separatore
icona fisi  
 icona fantaski titoletto linguaicona italia icona bandiera italia icona bandiera svizzeraicona bandiera inglese icona bandiera inglese icona bandiera americanatitoletto tedesco icona bandiera germania icona bandiera austria icona bandiera svizzeratitoletto francia icona bandiera francia icona bandiera svizzera 
icona baffo fantaski titoletto home icona baffo fantaski titoletto cosa fantaski icona baffo fantaski titoletto faq help icona baffo fantaski titoletto regolamento icona baffo fantaski titoletto forum icona baffo fantaski titoletto fotogallery  
giovedì 20 giugno 2019 - ore 18.27 
titoletto coppa del mondo
separatore
titoletto coppa fantaski
separatore
titoletto gioca fantaski

Kitzbuehel: Hirscher marziano vince sulla Ganslern

Clicca sulla foto per ingrandire
Foto: Fis Ski World Cup - Agence Zoom
Vai al profilo di Hirscher M.
commenti 23 Commenti icona rss

Il "marziano" Marcel Hirscher si aggiudica per la seconda volta in carriera lo slalom di Kitzbuehel e forse mette una ipoteca definitiva sulla sua sesta coppa del mondo assoluta consecutiva. Non ci sono parole per descrivere l'impresa del campione di casa davanti a quasi 30mila tifosi in delirio per la grandissima seconda manche del loro beniamino che torna al successo in slalom dopo quella di inizio stagione a Levi. Come il solito quando si trova nelle retrovie dopo la prima manche l'austriaco ha scatenato tutta la sua potenza riuscendo nella rimonta agguantando questa insperata vittoria. Nono dopo la prima manche ad oltre un secondo (+1.02), Hirscher da spettacolo riuscendo in questa incredibile impresa e conquistando la vittoria nr. 42 in carriera, la ventesima in slalom. Secondo è il più veloce della prima manche il britannico Dave Ryding a 76 centesimi, al miglior risultato in carriera e che riporta un britannico su un podio di coppa maschile, dopo quello del 1981, nella discesa di Val Gardena, di Konrad Bartelski (2/o). Terzo è il russo Alexander Khoroshilov a +1.11 a precedere il sorprendente norvegese Leif Kristian Haugen (+1.15), a difendere i colori del suo team rimasto orfano nella prima manche del leader di specialità Henrik Krstoffersen, finito fuori a metà tracciato. 

Stessa sorte purtroppo poi toccata nella seconda manche anche a Stefano Gross. Per lo slalomista trentino si sono così infranti i sogni di poter imitare il suo collega di squadra e conterraneo Christian Deville, l'ultimo italiano a vincere sulla Ganslern nel 2012. Secondo dopo la manche mattutina è andato purtroppo ad inforcare dopo sei porte dal via. Cose che possono succedere nello slalom, ma che lasciano l'amaro in bocca al poliziotto fassano, ma anche al suo tecnico Costazza, che aveva tracciato questa seconda prova. Una tracciatura filante e più scolastica, rispetto a quella mattutina, con porte a 10 metri, posizionate leggermente spostate a destra per chi scendeva, a limitare anche in parte le difificoltà nell'affrontare i nuovi dossi realizzati quest'anno sulla Ganslern. 

Migliore degli azzurri è Giuliano Razzoli, al quale manca ancora un po' di benzina nelle seconde manche, causa i problemi fisici di cui è rimasto vittima. L'emiliano si prende qualche rischio di troppo, concludendo comunque la sua manche in 11/a, miglior risultato stagionale, ma che non gli consente ancora di avere il biglietto in tasca per il Mondiale. Bravissimo, invece, Tommaso Sala, alla quarta qualifica stagionale per il neo campione italiano di specialità, recuperando ben undici posizioni rispetto alla manche mattutina e finendo alla fine 15/o, secondo miglior risultato stagionale dopo il 13/o di Val d'Isere.

