Fantaski Forum Fantaski Forum Fantaski Forum
Fantaski Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Msg privati | Sondaggi | Utenti | Album Fotografico | Regolamento | Cerca | FAQ | il Tuo Spazio ]
[ Coppa del Mondo: Calendario | Risultati | Classifiche | Atleti | Tool Uomini / Donne | Sci in TV | Fotogallery ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password rss icon
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Coppa del Mondo ed Agonismo
 Coppa del Mondo di Sci, Coppa Europa e gare FIS
 NOTIZIE 2024
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore  Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 17

draghetto
Sono Azzurro di Sci




Lazio


20068 Messaggi

Inserito il - 22 apr 2024 : 02:03:55   Permalink al post Invia a draghetto un Messaggio Privato Aggiungi draghetto alla tua lista di amici  Rispondi Quotando
franz62 ha scritto:

Guida a sinistra invece una mi***iata senza senso, non ho idea da che cosa è partita la genialata di non essere d’accordo tutti…qualche testina di politico e industriale protezionista probabilmente.


La guida a sinistra deriva dal modo in cui si affrontavano i cavalieri. Ovvero cavalcando a sinistra e mantenendo la briglia con la mano sinistra, ma tenendo la lancia o la spada nella mano destra per colpire il nemico (essendo la maggioranza delle persone destrimani). Di conseguenza tutti i cavalli e le carrozze circolavano sempre sulla sinistra.

Quindi in realta' la domanda sarebbe: da dove e' partita l'idea della guida a destra? Franz restera' scioccato nel sapere che ha appena esaltato un'idea francese: fu infatti Robespierre dopo la Rivoluzione ad invertire il senso di circolazione (sempre dei cavalli, naturalmente), considerando la circolazione a sinistra un atteggiamento tipico dei nobili e dei prelati.

Di conseguenza, con l'impero napoleonico l'usanza di tenere la destra si espanse su tutto il continente europeo e di riflesso nel resto del mondo sotto influenza europea, mentre gli inglesi (ed alcuni altri Paesi a loro legati) mantennero l'usanza originaria del tenere la sinistra, che dopo l'invenzione delle auto venne applicata anche ad esse.

VICECAMPIONE DEL MONDO 2007 (1° nel Lazio)
CAMPIONE OLIMPICO DI DISCESA 2010
VICECAMPIONE MONDIALE DI DISCESA MASCHILE 2011
VICECAMPIONE MONDIALE DI DISCESA FEMMINILE 2013
CAMPIONE MONDIALE DI SLALOM MASCHILE 2013

CAMPIONE REGIONALE FEMMINILE 2009-2010
VINCITORE COPPETTA SLALOM LEGA FORUM FEMMINILE 2009-2010
VINCITORE COPPETTA DISCESA BIRRALEGA 2009-2010
VINCITORE COPPA APPENNINICA 2010-2011
VINCITORE COPPETTA DISCESA LEGA APPENNINICA 2010-2011
VINCITORE COPPETTA SLALOM LEGA A PUNTI MASCHILE 2010-2011
VINCITORE COPPETTA GIGANTE LEGA FORUM FEMMINILE 2010-2011
VINCITORE COPPETTA DISCESA LEGA A PUNTI E BIRRALEGA 2011-2012
1 GARA VINTA IN CDM FEMMINILE (DH)
VINCITORE DISCESA KITZBUEHEL 2012
Chacun a une piste fétiche, un endroit où on se sent bien, Kitzbühel en fait partie.
Torna all'inizio della Pagina

Google Adsense

USA
Mountain View

banner 468x60

draghetto
Sono Azzurro di Sci




Lazio


20068 Messaggi

Inserito il - 22 apr 2024 : 04:30:19   Permalink al post Invia a draghetto un Messaggio Privato Aggiungi draghetto alla tua lista di amici  Rispondi Quotando
Il Fatto Quotidiano

Pista da bob, le immagini dimostrano che non è una ristrutturazione: Cortina è una montagna ferita (e ora anche blindata)

di Giuseppe Pietrobelli | 21 APRILE 2024

Vista dal cielo, Cortina non è solo una montagna ferita, un bosco distrutto, un devastante cantiere a cielo aperto. È la confutazione iconica di quanto discutibile sia quello che hanno scritto i giudici del Tar del Lazio nell’ordinanza che non ha bloccato la costruzione della pista da bob “Eugenio Monti” per le Olimpiadi invernali 2026, come aveva invece chiesto Italia Nostra. L’hanno considerata una semplice ristrutturazione, che non altera l’ambiente. Un drone ha fotografato il movimento terra cominciato alcune settimane fa da parte dell’impresa Pizzarotti, che ha vinto l’appalto voluto dal ministro Matteo Salvini. Gli sbancamenti sono impressionanti, dove un tempo c’erano centinaia di larici secolari ora c’è solo la desolazione di ruspe, betoniere, camion che si muovono in ciò che rimane del bosco di Ronco. È stato spazzato via un parco giochi per bambini che il Comune aveva impiegato dieci anni per realizzare (spendendo un milione e mezzo di euro), è scomparso un percorso avventure sugli alberi, è stato smantellato il Bob bar.

Via libera dal Tar – I giudici amministrativi del Lazio, intanto, non hanno bloccato la pista da bob. Italia Nostra aveva presentato un corposo ricorso, riguardante sia il progetto originario (per il quale c’è stata una conferenza dei servizi nel 2023), che per quello “light” voluto dal ministro Matteo Salvini lo scorso dicembre. Secondo i giudici, “nel caso di specie, non si realizza ex novo un’infrastruttura, ma si procede ad una riqualificazione di una pista già esistente, atteso che, come noto, il progetto riguarda l’adeguamento della ‘Eugenio Monti’ ai fini dell’ottenimento delle omologazioni per ospitare le competizioni internazionali per le discipline di bob, parabob, slittino e skeleton”. In realtà il progetto che costerà (Iva compresa) circa 150 milioni di euro prevede l’eliminazione totale della vecchia pista, ormai inutilizzata da oltre dieci anni, e la costruzione di una struttura completamente nuova. Inoltre l’omologazione per il parabob è stata cassata da quando il Cio non ha previsto di inserire lo svolgimento di queste gare nel programma Paralimpico. La definizione di una semplice ristrutturazione era indicata anche nel dossier di candidatura, ma si è rivelata non aderente alla realtà. In ogni caso il Tar del Lazio ha respinto il ricorso relativo al primo progetto e i motivi aggiunti riguardanti quello più recente. Non ha rilevato irregolarità nella procedura, né violazioni della normativa ambientale e paesaggistica. Il Tar ha così ribadito che l’opera non è soggetta né a Valutazione di Impatto Ambientale (Via) né a Valutazione di Impatto Strategico (Vas). Le immagini raccontano una realtà diversa da quella delle sentenze.

