separatore
icona fisi  
 icona fantaski titoletto linguaicona italia icona bandiera italia icona bandiera svizzeraicona bandiera inglese icona bandiera inglese icona bandiera americanatitoletto tedesco icona bandiera germania icona bandiera austria icona bandiera svizzeratitoletto francia icona bandiera francia icona bandiera svizzera 
fantaski_header
icona baffo fantaski titoletto home icona baffo fantaski titoletto cosa fantaski icona baffo fantaski titoletto faq help icona baffo fantaski titoletto regolamento icona baffo fantaski titoletto forum icona baffo fantaski titoletto fotogallery  
giovedì 27 febbraio 2020 - ore 02.55 
titoletto coppa del mondo
separatore
titoletto coppa fantaski
separatore
titoletto gioca fantaski

Consiglio FISI: in sette sull'Aventino

Clicca sulla foto per ingrandire
Morzenti
Morzenti
commenti 67 Commenti icona rss
Meglio precisare subito: la sede della Fisi è ancora in via Piranesi a Milano e non sui colli romani. Ma l'episodio di due millenni or sono torna utile per raccontare quanto avvenuto oggi in occasione del consiglio federale convocato su esplicita richiesta di un gruppo di consiglieri intenzionati ad andare a fondo alla vicenda giudiziaria che vede il presidente Giovanni Morzenti condannato in primo grado a 4 anni e mezzo per concussione.
Il confronto, come detto, era previsto per oggi. E ben presto si è tramutato in scontro. Sin dalle prime parole è apparso chiaro come il presidente non fosse intenzionato a lasciare la sua carica come d'altronde lo statuto gli consente di fare, al pari di non prevedere la possibilità di un'autosospensione, richiesta in seconda battuta da un gruppo di sette consiglieri. Dopo il racconto dell'iter processuale da parte dello stesso Morzenti, la discussione si è spostata proprio sull'utilità ed il beneficio per la Fisi di essere presieduta da una guida soggetta a simili pendenze giuridiche. Una discussione che evidentemente poco ha soddisfatto il gruppo di contrari a Morzenti che ha quindi deciso di abbandonare la seduta, lasciando come unico rappresentante il consigliere varesotto Marco Mapelli a concludere i lavori. Le cronache delle ultime settimane non lasciano dubbi sui nomi dei membri che hanno optato per la ritirata sull'Aventino: Kristian Ghedina, Gabriella Paruzzi, Rainer Senoner, Lorenzo Conci, Anastasia Cigolla ed Enzo Sima.
Sette nomi che vanno a costituire quello che loro stessi hanno battezzato Gruppo Etico: "La Federazione italiana sport invernali è chiamata ad una svolta importante che, individuato un programma giusto e condiviso, la riporti in un ambito etico e morale oltre che sportivamente e giuridicamente ineccepibile» “La nostra frustrazione – continuano i consiglieri - è legata soprattutto alla sensazione che non sia stato concesso il tempo necessario per approfondire tutte le possibilità di assumere all’unanimità un provvedimento a tutela dell’immagine della Fisi. Chiediamo un importante quanto opportuno passo indietro che, negli interessi dei tesserati e di tutta l’attività sportiva, consenta il passaggio delle funzioni gestionali al vicepresidente vicario fino al completo chiarimento della situazione personale di Morzenti in sede giuridica”.
Ed il resto del consiglio? Compatto ha proseguito i lavori, conclusisi con la richiesta al presidente di indicare il nominativo del consigliere che dovrà occupare il suo posto (senza diritto di voto) nel consiglio Fis, dopo la sospsensione caldamente consigliata dall'organo internazionale all'indomani della condanna di Morzenti.
Insomma, la tempesta continua a soffiare sulla Fisi e le vele sembrano essere sembre più tese...

(venerdì 19 novembre 2010)



@RIPRODUZIONE RISERVATA

  • mercoledì 26 febbraio 2020

    I 15 Azzurrini per i Mondiali Jr di Narvik

    domenica 23 febbraio 2020

    La FISI sospende tutti gli eventi in calendario

    venerdì 21 febbraio 2020

    TdG - Il ritorno di Roberto Nani

  • lunedì 3 febbraio 2020

    30 anni fa la prima volta di Ghedina a Cortina

    venerdì 27 dicembre 2019

    Paris è il Re della Velocità Azzurra

    domenica 22 dicembre 2019

    Serra: "Sono stato scaricato frettolosamente"

