lbrtg un Messaggio Privato Aggiungi lbrtg alla tua lista di amici  Rispondi Quotando
Hai ragione Carlo. Questo gruppo di discesisti potrebbe benissimo rinverdire i fasti del vecchio gruppo targato Ghedina!
Torna all'inizio della Pagina

Google Adsense

USA
Mountain View

  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Vai all'inizio della pagina Fantaski Forum - © 1995-2015 Fantaski.it
Questa pagina è stata generata in 1,08 secondi. Snitz Forums 2000