separatore
icona fisi  
 icona fantaski titoletto linguaicona italia icona bandiera italia icona bandiera svizzeraicona bandiera inglese icona bandiera inglese icona bandiera americanatitoletto tedesco icona bandiera germania icona bandiera austria icona bandiera svizzeratitoletto francia icona bandiera francia icona bandiera svizzera 
fantaski_header
icona baffo fantaski titoletto home icona baffo fantaski titoletto cosa fantaski icona baffo fantaski titoletto faq help icona baffo fantaski titoletto regolamento icona baffo fantaski titoletto forum icona baffo fantaski titoletto fotogallery  
venerdì 22 novembre 2019 - ore 06.41 
titoletto coppa del mondo
separatore
titoletto coppa fantaski
separatore
titoletto gioca fantaski

Tregua diplomatica Morzenti-Ravetto

Clicca sulla foto per ingrandire
Vai al profilo di Razzoli G.
commenti 39 Commenti icona rss
LIVE DA GARMISCH-PARTENKIRCHEN (ore 18.30) - E' finita con il più classico dei pareggi, 0-0, la tanto attesa conferenza stampa di bilancio della spedizione azzurra - ad una gara dal termine del mondiale di Gap2011 - del presidente della Fisi Giovanni Morzenti, coadiuvato dal segretario generale della Fisi Fausto Cartasegna e dal direttore tecnico unico Claudio Ravetto. L'effetto Petrucci - la presenza, cioè, del presidente del Coni in quel di Garmisch in questi ultimi giorni di mondiale, ma rimasto fuori dalla sala della conferenza stampa di oggi - ha portato ad una sorta di tregua diplomatica...quanto lunga però non è dato sapere. Le due posizioni, quella di Morzenti e quella di Ravetto, restano sempre distanti, forse inconciliabili, anche se i risultati (cinque medaglie e una gara ancora da correre sono già un piccolo record) farebbero propendere diversamente. L'unica cosa certa è che il presidente Morzenti ha cambiato idea: la direzione tencica unica non va più bene, bisogna fare marcia indietro; dall'altra c'è, invece, un Ravetto che vorrebbe proseguire sulla strada intrapresa un anno fa, con l'aggiunta di una piccola variante: un assitente, già identificato dal tecnico azzurro (Roda?), alle sue dirette dipendenze. Nel mezzo restano però i cronici problemi di bilancio dietro i quali si trincera Morzenti. Martedì prossimo nel consiglio federale in programma, l'ordine del giorno non prevede la discussione dei contratti - ha precisato Morzenti - ma il bilancio. Per discutere i contratti ci sarà tempo fino a metà marzo: dopo bisogna programmare in fretta in chiave Schladming 2013 e Sochi 2014. Ravetto però - già con qualche offerta sotto mano da parte di terzi - mette le mani avanti: "Aspetterò le proposte, le valuterò e se mi conviene, rimango. Altrimenti, amici come prima ed ognuno per la propria strada". Come a dire: "muoia Sansone con tutti i filistei". L'impressione è che che tutto sia stato già deciso da tempo, ma che qualcuno oggi non abbia trovato il coraggio per dirlo apertamente.
(sabato 19 febbraio 2011)