  • giovedì 12 dicembre 2019

    Fassa: Aperta la stagione dello Ski Stadium Aloch

    mercoledì 20 novembre 2019

    50 anni del Ghedo: la mitica spaccata a Kitz

    martedì 19 novembre 2019

    Cortina 2021:i 50 anni di Ghedina e un nuovo salto


    Tutt i commenti disponibili:
    1 | Enrico il 19/11/2010 19.27.57
    Le ritirate sull'Aventino non hanno mai prodotto nulla di buono! L'opposizione si fa in consiglio. Va bene il gesto al momento ma devono andare alla prossima riunione per svolgere appieno il proprio compito istituzionale per garantire e proteggere gli interessi di quanti li hanno eletti. Nel pieno rispetto del loro mandato.
    2 | truddo il 19/11/2010 19.42.07
    Giusto per precisione, come già detto da Enrico: non è corretto dire "con la richiesta al presidente di indicare il nominativo del consigliere che dovrà occupare il suo posto nel consiglio Fis" perchè nessuno può prendere il suo posto (quindi con diritto di voto) ma un semplice delegato uditore senza diritto di voto. Non è proprio la stessa cosa.
    3 | perlu il 19/11/2010 20.06.29
    Sì truddo, hai ragione. Mi è rimasta nella penna la precisazione.
    4 | eugenio il 19/11/2010 20.25.56
    la penso esattamente come Enrico... i consiglieri dissidenti rappresentano una porzione non indifferente dell'elettorato e dei tesserati e il loro compito è quello di continuare a farlo nella sede naturale: il consiglio.
    5 | larousse il 19/11/2010 20.34.49
    e comunque il vicepresidente è il clone del presidente , quindi di fatto non cambierebbe nulla
    6 | eugenio il 19/11/2010 20.48.33
    non sono del tutto d'accordo... cambierebbe tutto, visto che la questione è di forma e non di sostanza; mi spiego meglio: non è importante quanta influenza possa avere Morzenti in FISI in seguito ad un suo (anche temporaneo) allontanamento; è semplicemente fondamentale che lui non sia più il presidente della FISI in pendenza di un giudizio che ha già espresso provvisoriamente il suo esito. questo è, da quello che si capisce, il nocciolo della questione. Secondo il mio personale parere vedo poca differenza fra il Morzenti indagato e il Morzenti condannato in primo grado... se stiamo parlando di un comportamento "doveroso" poteva anche intervenire prima, perchè l'ombra sulla rettitudine del massimo esponente della Federazione, a torto o a ragione, c'era già tutta. oggi forse c'è un sentimento diffuso più forte che cavalca l'indignazione, perchè una sentenza, anche se non definitiva, riesce a dare molta più concretezza all'immagnario collettivo di colpevolezza.
    7 | Enrico il 19/11/2010 21.39.36
    Sarà anche perchè siamo l'unico paese al mondo in cui c'è un simile garantismo. Ora però un tale sistema, sacrosanto in un paese democratico ed efficiente, si sta rivelando come lo strumento più abusato dai colletti bianchi per poter conservare centri di potere con i quali rendere sempre più difficoltoso il percorso della giustizia. La storia e la cronaca ci insegnano che in Italia chi occupa una carica ha buone possibilità di mantenere un efficace muro di gomma attorno a sé, che in qualche modo lo aiuta a "proteggersi", impedendo un corretto funzionamento della giustizia. Inoltre c'è veramente una sproporzione fra l'etica morale del comportamento che si richiede agli atleti rispetto a quanto richiesto ai propri dirigenti federali. Se vengo beccato a succhiare caramelle colombiane, che a mia insaputa contengono parti di derivazione della foglia di coca, vengo squalificato per almeno 2 anni (indipendentemente dalla mia buona fede). La legge non ammette ignoranza. Se invece il presidente durante la propria personale attività lavorativa (che ben inteso comunque riguardava un attività connessa al mondo della montagna) viene condannato (anche se in primo grado e quindi per l'ordinamento penale sono innocente fino ad una sentenza passata in giudicato) può tranquillamente presiedere una carica che gli permette di far giudicare i suoi tesserati deferendoli alla giustizia sportiva, anche se al momento non è propriamente un cavaliere senza macchia, perché nell'ordinamento sportivo (ed anche in quello internazionale) se sono giudicato colpevole nel primo grado sono comunque sospeso da ogni attività, anche se posso ancora ricorrere al Tribunale di Losanna del CIO per far riconoscere le mie ragioni. Lo statuto lo sappiamo tutti benissimo è stato rinnovato subito dopo tangentopoli ed il riferimento ai richiami delle sentenze passate in giudicato sono figlie della crisi di rigetto del mondo politico a quelle inchieste. In tutti i paese occidentali esistono più gradi di giudizio, ma in tutti questi se sei condannato in primo grado devi come minimo dimetterti da qualsiasi incarico. Se non lo dice il diritto lo dovrebbero prescrivere certi valori morali e sportivi. Ma se uno (e dico uno generico) è indagato per reato come la concussione e nell'eventualità che veramente fosse colpevole, può davvero essere una persona dotata di una simile moralità? Francamente ne dubito. Per questo motivo lo statuto è sbagliato e andrebbe adeguato alle leggi di riferimento internazionali o quanto meno riparametrate sugli stessi termini di rigore e celerità richiesti in ambito sportivo. Dimettersi da un simile incarico, inoltre, non significherebbe in alcun modo riconoscersi colpevole, bensì avere la sensibilità di voler proteggere le persone ed il mondo che si dice di AMARE. Anni fa un certo ministro della repubblica indagato da un tribunale lombardo si dimise dal proprio incarico per potersi liberamente difendere senza obbligare il governo a doversi continuamente difendere dalle accusa di avere all'interno dello staff ministeriale una persona accusata di corruzione/concussione. Orbene sappiamo tutti come finì quella vicenda. I Tribunali lo giudicarono innocente con formula piena. Ma il contributo migliore alla propria immagine lo ha reso proprio con le sue dimissioni che oltre a favorire una migliore difesa personale aveva offerto un validissimo contributo al paese rendendo più stabile il governo di allora. Chiaramente in Italia i buoni esempi non vengono mai seguiti. Per le mie esperienze passate in ambito penalistico poi, l'accanimento nell'attaccarsi alle proprie cadreghe non ha quasi mai prodotto effetti benefici alle vicende processuali. L'hanno sicuramente rallentata ma mai evitata ... salvo le eccezioni "ad personam"! [;)]