Montagna blindata – La montagna chiude per due anni e sarà controllata a vista dalla Polizia di Stato. L’impresa Pizzarotti ha chiesto al sindaco Gianluca Lorenzi di vietare il transito lungo le strade che corrono lungo il cantiere, perché il via vai dei camion è diventato incessante. L’istanza risale al 12 aprile e ha portato alla firma di un’ordinanza da parte di Dino De Betta, responsabile del servizio di polizia municipale. Il divieto di transito riguarda tutti, eccetto i frontisti di via Cadelverzo di Sotto e via Cadelverzo di Sopra, dalla cosiddetta curva del bob che si trova sulla Statale 48 delle Dolomiti, che conduce al Passo Falzarego, fino a località Cadin. La scoperta è stata fatta da alcuni ignari cortinesi che andavano a fare quattro passi, come di consueto, lungo le strade che si inerpicano nel bosco di Ronco. Sono stati fermati da alcuni poliziotti che li hanno identificati, chiedendo le ragioni della loro presenza. “Una semplice passeggiata”, hanno spiegato. Da adesso in poi, e fino all’aprile 2026 (data di cessazione dei lavori), non potranno più farla. Il divieto vale per tutto il giorno e per tutti i giorni della settimana. Solo chi abita da quelle parti può transitare. Un disagio preventivale, anche se non era previsto il controllo ferreo sull’area di cantiere. Evidentemente si temono presenze estranee, considerando l’attenzione che i lavori della pista da bob stanno suscitando nell’opinione pubblica, i cui ritardi, nonostante le rassicurazioni di Pizzarotti, sono già evidenti.

Saldini, nomina regolare – E supera l’esame dell’Autorità nazionale anticorruzione il nuovo amministratore delegato di Società Infrastrutture Milano Cortina 2026 (Simico), Fabio Massimo Saldini. Era stato scelto dal ministro Salvini a metà febbraio, quando era stato silurato Luigivalerio Sant’Andrea, commissario di governo e direttore generale. Contro la nomina di Saldini si era schierata Alleanza Verdi e Sinistra, con un esposto in cui veniva denunciato il fatto che il professionista fosse già stato alle dipendenze di Simico, come responsabile unico del procedimento, fino al gennaio 2023, quando si era dimesso. Il fatto che fosse rientrato nella società con un incarico di vertice aveva portato a sollevare il sospetto di una incompatibilità, in base alla legge n. 39 del 2013. Il ministero delle Infrastrutture ha diffuso una nota: “Anac, rispondendo alla segnalazione relativa alla presunta illegittimità nel conferimento dell’incarico di amministratore delegato della Simico-Società infrastrutture Milano-Cortina, ha confermato la validità della nomina dell’architetto Saldini quale amministratore delegato, secondo la designazione fatta dal governo, e in particolare dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti”. Anac ha archiviato perché “non ricorre la fattispecie dell’inconferibilità, rientrando Simico nella categoria degli enti di diritto privato in controllo pubblico, e non in quella degli enti pubblici”.

VICECAMPIONE DEL MONDO 2007 (1° nel Lazio)
CAMPIONE OLIMPICO DI DISCESA 2010
VICECAMPIONE MONDIALE DI DISCESA MASCHILE 2011
VICECAMPIONE MONDIALE DI DISCESA FEMMINILE 2013
CAMPIONE MONDIALE DI SLALOM MASCHILE 2013

CAMPIONE REGIONALE FEMMINILE 2009-2010
VINCITORE COPPETTA SLALOM LEGA FORUM FEMMINILE 2009-2010
VINCITORE COPPETTA DISCESA BIRRALEGA 2009-2010
VINCITORE COPPA APPENNINICA 2010-2011
VINCITORE COPPETTA DISCESA LEGA APPENNINICA 2010-2011
VINCITORE COPPETTA SLALOM LEGA A PUNTI MASCHILE 2010-2011
VINCITORE COPPETTA GIGANTE LEGA FORUM FEMMINILE 2010-2011
VINCITORE COPPETTA DISCESA LEGA A PUNTI E BIRRALEGA 2011-2012
1 GARA VINTA IN CDM FEMMINILE (DH)
VINCITORE DISCESA KITZBUEHEL 2012
Chacun a une piste fétiche, un endroit où on se sent bien, Kitzbühel en fait partie.
Torna all'inizio della Pagina

balineuve
Pronto Hermann vuoi che ti venda i miei vecchi sci?



Lombardia


3901 Messaggi

Inserito il - 22 apr 2024 : 05:45:14   Permalink al post Invia a balineuve un Messaggio Privato Aggiungi balineuve alla tua lista di amici  Rispondi Quotando
Meglio noleggiare un'auto sul posto, molto più facile ricordarsi di non sbagliare lato, specialmente se si incontrano delle rotonde.
Complimenti a Napoleone, per questa minch.... antitradizioni!!!
Anche se in effetti tenendo la sinistra il posto guida dell'auto è sulla destra e la leva del cambio si usa con il braccio sinistro, per non parlare poi dell'appoggio del piede sx sul tunnel centrale invece che sul lato esterno.
Gli inglesi si sono fatti fregare sulla disposizione dei comandi.
Torna all'inizio della Pagina

Katunga
Sono Azzurro di Sci




Lombardia


6128 Messaggi

Inserito il - 22 apr 2024 : 11:18:15   Permalink al post Invia a Katunga un Messaggio Privato Aggiungi Katunga alla tua lista di amici  Rispondi Quotando
draghetto ha scritto:


Franz restera' scioccato nel sapere che ha appena esaltato un'idea francese: fu infatti Robespierre dopo la Rivoluzione ad invertire il senso di circolazione (sempre dei cavalli, naturalmente), considerando la circolazione a sinistra un atteggiamento tipico dei nobili e dei prelati.

Di conseguenza, con l'impero napoleonico l'usanza di tenere la destra si espanse su tutto il continente europeo e di riflesso nel resto del mondo sotto influenza europea, mentre gli inglesi (ed alcuni altri Paesi a loro legati) mantennero l'usanza originaria del tenere la sinistra, che dopo l'invenzione delle auto venne applicata anche ad esse.