@RIPRODUZIONE RISERVATA

  • lunedì 23 aprile 2018

    Elezioni FISI: Roda migliora dal 60% al 80%

    domenica 22 aprile 2018

    Elezioni FISI: in corso la votazione

    giovedì 12 aprile 2018

    Il programma di Claudio Ravetto per la FISI

  • mercoledì 4 aprile 2018

    Elezioni FISI: le candidature definitive

    sabato 31 marzo 2018

    Elezioni FISI: Ravetto e Vismara candidati

    domenica 16 luglio 2017

    FISI Liguria: Ravetto a 2 Alpes con i Children

  • martedì 25 ottobre 2016

    Coppa del Gobbo - la Coppa è tornata,viva la Coppa

    mercoledì 2 luglio 2014

    Claudio Ravetto e la FISI si separano

    mercoledì 30 aprile 2014

    FISI:Massimo Rinaldi è il nuovo Direttore Sportivo


    Tutt i commenti disponibili:
    1 | truddo il 19/02/2011 19.25.14
    Grazie mille Vittorio! Mi sa che ne sentiremo ancora delle belle! Nel bene e nel male Claudio è coerente, dall'altra parte, come sempre, si dice tutto e il contrario di tutto... ma sempre con meno rispetto della parte agonistica... Il punto è che, fino a quando si tratta di personaggi (tecnici e non) non propriamente sotto i riflettori, morzenti si può permettere di fare quello che vuole ma questa volta, con il carico delle medaglie vinte, fra l'altro, i giochi cambiano... sarebbe ora che qualcuno si prendesse le proprie responsabilità e facesse in modo di cambiare le cose una volta per tutte. Ma siamo in Italia e i benefici (economici ma non solo) sono il miglior profumo al peggior fetore...
    2 | lbrtg il 19/02/2011 21.47.24
    Almeno fino a domani pomeriggio siamo tranquilli.[;)] Poi si vedrà.......................
    3 | lbrtg il 20/02/2011 19.26.28
    Mi sono sbagliato.............[:(] La tregua è già finita. Sempre da "Raceskimagazine" RAVETTO:"GRANDE MONDIALE, MA MI CACCERANNO". Bilancio conclusivo del direttore tecnico Claudio Ravetto dopo la sesta medaglia conquistata oggi in slalom da Manfred Moelgg. "Un Mondiale fantastico. Credevamo di portare a casa medaglie certo, non forse così tante...Sono sei e io dico sei e mezzo, perchè il quarto posto di Denise Karbon vale metà vista il suo ginocchio ko. In Coppa del Mondo avevamo raccolto poco, meritavamo di più. La squadra c'è, è cresciuta, e a Garmisch abbiamo raccolto quanto seminato. Siamo partiti subito bene con Christof Innerhofer, tripletta fantastica, poi una medaglia di Peter Fill, quindi Federica Brignone e oggi con Moelgg. Sono mancanti i gigantisti e anche Giuliano Razzoli, ma è normale un anno di transizione per chi vince i Giochi". E adesso? Ravetto non usa mezzi termini: "Dicono che sarà il Consiglio federale a decidere sul mio futuro. Io chiedo autonomia per le scelte tecniche e un contratto triennale blindato fino a Sochi. Non mi fido altrimenti. Chiedo garanzie per me e il mio staff, dobbiamo continuare a crescere. Unica pecca? Una solo vittoria in tutta la stagione fino ad oggi. Ma la stagione non è finita". Chiediamo al direttore tecnico una previsione su cosa deciderà il Consiglio Federale: "Sono pessimista, a mio giudizio mi cacceranno..."
    4 | Herminator il 21/02/2011 9.14.06
    La Stampa del 21/02/2011
    Sci 21/02/2011 - INTERVISTA Ravetto non fa festa: "Non mi fido di Morzenti. Vedrete, mi caccerà" Il dt azzurro: «Le giacche a vento vanno prima agli atleti, poi se mai ai federali» DANIELA COTTO INVIATA A GARMISCH Claudio Ravetto contro Gianni Morzenti, il direttore tecnico azzurro e il presidente federale nazionale: al tormentone tutto italiano dei Mondiali di Garmisch, che ha rischiato di oscurare le imprese degli sciatori azzurri, si è aggiunta ieri una nuova puntata, l'ultima esternazione del direttore tecnico. «Ho vinto sei medaglie, anzi sei e mezzo perché conto anche il quarto posto della Karbon in gigante. Ho fatto un grande Mondiale, ma mi cacceranno. Della Federazione non mi fido». Si è incrinato di nuovo qualcosa. Non sembra reggere la tregua siglata sabato a Chalet Italia grazie ai buoni uffici del Coni, intervenuto con i suoi due massimi esponenti: il presidente Gianni Petrucci e il segretario generale Raffaele Pagnozzi. Ravetto, e adesso quale futuro si aspetta? «Sono pessimista. Non mi riconfermeranno. Io ho posto due condizioni, che credo proprio non saranno accettate: voglio un contratto chiaro e blindato di tre anni e autonomia sulle scelte che servono per migliorare il lavoro di atleti e tecnici». Ci faccia un esempio. «Uno per tutti: la solita storia delle giacche a vento. Chiedo che il 1° ottobre sia messo a disposizione il materiale necessario per chi va in pista. Se poi la federazione vuole omaggiare i consiglieri e regalare loro mille capi, questo non è affar mio. Ripeto, a me interessano solo gli allenatori e gli atleti, quelli che ci portano le medaglie, per intenderci. Spero solo che decidano in fretta. Quando finisce la coppa del mondo si deve già pensare alla preparazione per la prossima stagione, senza perdere tempo. Lo dico