    8 | Enrico il 19/11/2010 21.51.49
    eugenio ha scritto:
    ... Secondo il mio personale parere vedo poca differenza fra il Morzenti indagato e il Morzenti condannato in primo grado... se stiamo parlando di un comportamento "doveroso" poteva anche intervenire prima, perchè l'ombra sulla rettitudine del massimo esponente della Federazione, a torto o a ragione, c'era già tutta. oggi forse c'è un sentimento diffuso più forte che cavalca l'indignazione, perchè una sentenza, anche se non definitiva, riesce a dare molta più concretezza all'immagnario collettivo di colpevolezza.
    Verissimo, ma quel passo indietro non gli è mai stato richiesto, né dai suoi sostenitori, né tanto meno dal CONI. Si è preferito fare come gli struzzi, sperando in una conclusione favorevole della vicenda processuale. Speranza fino ad adesso delusa ampiamente.
    9 | brunodalla il 19/11/2010 22.11.50
    eugenio, pur concordando con te con quello che hai scritto, e anche con enrico, ti devo ricordare che in questo paese la forma è una cosa di cui si fa volentieri a meno, in una qualsiasi carica che si sta ricoprendo, anzi, è quasi un fastidio. conta la sostanza, e la "cadrega"[:D]. dirò di più, qua morzenti paradossalmente ha sfruttato in pieno le possibilità delle regole vigenti della fisi, perchè l'elezione si è svolta non più tardi di 6 mesi fa, con già le indagini e forse anche il processo già in corso, e comunque credo con un rinvio a giudizio. è l'assemblea elettiva che doveva comportarsi di conseguenza, sapendo che cosa stava succedendo ad uno dei due candidati. oppure non lo sapeva? c'è stata informazione a riguardo? morzenti sapeva bene che cosa stava succedendo, dubito che non lo sapesse chi lo ha eletto. per cui, colpe da dividere fra i due soggetti, l'eletto e gli elettori. che poi gli elettori siano stati in qualche modo "raggirati", come si saprà fra un paio di mesi, è un altro discorso. io temo che per evitare in futuro casi del genere ci voglia un profondo cambiamento delle regole, cioè dello statuto. sarà in grado il mondo dello sci di cambiarlo?
    10 | Enrico il 19/11/2010 22.15.55
    Infatti per questo siamo lo zimbello di tutto il mondo civile. Il mondo dirigenziale dello sport purtroppo non fa eccezione. Che tristezza!!!!!!
    11 | brunodalla il 19/11/2010 22.25.23
    come anche si evince dalle ultime frasi dell'articolo di perlu. "...dopo la sospensione caldamente consigliata dalla fis all'indomani della condanna...". non si può non notare la diversità di comportamento: basta un semplice "consiglio", all'estero, e immediatamente l'interessato si fa da parte. non basta una forte protesta di buona parte del consiglo, in italia, e si continua come se niente fosse, così come si poteva capire dal comunicato stampa della fisi.
    12 | quilodico il 19/11/2010 23.31.02
    Totale, profonda, buia tristezza. Stiamo assistendo a un teatrino mai verificatosi prima d'ora nella storia della FISI. Povera italia (il minuscolo è d'obbligo). Posso anche fare finta di capire (ma assolutamente non giustificare) la posizione del presidente, ma dai suoi consiglieri mi aspettavo un atteggiamento meno all'italiana. Ennesima figuraccia a livello internazionale, che la nostra federazione non meritava. Eppoi parliamo dei politici di roma...
    13 | truddo il 20/11/2010 6.21.54
    @Perlu: non voleva essere un appunto ma solo un chiarimento per evitare fraintendimenti... [:D][:D]
    14 | truddo il 20/11/2010 6.23.56
    da Raceskimagazine (scusate la pubblicità ma leggete i commenti anche lì, sono molto interessanti...) (per inciso al CONI sarebbe anche ora che qualcuno dicesse qualcosa e facessero finire le bugie del personaggio... insomma un po' di dignità anche da parte loro): Morzenti non fa una piega: "Avanti deciso" "Il Coni mi sostiene. Mi devo far processare da Conci e Senoner?" 19/11 | di Gabriele Pezzaglia | Un’altra giornata convulsa quella di Giovanni Morzenti. In Consiglio tensione, nervosismo. Un Consiglio infuocato, con attacchi frontali, duri da entrambe le parti. Senoner e Schmalzl si attaccano, Cigolla e Chechi urlano l’una contro l’altro. Anche Morzenti alterna scatti d’ira a momenti di riflessione. Ormai è inutile fare finta di niente: la Fisi è spaccata, anche se la maggioranza è ben salda attorno al presidente. La minoranza, ‘i sette’, chiedono che almeno si autosospenda, ma i fedeli del presidente fanno quadrato intorno al ‘capo’. “La autosospensione non esiste, è una formula che si sono inventati. Io sto al mio posto, devo dare retta alla maggioranza o alla minoranza? Cosa devo fare, farmi processare da Conci e Senoner? Ma dai..”. Abbiamo contattato al telefono Morzenti, All’inizio pareva freddo, poi ha un sussulto di rabbia per quanto accaduto, poi più tranquillo, a spiegare di aver cercato un confronto, la mediazione : “Hanno voluto rompere a tutti i costi, non mi darebbero nemmeno il diritto di difendermi. Non capisco, ho anche cercato un’intesa, offerto alla minoranza di entrare nell’ufficio di presidenza, ma non c'è stato verso. Io ho fatto un passo in avanti, a differenza loro. Hanno ragione i Piccin, i Fontana, quando hanno sostenuto che in Fisi è stato fatto tutto in maniera corretta cercando sempre il coinvolgimento di tutti..”. Morzenti tira in ballo il Coni: “Se mi sostiene? Dicono che ho risanato i conti, che gli stipendi arrivano regolari, che l’attività prosegue. Non è difficile trarre le conseguenze di cosa pensa il Coni sul mio mandato..Agli Stati Generali ho avuto una conferma ulteriore. Insomma, vado avanti deciso. Non mi faccio certo processare da chi non accetta alcun tipo di dialogo”.