E te pareva, non potevano che essere i francesi a far casino

Paesi con guida a sinistra:
Europa: Irlanda, Regno Unito e Malta
Asia: Thailandia, Giappone, Malesia, Maldive, Indonesia, Sri Lanka e India
Africa: Kenya, Sudafrica, Namibia, Mauritius, Seychelles e Tanzania
Oceania: Australia, Isole Cook, Nuova Zelanda, Fiji
nei Caraibi: Anguilla, Bahamas, Giamaica e Barbados.

per un totale di circa 2 mld di persone, contro una popolazione mondiale di circa 8 mld, cioè il 25% esatto

A questo punto direi di fare un referendum mondiale per stabilire il senso di marcia.
E giù che ci siamo, unifichiamo anche i sistemi pesi e misure. Perchè poi le misure dei tubi devono essere in pollici? Facciamo tutto in mm

Franco
Torna all'inizio della Pagina

franz62
Sono Azzurro di Sci




Lombardia


37229 Messaggi

Inserito il - 22 apr 2024 : 13:46:59   Permalink al post Invia a franz62 un Messaggio Privato Aggiungi franz62 alla tua lista di amici  Rispondi Quotando
draghetto ha scritto:

franz62 ha scritto:

Guida a sinistra invece una mi***iata senza senso, non ho idea da che cosa è partita la genialata di non essere d’accordo tutti…qualche testina di politico e industriale protezionista probabilmente.


La guida a sinistra deriva dal modo in cui si affrontavano i cavalieri. Ovvero cavalcando a sinistra e mantenendo la briglia con la mano sinistra, ma tenendo la lancia o la spada nella mano destra per colpire il nemico (essendo la maggioranza delle persone destrimani). Di conseguenza tutti i cavalli e le carrozze circolavano sempre sulla sinistra.

Quindi in realta' la domanda sarebbe: da dove e' partita l'idea della guida a destra? Franz restera' scioccato nel sapere che ha appena esaltato un'idea francese: fu infatti Robespierre dopo la Rivoluzione ad invertire il senso di circolazione (sempre dei cavalli, naturalmente), considerando la circolazione a sinistra un atteggiamento tipico dei nobili e dei prelati.

Di conseguenza, con l'impero napoleonico l'usanza di tenere la destra si espanse su tutto il continente europeo e di riflesso nel resto del mondo sotto influenza europea, mentre gli inglesi (ed alcuni altri Paesi a loro legati) mantennero l'usanza originaria del tenere la sinistra, che dopo l'invenzione delle auto venne applicata anche ad esse.


Te pareva che non fosse una czzta l’origine della questione, peggio se di Robespierre, se si rimaneva tutti a sinistra per me andava bene… è il mischione ideato dal tagliateste l’idiozia.
Torna all'inizio della Pagina

draghetto
Sono Azzurro di Sci




Lazio


20068 Messaggi

Inserito il - 23 apr 2024 : 01:47:31   Permalink al post Invia a draghetto un Messaggio Privato Aggiungi draghetto alla tua lista di amici  Rispondi Quotando
franz62 ha scritto:

draghetto ha scritto:

franz62 ha scritto:

Guida a sinistra invece una mi***iata senza senso, non ho idea da che cosa è partita la genialata di non essere d’accordo tutti…qualche testina di politico e industriale protezionista probabilmente.


La guida a sinistra deriva dal modo in cui si affrontavano i cavalieri. Ovvero cavalcando a sinistra e mantenendo la briglia con la mano sinistra, ma tenendo la lancia o la spada nella mano destra per colpire il nemico (essendo la maggioranza delle persone destrimani). Di conseguenza tutti i cavalli e le carrozze circolavano sempre sulla sinistra.

Quindi in realta' la domanda sarebbe: da dove e' partita l'idea della guida a destra? Franz restera' scioccato nel sapere che ha appena esaltato un'idea francese: fu infatti Robespierre dopo la Rivoluzione ad invertire il senso di circolazione (sempre dei cavalli, naturalmente), considerando la circolazione a sinistra un atteggiamento tipico dei nobili e dei prelati.

Di conseguenza, con l'impero napoleonico l'usanza di tenere la destra si espanse su tutto il continente europeo e di riflesso nel resto del mondo sotto influenza europea, mentre gli inglesi (ed alcuni altri Paesi a loro legati) mantennero l'usanza originaria del tenere la sinistra, che dopo l'invenzione delle auto venne applicata anche ad esse.


Te pareva che non fosse una czzta l’origine della questione, peggio se di Robespierre, se si rimaneva tutti a sinistra per me andava bene… è il mischione ideato dal tagliateste l’idiozia.


Almeno in Francia venne deciso una volta per tutte il senso di marcia. Cito dal sito La Nuova Guida:

"Nei primi anni di diffusione delle autovetture, in Italia, ogni provincia poteva decidere in modo autonomo il senso di marcia. Perché in Italia si guida a destra? A seguito di numerosi incidenti dovuti al traffico urbano, venne emesso un emendamento per modificare il senso a destra".

VICECAMPIONE DEL MONDO 2007 (1° nel Lazio)
CAMPIONE OLIMPICO DI DISCESA 2010
VICECAMPIONE MONDIALE DI DISCESA MASCHILE 2011
VICECAMPIONE MONDIALE DI DISCESA FEMMINILE 2013
CAMPIONE MONDIALE DI SLALOM MASCHILE 2013

CAMPIONE REGIONALE FEMMINILE 2009-2010
VINCITORE COPPETTA SLALOM LEGA FORUM FEMMINILE 2009-2010
VINCITORE COPPETTA DISCESA BIRRALEGA 2009-2010
VINCITORE COPPA APPENNINICA 2010-2011
VINCITORE COPPETTA DISCESA LEGA APPENNINICA 2010-2011
VINCITORE COPPETTA SLALOM LEGA A PUNTI MASCHILE 2010-2011
VINCITORE COPPETTA GIGANTE LEGA FORUM FEMMINILE 2010-2011
VINCITORE COPPETTA DISCESA LEGA A PUNTI E BIRRALEGA 2011-2012
1 GARA VINTA IN CDM FEMMINILE (DH)
VINCITORE DISCESA KITZBUEHEL 2012
Chacun a une piste fétiche, un endroit où on se sent bien, Kitzbühel en fait partie.
Torna all'inizio della Pagina

franz62
Sono Azzurro di Sci




Lombardia


37229 Messaggi

Inserito il - 23 apr 2024 : 08:49:31   Permalink al post Invia a franz62 un Messaggio Privato Aggiungi franz62 alla tua lista di amici  Rispondi Quotando
Cosa c’entra, se è per questo a Napoli che è una delle democrazie più avanzate al mondo non si fanno ancora oggi tutte ‘ste distinzioni tra il guidare a destra o sinistra
Torna all'inizio della Pagina

draghetto
Sono Azzurro di Sci




Lazio


20068 Messaggi

Inserito il - 24 apr 2024 : 02:53:17   Permalink al post Invia a draghetto un Messaggio Privato Aggiungi draghetto alla tua lista di amici  Rispondi Quotando
2030 Giochi Olimpici Invernali: Courchevel, il dubbio persiste

Secondo il rapporto della Federazione Internazionale dello Sci (FIS), la concentrazione delle gare (sci alpino, salto e combinata nordica) presso il sito del Praz a Courchevel potrebbe causare problemi con più di tre giorni di cattivo tempo e potrebbe costringere gli organizzatori a ridurre la capacità degli spettatori, lontano dal progetto di giochi popolari promosso da Laurent Wauquiez. È sufficiente per mettere in gioco Val d'Isère?