nell'interesse degli atleti». Ma la tregua di sabato allora non vale più nulla? «Il Coni mi ha chiesto di star calmo. Lo sono stato, ma non mi fido della Federazione. Si deve decidere in fretta, invece i tempi si sono già allungati. Poi Morzenti inizierà a far pressione sui consiglieri federali». Scusi, Ravetto: l'Italia ha disputato un Mondiale da star come non succedeva dal ‘97 e davvero si vuole cambiare sistema? Per quale motivo? «Non lo so. Evidentemente fa gioco a qualcuno». Forse non gradiscono che lei voglia mantenere la direzione unica dello sci, maschile e femminile insieme... «Bisogna lottare tutti insieme nella stessa direzione. L'anno scorso, ad esempio, con i settori separati c'era rivalità tra uomini e donne. Io seguivo i maschi e, se mi capitava di avere delle giacche a vento in più o altro materiale, tenevo tutto per i ragazzi. Non le passavo certo a Mair che allora dirigeva le donne. Ma non è giusto». Che cosa le è piaciuto di questa rassegna iridata? «Lo spirito di squadra, lo scambio di idee all'interno del team. In Svezia nel 2007 gli svizzeri vinsero molto e mi ricordo che li invidiavo perché festeggiavano tutti insieme. Ecco, noi qui abbiamo ricreato quello spirito. Bellissimo». A proposito di Svizzera, le voci di mercato del circo bianco dicono che gli elvetici le abbiano fatto un'offerta per cambiare bandiera. Se va male con Morzenti... «Ma io voglio allenare l'Italia, il mio cuore è qui».
    [B)][B)][B)]
    5 | lbrtg il 21/02/2011 10.43.04
    Voglio essre provocatorio. Tutti e due devono difendersi. Uno dal suo Presidente e probabilmente da una buona parte del Consiglio Federale e l'altro, cioè il Presidente, deve difendersi da qualche cosa d'altro, tra l'altro, con una battaglia già persa...........
    6 | truddo il 21/02/2011 10.57.28
    da cosa si deve difendere? (non è provocatoria, è che proprio non ho capito)
    7 | franz62 il 21/02/2011 10.58.00
    [:D] Tutte le lui le vuole le giacche a vento da vendere per tre anni? Eddai.. qualcuna anche Mair, poi anche 'sti consiglieri poverini dovranno arrotondare con il vestiario, poi gli ski man, poi gli atleti.. Ma quante azz. di giacche a vento ci vogliono per far contenti tutti in una federazione? Rivalità tra uomini e donne per le giacche a vento? Paris che si infila la giacca a vento della Karbon?[:D] Ma veramente il problema dello sci Italiano son le giacche a vento? Ma l'anno scorso era str.zo Ravetto che arrubbava le giacche a Much e quest'anno è str..zo Morzenti perchè se l'è fregate tutte lui?[:D] Se non fosse una federazione dove si usano i soldi degli altri vedi che le giacche a vento arriverebbero contate e puntuali...e vale per tutti.. Quanto allo spirito se vinci sei medaglie si festeggia per forza tutti...sempre che non hai fregato la giaccavento al tuo vicino sennò si arrabbia[:D]
    8 | lbrtg il 21/02/2011 11.19.33
    truddo ha scritto:
    da cosa si deve difendere? (non è provocatoria, è che proprio non ho capito)
    Guarda qui. http://www.fantaski.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=20415
    9 | truddo il 21/02/2011 11.23.48
    ... c'è già uno che si difende in modo improprio... [:o)][:o)][:o)][:o)][:o)] comunque il problema non è nelle giacche a vento, il punto è nelle priorità...
    10 | StracchinoPolentoso il 21/02/2011 11.34.38
    Per fortuna che gli sci non li distribuiscono con gli stessi criteri delle giacche altrimenti...[:D]
    11 | truddo il 21/02/2011 11.36.12
    ... ah ah ah... non male vedere qualche parruccone che vuole mettere gli sci a un audi...
    12 | lbrtg il 21/02/2011 11.52.22
    truddo ha scritto:
    ... ah ah ah... non male vedere qualche parruccone che vuole mettere gli sci a un audi...
    Magari anche sopra il tetto dell'Audi, ma con le punte rigorosamente in avanti.
    13 | truddo il 21/02/2011 11.55.49
    mi sto rotolando... uah uah uah!
    14 | franz62 il 21/02/2011 16.33.34
    truddo ha scritto:
    ... c'è già uno che si difende in modo improprio... [:o)][:o)][:o)][:o)][:o)] comunque il problema non è nelle giacche a vento, il punto è nelle priorità...
    Giusto, allora che parli delle priorità e si candidi a Presidente della fisi, temo che la fisi funzioni in un certo modo e non la cambia Ravetto di sicuro...anche se diventa Presidente. Credo che lui lo sappia benissimo e alla fine può giusto lamentarsi delle giacche a vento, pochi anni fa manco gli stipendi arrivavano, figuriamoci come siamo messi. Ravetto tira ad avere la conferma di tre anni e usa le armi a disposizione.
    15 | franz62 il 21/02/2011 16.40.34
    Vorrei precisare che non ce l'ho assolutamente con Ravetto ma con il sistema Fisi in generale, lui ne fa parte e sa come funziona, non parteggio proprio per nessuno, me ne frego di Morzenti, di chi c'era prima e di chi verrà dopo, tanto non cambia[:D]
    16 | autista il 21/02/2011 19.50.14