    15 | eugenio il 20/11/2010 9.14.08
    sono due le cose che mi "impensieriscono" maggiormente in questa vicenda. La prima è che la FISI non è un soggetto che esaurisce le proprie funzioni all'interno di se stessa. Fa parte di un organismo internazionale, la FIS e di un organismo nazionale, il CONI. Quanto al primo trovo incomprensibile che il presidente si uniformi ad una regola autosospendendosi dal consiglio FIS (mi pare che abbia fatto esattamente questo) e la ignori a casa propria, quando il principio che dovrebbe applicare è esattamente lo stesso, prendendo a pretesto il fatto che la regola da noi non esiste, senza porsi il problema del perchè esista quella regola all'estero. Anche nella stragrande maggioranza degli ordinamenti stranieri vige il principio della non colpevolezza fino alla sentenza definitiva... Quanto al secondo aspetto trovo sconcertante che la componente pubblicistica della FISI, nel quadro più ampio dell'ordinamento sportivo nazionale, sia compatibile con un capo di imputazione (e a maggior ragione con una condanna) che comporti l'interdizione dai pubblici uffici e che quindi un presidente possa continuare a porre in essere atti di rilievo pubblicistico in un regime di interdizione (anche se solo potenziale). Qui il problema non è cosa prevede lo statuto, ma cosa prevede la logica e un minimo di valutazione giuridica d'insieme della vicenda.
    16 | quilodico il 20/11/2010 12.53.59
    A questo punto pretendo che il CONI prenda una posizione! Non è più possibile fare finta di nulla. Quest'assordante silenzio adesso deve finire!!!
    17 | truddo il 20/11/2010 13.14.49
    @ quilodico: quotato al 100%, devono avere un rigurgito di dignità almeno smentendo l'appoggio che il personaggio millanta! @ Eugenio: per quanto racconti lui, il personaggio non si è autosospeso bensì ha recepito un invito per lasciare un minimo di "eleganza" in una questione che lo avrebbe portato all'esclusione (quindi senza diritto per la FISI neanche a un uditore) secondo regolamento FIS... diciamo che è stato invitato alla porta. Il personaggio, altrimenti, neanche con le bombe lo schiodavano!!!
    18 | ANGIOLETTO il 20/11/2010 18.14.32
    Buonasera!Leggo con attenzione gli interventi ai quali vorrei aggiungere anche il mio modesto parere. Giusto o sbagliato visto che la legge Italiana funziona così fino a sentenza definitiva lui gode delle presunzione d'innocenza a meno che i Consiglieri Federali e Noi di mestiere facciamo gli Avvocati o i Giudici non credo possiamo sparare sentenze. Per quanto riguarda l'etica e la morale sono pochi coloro che possono sbilanciarsi. Guardando i fatti non ho mai visto nulla di concreto da parte di coloro che si sono opposti a Morzenti.....se voi conoscete FATTi,RISULTATI ve ne sarò grato. Quello che conta è il cammino dei nostri atleti ai quali nonostante l'Italia, il mondo sia in ginocchio non manchi nulla. Grazie a presto!
    19 | truddo il 20/11/2010 18.46.18
    Cara Angioletto nessuno spara sentenze. La tua opinione è gradita e preziosa ma non l'ho capita benissimo: quali sono i fatti che vorresti che ti portassimo? Parli di una Federazione come si parla del governo, dove esiste un'opposizione ben definita a priori la quale, a sua volta e in altri tempi, è stata maggioranza. I fatti che conosco, per restare nel pubblicamente noto e per quanto riguarda il personaggio, dovresti chiederli ai vari Mair, Albarello, D'Incal, Riva, Ferriani (solo per restare ai DT). Come viene scritto su altri forum gli atleti vanno avanti sempre e nonostante i dirigenti, quelli che non vanno sono gli sponsor, l'immagine, la considerazione all'estero (in particolare in FIS). Non dico che il mondo degli sport invernali (per quanto riguarda i dirigenti) sia immacolato ma questo non vuol dire che tutto sia ammesso (e dobbiamo ancora vedere come va a finire il discorso delle schede). Comunque benvenuta, mi fa piacere che in momenti caldi arrivino anche nuovi iscritti. Spero tu non scompaia (volente o nolente) come un tuo illustre predecessore fumettistico e mascherato.
    20 | brunodalla il 20/11/2010 18.49.08
    truddo, ma non ti sei accorto che angioletto è diabolik? che si è reiscritto con altro nick, contravvenendo alla regola base del forum, e che quindi per questo verrà ribannato?[:D][:D]
    21 | truddo il 20/11/2010 18.50.16
    @Bruno: mi sono comportato bene... non diabolicamente!!! [:D][:D][:D][:D]
    22 | truddo il 20/11/2010 18.51.14
    beh, l'avevo capito (leggi il finale, puramente ironico, te lo assicuro)... sei un falco!!!!
    23 | brunodalla il 20/11/2010 19.01.36
    [:D][:D][;)] si riconosceva lo stile....
    24 | bicco il 20/11/2010 19.05.16
    Non bannatelo [:)][:)] E' arrivato portando importanti motivazioni a favore del presidente ed mi sembra giusto possa esprimerle[:D][:D]