Nella prima manche erano, invece, purtroppo usciti Manfred Moelgg, a metà della Ganslern, in una doppia forse affrontata con troppa irruenza, Patrick Thaler per inforcata e Giordano Ronci, mentre non si erano qualificati Riccardo Tonetti e Federico Liberatore

Ora il circo bianco si sposta a Schladming dove martedì sera andrà in scena la "Nigth Race" di slalom speciale sulla pista Planai.


(domenica 22 gennaio 2017)





Kitzbuhel | Slalom Speciale | 22.01.2017 - 10.30

4. Leif Kristian Haugen (NOR) +1.15s
5. Daniel Yule (SUI) +1.61s
6. Felix Neureuther (GER) +1.88s
7. Erik Read (CAN) +1.92s
8. Marco Schwarz (AUT) +1.99s
9. Jonathan Nordbotten (NOR) +2.11s
10. Alexis Pinturault (FRA) +2.42s
11. Giuliano Razzoli (ITA) +2.43s
12. Sebastian-Foss Solevaag (NOR) +2.47s
12. Ramon Zenhaeusern (SUI) +2.47s
14. Jean-Baptiste Grange (FRA) +2.52s
15. Tommaso Sala (ITA) +2.55s
16. Robin Buffet (FRA) +2.57s
17. Marc Digruber (AUT) +2.67s
18. Stefan Luitz (GER) +2.70s
19. Naoki Yuasa (JPN) +2.72s
20. Victor Muffat Jeandet (FRA) +2.73s
21. Stefan Hadalin (SLO) +3.00s
22. Reto Schmidiger (SUI) +3.07s
23. Philip Brown (CAN) +3.61s
23. Marc Gini (SUI) +3.61s
25. Michael Matt (AUT) +5.51s

@RIPRODUZIONE RISERVATA

  • lunedì 17 giugno 2019

    Ad Aosta la Festa per il Centro Sportivo Esercito

    mercoledì 29 maggio 2019

    Tutti i nomi dell'Austria 2019/2020

    martedì 28 maggio 2019

    L'Austria dello sci 2019-2020, c'è Marcel Hirscher

  • sabato 25 maggio 2019

    Prima uscita in bici per Stefano Gross

    giovedì 4 aprile 2019

    I medagliati Austriaci ricevuti dal Governo

    sabato 23 marzo 2019

    Stefano Gross operato a Brescia

  • martedì 19 marzo 2019

    Hirscher:"Ritiro? Deciderò, ma non c'è un piano B"

    lunedì 18 marzo 2019

    Shiffrin e Hirscher Paperoni della Coppa 2019

    domenica 17 marzo 2019

    Razzoli: "contento per la stagione del ritorno"