    Il Coni, dovrebbe intervenire, commissariando la Fisi, cosi' facendo Morzenti se ne dovrebbe andare.Al quale, intendo Morzenti, non gli farebbe male, alloggiare in via del Gasometro.Chi è di Chiavari, ridente cittadina ligure, sa benissimo quale edificio, c'è nella suddetta via, e cioè : il carcere!
    17 | magimail il 21/02/2011 20.29.51
    .......".Nel mezzo restano però i cronici problemi di bilancio dietro i quali si trincera Morzenti. Martedì prossimo nel consiglio federale in programma, l'ordine del giorno non prevede la discussione dei contratti - ha precisato Morzenti - ma il bilancio....." Ma come? Non c'erano due sponsor milionari, al periodo delle elezioni? Mi sa che i Comitati, i media, tutti, hanno già la mia "teresina"...(cioè una certa conbsuetudine a dimenticare...).
    18 | autista il 21/02/2011 20.51.59
    Mi scuso, con tutti per lo sfogo, ma proprio, non riesco, a sopportare come viene gestito, il nostro bellissimo sport in Italia, da questa federazione.Saluti, a tutti.
    19 | Enrico il 21/02/2011 21.09.19
    franz62 ha scritto:
    Vorrei precisare che non ce l'ho assolutamente con Ravetto ma con il sistema Fisi in generale, lui ne fa parte e sa come funziona, non parteggio proprio per nessuno, me ne frego di Morzenti, di chi c'era prima e di chi verrà dopo, tanto non cambia[:D]
    @Franz62 Proprio perché ce ne siamo sempre fregati siamo arrivati a questo punto. Il mea culpa lo dobbiamo recitare tutti, ma proprio per questo è giusto che ci si interessi e si faccia opinione! Nel nostro piccolo dobbiamo rompere le balle agli sci club ed ai comitati regionali affinché certi personaggi, privi di pregio e di passione disinteressata si accaparrino la stanza dei bottoni, per fini e tornaconto proprio.
    20 | marco rossi il 21/02/2011 21.55.54
    Enrico ha scritto:
    franz62 ha scritto:
    Vorrei precisare che non ce l'ho assolutamente con Ravetto ma con il sistema Fisi in generale, lui ne fa parte e sa come funziona, non parteggio proprio per nessuno, me ne frego di Morzenti, di chi c'era prima e di chi verrà dopo, tanto non cambia[:D]
    @Franz62 Proprio perché ce ne siamo sempre fregati siamo arrivati a questo punto. Il mea culpa lo dobbiamo recitare tutti, ma proprio per questo è giusto che ci si interessi e si faccia opinione! Nel nostro piccolo dobbiamo rompere le balle agli sci club ed ai comitati regionali affinché certi personaggi, privi di pregio e di passione disinteressata si accaparrino la stanza dei bottoni, per fini e tornaconto proprio.
    Per carità Enrico è lodevole il tuo intento... ma secondo te rompendo le balle agli sci club (che poveretti devono far il loro per stare in piedi) e ai comitati regionali ci si accaparra la stanza dei bottoni? Ripeto lodevole l'intento .. ma pensi veramente che il presidente della FISI possa diventare qualcuno che non c'entra niente con la politica, con il CONI ecc.. e sia un perfetto sconosciuto ma che conosce bene il ns. sport? Comanda la politica, i favori, gli amici, comanda il CONI non il merito... e questo è da anni così. Puoi lottare, metterti conto... ma ti fanno fuori... il pesce puzza dalla testa.
    21 | truddo il 22/02/2011 7.36.23
    Carissimi Enrico, Marco, Fraz e tutti gli scriventi: ognuno di voi, a mio avviso, ha ragione ma mi permetto di dire un paio di cose: con il sistema "ma tanto non cambia niente" non andiamo da nessuna parte. La democrazia parte dalla base, è inutile mugugnare e non "cercare" di cambiare le cose. @Marco: il Coni non comanda realmente nulla, le Federazioni (quelle potenti o presunte tali) fanno quello che voglino e se hai la sfortuna di trovarti un presidente come questo con il cavolo che fanno qualcosa. L'importante è che i giornali non parlino in negativo del movimento. Politico non mangia politico, è verissimo. Il presidente deve essere un politico, quello è il suo ruolo, ma ci sono presidenti e Presidenti, te lo assicuro: quello in carica, secondo me, è la peggiore espressione di quella carica. Non voglio essere pessimista ma il peggio è nascosto sotto il tappeto e prima o poi verrà fuori. Ah, dimenticavo: benvenuto Autista!!!
    22 | didibi il 22/02/2011 8.45.11
    autista ha scritto:
    Il Coni, dovrebbe intervenire, commissariando la Fisi,
    Guarda che il Coni è correo. Il megabuco di bilancio è nato dalle promesse di Petrucci a Coppi che lui provvedesse a mettere in piedi squadre competitive per le olimpiadi a casa nostra, che al finanziamento ci avrebbe pensato lui. Solo che i soldini poi non si sono visti. Coppi purtroppo si fidava spesso della parola data (vedi sponsor sulla tessera Fisi), ma in questo come in altri casi non aveva niente di scritto. E poi spero che non ci siamo dimenticati dell'anno scorso di Vancouver-Mair-Schnarf-skeleton. Morzenti ha da incassare ancora qualche favore dal Coni. E dulcis in fundo gira la chiacchiera - ma non mi sono preso la briga di controllare - che il presidente sia il nipote di un cardinale pezzo grosso e questo ha il suo peso sempre [:)]