    25 | truddo il 20/11/2010 19.05.21
    [:D] da Sciaremag.it (sondaggio): Alla luce di quanto accaduto all'ultimo Consiglio Federale: Morzenti dovrebbe dimettersi 39,44 % Morzenti deve rimanere 4,23 % La presidenza al vice Antonio Noris 43,66 % Si torni alle elezioni quanto prima 12,68 % Voti ricevuti: 142
    26 | truddo il 20/11/2010 19.05.55
    grand Bicco!!![:o)]
    27 | truddo il 20/11/2010 19.08.09
    l'ispettore Ginko sta cercando chi ha votato perchè il personaggio rimanga (4,23%... deve fargli male il dito)!
    28 | brunodalla il 20/11/2010 19.11.57
    no dai, col 4,23 ha cliccato solo 5 volte[:D][:D][;)]
    29 | truddo il 20/11/2010 19.13.07
    ... Falco e calcolatore... interessante!!! [;)]
    30 | truddo il 20/11/2010 19.45.51
    vi consiglio (tanto per capire l'ambiente che c'è oggi grazie soprattutto al personaggio) l'editoriale di Davide Marta a pag. 10 del nuovo numero di Race... [:(][:(][:(]
    31 | brunodalla il 20/11/2010 19.48.41
    c'è un link?
    32 | Ennio Nespoli il 20/11/2010 21.19.02
    FISI ETICA????: Senoner organizzatore di gare di coppe del mondo, Paruzzi agente della Forestale distaccata presso il ristorante di famiglia o a fare la commentatrice per Sky ed intanto tutti noi le paghiamo lo stipendio!!!!!! La condanna in primo grado a Morzenti non ha nulla a che fare con la Fisi a mio modo di vedere. Gli elettori erano a conoscenza che pendeva un giudizio su di lui ma lo hanno eletto in quando convinti che ha fatto bene nel precedente mandato e che potrà continuare a fare bene. La sua vicenda è extra Federazione e mi sembra che la squadra Ghilardi si voglia attaccare a questa condanna per cercare di recuperare nuove sedie...........Ghilardi sei stato trombato ad aprile a Torino e a giugno a Milano stai a casa e cerca di fare bene il Sindaco che di danni in Fisi ne hai fatti fin troppi!!!! In conclusione vi significo che in questi mesi mi sono dilettato a leggere le vostre discussioni, tra l'altro siete sempre gli stessi quattro, vi invidio perchè vedo che avete tutti molto tempo da buttare via per intervenire in cose molto più grandi di Voi!!!! C'è stata una meteora in periodo pre-elettorale DIABOLIK!!!! Lui si che era un grande! Alla prossima..........probabilmente nel 2011
    33 | bicco il 20/11/2010 23.02.32
    Ennio Nespoli ha scritto:
    FISI ETICA????: Senoner organizzatore di gare di coppe del mondo, Paruzzi agente della Forestale distaccata presso il ristorante di famiglia o a fare la commentatrice per Sky ed intanto tutti noi le paghiamo lo stipendio!!!!!! La condanna in primo grado a Morzenti non ha nulla a che fare con la Fisi a mio modo di vedere. Gli elettori erano a conoscenza che pendeva un giudizio su di lui ma lo hanno eletto in quando convinti che ha fatto bene nel precedente mandato e che potrà continuare a fare bene. La sua vicenda è extra Federazione e mi sembra che la squadra Ghilardi si voglia attaccare a questa condanna per cercare di recuperare nuove sedie...........Ghilardi sei stato trombato ad aprile a Torino e a giugno a Milano stai a casa e cerca di fare bene il Sindaco che di danni in Fisi ne hai fatti fin troppi!!!! In conclusione vi significo che in questi mesi mi sono dilettato a leggere le vostre discussioni, tra l'altro siete sempre gli stessi quattro, vi invidio perchè vedo che avete tutti molto tempo da buttare via per intervenire in cose molto più grandi di Voi!!!! C'è stata una meteora in periodo pre-elettorale DIABOLIK!!!! Lui si che era un grande! Alla prossima..........probabilmente nel 2011
    Non è che scrivendolo da tutte le parti ti stai convincendo che quello che dici sia la verità assoluta, poi se avessi letto le discussioni come dici ti saresti accorto che diabolik è tornato. Non mi sembra poi il caso di risponderti in merito alle persone ma se ci mettiamo a fare le pulci da tutte e due le parti mi sa che ne vediamo delle belle.
    34 | bicco il 20/11/2010 23.11.31
    truddo ha scritto:
    [:D] da Sciaremag.it (sondaggio): Alla luce di quanto accaduto all'ultimo Consiglio Federale: Morzenti dovrebbe dimettersi 39,44 % Morzenti deve rimanere 4,23 % La presidenza al vice Antonio Noris 43,66 % Si torni alle elezioni quanto prima 12,68 % Voti ricevuti: 142
    Il risultato non è attendibile, puoi votare tutte le volte che vuoi
    35 | brunodalla il 20/11/2010 23.43.03
    Ennio Nespoli ha scritto:
    FISI ETICA????: Senoner organizzatore di gare di coppe del mondo, Paruzzi agente della Forestale distaccata presso il ristorante di famiglia o a fare la commentatrice per Sky ed intanto tutti noi le paghiamo lo stipendio!!!!!! La condanna in primo grado a Morzenti non ha nulla a che fare con la Fisi a mio modo di vedere. Gli elettori erano a conoscenza che pendeva un giudizio su di lui ma lo hanno eletto in quando convinti che ha fatto bene nel precedente mandato e che potrà continuare a fare bene. La sua vicenda è extra Federazione e mi sembra che la squadra Ghilardi si voglia attaccare a questa condanna per cercare di recuperare nuove sedie...........Ghilardi sei stato trombato ad aprile a Torino e a giugno a Milano stai a casa e cerca di fare bene il Sindaco che di danni in Fisi ne hai fatti fin troppi!!!! In conclusione vi significo che in questi mesi mi sono dilettato a leggere le vostre discussioni, tra l'altro siete sempre gli stessi quattro, vi invidio perchè vedo che avete tutti molto tempo da buttare via per intervenire in cose molto più grandi di Voi!!!! C'è stata una meteora in periodo pre-elettorale DIABOLIK!!!! Lui si che era un grande! Alla prossima..........probabilmente nel 2011