    Tutt i commenti disponibili:
    1 | Wolf III il 22/01/2017 15.33.27
    Un Hirscher irresistibile. Pensate se fosse sceso anche la prima manche come la seconda... già fatto in passato.
    2 | Fairyking il 22/01/2017 15.40.21
    Se Marcello scendesse nella prima senza i "freni tattici" della classifica di Coppa Generale non ce ne sarebbe neppure per HK che tira comunque a palla senza pressioni di classifica per il Coppone in entrambe le manches.
    3 | Fabski il 22/01/2017 15.57.21
    Ma poi non capisco perché scelga di trattenersi così nelle prime manche. Il copione è sempre quello: prima in sicurezza, accumula un secondo di ritardo, e poi spinge alla morte la seconda arrivando sempre alle spalle di Kristoffersen (quando non sbaglia come oggi). Ok che Marcel non sbaglia mai, ma tirando come fa lui le seconde manche può sempre cadere nell'inforcata. Non sarebbe più sicuro sciare entrambe le manche al 90%, dunque in sicurezza per i suoi standard? Forse finirebbe anche per vincere più gare. Ma va bé, lui ha vinto 6 copponi e allora sto zitto.[:)]
    4 | Fairyking il 22/01/2017 16.07.26
    Credo che sia una questione di come gestire la gara in ottica Coppa: tirare a manetta nella prima non ha senso perché se poi inforchi non fai neppure la seconda e ti sei perso da 80 a 100 punti. E' chiaro che con un kristoffersen in grande spolvero (e stesso discorso con Piunturault in gigante)che tira in entrambe le manche rischi di arrivargli quassi sempre dietro. Ma alla fine appunto ha ragione lui: 6° Coppa Generale come obiettivo soprattutto e pazienza se quest'anno con meno vittorie (3 per ora; ma ragazzi 13 PODI e 103 totali in carriera secondo di tutti i tempi!!! E mancano ancora tante gare...
    5 | Fabski il 22/01/2017 16.35.54
    Infatti io non mi aspetto che tiri a manetta anche la prima manche: credo che per lui basterebbe tirare un po' di più rispetto quanto faccia adesso le prime manche e un pelino di meno le seconde manche. Ok, adesso che l'ho scritta mi rendo conto che il risultato rischierebbe di essere lo stesso[:D], però sono coerente con me stesso e dunque rimango della mia idea: tiri di più la prima manche, tiri di meno la seconda manche, rischi di meno e arrivi sempre secondo dietro il norvegese[:o)][:o)] [:)]
    6 | gabriele81 il 22/01/2017 16.56.13
    Grandissimo Hirscher e che bella l'emozione nei suoi occhi e in quelli di Ryding
    7 | Fairyking il 22/01/2017 18.11.29
    si ma non è che uno puo' tirare un po' di più o un po' dei meno con il bilancino del farmacista...D'accordo, lui è un computer in pista, però semplicemente non ritiene utile tirare tanto nella prima manche e forse c'è anche una componente inconsapevole, essendo abbastanza certo che alla fin fine questa tattica paghi anche se con meno gare vinte ma magari il Coppone in saccoccia! Se lui ha vinto 42 gare e se tutto va come deve andare sei copponi nello zainetto cosa gli cambia a livello di prestigio averne vinte 45-46? Direi nulla... Kristoffersen invece se vorrà vincere una coppa dovrà migliorare parecchio in gigante...con il solo dominio nello slalom non va da nessuna parte.
    8 | TEX il 22/01/2017 19.02.04
    La prima manche al caz.zeggio la fa per lo spettacolo, è evidente [:246]
    9 | marc girardelli il 22/01/2017 20.48.34
    TEX ha scritto:
    La prima manche al caz.zeggio la fa per lo spettacolo, è evidente [:246]
    Quello l avevo pensato anche io....ma quando c è Kristoffersen non gli basta....
    10 | Lele77 il 22/01/2017 20.53.21
    Fairyking ha scritto:
    si ma non è che uno puo' tirare un po' di più o un po' dei meno con il bilancino del farmacista...D'accordo, lui è un computer in pista, però semplicemente non ritiene utile tirare tanto nella prima manche e forse c'è anche una componente inconsapevole, essendo abbastanza certo che alla fin fine questa tattica paghi anche se con meno gare vinte ma magari il Coppone in saccoccia! Se lui ha vinto 42 gare e se tutto va come deve andare sei copponi nello zainetto cosa gli cambia a livello di prestigio averne vinte 45-46? Direi nulla... Kristoffersen invece se vorrà vincere una coppa dovrà migliorare parecchio in gigante...con il solo dominio nello slalom non va da nessuna parte.
    11 | Lele77 il 22/01/2017 20.58.38
    Fairyking ha scritto:
    si ma non è che uno puo' tirare un po' di più o un po' dei meno con il bilancino del farmacista...D'accordo, lui è un computer in pista, però semplicemente non ritiene utile tirare tanto nella prima manche e forse c'è anche una componente inconsapevole, essendo abbastanza certo che alla fin fine questa tattica paghi anche se con meno gare vinte ma magari il Coppone in saccoccia! Se lui ha vinto 42 gare e se tutto va come deve andare sei copponi nello zainetto cosa gli cambia a livello di prestigio averne vinte 45-46? Direi nulla... Kristoffersen invece se vorrà vincere una coppa dovrà migliorare parecchio in gigante...con il solo dominio nello slalom non va da nessuna parte.
