Fantaski Forum Fantaski Forum Fantaski Forum
Fantaski Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Msg privati | Sondaggi | Utenti | Album Fotografico | Regolamento | Cerca | FAQ | il Tuo Spazio ]
[ Coppa del Mondo: Calendario | Risultati | Classifiche | Atleti | Tool Uomini / Donne | Sci in TV | Fotogallery ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password rss icon
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Coppa del Mondo ed Agonismo
 Fantaski News
 Coppa Europa: il resoconto finale
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

FantaskiNews




0 Messaggi

Inserito il - 18 mar 2019 : 19:18:08   Permalink alla discussione  Visita l'Homepage di FantaskiNews Invia a FantaskiNews un Messaggio Privato Aggiungi FantaskiNews alla tua lista di amici  Rispondi Quotando
Coppa Europa: il resoconto finale
False

Le positivissime gare casalinghe di Sella Nevea e Folgaria hanno scritto la parola fine sulla Coppa Europa 2018-2019, facendo raccogliere all'Italia frutti estremamente dolci dopo l'ottima semina invernale.

La classifica generale maschile va infatti a Simon Maurberger, che ribalta la competizione a proprio favore proprio nel rush conclusivo: 745 punti per il carabiniere della Valle Aurina, il quale, lasciandosi alle spalle l'elvetico Stefan Rogentin (714) e il norvegese Timon Haugan (600), è così l'unico a conquistare il posto fisso extra-contingente per tutte le gare della prossima Coppa del Mondo. Nella overall troviamo anche 7/o un ottimo Davide Cazzaniga, che vola in CdM in discesa libera, dove chiude la graduatoria di specialità sul terzo gradino del podio (277 punti contro i 315 dello svizzero Nils Mani e i 280 del francese Victor Schuller). Il supergigante premia invece l'atleta d'Oltralpe Roy Piccard che si issa a quota 428, appena due lunghezze in più di Rogentin, mentre terzo è l'austriaco Stefan Babinsky: qui è ancora Cazzaniga il miglior azzurro, 7/o con 195 punti. La brevissima stagione di combinata alpina parla ancora francese vedendo in trionfo Sam Alphand con 109 punti, nove di margine sul tedesco Christof Brandner e sul nostro Maurberger (il quale, qualora non avesse vinto la generale, si sarebbe dovuto accontentare "solo" di questo posto fisso). Le discipline tecniche vedono invece il meritato colpaccio di Andrea Ballerin, atleta del gruppo "interesse nazionale" che porta a termine la sua miglior stagione di sempre chiudendo 3/o la graduatoria di gigante, dominata dai norvegesi Lucas Braathen Bjoernar Neteland. 
In slalom, infine, festa croata con Istok Rodes che si aggiudica una tiratissima coppetta davanti ad Haugan e al veterano Alexander Khoroshilov, con Maurberger escluso dal podio di specialità per appena due punti.  Per quanto riguarda il resto della squadra azzurra guidata da Roberto Lorenzi, una menzione d'onore va senza dubbio ad Hannes Zingerle, che trova il primo successo in carriera e chiude tra i dieci migliori gigantisti: segnali di crescita nel finale anche per i velocisti Alexander Prast Florian Schieder, mentre proprio nei primi mesi del 2019 si rivede un buon Giordano Ronci.

Bilancio positivo in casa Italia anche tra le ragazze, con Roberta Melesi in grande spolvero: la lecchese chiude al secondo posto la classifica generale finale, comunque nettamente dietro alla dominatrice austriaca Elisabeth Reisinger, ma porta a casa due posti fissi in gigante e in supergigante. Tra le porte larghe, la norvegese Kaja Norbye la precede di soli nove punti e qui va in Coppa del Mondo anche la svedese Ylva Staalnacke: nella disciplina veloce, invece, è proprio la Reisinger a stravincere, portandosi sul podio l'azzurra e la connazionale Michaela Heider. Reisinger di nuovo protagonista in combinata alpina, terza alle spalle delle svizzere Nicole Good Nathalie Groebli, nonché irraggiungibile in discesa libera, dove però le nostre ragazze festeggiano ancora grazie alla "sorella d'arte" Nadia Delago, alla piazza d'onore di una classifica che sorride anche alla rossocrociata Juliana Suter. 

Ma l'Italia di Alexander Prosch chiude alla grande nel poco amato slalom speciale, dove la vincitrice di Coppa Europa è Lara Della Mea che scavalca, grazie alla notevolissima regolarità, la ceca Gabriela Capova e la tedesca Marlene Schmotz: un deciso raggio di luce in una disciplina sin qui oscura per le azzurre, sebbene anche Martina Peterlini abbia fatto notare incoraggianti progressi. Citazioni, infine, per una Valentina Cillara Rossi davvero costante su più discipline e che avrebbe indubbiamente meritato qualche soddisfazione maggiore, così come per una Asja Zenere in decisa crescita nella seconda parte dell'inverno nelle discipline veloci.

  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Vai all'inizio della pagina Fantaski Forum - © 1995-2015 Fantaski.it
Questa pagina è stata generata in 0,95 secondi. Snitz Forums 2000