    un altro esempio di quella che altri hanno definito "la macchina del fango": quando qualcuno in posizione di potere combina qualcosa di losco, manda avanti i suoi scagnozzi a scompigliare le carte e, appunto, a gettare fango su altri, in modo da sviare l'attenzione sul proprio mandante, in modo da tentare di far pensare a chi legge che sono tutti uguali, quindi tutti colpevoli, quindi nessun colpevole...e si va avanti come se niente fosse. lo si è visto quest'estate, lo si vede adesso (a livello di vita politica italiana in generale), lo si vede in piccolo anche qui. guarda caso il post che ho citato, scritto probabilmente dal computer a fianco di quello di diabolik[;)], arriva poco dopo l'illuminante intervento dello stesso diabolik-angioletto, che dopo essere stato ri-bannato per violazione delle regole del forum, è andato a piangere e a chiedere manforte. ormai lo sanno anche i sassi che la condanna di morzenti non centra nulla con l'attività della fisi, è stato sempre messo in risalto che è la figura di morzenti, condannato per concussione, che forse non è adatta a guidare un organismo quale la fisi, ma solo per una questione di etica e morale, parole forse troppo sconosciute nella nostra società. è colpa di senoner o della paruzzi se morzenti è stato condannato? e poi mi pare che anche morzenti faccia altri lavori, a limone piemonte per esempio. e poi quanti dei consiglieri fanno SOLTANTO i consiglieri della fisi come lavoro? argomentazioni irrilevanti queste, quindi. ma servono per gettare fango e discredito su altri, che non sono stati condannati.tanto per agitare un pò le acque e distrarre, magari la si fa franca in questo modo. in conclusione, anche "noi quattro" (ma mi sa che siamo un pò di più, chi più e chi meno, che ha partecipato alla discussione) ci siamo dilettati a leggere le cose che sia Ennio Nespoli che diabolik hanno scritto. tra l'altro siete sempre stati soltanto in due, o pochi di più. credo che anche voi ne avete di tempo da perdere, per venire qui a rispondere a "noi quattro", che parliamo di "cose più grandi di noi".... questa frase ha un non so che di "mafioso", io trovo....un pò uno stile "concussorio", passatemi il termine. cosa vuol dire? che se continuiamo a parlarne ci succede qualcosa? e che cosa, di grazia? però ci piace così, temo che andremo avanti a parlare di "cose più grandi di noi", che poi sono cose che fondamentalmente ci interessano, con buona pace di chi si diverte a leggerle. ci scusiamo fin d'ora se vi daremo fastidio.
    36 | truddo il 21/11/2010 7.13.10
    @ Bruno: per l'editoriale di Race non credo che ci sia anche sul portale, io l'ho letto sul cartaceo. E complimenti per la bella risposta a Ennio Nespoli. Il suo intervento è perfettamente in linea con l'ambiente (ribadisco il mio invito a leggere Davide Marta!).
    37 | truddo il 21/11/2010 7.20.20
    Ennio Nespoli... E. N. .... interessanti iniziali...
    38 | lbrtg il 21/11/2010 8.39.38
    truddo ha scritto:
    Ennio Nespoli... E. N. .... interessanti iniziali...
    ????
    39 | truddo il 21/11/2010 8.42.53
    @ lbrtg: niente, niente, mi ricordano quelle di qualcuno...!
    40 | truddo il 21/11/2010 8.47.54
    ... qualcuno che ha su FB un amico che usa l'immagine di diabolik... coincidenze? Probabilmente!
    41 | kortoraggio il 21/11/2010 15.00.28
    Mi sembra davvero grave che ancora una volta in Italia ai politici sia concesso tutto. Non ce l'ho con il Presidente Morzenti in particolare, ma penso che sia DOVUTO che lasci la carica in Fisi, anche fosse innocente (lo dimostrera´ FORSE tra diversi anni, ADESSO E´ GIUDICATO COLPEVOLE per concussione da un Tribunale). E´ovvio che non puo´rappresentare lo SPORT!!!! La nostra Federazione!!! Siamo noi italiani gli unici a tollerare questo (infatti la FIS lo ha sospeso). Correggetemi se sbaglio.
    42 | truddo il 21/11/2010 16.27.53
    pienamente d'accordo kortoraggio!
    43 | eugenio il 21/11/2010 16.37.15
    ma tuttosommato Ennio Nespoli ha ragione... in fondo in quanti siamo a ritenere doverosa una riflessione etica da parte del presidente ? sei o sette forumisti e sette consiglieri federali... troppo pochi !!! gli elettori di Morzenti restino tranquilli [;)]
    44 | brunodalla il 21/11/2010 16.42.28
    truddo ha scritto:
    @ Bruno: per l'editoriale di Race non credo che ci sia anche sul portale, io l'ho letto sul cartaceo. E complimenti per la bella risposta a Ennio Nespoli. Il suo intervento è perfettamente in linea con l'ambiente (ribadisco il mio invito a leggere Davide Marta!).
    potresti fare un breve riassunto, per chi non può leggere la rivista?
    45 | bicco il 21/11/2010 17.05.36
    eugenio ha scritto:
    ma tuttosommato Ennio Nespoli ha ragione... in fondo in quanti siamo a ritenere doverosa una riflessione etica da parte del presidente ? sei o sette forumisti e sette consiglieri federali... troppo pochi !!! gli elettori di Morzenti restino tranquilli [;)]
    beh aggiungiamoci tre Presidenti Regionali che non hanno firmato la in appoggio di Morzenti
    46 | truddo il 21/11/2010 17.13.47
    @Bruno: in estrema sintesi Marta ci dice che c'è un muro quando si cerca di approfondire determinate problematiche (Brunner, Audi, Mapei, Rovereto), che si è sentito rispondere "non posso, rischio il posto" et similia. che esistono due facce nell'ambiente federale (tecnici e atleti), quella informale, disponibile e ciarliera e quella chiusa quando si tratta di mettere nero su bianco. Parla di nervosismo e poca chiarezza. Il titolo è "Tira un'aria strana.
    47 | brunodalla il 21/11/2010 17.22.46
    ok, grazie.