    Sei vuoi vincere la coppa e nn sei polivalente puro nn puoi pensare di tirare sempre... Tomba ha vinto 50 gare, ma un paio di coppe le ha buttate al vento proprio x nn accontentarsi (87/88 vs Pirmin e 90/91 vs Girardelli con 5 inforcate in SL e la coppa persa per pochi punti...) Alla fine poi ne ha vinte 42 finora e a 50 ci arrivera' comunque...
    12 | TEX il 22/01/2017 21.11.53
    marc girardelli ha scritto:
    TEX ha scritto:
    La prima manche al caz.zeggio la fa per lo spettacolo, è evidente [:246]
    Quello l avevo pensato anche io....ma quando c è Kristoffersen non gli basta....
    A V.Isere (GS II 3°/2° e SL 4°/2°), Adelboden (GS 3°/2° , SL 6°/3°) e Wengen (4°/2°) un po' di show nella seconda lo ha fatto, anche se non ha vinto [;)]
    13 | Fairyking il 23/01/2017 0.07.12
    Tomba perdeva le coppe perché non aveva la solidità mentale di uno Stenmark o di un Hirscher... ed appunto tirava alla morte comunque. Lo stesso pinturault spesso sbaglia per "eccesso di generosità" ed anche lui non è così solido mentalmente. Kristoffersen è invece solido ma come dicevo per vincere il coppone dovrà migliorare in gigante e magari fare qualche superG prendendo punti pesanti ogni tanto ma è un'impresa eh, all'altezza solo dei campionissimi.
    14 | Fairyking il 23/01/2017 0.08.17
    Tomba perdeva le coppe perché non aveva la solidità mentale di uno Stenmark o di un Hirscher... ed appunto tirava alla morte comunque. Lo stesso pinturault spesso sbaglia per "eccesso di generosità" ed anche lui non è così solido mentalmente. Kristoffersen è invece solido ma come dicevo per vincere il coppone dovrà migliorare in gigante e magari fare qualche superG prendendo punti pesanti ogni tanto ma è un'impresa eh, all'altezza solo dei campionissimi.
    15 | fabio farg team il 24/01/2017 5.28.06
    Concordo con Fairyking,per quanto detto su Hirscher.Poi sorprendete gara di Ryding,mentre Khoroshilov ottiene un altro terzo posto.Non capisco perchè Haugen,sia partito col 34,non dovrebbe partire trail 16 ed il 30?Poi Deville,che fine ha fatto?Risulta ancora attivo,ma non ricordo se ha gareggiato a Kitzbuehel stavolta.
    16 | Tommy il 24/01/2017 17.20.27
    Fairyking ha scritto:
    Tomba perdeva le coppe perché non aveva la solidità mentale di uno Stenmark o di un Hirscher... ed appunto tirava alla morte comunque.
    Beh un momentino....affermare che Tomba non aveva la solidità mentale di Hirscher mi pare un po' forte. Diciamo che è completamente diverso il loro modo di sciare. Parliamo di due fuoriclasse assoluti, forse imo Hirscher ha un assetto sugli sci un po' più bilanciato Tomaba tendeva ad arretrare un pelo troppo (gran parte dei suoi errori sono dovuti a questa syua tendenza). Inoltre forse Hirscer è un pelo più reattivo (sebbene anche ad Alberto la reattività non mancasse) e riesce a salvarsi quasi sempre in extremis. In conclussione è impressionante vedere quanto poco sbagli Hirscher rispetto al livello a cui scia, ma per quanto riguarda la solidità mentale non penso assolutamente che Tomba ne fosse defixitario rispetto a Hirscher (l'epoca Stenmark non l'ho vissuta quindio non saprei giudicare). Ricordo Lillehammer e Sierra Nevada e molte altre situazioni in cui Tomba rimetteva in piedi gare anche partendo con distacchi abbissali dopo la prima...a farsela sotto erano i suoi avversari, come accade ora con Marcellino :-)
    17 | Fairyking il 24/01/2017 17.31.56
    Tommy ha scritto:
    Fairyking ha scritto:
    Tomba perdeva le coppe perché non aveva la solidità mentale di uno Stenmark o di un Hirscher... ed appunto tirava alla morte comunque.
    Beh un momentino....affermare che Tomba non aveva la solidità mentale di Hirscher mi pare un po' forte. Diciamo che è completamente diverso il loro modo di sciare. Parliamo di due fuoriclasse assoluti, forse imo Hirscher ha un assetto sugli sci un po' più bilanciato Tomaba tendeva ad arretrare un pelo troppo (gran parte dei suoi errori sono dovuti a questa syua tendenza). Inoltre forse Hirscer è un pelo più reattivo (sebbene anche ad Alberto la reattività non mancasse) e riesce a salvarsi quasi sempre in extremis. In conclussione è impressionante vedere quanto poco sbagli Hirscher rispetto al livello a cui scia, ma per quanto riguarda la solidità mentale non penso assolutamente che Tomba ne fosse defixitario rispetto a Hirscher (l'epoca Stenmark non l'ho vissuta quindio non saprei giudicare). Ricordo Lillehammer e Sierra Nevada e molte altre situazioni in cui Tomba rimetteva in piedi gare anche partendo con distacchi abbissali dopo la prima...a farsela sotto erano i suoi avversari, come accade ora con Marcellino :-)
