separatore
icona fisi  
 icona fantaski titoletto linguaicona italia icona bandiera italia icona bandiera svizzeraicona bandiera inglese icona bandiera inglese icona bandiera americanatitoletto tedesco icona bandiera germania icona bandiera austria icona bandiera svizzeratitoletto francia icona bandiera francia icona bandiera svizzera 
fantaski_header
icona baffo fantaski titoletto home icona baffo fantaski titoletto cosa fantaski icona baffo fantaski titoletto faq help icona baffo fantaski titoletto regolamento icona baffo fantaski titoletto forum icona baffo fantaski titoletto fotogallery  
domenica 15 dicembre 2019 - ore 22.49 
titoletto coppa del mondo
separatore
titoletto coppa fantaski
separatore
titoletto gioca fantaski

Puelacher:"No alla riduzione delle quote nazionali

Clicca sulla foto per ingrandire
Puelacher A.
Foto: APA
Puelacher A.
commenti 10 Commenti icona rss

Nei giorni scorsi abbiamo riferito che al FIS Fall Meeting di Zurigo si è tornato a discutere, sempre più concretamente, della riduzione del numero dei partenti nelle gare di Coppa del Mondo, in particolare le prove tecniche, per esigenze TV ma anche per permettere una miglior gestione delle seconde manche.

Sull'argomento è tornato l'Head Coach dello squadrone austriaco Andreas Puelacher, che si è detto "decisamente contrario" all'idea di ridurre la quota per nazioni: "per me non è una buona idea, i migliori atleti del mondo dovrebbero essere al via, e non distribuiti per quote nazionali. Abbiamo proposto un ranking che segua i punteggi di Coppa o la WCSL, come viene fatto in altri sport."

In una intervista alla APA il FIS Race Director Markus Waldner ha ribadito la volontà della federazione internazionale: "una media di 80 atleti al via non è più possibile in Coppa, e anche gestire un gigante come Soelden con 92 partenti è proprio complicato."

Tra l'altro la riduzione dei partenti porterebbe vantaggi alla Coppa Europa, circuito che potrebbe crescere come valore e livello.

Puelacher ha poi fatto il punto sulla situazione in casa Austria a 3 settimane dall'opening di Soelden: "abbiamo trovato buone condizioni sul ghiacciaio di Moelltal e tutta la squadra sta lavorando bene, sono soddisfatto. Hirscher è già a un buon livello, ma anche gli altri stanno sciando forte. Ora lavoreremo sui materiali. Ci sono 12 atleti che potrebbero prendere il via, e abbiamo 10 posti, decideremo con gli ultimi allenamenti."

 


(martedì 9 ottobre 2018)



@RIPRODUZIONE RISERVATA

  • lunedì 25 novembre 2019

    Le decisioni del Consiglio FIS Autunno 2019

    sabato 23 novembre 2019

    FIS,si chiude l'era Kasper: lascerà nel 2020

    venerdì 22 novembre 2019

    Controllo neve positivo a Killington

  • giovedì 14 novembre 2019

    Luce verde per la tappa di Levi

    martedì 12 novembre 2019

    Liensberger torna ad allenarsi con le compagne

    venerdì 8 novembre 2019

    Il caso Liensberger non è ancora risolto

  • mercoledì 30 ottobre 2019

    Chi ospiterà il parallelo tra Soelden e Levi?