    48 | truddo il 21/11/2010 17.24.05
    piacere mio!
    49 | Enrico il 22/11/2010 9.46.01
    Certo! Ancora gli brucia l'ottimo lavoro di RACE nella scorsa stagione quando si misero ad analizzare il Bilancio. Questo ha permesso almeno di porre a conoscenza del pubblico una serie di numeri che non essendo stati mai smentiti oggi permettono di smascherare il finto risanamento dei conti sbandierato da Morzenti & C.
    50 | Enrico il 22/11/2010 16.14.59
    Ho ricevuto oggi la rivista ed ho letto tutto d'un fiato l'editoriale di Davide Marta. Confermo la sintesi riportata Truddo. In parole povere c'è stato un tentativo di mettere la mordacchia a RACE. Se si va poi alla rubrica LETTERE (al direttore n.d.r.) c'è poi pubblicata la mail di lamentele della Sig.ra Licia Arsuffi che in qualità di consigliere del comitato Alpi Centrali denunciava una sorta di diffamazione nei suoi confronti, e di tutti gli altri consiglieri, a seguito dei commenti anonimi pubblicati a margine degli articoli sul sito di RACE. Il buon Davide gli ha risposto molto diplomaticamente riportando però ancora una volta le strane "pressioni" che proprio RACE sta continuamente ricevendo a partire da quando in aprile è partita la campagna elettorale e soprattutto perché si sono resi conto che gli articoli sulla federazione vengono letti e recepiti da tutti. mi permetto di riportarvi un estratto della risposta del direttore di RACE: "Ciao Licia, la tua mail è soltanto la prima di una serie di lamentele dello stesso tenore che si sono susseguite nel corso dell'estate e dell'autunno. Non ultima la polemica innescata dal direttore tecnico della nazionale Claudio Ravetto a pochi giorni dalle gare di Solden, perché si sentiva pesantemente apostrofato in alcuni commenti sul nostro sito. Il discorso è complesso: censurare, 'bannare' (per usare un termine tecnico) o bloccare i commenti equivale a rendere monco il portale web di una sua delle sue caratteristiche pec**iari: l'interattività. A differenza della rivista, che una volta stampata può circolare, creare dibattito, ma solamente in forma verbale, il sito offre la possibilità di completare da parte dei lettori l'informazione prodotta dalla nostra redazione. Il fatto che in Italia l'educazione e la civiltà non siano all'ordine del giorno, è risaputo. Che celarsi dietro un nickname sia molto più facile che esprimere opinioni in prima persona, è un altra certezza. Credo che un commento anonimo possa far innervosire, ma in fondo ha un valore relativo. ..."
    51 | Enrico il 22/11/2010 16.57.00
    Non so se qualcuno l'aveva già postato, ma mi sembra utile alla discussione. da www.gazzetta.it 20 novembre 2010 Caso Morzenti: sei consiglieri se ne vanno Consiglio spaccato: si aspetta il Coni Scontro nel Consiglio Fisi riunito ieri a Milano per la prima volta dopo la condanna a 4 anni e 6 mesi di carcere (e interdizione perpetua dai pubblici uffici) del presidente Giovanni Morzenti per concussione. Sei consiglieri di minoranza - tra cui i rappresentanti atleti Gabriella Paruzzi, Kristian Ghedina e Anastasia Cigolla - hanno lasciato l' aula, un altro è rimasto, pur essendo in sintonia con la richiesta dei colleghi. Il gruppo, che ha preso il nome «Fisi Etica», ha chiesto a Morzenti «un passo indietro» nell' interesse «dei tesserati e di tutta l' attività sportiva», per consentire «il passaggio delle funzioni gestionali al vicepresidente vicario fino al completo chiarimento della situazione personale di Morzenti in sede giuridica». Il presidente Morzenti è già stato sospeso dalla Federazione internazionale e ieri la maggioranza ha dato mandato al presidente di indicare il nome di un consigliere che prenderà parte alle riunioni Fis. Dei 18 presenti, in 7 hanno votato per la mozione di sfiducia al presidente (un astenuto), che resta così alla guida della Federazione. Respinta anche la richiesta di autosospensione, il segretario generale ha informato che non è prevista nello Statuto Fisi. Le azioni di protesta continueranno nei prossimi giorni: prima di presentare le dimissioni, il gruppo «Fisi Etica» invierà una lettera al Coni per spiegare la situazione e per chiedere il commissariamento della Federazione. Restano «perplessi» sulla gestione Morzenti anche i gruppi militari.
    52 | truddo il 22/11/2010 17.22.22
    Enrico non so se punti alla presidenza o all'ufficio stampa... perfetto! [:D]
    53 | Enrico il 22/11/2010 17.55.32
    Non punto a niente caro Truddo. Solo che sono un idealista ed un romantico. Odio i soprusi, le bugie e l'ingiustizia in genere.
    54 | truddo il 22/11/2010 18.39.25
    ... era solo uno scherzo, lo so benissimo come sei! Ci siamo scontrati, in passato, ma ho capito che sei una persona corretta, trasparente e onesta... purtroppo non tutti sono così!
    55 | Enrico il 23/11/2010 10.22.08