    Beh parlano i numeri... la solidità mentale è anche la capacità di limitarsi di non tirare alla morte pur di vincere a tutti i costi, anche quando vedi che questo non paga se non per le singole vittorie ma perdi l'obiettivo principale; se vuoi ti do' le statistiche delle sue uscite di pista in slalom nelle annate "NO" tipo 89 e 91 e che gli sono costate la Coppa... facilmente, anche se non è l'unico motivo. Che poi come resa in pista fossero simili si, concordo.
    18 | balineuve il 24/01/2017 17.37.21
    Tomba aveva una superiorità tecnica e fisica sugli altri ..... soprattutto in SL ma secondo anche in GS ..... ma non aveva assolutamente la lucidità, la costanza di forma (presumo fosse più godereccio) e di rendimento di Hirscher ...... altrimenti avrebbe vinto sei coppe anche lui come Hirscher o addirittura otto come Ingo ...... vero che né Ingo né Marcello avevano contro Zurbriggen e Girardelli .......
    19 | balineuve il 24/01/2017 17.38.25
    Anche se Ingo agli inizi aveva contro Thoeni e tutta la valanga azzurra ...
    20 | Fairyking il 24/01/2017 17.44.44
    Già Ingo e Marcel non avevano contro Gira e Zurbriggen...però tomba perse la Coppa persino contro una mezza figura in stato di grazia come Accola.
    21 | Tommy il 25/01/2017 10.48.44
    [/quote] se vuoi ti do' le statistiche delle sue uscite di pista in slalom nelle annate "NO" tipo 89 e 91 e che gli sono costate la Coppa... facilmente, anche se non è l'unico motivo. Che poi come resa in pista fossero simili si, concordo. [/quote] Non c'è bisogno delle statistiche...ero piccolo ma ricordo abbastanza bene la carriera di Tomba :-) Suyl discorso Coppa Generale devi considerare due cose fondamentali secondo me: primo, in quegli anni c'erano fior di combinatisti veri, gente in grado di lottare per il podio in tutte le specialità dallo slalom alla DH, cosa che per la specializzazione che richiede lo sci oggi non è praticabile (se pensi che in k arriva a podio Muffat Jandet che obiettivamente non è nessuno. Da quando hanno attribuito punti ai primi 30 (nel bel mezzo dell'epopea Tomba) per lui è diventato quasi impossibbile portare a casa la Coppa cimentandosi con atleti che prendevano punti ovunque tranne nel 94-95 quando ha trovatro Aamodt non al massimo, Kjus ancora troppoa acerbo e Girardelli a fine carriera. Secondo: siamo sicuri che veramente "l'obietivo generale" di Tomba come lo chiami tu, fosse conquistare quante più oppe possibili. Io non ne sono certo. Ritornaiamo alla questione vecchia come il cucco dell'opportunità di scendere in DH; concordi con me che se si fosse cimentato in DH e Super G avrebbe minimo portato a casa altre due coppe in ciabatte, ma magari avrebbe diovuto gestire molto di più . La coppa generale se andiamo a stringere è roba più per "addetti ai lavori"; le folle si sono esaltate con le sue vittorie, se la gente lo ricorda ancora oggi come un mito è grazie alle sue imprese nelle singole gare e non ai piazzamenti da ragioniere. Anch'io ero dispiaciuto che ha portato a casa "solo" una generale per il talento che aveva ma col senno del poi ripensandoci ritengo che "la storia" abbia dato ragione a lui. Ritornando al punto del confronto, e chiudo, concordo con te che Hirscher sia superiore ma a mio avviso la differenza non sta nella "testa". A Tomba le gambe non tremavano mai, esattamente come accade oggi a Hirscher. Le annate no che ricordo bene erano dovute a cali di forma probabilmente figli del suo carattere più "godereccio" come dice balineuve, cosa che Hirscher non ha, oltre a un problema di assetto sugli sci che gli faceva rischiare l'uscita molto più frequentemente. Nel complesso Hirscher è molto più forte (probabilmente il più forte della storia, in grado di vincere quanto Tomba ma con un numero di podi notevolmente superiore e un numero di uscite minimo; è semplicenmente più forte perchè riesce a vincere o quasi anche permettendosi di gestire, mentre Tomba per vincere doveva sempre tirare alla morte e conseguentemente sbagliava molto di più .La vera differenza a parer mio è questa...
    22 | marc girardelli il 25/01/2017 18.34.55
    Ricordiamoci che alberto ha vinto tre ori olimpici e due ori mondiali....cosa che Hirscher x ora nn mi sembra aver fatto....ha ancora un olimpiade vedremo...
    23 | franz62 il 25/01/2017 20.45.55
    sempre le solite questioni....il più grande di tutti è uno solo, purtroppo franzoso[:D] Alphand..provate voi vincere il coppone con le veloci...e poi tutte 'ste pippe che nominate se lo sognano di aver vinto o di vincere in futuro una Dakar.[:D] sempre detto che vorrei essere la Mancuso, dovesse toccarmi di essere maschio sceglierei Alphand[:D]