    23 | truddo il 22/02/2011 8.49.53
    Giusto Didibi, il CONI è sempre correo, visto il ruolo che dovrebbe avere (che non è solo quello di fare parte delle delegazioni ufficiali...)
    24 | Enrico il 22/02/2011 10.30.01
    @Marco Rossi, Penso che a parte fare una rivoluzione - ipotesi impensabile ed impossibile in questo paese - democraticamente possiamo solo interessarci nel nostro piccolo delle cose ordinarie. vigilando che i dirigenti dei club operino per il meglio dei propri associati e che a loro volta eleggano in seno ai comitati regionali/provinciali gente che si merita di stare in quei posti. Se tutti facessimo così ben difficilmente avremmo una classe dirigente nazionale che non sia espressione autoreferenziale dei "parrucconi" che da anni si annidano nei comitati regionali in attesa del loro turno per ghermire una delle sospirate "cadreghe" di Via Piranesi. Non ci possiamo nascondere dietro al classico dito. I Presidenti dei più importanti sci club regionali si muovono - nell'agone elettorale - per ottenere i favori che il parruccone di turno promette di perorare in cambio dei voti dei loro sodalizi. Il Presidente di Sci Club difficilmente si rapporta in tal senso con i proprio associati, ma dovrebbe almeno farlo con il proprio Consiglio Direttivo. Vigilare e soppesare gli uomini che gioco forza influenzano gran parte dell'assemblea elettiva per le cariche Nazionali diventa un imperativo d'obbligo. Le scelte nei comitati dovrebbero essere espressione non del vantaggio che si presume possa ottenersi con quel personaggio piuttosto che con l'altro, ma solo e sempre sulle qualità umane e professionali dei candidati. Se non ci interessiamo delle piccole cose pubbliche che vanno al di fuori nel nostro striminzito cortile personale, nulla cambierà mai.
    25 | truddo il 22/02/2011 10.33.23
    quoto Enrico al 200%... e quello che dice lo estenderei oltre l'orticello FISI...
    26 | franz62 il 22/02/2011 10.54.55
    Bene, allora converrete che le parole di Ravetto sono il nulla visto che lui conosce bene la situazione. Quanto al resto è ovvio che non si debba fare una rivoluzione finchè c'è il pane (anche il salame per il momento) è altrettanto ovvio che il sistema sta implodendo (oltre l'orticello fisi) e noi probabilmente assisteremo all'evento (purtroppo) Di conseguenza se tutto lo staff tecnico dovesse dare le dimissioni farei loro i complimenti per il gesto, se invece Ravetto, convivendo con il sistema, parla dei problemi di giacche a vento litigate con il Much non mi strappo i capelli, attendo il prossimo litigio da cadreghino tra il prossimo DT e il prossimo Presidente.
    27 | Enrico il 22/02/2011 11.13.44
    No Franz62, Le parole di Ravetto non sono il nulla ma la leva per smuovere la coscienza dei pigri. Sono il sale della dialettica che se non arriva in superficie non permette alla maggior parte delle persone di conoscere i problemi e di ragionare sul modo di migliorarle. Se non ci fossero i titoloni, avremmo solo il risultato di non aver comunque fra un anno il D.A. più vittorioso in una rassegna iridata degli ultimi 20 anni, ma anche il rinsaldamento di Morzenti e dei suoi accoliti per il prosieguo del quadriennio. Siamo noi scontenti ed informati che abbiamo il dovere di provarci e di approfittare della vetrina mediatica offerta dalle dichiarazioni di Ravetto per tentare di cambiare le cose. Di converso se non si calvalca lo sdegno i parrucconi hanno gioco facile a sommergere tutto sotto la coltre di melma e di complicità che si annida nei gangli della FISI a tutti i livelli. Naturalmente tutto ciò vale per qualsiasi altra istituzione di questo paese.
    28 | franz62 il 22/02/2011 11.27.05
    Enrico non è che non ti capisca...tu hai un'opinione io un' altra. Certamente la tua è più legata a interessi interni alla fisi di quanto lo sia la mia.
    29 | Enrico il 22/02/2011 15.33.30
    Ti sbagli non sono legato a nessuno all'interno della FISI. Per questo motivo sono stato anche silurato all'interno del mio comitato regionale. Sto esprimendo delle libere opinioni e mi sto facendo promotore disinteressatamente di un possibile movimento di ribellione allo status quo. Se poi pensi che lottare contro i mulini a vento sia poco utile, va bene così, ma poi non ti lamentare quando vedi lo scatafascio nazionale.
    30 | franz62 il 22/02/2011 17.28.29
    Chi si lamenta, osservo. Intendevo dire che tu ragioni con l'esperienza del silurato nel tuo comitato regionale, per cui hai delle idee in base alla tua esperienza riguardo a Morzenti. Io non ho mai avuto a che vedere con nessun comitato o la Fisi e penso che la tua ribellione allo status quo si placherà eventualmente con un nuovo Presidente, salvo poi ribellarti nuovamente se non ti andrà bene. Per quanto mi riguarda invece Fis e Fisi devono chiudere domani mattina, probabilmente invece ci vorrà ancora qualche giorno, settimana, mese o anno.