Il cattivo tempo ha accompagnato la delegazione del CIO in visita martedì scorso presso il sito di Courchevel che attira tutte le attenzioni con la concentrazione delle gare e fa parlare in Tarentaise. "Il sito del Praz a Courchevel è magico con una pista da sci alpino (l'Eclipse), una delle più belle del mondo dove possiamo organizzare tutte le gare di sci alpino maschili (discesa, super-G, slalom gigante e slalom) e proprio accanto, le gare di salto e combinata su questi trampolini, ereditati dal '92...", si è congratulato l'austriaco Karl Stoss, presidente di questa commissione di futuri ospiti.

"Val d'Isère rimane un'alternativa", suggerisce Karl Stoss, diplomatico. Viene interpellato sulla concentrazione dei siti al Praz e sull'inclusione di Val d'Isère per alleggerire il programma. "Val d'Isère rimane un'alternativa", dice, diplomaticamente.

Cosa ne pensa Laurent Wauquiez interrogato privatamente? "Per me, e questa non è un'opzione, Val d'Isère deve essere inclusa nella lista dei siti". Il presidente della regione AURA si basa sul rapporto della FIS che aveva richiesto al CIO per reinserire l'iconica stazione della Tarentaise. "Manteniamo Courchevel e Méribel come siti principali e aggiungiamo Val d'Isère", insiste. "Il primo punto di attenzione è che questo sovraccarica il calendario e quindi potrebbe metterci potenzialmente in pericolo se abbiamo troppi giorni di cattivo tempo."

"Il rischio principale è il meteo..." dice il rapporto della FIS. Quanti giorni di cattivo tempo? Più di tre... secondo il rapporto redatto da Michel Vion, segretario generale della FIS dopo una visita sul campo il 22 marzo, documento consultato da Ski Chrono. "Courchevel, con la sua solida esperienza nell'organizzazione di eventi sportivi, ha la capacità di organizzare tutti gli eventi rispettivi con efficienza... Ma il rischio principale è il meteo... Se le previsioni meteorologiche comportassero il rinvio delle competizioni per più di tre giorni, potrebbe seriamente influenzare non solo il calendario complessivo ma anche la capacità dell'organizzazione di mantenere i siti di competizione al massimo livello."

Un punto di attenzione per Christophe Dubi, direttore esecutivo dei Giochi Olimpici. "C'è un rischio meteorologico tanto più elevato quando si concentra così tante gare... e ancora più elevato se si aggiunge in uno spazio così limitato un'altra gara con la combinata nordica femminile", confida, ai piedi dei trampolini.

Capacità di accoglienza degli spettatori ridotte secondo il CIO. Con questa concentrazione, si discute anche della capacità di accoglienza degli spettatori, inferiore alle 13.000 persone del dossier Alpi francesi 2030.

Il CIO stima che le capacità di accoglienza degli spettatori dovrebbero essere ridotte di almeno un terzo per lo sci alpino e il salto con gli sci a causa dello spazio limitato disponibile intorno ai siti.

Un'atmosfera tranquilla al Praz, lontano dai giochi popolari promossi da Laurent Wauquiez e condivisi da David Lappartient, presidente del CNOSF. "Vogliamo fare in modo che ci sia gente e che non siano solo visti in televisione. Dobbiamo celebrare sul posto. Deve esserci un'atmosfera".

Quindi, che fare? "Il processo condiviso nel dialogo mirato dovrebbe portare a un test di crash per vedere se funziona o meno al Praz? Poi arriverà il momento di valutare il costo aggiuntivo se integriamo Val d'Isère. Ho chiesto una valutazione più approfondita da lavorare con fiducia con le squadre del CIO il cui professionalità e impegno sono notevoli. L'obiettivo è guardare insieme a questa stima e poi prendere una decisione collettiva. La mia convinzione è quella di integrare Val d'Isère", conclude Laurent Wauquiez.

Nulla si muoverà prima della fine dell'estate. Se per Val d'Isère si parla di soldi (circa 30 milioni di euro), per Courchevel è una questione di tempo...

Tradotto da: https://www.ledauphine.com/skichrono/2024/04/23/jo-2030-courchevel-l-ombre-d-un-doute

VICECAMPIONE DEL MONDO 2007 (1° nel Lazio)
CAMPIONE OLIMPICO DI DISCESA 2010
VICECAMPIONE MONDIALE DI DISCESA MASCHILE 2011
VICECAMPIONE MONDIALE DI DISCESA FEMMINILE 2013
CAMPIONE MONDIALE DI SLALOM MASCHILE 2013

CAMPIONE REGIONALE FEMMINILE 2009-2010
VINCITORE COPPETTA SLALOM LEGA FORUM FEMMINILE 2009-2010
VINCITORE COPPETTA DISCESA BIRRALEGA 2009-2010
VINCITORE COPPA APPENNINICA 2010-2011
VINCITORE COPPETTA DISCESA LEGA APPENNINICA 2010-2011
VINCITORE COPPETTA SLALOM LEGA A PUNTI MASCHILE 2010-2011
VINCITORE COPPETTA GIGANTE LEGA FORUM FEMMINILE 2010-2011
VINCITORE COPPETTA DISCESA LEGA A PUNTI E BIRRALEGA 2011-2012
1 GARA VINTA IN CDM FEMMINILE (DH)
VINCITORE DISCESA KITZBUEHEL 2012
Chacun a une piste fétiche, un endroit où on se sent bien, Kitzbühel en fait partie.
Torna all'inizio della Pagina

rebus
Scio come Franz



Emilia Romagna


1722 Messaggi

Inserito il - 24 apr 2024 : 10:42:46   Permalink al post Invia a rebus un Messaggio Privato Aggiungi rebus alla tua lista di amici  Rispondi Quotando
Da ieri sera sta rimbalzando su tutti i media la notizia del clamoroso rientro di Hirscher sotto la bandiera olandese, in vista dei mondiali di Saalbach nel 2025.
La federazione austriaca avrebbe già autorizzato il cambio di nazionalità, si attenderebbe solo l'approvazione da parte della FIS.
Se fosse così sarebbe incredibile, se uno come lui torna a gareggiare è perché sa di essere competitivo, ma onestamente anche solo un podio sarebbe clamoroso.