    mercoledì 23 ottobre 2019

    Caso Liensberger: deve rinunciare a Soelden

    lunedì 21 ottobre 2019

    Ispezione Fis a Cortina d'Ampezzo


    Tutt i commenti disponibili:
    1 | didibi il 10/10/2018 17.17.54
    Ok al ranking ma dobbiamo anche avere un tetto massimo per le singole nazioni. Se su 50 atleti scendono mettiamo 30 austriaci la TV la accende solo una piccola comunità di aficionados. Che poi nelle discipline tecniche maschili va a finire che attualmente dopo il 30 o giù di lì li buttano giù a 40 secondi come in qualsiasi gara FIS o NJR. In TV a questo punto ti fanno vedere solo le uscite e anche solo in replay se spettacolari e poi diventa più difficile per gli organizzatori prepara la pista tra i vari corridori e dare una chance decente ai pettorali alti di qualificarsi per la seconda manche
    2 | quilodico il 11/10/2018 11.16.56
    spero che i grandi capi della FIS abbiano sufficiente autonomia per dire a questo signore "grazie, ma faremo come vogliamo noi".
    3 | Katunga il 12/10/2018 12.59.07
    la butto lì cretinamente. Qualificazioni? Tetto massimo 50 partenti, di cui 35 assegnati ai primi WCSL, tenendo conto del contingente per nazioni. Gli altri 15 se la giocano in qualificazione il giorno prima con manche secca, senza superare comunque il contingentamento massimo per nazioni. Esempio: Austria ha diritto a 6 atleti, 5 sono tra i primi 35, 3 partecipano alle qualificazioni, 1 solo ha diritto alla gara. Per DH non ci sarebbe nessun problema, ci sarebbero le prove, si terrebbero conto i tempi della prova precedente la gara. Il problema sussisterebbe in SG. In SL e GS si allungherebbe di un giorno l'evento. Cretinata?
    4 | quilodico il 12/10/2018 16.38.16
    Idea non male, ma con vari problemi. Preparazione delle piste e affollamento dei calendari su tutto.
    5 | jos235 il 12/10/2018 17.44.42
    Katunga ha scritto: Cretinata?
    Si [:D][:D] Seriamente, non penso sia praticabile, già ci son molti problemi con i recuperi in un calendario intasatissimo. Se dovesse saltare la qualificazione per il meteo, ed il giorno dopo c'è la main race, poi come fai? (potrebbe succedere anche ai mondiali e non ho ancora capito come c. pensano di fare). E per la DH, le prove servono, appunto, per provare con calma il tracciato di gara, non per buttarsi giù a rotta di collo già dal primo giorno, senza aver prima visto la pista e la neve, per procurarsi la qualificazione. Mi pare prima di tutto una questione di sicurezza. E in ultimo mi pare che tutto sto casino lo stiano facendo per cercare di faticare meno, con la tua proposta fatcherebbero molto di più, quindi forse a quel punto sarebbe meglio lasciare tutto com'è [:D]. Forse si potrebbero individuare alcune fis, nella settimana precedente la gara, da utilizzare come gara di qualificazione (lasciando così un pò di tempo "cuscinetto" per eventuali spostamenti o recuperi). Resterebbe però sempre da individuare una procedura da utilizzare nel caso che la gara di qualificazione salti. E comunque il tutto porterebbe ad un surplus organizzativo che alla fine vanificherebbe il vantaggio dello snellimento delle liste di partenza, quello mi sembra il nodo principale.
    6 | Jeppo il 12/10/2018 18.41.47
    Mia proposta: 1) i primi 45 delle liste FIS. 2) i primi 5 di nazioni non presenti nei primi 45. Questo sarebbe il compromesso per avere nazioni piccole rappresentate e allo stesso tempo tutti i migliori in pista. Il motivo per cui ho sottolineato delle liste FIS, è che così facendo se si usasse la WCSL i giovani dei paesi forti avrebbero grosse difficioltà ad entrare tra i primi 45, perché potrebbero fare punti solo partecipando, ma allo stesso tempo non potrebbero partecipare se non hanno punti... Invece prendendo le liste FIS, i primi 30 sono comunque i primi 30 della WCSL, ed i rimanenti 15 sono i migliori di Coppa Europa, NorAm Cup, etc etc. Oltre a questo, potrebbero esserci i soliti posti fissi, tanto in ogni caso tra assenze, ritiri e infortuni al massimo si potrebbe arrivare in casi estremi ad avere magari 55 iscritti.