    31 | Enrico il 22/02/2011 17.54.05
    Anni Franz, anni. Hai detto bene. Ma se non si comincia con le piccole cose, dobbiamo aspettare che bombardino le piazze? O direttamente il prossimo secolo venturo?
    32 | lbrtg il 22/02/2011 20.11.34
    E con questo, il benservito, potrebbe essere stato dato.[:(] Dal sito della Federazione. SVOLTO MILANO IL CONSIGLIO FEDERALE. Mar, 22/02/2011 Si è svolto a Milano il Consiglio Federale che, in relazione ai contratti stipulati con i tecnici, fisioterapisti e massaggiatori, comunica che i predetti contratti si intenderanno risolti alla data del 30 aprile 2011, così come previsto dall'articolo 9 degli stessi contratti. Tale decisione scaturisce dall'esigenza di avere un quadro di riferimento economico-finanziario relativo alle predette collaborazioni alla luce delle disposizioni di cui alla legge 122/2010 relative al contenimento delle spese, che rimanda l'approvazione del bilancio preventivo 2011. Nel corso della seduta sono stati analizzati i recenti Mondiali di sci alpino e snowboard che tante gioie hanno regalato alla squadra italiana. Ancora una volta il Consiglio Federale si è complimentato per l'importante lavoro svolto dai tecnici, dagli atleti e da tutti gli staff, ricordando che l'attività da pianificare negli anni futuri sia a livello di Coppa del mondo che a livello giovanile, dovrà tenere conto delle indicazioni fornite dallo stesso Consiglio e dalle rispettive Commissioni. Inoltre è stata presentata la proposta relativa ai premi da assegnare ai medagliati nei Mondiali nelle diverse discipline olimpiche rispettivamente di 10000 euro per l'oro, 7500 euro per l'argento e 5 mila euro per il bronzo che troverà applicazione con l'approvazione del bilancio preventivo 2011. Infine Marianna Longa è stata nominata portabandiera della spedizione italiana per lo sci di fondo e Elena Runggaldier per salto e combinata nordica nel corso della cerimonia d'apertura della rassegna iridata di sci nordico che scatta giovedì 24 febbraio a Oslo.
    33 | franz62 il 22/02/2011 20.21.01
    Dunque...direi che se in nord Africa si inczzano beccando 300 dollari al mese quando da noi prendiamo tremila euro per lo stesso lavoro, probabilmente con la benza a 4 euri e mezzo (e tutto il resto in proporzione) ci incz.eremo anche noi dovendo restare sempre ai 3000 euro al mese (che non tutti prendono). Ci può voler tanto ci può voler poco, certo non ci inczziamo per le giacche a vento di chi va a sciare.
    34 | truddo il 23/02/2011 7.42.09
    Scusa Franz, te lo dico con tutto l'affetto possibile, ma qui stiamo parlando di bazzecole confronto ai problemi del mondo, in fin dei conti con migliaia di morti sulla sponda africana del Mediterraneo chi se ne frega se Razzoli esce alla seconda porta... detto questo, con questa premessa e in questo ambito ci sta anche che un problema siano le giacche alle squadre visto. Detto questo penso ci siano altri ambiti dove inca...volarsi per questioni ben più importanti. [;)][:(][:(]
    35 | franz62 il 23/02/2011 8.20.15
    Certo Truddo, vizio mio quello di trovare un collegamento economico in tutti gli eventi, ovvio che ci sarà sempre chi si rubba le giacche a vento (lo fa Ravetto l'esempio non io) però l'ente Fisi è marcio non per la persona di Morzenti come continuate a cercare di far passare, ma in quanto parte di un sistema decadente. Stai tranquillo che se dovesse cambiar qualcosa, al punto in cui siamo, non sarà mai per coppi contro morzenti o superpippo, molto più probabile cambi in maniera più radicale conseguente a un qualche evento tipo nord africa. Quindi, per quanto mi riguarda, parteggiate per chi vi pare.
    36 | truddo il 23/02/2011 8.34.08
    No, in senso assoluto hai ragione e questo vale dalla Fisi in su (come dire che il problema non è berlusconi ma il sistema). Tornando alle piccolezze della Fisi Ravetto non focalizza il punto sulle giacche rubate ma su un sistema che non funziona (almeno a me pare questo il punto). Detto questo io non parteggio per nessuno: ero "contro Coppi" e sono "molto contro morzenti" e voglio cullarmi nell'illusione che ci sia sempre un meno peggio e il mio parere su morzenti me lo tengo molto stretto perchè credo si debba ragionare anche sulle persone anche se (prima repubblica docet) non è eliminando i frutti marci che si cura l'albero malato... e se poi rivoluzione deve essere... Hasta la victoria siempre!!! [;)]
    37 | otto piedi il 23/02/2011 8.40.45
    Notevole come in Italia, in tanti contesti, non riusciamo proprio a toccare il fondo... Continua a spostarsi sempre più in basso [:0][V]!
    38 | truddo il 23/02/2011 8.48.50
    speriamo sempre di avere toccato il fondo e invece si va sempre più sotto...
    39 | marco rossi il 23/02/2011 22.03.43
    Io penso che quello che ha detto Franz sia purtropo un dogma.... i cambiamenti radicali arrivano (ripeto purtroppo) solo tramite rivoluzioni...