Luigi

"Delle persone che amiamo ci basta l'esistenza" (N. Gómez Dávila)

1° DISCESA M LEGA MISTA 2018/19 - 1° DISCESA LEGA FORUM MASCHILE 2019/20 e 2020/21
VINCITORE GIOCO OLIMPIADI PECHINO 2022
Torna all'inizio della Pagina

Katunga
Sono Azzurro di Sci




Lombardia


6128 Messaggi

Inserito il - 24 apr 2024 : 13:16:46   Permalink al post Invia a Katunga un Messaggio Privato Aggiungi Katunga alla tua lista di amici  Rispondi Quotando
rebus ha scritto:

Da ieri sera sta rimbalzando su tutti i media la notizia del clamoroso rientro di Hirscher sotto la bandiera olandese, in vista dei mondiali di Saalbach nel 2025.
La federazione austriaca avrebbe già autorizzato il cambio di nazionalità, si attenderebbe solo l'approvazione da parte della FIS.
Se fosse così sarebbe incredibile, se uno come lui torna a gareggiare è perché sa di essere competitivo, ma onestamente anche solo un podio sarebbe clamoroso.

Ho letto una dichiarazione officiale della OESV che diceva di aver votato all'unanimità la concessione del cambio nazionalità. Anzi hanno anche cercato di convincerlo a gareggiare come austriaco ma lui non ha voluto perchè non vuole togliere il posto ad altri

Franco
Torna all'inizio della Pagina

draghetto
Sono Azzurro di Sci




Lazio


20068 Messaggi

Inserito il - 26 apr 2024 : 01:58:04   Permalink al post Invia a draghetto un Messaggio Privato Aggiungi draghetto alla tua lista di amici  Rispondi Quotando
Fabien Munier lascia i Bleus per gli Stati Uniti!

Ex allenatore di Alexis Pinturault e ancora allenatore nel gruppo tecnico francese di questa stagione, Fabien Munier si unisce allo staff della squadra americana. E il savoiardo non è l'unico francese ad attraversare l'Atlantico.

Il mercato degli allenatori sembrava tranquillo. Lo status quo sembra essere la regola nei diversi staff. Ma come ogni primavera, ci sono movimenti con allenatori che lasciano lo staff dei Bleus. La partenza principale è piuttosto sorprendente: Fabien Munier, ex allenatore responsabile della struttura individuale di Alexis Pinturault (in particolare quando il savoiardo ha vinto il coppone di cristallo) e poi allenatore del gruppo B velocità (2022-2023) e del gruppo tecnico A come referente slalom la scorsa stagione, il Beaufortain semplicemente attraverserà l'Atlantico. Si unirà allo staff degli Stati Uniti come responsabile del gruppo di gigante, guidato da River Radamus e Tommy Ford.

"È molto motivante e sono molto motivato"
"È un nuovo progetto su un circuito che conosco", dice sobriamente il savoiardo, 42 anni. "È molto motivante e sono molto motivato". Dovrebbe iniziare la sua missione negli Stati Uniti a maggio. Se ha firmato un contratto di un anno, Fabien Munier intende rimanere a lungo, soprattutto fino ai prossimi Giochi Olimpici.

Con Claude Crétier
E non sarà l'unico francese a consigliare i gigantisti americani. Sarà aiutato nel suo compito da Claude Crétier. L'ex discesista, che è stato allenatore del gruppo tecnico e... primo referente di Alexis Pinturault nella sua avventura come polivalente, sarà con lui, ma solo d'inverno durante la Coppa del Mondo in Europa. È già stato così con i canadesi che ha consigliato sotto la guida di Mark Tilson, capo degli americani dalla scorsa stagione. Il savoiardo era fuori dal circuito lo scorso inverno. Eccolo di nuovo in pista.

Clément Tomamichel tenta l'avventura
Un altro francese è atteso nello staff degli Stati Uniti. Come abbiamo annunciato la settimana scorsa, Clément Tomamichel lascia il settore giovanile femminile della FFS per occuparsi del gruppo maschile B americano.

Rudy Soulard promosso
Quanto a Rudy Soulard, dopo una stagione di successo come allenatore, viene promosso come responsabile del gruppo tecnico femminile.

Tradotto da https://www.ledauphine.com/skichrono/2024/04/25/fabien-munier-quitte-les-bleus-pour-les-etats-unis

VICECAMPIONE DEL MONDO 2007 (1° nel Lazio)
CAMPIONE OLIMPICO DI DISCESA 2010
VICECAMPIONE MONDIALE DI DISCESA MASCHILE 2011
VICECAMPIONE MONDIALE DI DISCESA FEMMINILE 2013
CAMPIONE MONDIALE DI SLALOM MASCHILE 2013

CAMPIONE REGIONALE FEMMINILE 2009-2010
VINCITORE COPPETTA SLALOM LEGA FORUM FEMMINILE 2009-2010
VINCITORE COPPETTA DISCESA BIRRALEGA 2009-2010
VINCITORE COPPA APPENNINICA 2010-2011
VINCITORE COPPETTA DISCESA LEGA APPENNINICA 2010-2011
VINCITORE COPPETTA SLALOM LEGA A PUNTI MASCHILE 2010-2011
VINCITORE COPPETTA GIGANTE LEGA FORUM FEMMINILE 2010-2011
VINCITORE COPPETTA DISCESA LEGA A PUNTI E BIRRALEGA 2011-2012
1 GARA VINTA IN CDM FEMMINILE (DH)
VINCITORE DISCESA KITZBUEHEL 2012
Chacun a une piste fétiche, un endroit où on se sent bien, Kitzbühel en fait partie.
Torna all'inizio della Pagina

draghetto
Sono Azzurro di Sci




Lazio


20068 Messaggi

Inserito il - 28 apr 2024 : 01:50:48   Permalink al post Invia a draghetto un Messaggio Privato Aggiungi draghetto alla tua lista di amici  Rispondi Quotando
Olimpiadi 2030: come Serre-Chevalier e Montgenèvre affronteranno la sfida

In vista dei Giochi Olimpici del 2030, le due località dell'alta Val d'Isère, Serre-Chevalier e Montgenèvre, hanno presentato al CIO, mercoledì, le loro future piste per le gare di sci freestyle e snowboard.

Cambio di atmosfera e paesaggio. Dopo la neve e le stazioni del "Nord", abituate alla Coppa del Mondo, è il momento della parte meridionale sotto il sole delle Alpi francesi del 2030. Sempre con entusiasmo, ad accogliere il CIO, ma con poca esperienza nell'organizzazione di eventi di alto livello.

Il freestyle in primo piano nelle Alte Alpi
A Serre-Chevalier, dove sono esposte le stelle dello sci alpino (Nils Allègre, la famiglia Alphand) lungo tutta la valle, si punterà ora sul... freestyle. Halfpipe (sci e snowboard), ski cross e sci acrobatico (aerials) sono previsti sul "più grande fronte nevoso della stazione" di La Casse de Boeuf, a La Salle-les-Alpes. "Il sito ha impressionato il CIO", dice Emeric Salle, sindaco del comune ed ex snowboarder specialista dell'halfpipe. È stato necessario spiegare le modifiche necessarie per il "mezzo tubo" con un "leggero" disboscamento e per il muro delle gobbe, disegnato nella spianata della cabinovia del Fréjus, che verrà smantellata. "Avremo sempre un approccio eco-responsabile", assicura Béatrice Chevalier, direttore generale dei servizi del comune di Briançon responsabile del dossier olimpico.