      Cerca una parola nelle news:        

      Ultime 15 Notizie correlate: (Marcel Hirscher Stefano Gross Giuliano Razzoli Francesco Sala Coppa del Mondo Kitzbuehel )

      [17/06/2019] Ad Aosta la Festa per il Centro Sportivo Esercito
      [29/05/2019] Tutti i nomi dell'Austria 2019/2020
      [28/05/2019] L'Austria dello sci 2019-2020, c'è Marcel Hirscher
      [25/05/2019] Prima uscita in bici per Stefano Gross
      [04/04/2019] I medagliati Austriaci ricevuti dal Governo
      [23/03/2019] Stefano Gross operato a Brescia
      [19/03/2019] Hirscher:"Ritiro? Deciderò, ma non c'è un piano B"
      [18/03/2019] Shiffrin e Hirscher Paperoni della Coppa 2019
      [17/03/2019] Razzoli: "contento per la stagione del ritorno"
      [17/03/2019] Fantaski Stats - Soldeu - slalom maschile
      [17/03/2019] Soldeu: Shiffrin fa 60 davanti a Robinson
      [17/03/2019] Soldeu: tris Noel in slalom, 6/o Razzoli
      [17/03/2019] Soldeu: turbo Noel, sua la 1/a manche, 7/o Manni
      [17/03/2019] Soldeu: Shiffrin guida il gigante.Sorpresa Robinso
      [16/03/2019] Soldeu: Shiffrin sigla l'ultimo slalom stagionale