      Cerca una parola nelle news:        

      Ultime 15 Notizie correlate: (Mondiali Garmisch 2011 Morzenti Claudio Ravetto )

      [23/04/2018] Elezioni FISI: Roda migliora dal 60% al 80%
      [22/04/2018] Elezioni FISI: in corso la votazione
      [12/04/2018] Il programma di Claudio Ravetto per la FISI
      [04/04/2018] Elezioni FISI: le candidature definitive
      [31/03/2018] Elezioni FISI: Ravetto e Vismara candidati
      [16/07/2017] FISI Liguria: Ravetto a 2 Alpes con i Children
      [25/10/2016] Coppa del Gobbo - la Coppa è tornata,viva la Coppa
      [02/07/2014] Claudio Ravetto e la FISI si separano
      [30/04/2014] FISI:Massimo Rinaldi è il nuovo Direttore Sportivo
      [24/04/2014] Cornaz: "nessun contatto con la FISI"
      [12/03/2014] Christof Innerhofer:"felice della mia stagione"
      [20/02/2014] Sochi 2014: Ravetto: "Dopo Sochi voglio lasciare"
      [09/02/2014] Innerhofer: "ho sentito che stavo andando bene"
      [30/01/2014] Sochi 2014: sorteggiati tracciatori,Italia a secco
      [20/01/2014] Coppa del Gobbo:Il talento non è in vendita!