La scommessa di una pista comune per lo skicross e lo snowboardcross
Più in alto a Montgenèvre, è stato anche esposto il suo miglior fronte nevoso. Con della... neve. Lì, nel cuore della stazione al confine che conserva il ricordo dei Giochi Olimpici del 2006 di Torino, si sta progettando un grande progetto che riunisce, da sinistra a destra guardando la pista, le gare di snowboard alpino (slalom gigante parallelo), slopestyle e big air (sci e snowboard) e boarder (snowboardcross e skicross). Tutto questo con una zona di arrivo comune. Niente di meno! Un grande impegno per la stazione di Montgenèvre, abituata solo a gare di sci alpino come la Mille Patte, una gara internazionale giovanile, gare FIS o all'accoglienza di allenamenti di squadre internazionali nello stadio di slalom.

"Ci adatteremo", avverte Daniel Garcin, responsabile degli impianti di risalita, che prevede per l'occasione un cambio di seggiovia. "Sono motivati e molto aperti", concorda Christian Crétier, responsabile aggiunto della Coppa del Mondo di skicross per la FIS, venuto sul posto il mese scorso. "Ci hanno ascoltato sulle nostre prime raccomandazioni cambiando il percorso. Dovremmo essere in grado di realizzare una pista divertente comune con lo snowboard. Ma c'è ancora molto lavoro da fare".

Tradotto da https://www.ledauphine.com/skichrono/2024/04/24/jo-2030-comment-serre-chevalier-et-montgenevre-vont-relever-le-defi

VICECAMPIONE DEL MONDO 2007 (1° nel Lazio)
CAMPIONE OLIMPICO DI DISCESA 2010
VICECAMPIONE MONDIALE DI DISCESA MASCHILE 2011
VICECAMPIONE MONDIALE DI DISCESA FEMMINILE 2013
CAMPIONE MONDIALE DI SLALOM MASCHILE 2013

CAMPIONE REGIONALE FEMMINILE 2009-2010
VINCITORE COPPETTA SLALOM LEGA FORUM FEMMINILE 2009-2010
VINCITORE COPPETTA DISCESA BIRRALEGA 2009-2010
VINCITORE COPPA APPENNINICA 2010-2011
VINCITORE COPPETTA DISCESA LEGA APPENNINICA 2010-2011
VINCITORE COPPETTA SLALOM LEGA A PUNTI MASCHILE 2010-2011
VINCITORE COPPETTA GIGANTE LEGA FORUM FEMMINILE 2010-2011
VINCITORE COPPETTA DISCESA LEGA A PUNTI E BIRRALEGA 2011-2012
1 GARA VINTA IN CDM FEMMINILE (DH)
VINCITORE DISCESA KITZBUEHEL 2012
Chacun a une piste fétiche, un endroit où on se sent bien, Kitzbühel en fait partie.
Torna all'inizio della Pagina

draghetto
Sono Azzurro di Sci




Lazio


20068 Messaggi

Inserito il - 29 apr 2024 : 03:26:11   Permalink al post Invia a draghetto un Messaggio Privato Aggiungi draghetto alla tua lista di amici  Rispondi Quotando
"Abbiamo un acceleratore di particelle davanti a noi": nonostante un'opposizione ferrea, come Briançon vuole cogliere la sua occasione

Nonostante un collettivo di oppositori che ha cercato di disturbare la visita della Commissione del futuro ospite, tutte le parti interessate hanno ribadito "l'importanza dei Giochi come acceleratore di progetti".

Fedele alla sua reputazione di città soleggiata con i suoi 300 giorni di sole all'anno, è sotto un cielo blu immacolato che Briançon ha accolto mercoledì la Commissione del futuro ospite, svelando un paesaggio da cartolina agli esperti del CIO, visibilmente impressionati dalla bellezza del sito fortificato da Vauban.

Un preambolo ideale che è stato presto raggiunto dalla realtà locale sotto forma di una manifestazione anti-Giochi che ha riunito un centinaio di persone sulle alture della città vecchia, bloccando per un momento il passaggio verso Montgenèvre, uno dei due siti scelti insieme a Serre Chevalier per ospitare le gare di snowboard e sci freestyle.

"Date le problematiche ambientali, economiche, sociali, geopolitiche, non possiamo più permetterci questo tipo di manifestazione", ha giustificato Stéphane Passeron, leader di un collettivo eterogeneo che rimpiange l'assenza di consultazione democratica.

Una critica ribaltata altrettanto rapidamente da Renaud Muselier, presidente della Regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra e portatore della candidatura francese insieme alla Regione AURA. "Abbiamo proposto loro di incontrarli, non hanno mai voluto. Loro, non vogliono niente e non propongono niente".

Dubi: "I Giochi saranno uno straordinario riflettore su questa valle"
Un sentimento condiviso da Arnaud Murgia, sindaco di Briançon: "Appena proponiamo loro un progetto ambizioso, dicono che è utopico. Abbiamo finalmente un acceleratore di particelle davanti a noi, dobbiamo cogliere questa opportunità".

Nella mattinata, Béatrice Chevalier, direttore generale dei servizi della città delle Alte Alpi, aveva elogiato i meriti di una candidatura "ecoresponsabile" che si basa su "una logica di condivisione e concentrazione per limitare gli impatti". Nessuna rivoluzione nelle piste da sci, né disboscamenti intensivi, "ci basiamo su ciò che esiste già".

Se i siti di competizione sono relativamente risparmiati dall'opposizione, il Villaggio Olimpico previsto al Fort des Têtes, l'emblema della fortificazione che sovrasta Briançon, non fa l'unanimità. Stéphane Faure-Brac, redattore di un dossier cittadino e portavoce di un rapporto di esperti indipendenti, teme "il costo esorbitante dei lavori" di un'opera classificata come Monumento storico e iscritta nel Patrimonio mondiale".

Béatrice Chevalier ricorda invece la carenza di alloggi nella valle e l'importanza dei Giochi che permetteranno "l'emergere di un nuovo quartiere di trecento a quattrocento alloggi" dopo la parentesi olimpica. "È una scelta di sobrietà", insiste Arnaud Murgia.