    7 | jos235 il 12/10/2018 19.18.23
    Potrebbe essere una proposta sensata, anche se pure così alla fine a stringere la cinghia sarebbero sempre le nazioni più forti. Ad esempio nella attuale fis list di gigante maschile avresti 8 austriaci e 6 italiani tra i primi 45. 1 solo per una nazione non poi tanto "small" come la Slovenia. Ed anche tra le nazioni piccole ne avresti solo 5, verosimilmente con pochi cambi tra loro nell'arco della stagione man mano che escono le varie fislist. Ma tanto non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca.. se bisogna ridurre, per forza sono le nazioni col maggior numero di atleti a dover sacrificare qualche componente di secondo piano. Comunque guarda caso le modifiche in peggio, in qualsiasi sport, negli ultimi decenni vedono sempre le esigenze televisive come attore principale.
    8 | leo85 il 12/10/2018 22.38.44
    Però è anche vero che noi e il pubblico in generale vogliamo vedere i migliori in pista....E lo spettacolo migliore....anche se ci sono 8 della stessa nazione....che siano austriaci, italiani, francesi,svizzeri e così via.....Se hanno diritto di partecipare perché hanno punteggi che glielo consentono, non capisco perché dovrebbero rinunciare solo per far spazio ad atleti molto più scarsi..... Capisco ai Mondiali e Olimpiadi...ma non nella CdM.....
    9 | Mikko il 16/10/2018 20.25.20
    La discussione sulla riduzione dei partenti porta con sè una riflessione sulle modalità di partecipazione e sulle graduatorie (WCSL e punti FIS). Indipendentemente dal numero di partecipanti, credo che non si sia rilevato che attualmente la WCSL formalmente serve per stabilire: 1) i contigenti nazionali 2) l’ordine di partenza per i primi 30 mentre i punti FIS definiscono l’ordine di partenza oltre la trentesima posizione. Non rappresenta invece in alcun modo il criterio di selezione alla partecipazione alle gare, che invece rimane “mediato” dal sistema delle convocazioni delle singole federazioni, che all’interno del limite dei 120 punti FIS possono convocare chi vogliono. E aggiungo che ritengo del tutto impensabile che le varie federazioni rinuncino a questo potere “assoluto” (caratteristico certamente non degli sport professionistici) Un cambiamento di tale portata sarebbe rivoluzionario con conseguenze vastissime: ogni atleta potrebbe arrivare alla CdM mediante “solo” i suoi risultati indipendentemente dal fatto che sia in una squadra nazionale, privata, di club, ecc… e renderebbe anacronistiche le squadre nazionali che diventerebbero al limite della squadre “federali” con uguali diritti di qualcunque altro club. Ma ripeto è un puro esercizio di stile ragionarci. Altro esercizio è vedere, con gli attuali contigenti, chi gareggerebbe in CdM degli italiani in GS e SL tenendo conto dei ranking. Slalom Gigante MOELGG Manfred DE ALIPRANDINI Luca TONETTI Riccardo HOFER Alex BOSCA Giulio Giovanni BALLERIN Andrea MAURBERGER Simon ZINGERLE Hannes Slalom Speciale MOELGG Manfred GROSS Stefano SALA Tommaso BACHER Fabian MAURBERGER Simon TONETTI Riccardo LIBERATORE Federico RONCI Giordano (se SALA infortunato)
    10 | jos235 il 17/10/2018 10.47.01
    Mikko ha scritto: all’interno del limite dei 120 punti FIS possono convocare chi vogliono.
    in realtà, il limite dei 120 punti fis è valido per un solo posto (il cosiddetto "posto base", assegnato anche alle nazioni che non hanno mai ottenuto punti WCSL). Per gli altri posti, assegnati tramite la WCSL, in realtà bisogna scegliere tra atleti che devono figurare entro i primi 120 della fislist quindi il campo di scelta è più ristretto. Sono d'accordo con Didibi che un limite massimo per nazione debba essere mantenuto, e anch'io non penso si farà diversamente, ma ovviamente l'allenatore austriaco a domanda avrà risposto tirando acqua al suo mulino.