      Altre notizie di Coppa del Mondo:

      [21/11/2019] Tedeschi e Austriaci per Levi: torna Schwarz
      [21/11/2019] Katharina Gallhuber torna in gara a Levi
      [20/11/2019] 50 anni del Ghedo: la mitica spaccata a Kitz
      [20/11/2019] I Norvegesi per Levi: torna Nina Loeseth
      [20/11/2019] Nor-Am Copper: doppietta per Lila Lapanja
      [20/11/2019] Matteo Marsaglia e Melesi si infortunano a Copper
      [20/11/2019] Guadagnini: "in SL è stato fatto uno step avanti"
      [20/11/2019] Tanti Azzurri a Copper.Inner ancora in dubbio
      [20/11/2019] Gruppo Coppa Europa maschile verso Trysil
      [19/11/2019] Gigantisti al lavoro a Livigno,torna Ballerin
      [19/11/2019] Stagione finita per Charlotta Saefvenberg
      [19/11/2019] Cortina 2021:i 50 anni di Ghedina e un nuovo salto
      [19/11/2019] Slalomisti azzurri approdano a Levi
      [18/11/2019] Serio infortunio per Nicole Good
      [18/11/2019] Cornelia Huetter torna sulla neve
      [18/11/2019] Michelle Gisin presenta il libro del suo oro
      [17/11/2019] Innerhofer sempre più vicino al rientro
      [17/11/2019] Semaforo verde FIS per Lake Louise
      [16/11/2019] Elena Curtoni e le sorelle Delago verso Copper
      [16/11/2019] Francesi e Svizzeri per Levi
      [16/11/2019] Operazione riuscita per Elena Fanchini
      [14/11/2019] Luce verde per la tappa di Levi
      [13/11/2019] Le 6 Azzurre per Levi, dentro Gulli
      [12/11/2019] Liensberger torna ad allenarsi con le compagne
      [12/11/2019] Casa Bode Miller si allarga: nati i due gemellini
      [12/11/2019] Solda: cancellate per maltempo le gare Fis
      [12/11/2019] Marco Schwarz ritorna in gara a Levi
      [12/11/2019] La Aloch pronta ai nastri di partenza
      [12/11/2019] I nove slalomisti azzurri per Levi
      [11/11/2019] Zinal: allenamento per 7 slalomiste
      [11/11/2019] Manuel Feller è diventato papà
      [11/11/2019] Azzurre verso gli Usa, Schnarf resta a casa
      [11/11/2019] Brignone: "A Lake Louise solo superG".
      [10/11/2019] GP Italia 2019/2020: regole e calendari
      [10/11/2019] Solda: stage per Osservati centro-sud
      [08/11/2019] Il caso Liensberger non è ancora risolto

      Altre notizie Fantaski:

      [26/03/2019] La Thuile: diamo una manche al Telefono Azzurro
      [23/02/2018] Fantanotti Olimpiche - Analisi dei Giochi 2018
      [06/02/2018] Aperte le FantaOlimpiadi 2018!
      [14/12/2017] Fantaski.it disponibile anche su Telegram !
      [05/12/2017] A La Thuile stagione aperta dal 2 dicembre
      [03/11/2017] Fantaski 2018 - mercato maschile aperto fino Levi
      [05/12/2016] Aperto il primo mercato - stagione 2016/2017
      [13/11/2016] A Milano di scena il Big Air Snowboard
      [21/03/2016] La Thuile: il 9 Aprile gara per Telefono Azzurro
      [26/02/2016] La Thuile: 1/a Gara dei Sogni in favore di FISIP



     
    titoletto copyright fantaski
     baffo fantaski titoletto contatti baffo fantaski titoletto riconoscimenti