Altra tensione, la promessa di aumentare i collegamenti con il Briançonnais, tuttavia fortemente desiderata dalla popolazione. Se il progetto di un'autostrada è stato abbandonato rapidamente, nessuno crede dal lato del collettivo "No Giochi" alla promessa di raggiungere Marsiglia in 3 ore e mezza con il treno. "Non ci sono valutazioni, nessuno studio di fattibilità", afferma Stéphane Faure-Brac. Renaud Muselier propone invece una legge di programmazione per attivare la procedura, insistendo su "questo acceleratore indispensabile per il nostro territorio alpino che non avremmo mai avuto senza i Giochi."

Dissensi che evidentemente non hanno turbato gli esperti del CIO, che hanno elogiato "lo spirito e l'impegno di tutti", come ha lasciato intendere Christophe Dubi, direttore esecutivo dei Giochi olimpici. Prima di aggiungere, "i Giochi saranno uno straordinario riflettore su questa valle".

È probabilmente ciò che volevano sentire tutte le parti coinvolte in un progetto ambizioso.

Tradotto da https://www.ledauphine.com/sport/2024/04/24/briancon-veut-saisir-sa-chance

VICECAMPIONE DEL MONDO 2007 (1° nel Lazio)
CAMPIONE OLIMPICO DI DISCESA 2010
VICECAMPIONE MONDIALE DI DISCESA MASCHILE 2011
VICECAMPIONE MONDIALE DI DISCESA FEMMINILE 2013
CAMPIONE MONDIALE DI SLALOM MASCHILE 2013

CAMPIONE REGIONALE FEMMINILE 2009-2010
VINCITORE COPPETTA SLALOM LEGA FORUM FEMMINILE 2009-2010
VINCITORE COPPETTA DISCESA BIRRALEGA 2009-2010
VINCITORE COPPA APPENNINICA 2010-2011
VINCITORE COPPETTA DISCESA LEGA APPENNINICA 2010-2011
VINCITORE COPPETTA SLALOM LEGA A PUNTI MASCHILE 2010-2011
VINCITORE COPPETTA GIGANTE LEGA FORUM FEMMINILE 2010-2011
VINCITORE COPPETTA DISCESA LEGA A PUNTI E BIRRALEGA 2011-2012
1 GARA VINTA IN CDM FEMMINILE (DH)
VINCITORE DISCESA KITZBUEHEL 2012
Chacun a une piste fétiche, un endroit où on se sent bien, Kitzbühel en fait partie.
Torna all'inizio della Pagina

draghetto
Sono Azzurro di Sci




Lazio


20068 Messaggi

Inserito il - 02 mag 2024 : 02:00:09   Permalink al post Invia a draghetto un Messaggio Privato Aggiungi draghetto alla tua lista di amici  Rispondi Quotando
JO 2030: "Non è questione di indebitarsi," ricorda Renaud Muselier, presidente della Regione PACA

Renaud Muselier, Parigi sulla Senna, voi avreye baia degli Angeli?
"A parte questo, le Alpi del Sud ospiteranno i Giochi Olimpici. Abbiamo la capacità di mostrare al mondo che siamo in grado di portare gli anelli olimpici sulle nostre spalle. A Nizza, questa città conosciuta in tutto il mondo, abbiamo deciso di creare un 'cluster' del ghiaccio con la cerimonia di chiusura. Il sindaco ha svelato il progetto: la baia degli Angeli, la Promenade des Anglais per concludere in apoteosi, è davvero magnifico. Impossibile perdere tutto questo".

Il rigore di bilancio è il filo conduttore della vostra candidatura?
"Oltre a ciò che i Giochi ci porteranno per trent'anni come ad Albertville o Grenoble, non è questione di indebitarsi. Riprendo sempre la logica di Lillehammer: Giochi sobri. L'opposto di So#269;i e Pechino. Noi siamo nel campo dello sviluppo sostenibile, dell'efficienza e della modestia. Tutto ciò ci porta verso un quadro finanziario del tutto accettabile".

Durante la visita dei siti, avete messo in evidenza i vantaggi della vostra regione...
"È un grande onore avere il CIO da noi. Anche noi, i nostri sciatori portano a casa medaglie come Carole Merle che sciava a Sauze nella mia stazione. Ma soprattutto, abbiamo mostrato loro di avere un'area sciistica eccezionale. Da noi, hanno neve e sole. E hanno visto quanto le persone avessero voglia di partecipare a questa grande avventura".

Come percepite le contestazioni viste a Briançon?
"Sono molto attento. Sono riuscito a convincere l'opposizione nel mio emiciclo. Sono in contatto con i comunisti e i verdi che pongono domande che trovo abbastanza legittime e che mi permettono di far evolvere il progetto. Ma qui, ci troviamo di fronte a contestatori che vogliono bloccare tutto. Non trovo che sia molto positivo".

Tradotto da https://www.ledauphine.com/actualite/2024/04/25/muselier-il-n-est-pas-question-de-s-endetter

VICECAMPIONE DEL MONDO 2007 (1° nel Lazio)
CAMPIONE OLIMPICO DI DISCESA 2010
VICECAMPIONE MONDIALE DI DISCESA MASCHILE 2011
VICECAMPIONE MONDIALE DI DISCESA FEMMINILE 2013
CAMPIONE MONDIALE DI SLALOM MASCHILE 2013

CAMPIONE REGIONALE FEMMINILE 2009-2010
VINCITORE COPPETTA SLALOM LEGA FORUM FEMMINILE 2009-2010
VINCITORE COPPETTA DISCESA BIRRALEGA 2009-2010
VINCITORE COPPA APPENNINICA 2010-2011
VINCITORE COPPETTA DISCESA LEGA APPENNINICA 2010-2011
VINCITORE COPPETTA SLALOM LEGA A PUNTI MASCHILE 2010-2011
VINCITORE COPPETTA GIGANTE LEGA FORUM FEMMINILE 2010-2011
VINCITORE COPPETTA DISCESA LEGA A PUNTI E BIRRALEGA 2011-2012
1 GARA VINTA IN CDM FEMMINILE (DH)
VINCITORE DISCESA KITZBUEHEL 2012
Chacun a une piste fétiche, un endroit où on se sent bien, Kitzbühel en fait partie.
Torna all'inizio della Pagina

draghetto
Sono Azzurro di Sci




Lazio


20068 Messaggi

Inserito il - 03 mag 2024 : 02:00:52   Permalink al post Invia a draghetto un Messaggio Privato Aggiungi draghetto alla tua lista di amici  Rispondi Quotando
Olimpiadi 2030: cerimonia di chiusura in riva al mare e hockey all'Allianz Riviera... Nizza mostra le sue ambizioni

Con la ricollocazione della cerimonia di chiusura lungo la Promenade des Anglais per ospitare l'hockey all'Allianz Riviera, anche il polo ghiaccio di Nizza ha giocato la carta della sobrietà finanziaria senza snaturare un "cluster" spettacolare sulle rive del Mediterraneo.