      Altre notizie di Coppa del Mondo:

      [20/06/2019] Allo Stelvio Azzurre,velocisti e squadra C
      [19/06/2019] Lunedì 24 si assegnano i Giochi Olimpici 2026
      [18/06/2019] 100 anni FISI: parte il concorso per il logo
      [18/06/2019] Innerhofer: "il ginocchio reagisce bene!"
      [17/06/2019] Giovanni Borsotti passa a Rossignol
      [17/06/2019] Ad Aosta la Festa per il Centro Sportivo Esercito
      [17/06/2019] Neureuther vince 100mila euro in TV
      [16/06/2019] Peter Fill nuovamente papà, è nata Maja
      [13/06/2019] Formia: si conclude il lavoro delle Azzurre
      [13/06/2019] Gigantisti allo Stelvio fino a martedì 18
      [13/06/2019] Margot Bailet saluta il Circo Rosa
      [10/06/2019] La Fisi a Palazzo Chigi: Goggia Collare d'Oro
      [08/06/2019] La Germania accoglie ufficialmente Baumann
      [08/06/2019] Accordo tra FISI, Credito Sportivo e Scuole Sci
      [08/06/2019] FISI:nota alla 10a riunione del Consiglio Federale
      [07/06/2019] Le squadre ASIVA per la stagione 2019/2020
      [07/06/2019] Kristoffersen-Skidforbundet: accordo trovato!
      [06/06/2019] Kristoffersen: "punto a slalom e gigante"
      [05/06/2019] Anna Veith continua (almeno) per un anno
      [05/06/2019] I Calendari della Coppa del Mondo 2019/2020
      [04/06/2019] Quanta Italia nella gestione della Coppa del Mondo
      [04/06/2019] Nadia Fanchini sarà mamma a dicembre
      [02/06/2019] Le decisioni della FIS Calendar Conference
      [02/06/2019] Sestriere e La Thuile tornano in CdM
      [01/06/2019] Val Gardena e Badia in calendario fino al 2022/23
      [29/05/2019] Si ritira il finlandese Andreas Romar
      [29/05/2019] Comitato AOC: deliberate le squadre di sci alpino
      [29/05/2019] Azzurri: il programma estivo degli allenamenti
      [29/05/2019] Tutti i nomi dell'Austria 2019/2020
      [28/05/2019] L'Austria dello sci 2019-2020, c'è Marcel Hirscher
      [28/05/2019] Azzurre: il programma estivo degli allenamenti
      [28/05/2019] Dubrovnik: al via la FIS Calendar Conference
      [27/05/2019] Dave Ryding guida i Britannici per il 2019/2020
      [27/05/2019] Doping, Operazione Aderlass: interrogato Reichelt
      [27/05/2019] Olimpiadi 2026: report del CIO.Alpino a Cortina?
      [25/05/2019] Prima uscita in bici per Stefano Gross

      Altre notizie Fantaski:

      [26/03/2019] La Thuile: diamo una manche al Telefono Azzurro
      [23/02/2018] Fantanotti Olimpiche - Analisi dei Giochi 2018
      [06/02/2018] Aperte le FantaOlimpiadi 2018!
      [14/12/2017] Fantaski.it disponibile anche su Telegram !
      [05/12/2017] A La Thuile stagione aperta dal 2 dicembre
      [03/11/2017] Fantaski 2018 - mercato maschile aperto fino Levi
      [05/12/2016] Aperto il primo mercato - stagione 2016/2017
      [13/11/2016] A Milano di scena il Big Air Snowboard
      [21/03/2016] La Thuile: il 9 Aprile gara per Telefono Azzurro
      [26/02/2016] La Thuile: 1/a Gara dei Sogni in favore di FISIP



     
    titoletto copyright fantaski
     baffo fantaski titoletto contatti baffo fantaski titoletto riconoscimenti