Fantaski Forum Fantaski Forum Fantaski Forum
Fantaski Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Msg privati | Sondaggi | Utenti | Album Fotografico | Regolamento | Cerca | FAQ | il Tuo Spazio ]
[ Coppa del Mondo: Calendario | Risultati | Classifiche | Atleti | Tool Uomini / Donne | Sci in TV | Fotogallery ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password rss icon
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Coppa del Mondo ed Agonismo
 Fantaski News
 Dainese:"Il progetto D-Air Ski non si ferma"
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

FantaskiNews




0 Messaggi

Inserito il - 27 ott 2014 : 15:56:07   Permalink alla discussione  Visita l'Homepage di FantaskiNews Invia a FantaskiNews un Messaggio Privato Aggiungi FantaskiNews alla tua lista di amici  Rispondi Quotando
Dainese:"Il progetto D-Air Ski non si ferma"
di Vittorio Savio

Nei giorni scorsi vi avevamo dato notizia dello stop che aveva subito l'adozione in gara dell'airbag "D-Air Ski" a partire dalla tappa di coppa del mondo in Val Gardena del prossimo dicembre, così come era stato invece in un primo momento interpretato alla riunione Fis di  Zurigo, due settimane fa.

Nel corso dell'Alpine Fis Forum di Soelden i due direttori della coppa del mondo, l'italiano Markus Waldner e Atle Skaardal hanno fatto chiarezza sulle problematiche emerse come avevamo riportato noi per primi in una news da Soelden, giovedì scorso.

Nella stessa giornata abbiamo avuto modo di incontrare Vittorio Cafaggi, responsabile sviluppo tecnico della Dainese, che ci ha illustrato meglio la situazione.

"Per quanto riguarda il progetto D-air Ski, tutti i messaggi ricevuti dai massimi livelli della FIS confermano l'appoggio a questo progetto ritenuto della massima importanza per la sicurezza degli atleti - ci ha dichiarato Cafaggi - Negli stessi messaggi la FIS mostra grande apprezzamento per il lavoro svolto da Dainese durante gli ultimi quattro anni. Non si deve considerare quella che è una normale fase del processo di adozione di un nuovo sistema di protezione altamente innovativo, quale è il D-Air Ski, come uno stop a tale progetto. E' utile ricordare che in questi anni abbiamo affrontato e risolto complessi problemi tecnici e aspetti legati all'aerodinamica che avrebbero potuto condizionare il buon esito del progetto. Dopo aver ottenuto a Zurigo il via libera su questi aspetti, che avrebbero potuto precludere l'adozione in gara del sistema, siamo ora nella fase successiva e finale del progetto, ovvero l'armonizzazione dei regolamenti indispensabile per rispettare quanto previsto dalla FIS, e per permettere agli altri produttori di protezioni eventuali adeguamenti delle loro attrezzature, in particolare con riferimento allo spessore della protezione dorsale. Confermiamo quindi che il progetto D-Air Ski procede come previsto, e si conferma la piena volontà di Dainese di collaborare con la FIS su questo e su altri nuovi progetti legati alla sicurezza nelle competizioni sci".

Il problema principale infatti e quello legato agli spessori che non collimano con quelli dei regolamenti Fis. Il D-Air Ski, infatti, eccede per 22 millimetri rispetto alle attuali e omologate protezioni della schiena utilizzate in gara dagli atleti. A questo punto le strade sono due: o si rivedono i regolamenti modificando i limiti max di sporgenza oppure si deve operare direttamente sull'airbag per ridurre questa eccedenza. La terza come emerge dalle parole dello stesso Cafaggi si possa trovare a metà strada.

I tempi dunque a questo punto si dilateranno leggermente come ci ha confermato lo stesso responsabile Dainese e per questa stagione si proseguirà solo con la sperimentazione da parte degli atleti che lo hanno fatto in questi anni come il nostro Werner Heel, ma non sarà utilizzato in gara: se ne riparlerà nella prossima stagione.

L'azienda di Vicenza ha assicurato dunque che proseguirà il lavoro iniziato circa 4 anni fa e costato in termini economici ad oggi centinaia di migliaia di euro. Un progetto che non è fine a se stesso, ma che porterà benefici anche agli airbag in adozione in altri settori, come quello delle motociclistico dove verrà sfruttata la stessa tecnologia allo studio in quella dello sci alpino.

 

 

jos235
Sono Azzurro di Sci




Marche


9542 Messaggi

Inserito il - 28 ott 2014 : 17:57:47   Permalink al post  Visita l'Homepage di jos235 Invia a jos235 un Messaggio Privato Aggiungi jos235 alla tua lista di amici  Rispondi Quotando
bè, diciamo che gli interrogativi suscitati dalla news dell'altro giorno hanno trovato risposta
Torna all'inizio della Pagina

Google Adsense

USA
Mountain View

franz62
Sono Azzurro di Sci




Lombardia


35702 Messaggi

Inserito il - 28 ott 2014 : 18:35:35   Permalink al post Invia a franz62 un Messaggio Privato Aggiungi franz62 alla tua lista di amici  Rispondi Quotando
Questo è lo stesso della foto dell'altro giorno? Mi pareva diverso ma vista la vista a una certa età potrei sbagliarmi...centinaia di migliaia di euro per quel palloncino gonfiato da mettere sulle spalle mi pare esagerata...in aereo te lo danno gratis da mettere intorno al collo per dormire
Comunque alle donne più son gnocche e più fan male le spalle a portar gli sci ( chissà come mai) mi pare una buona soluzione..magari in pizzo o leopardato, però va modificata la scollatura..così fa un'ingiustizia al seno.
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Vai all'inizio della pagina Fantaski Forum - © 1995-2015 Fantaski.it
Questa pagina è stata generata in 0,92 secondi. Snitz Forums 2000