Aspettava con impazienza la domanda, quindi Christian Estrosi, sindaco di Nizza, non si è trattenuto dall'annunciare l'informazione, sorridendo, giovedì durante la conferenza stampa nel magnifico Museo Nazionale dello Sport adiacente all'Allianz Riviera. "Perché accontentarsi di uno stadio, anche se è molto bello, quando abbiamo la baia più bella del mondo e un Lungomare che può accogliere 300.000 persone. Non ci priveremo di fare la cerimonia di chiusura sulle rive del Mediterraneo".

Dal mattino, sospettavamo che l'Allianz Riviera (con i suoi 35.000 posti a sedere) non potesse più ospitare la cerimonia di chiusura - come inizialmente previsto - dal momento in cui Emmanuel Charlot, direttore dello sport del comune di Nizza, aveva annunciato che l'ultramoderna struttura dell'OGC Nice sarebbe stata utilizzata come cornice per installare una pista di ghiaccio temporanea coperta per il torneo di hockey su ghiaccio maschile.

Più precisamente, due piste di ghiaccio sul prato, una con una capacità di 15.500 posti e l'altra utilizzata per gli allenamenti e il riscaldamento.

Escluso quindi il progetto di un nuovo Palazzo dello Sport per vedere le star della NHL. Evidentemente, l'argomento finanziario ha prevalso su questa opzione ambiziosa, per ottimizzare l'utilizzo dei siti esistenti. "Il nostro desiderio è sempre stato quello di promuovere la costruzione di un'impianto solo se giustificato da un'eredità", ha ricordato logicamente David Lappartient, presidente del CNOSF, non del tutto infelice di annunciare "un solo impianto da costruire e gli altri da modernizzare" per l'intera candidatura delle Alpi francesi, dal nord al sud.

Dubi: "Un progetto molto intelligente con una pertinenza incredibile"
Questo impianto è la futura pista del ghiaccio di Nizza, da tempo prevista proprio accanto allo stadio delle Aquile, che sostituirà a termine la vecchia pista del ghiaccio Jean-Bouin, ritenuta troppo energivora.

Un nuovo impianto da 7.000 posti che ospiterà il torneo di hockey femminile durante i Giochi, prima di essere ridotto a 4.000 posti per le varie attività locali tra cui il club di hockey che gioca in Ligue Magnus.

Il resto del progetto non è cambiato. Il curling rimane al Palais Nikaïa e il pattinaggio artistico (probabilmente con lo short-track) al Palais des expositions. Integrato in un vasto progetto immobiliare, il Villaggio degli Atleti sarà situato nella pianura del Var e il principale centro media nel futuro Palais des Congrès costruito in occasione della Conferenza delle Nazioni Unite sugli Oceani nel 2025. Senza dimenticare il centro internazionale di trasmissione che dovrebbe occupare lo spazio ampio del MIN dei fiori.

Entro il 2030, sarà comunque necessario trovare un compromesso con l'OGC Nice che sarà privato del suo stadio per diverse settimane e garantire una cerimonia di chiusura sotto stretta sorveglianza in un luogo carico di emozione dal terribile attentato del 14 luglio 2016.

Per quanto riguarda Isola 2000, considerata inizialmente per ospitare le gare di skicross e snowboardcross, la stazione delle Alpi Marittime è scomparsa dalla mappa ufficiale dei siti. Così come il pattinaggio di velocità che dovrebbe spostarsi all'estero (Italia o Paesi Bassi).

"È un progetto molto intelligente con una pertinenza incredibile", ha sostenuto Christophe Dubi. Prima ancora del bilancio finale, il direttore esecutivo dei Giochi Olimpici sembra essere conquistato dal progetto francese che ha rispettato alla lettera i requisiti desiderati dal CIO.

"NIZZA SI INSERISCE PERFETTAMENTE NELL'AGENDA OLIMPICA CHE PUNTA A RIDURRE I COSTI"

Christophe Dubi (direttore esecutivo dei Giochi Olimpici presso il CIO): "Questa settimana ho capito quanto i Giochi Olimpici del 1992 abbiano avuto un impatto sulla vostra regione. Quella creatività francese che abbiamo visto durante la cerimonia di apertura, quella competenza. E poi arriviamo nelle Alpi del Sud con la capacità di immaginare la stessa eredità. È un progetto molto intelligente con una pertinenza incredibile".

David Lappartient (presidente del CNOSF): "Nizza si inserisce perfettamente nell'agenda olimpica che punta a ridurre i costi. Un sito con una bella compattezza dove si privilegiano i trasporti pubblici, con in aggiunta un aeroporto internazionale. Corrisponde perfettamente alla nuova visione del CIO. Alla fine, per l'intera candidatura delle Alpi francesi, avremo solo un impianto da costruire (nota del redattore, la pista del ghiaccio di Nizza) e gli altri impianti esistenti, basterà solo modernizzarli".

Karl Stoss (presidente della Commissione Futuro Ospitante): "Nizza è una città sportiva, come il suo sindaco che è stato un grande campione. I trasporti locali sono eccellenti, tutto è a venti minuti di distanza. Non c'è nessun elefante bianco nella natura. Il progetto si basa su siti esistenti. È notevole".

Tradotto da https://www.ledauphine.com/sport/2024/04/25/nice-affiche-ses-ambitions

VICECAMPIONE DEL MONDO 2007 (1° nel Lazio)
CAMPIONE OLIMPICO DI DISCESA 2010
VICECAMPIONE MONDIALE DI DISCESA MASCHILE 2011
VICECAMPIONE MONDIALE DI DISCESA FEMMINILE 2013
CAMPIONE MONDIALE DI SLALOM MASCHILE 2013

CAMPIONE REGIONALE FEMMINILE 2009-2010
VINCITORE COPPETTA SLALOM LEGA FORUM FEMMINILE 2009-2010
VINCITORE COPPETTA DISCESA BIRRALEGA 2009-2010
VINCITORE COPPA APPENNINICA 2010-2011
VINCITORE COPPETTA DISCESA LEGA APPENNINICA 2010-2011
VINCITORE COPPETTA SLALOM LEGA A PUNTI MASCHILE 2010-2011
VINCITORE COPPETTA GIGANTE LEGA FORUM FEMMINILE 2010-2011
VINCITORE COPPETTA DISCESA LEGA A PUNTI E BIRRALEGA 2011-2012
1 GARA VINTA IN CDM FEMMINILE (DH)
VINCITORE DISCESA KITZBUEHEL 2012
Chacun a une piste fétiche, un endroit où on se sent bien, Kitzbühel en fait partie.
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 17  Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Vai all'inizio della pagina Fantaski Forum - © 1995-2024 Fantaski.it
Questa pagina è stata generata in 12,82 secondi. Snitz Forums 2000