      Cerca una parola nelle news:        

      Ultime 15 Notizie correlate: (OESV FIS Markus Waldner Andreas Puelacher )

      [25/11/2019] Le decisioni del Consiglio FIS Autunno 2019
      [23/11/2019] FIS,si chiude l'era Kasper: lascerà nel 2020
      [22/11/2019] Controllo neve positivo a Killington
      [14/11/2019] Luce verde per la tappa di Levi
      [12/11/2019] Liensberger torna ad allenarsi con le compagne
      [08/11/2019] Il caso Liensberger non è ancora risolto
      [30/10/2019] Chi ospiterà il parallelo tra Soelden e Levi?
      [23/10/2019] Caso Liensberger: deve rinunciare a Soelden
      [21/10/2019] Ispezione Fis a Cortina d'Ampezzo
      [18/10/2019] Gli Austriaci per Soelden
      [17/10/2019] Luce verde per Soelden
      [15/10/2019] Puelacher: "il calendario è troppo fitto"
      [14/10/2019] Caso Liensberger: Katharina torna in Rossignol
      [11/10/2019] Gardena, Badia, Campiglio e Bormio non si toccano
      [07/10/2019] A Soldeu le Finali di CdM 2022/2023

      Altre notizie di Coppa del Mondo:

      [15/12/2019] Infortunio ad Andalo per Asja Zenere
      [15/12/2019] Paolo De Chiesa risponde ai suoi fans
      [15/12/2019] CE: Cillara, gran podio ad Andalo
      [15/12/2019] Fantaski Stats - Val d Isere 2019 - SL maschile
      [15/12/2019] Gross:"un podio meritato per tutta la fatica fatta
      [15/12/2019] A Vlhova il parallelo di St. Moritz, 6/a Brignone
      [15/12/2019] Isere: Pinturault domina, Gross 3/o!
      [15/12/2019] Isere: Pintu comanda la 1a manche. Gross 9/o
      [14/12/2019] Mikaela Shiffrin rinuncia al parallelo
      [14/12/2019] Fantaski Stats - St.Moritz 2019 - sg femminile
      [14/12/2019] CE Andalo: Zenere 3/a nella festa norvegese
      [14/12/2019] Goggia: "il clima in squadra è molto positivo"
      [14/12/2019] Isere:cancellato per il meteo lo slalom maschile
      [14/12/2019] Goggia-Brignone premiata ditta a St. Moritz
      [14/12/2019] Federica Sosio deve operarsi nuovamente
      [14/12/2019] Val d'Isere: il vento abbassa la partenza slalom
      [13/12/2019] Ad Hangar7 Hirscher parlerà del suo futuro
      [13/12/2019] Vento forte e neve,vigilia tribolata a Val d'Isere
      [13/12/2019] Dieci anni fa iniziava l'era di Marcel Hirscher
      [12/12/2019] CE: Prast, un fulmine a Zinal
      [12/12/2019] Anna Veith torna in superg a St.Moritz
      [12/12/2019] St.Moritz: solo 12 le azzurre in gara
      [12/12/2019] Val Isere:i convocati azzurri per slalom e gigante
      [12/12/2019] Fassa: Aperta la stagione dello Ski Stadium Aloch
      [11/12/2019] A St. Moritz debutto di Albano al posto di Zenere
      [11/12/2019] CE: Worley vince in superg, Cillara ottima 6/a
      [11/12/2019] Innerhofer al rientro in Val Gardena
      [11/12/2019] Le 13 Azzurre per St.Moritz.Debutta Asja Zenere
      [11/12/2019] Val d'Isère: 50 anni fa nasceva il mito Thoeni
      [10/12/2019] CE: Dannewitz a segno in superg, Bassino 7/a
      [10/12/2019] CE: Prast 5/o a Santa Caterina, vince Weber
      [10/12/2019] Alice Robinson in allenamento all'Alpe di Lusia
      [10/12/2019] Ledecka sempre più alpina: sarà a St.Moriz
      [10/12/2019] Val d'Isere: maltempo cambia programma gare
      [10/12/2019] Francesi e Svizzeri per St.Moritz e Isere
      [09/12/2019] CE: in Valfurva la Francia domina la combinata

      Altre notizie Fantaski:

      [26/03/2019] La Thuile: diamo una manche al Telefono Azzurro
      [23/02/2018] Fantanotti Olimpiche - Analisi dei Giochi 2018
      [06/02/2018] Aperte le FantaOlimpiadi 2018!
      [14/12/2017] Fantaski.it disponibile anche su Telegram !
      [05/12/2017] A La Thuile stagione aperta dal 2 dicembre
      [03/11/2017] Fantaski 2018 - mercato maschile aperto fino Levi
      [05/12/2016] Aperto il primo mercato - stagione 2016/2017
      [13/11/2016] A Milano di scena il Big Air Snowboard
      [21/03/2016] La Thuile: il 9 Aprile gara per Telefono Azzurro
      [26/02/2016] La Thuile: 1/a Gara dei Sogni in favore di FISIP



     
    titoletto copyright fantaski
     baffo fantaski titoletto contatti baffo fantaski titoletto riconoscimenti