    Sono molto demoralizzato. Avete letto ciò che ha scritto l'utente "giubi" sul sito di RACE a margine dell'articolo "Comunicato stampa firmato FISI etica"? vi riporto quanto ha scritto: "giubi il 22 novembre 2010 Appoggio pienamente il comportamento dei sette etici. Ma a mio avviso bisogna rimanere dentro al consiglio e fare minoranza. Coloro che comandano sono abili politici, ne so qualcosa io che ho osato sfidare alla presidenza del comitato veneto un delfino del presidente Morzenti soccombendo 62 a 38. Politicamente e dialetticamente sono molto abili hanno già calcolato tutte le reazioni. Per sconfiggerli è necessario sorprenderli e probabilmente assieme ai i sette etici bisogna partire dalla base per far crollare la piramide verticistica del potere. Nessuno parla del semi silenzio mantenuto dal sito ufficiale della fisi e dei vari siti dei comitati regionali. Non può e non deve passare inosservata una condanna del primo cittadino di questa federazione! Presidenti di comitato che andavano sui giornali locali un giorno si e uno no ora tacciono. Attenzione probabilmente qualche fedelissimo stà già riflettendo. sosteniamo i ns 7 etici e qualcuno si unirà a loro." ed ancora a margine dell'articolo "sette consiglieri contro Morzenti" sempre giubi scrive: "giubi il 22 novembre 2010 Attenzione in questi commenti si stanno usando toni troppo forti. E' triste farsi rappresentare da un presidente condannato in primo grado. Dobbiamo sostenere i sette e lavorare tutti assieme ai fianchi la maggioranza. Prima o poi crollerà. Probabilmente basta spulciare sui bilanci in modo analitico e non superficiale. si trova sempre qualcosa come nei comitati.....però bisogna essere dentro, perché solo dentro puoi controllare e verificare perché alla fine sei corresponsabile quando approvi un bilancio." Quello che mi demoralizza è che più volte ho tentato di richiamare l'attenzione anche sui social network di quello che sta accadendo in federazione, ma nemmeno fra i miei amici sto raccogliendo adesioni o attestati di sdegno. Pare che della vicenda non freghi proprio nulla alla base. Allora forse sbagliamo noi a credere ancora alla favola dello sport pulito? Perché i comitati tacciono quasi tutti? Perché gli sci club più rappresentativi non si inalberano per questa vicenda? Allora diventa fondamentale che chi dissente dall'operato di questa maggioranza rimanga al suo posto a combattere ed a far conoscere all'esterno tutti i meccanismi che possano essere tacciati di opacità. Spronare il Collegio dei Revisori ad un maniacale controllo dei conti (anche se diventa utopistico che il controllore, che è pagato dal controllato, non subisca suo malgrado delle "pressioni" che ne facciano perdere l'ottica imparziale del loro ruolo istituzionale) e facendo arrivare agli organi di stampa del settore tutti i documenti che per loro natura sono pubblici, Bilanci in primis! Si vocifera di manovre strane e sotterranee nei corridoi di via piranesi... ma senza informazioni da parte di chi c'è dentro come si potrà mai conoscere se tali voci sono solo maldicenze o fatti distorsivi della corretta gestione federale? Nell'editoriale di RACE Davide Marta denuncia proprio questo alone di mistero che fa cucire la bocca agli addetti quando si va a toccare certi argomenti. Le spese di rappresentanza federali sono aumentate! le spese amministrative sono aumentate! il tesseramento è diminuito! questi sono fatti a cui nessuno al vertice della piramide risponde. Possiamo noi limitarci a sfogarci sui blog e poi assistere passivamente a tutto ciò?
    56 | truddo il 23/11/2010 12.48.03
    caro Enrico, è molto amaro quello che scrivi ma anche molto vero... anche io sento tanto, tanto sdegno ma poca azione. quello che scrive Giubi (che si fa anche identificare) è pure condivisibile... io spero che alla prima uscita pubblica di uno di quei bei tomi (ancora meglio del personaggio) si levi una tale cagnara da costringerli/lo a rientrare con la coda tra le gambe in albergo... come spero che uno della maggioranza si svegli una mattina e si ricordi di avere una coscienza, trascinandosi dietro quattro o cinque colleghi... ma io sono un sognatore... gli audidotati sono troppo attaccatti a quel volante...
    57 | Marco78 il 23/11/2010 13.38.10
    Vota Enrico vota Enrico almeno saremo sicuri che anche se commetterà degli errori saranno stati fatti con il cuore cercando di fare il bene di questo sport e non per interessi personali....però me la fai arrivare anche a me l'Audi!!!![:D] Per poter visionale la posizione finanziaria della FISI credo che sia sufficente una Visuara camerale che molti siti su internet offrono a circa 20 euro. E' tutto molto surreale, la maggior parte dei consiglieri continua ad appoggiare il presidente, la maggior parte dei comitati idem, la maggior parte dei mazziati(tesserati) si disinteressano del problema, il diretto interessato continua a svolgere la sua mansione tranne nella FIS(che probabilmente gli hanno suggerito di dimettersi), presenzia alle manifestazioni come se niente fosse mentre io probabilmente avrei la testa sotto terra, del bilancio si vede solo quello che gli piace a loro, il coni non interviene, i consiglieri dissidenti non possono o non riescono a fare molto....solo in Italia è possibile arrivare a una situazione simile!!![V]
    58 | Enrico il 23/11/2010 13.58.10
    No caro Marco, la Fisi non è una società obbligata al deposito del bilancio presso il Registro delle Imprese. Anche se è un soggetto privato è definibile per il nostro ordinamento come associazione sportiva senza scopo di lucro, né più né meno di una sci club. Purtroppo gli unici obblighi formali riguardo i loro bilanci ce l'hanno verso il coni. Comunque scaricare un bilancio in pdf dal registro imprese, costa un pochino di più di € 20,00
    59 | Marco78 il 23/11/2010 14.28.00
    E quindi se qualcuno vuole visionare per intero il bilancio deve fare richiesta al capo dello stato?[}:)] Vorrei vedere quello che finanzia 9 milioni vorrà pur vedere dove sono finiti!!!![}:)] Quindi quelli che lo offrono a 20 eprom sono una trombata ci vogliono almeno 100 eprom?
    60 | Enrico il 23/11/2010 16.16.50
    No penso fra i € 30 ed i € 40 almeno con il mio servizio in abbonamento mi sembra di ricordare che al lordo dell'IVA è tanto il costo. Può darsi che adesso ci siano servizi più economici, tipo TELEMACO. Penso che il CONI ce li abbia tutti i bilanci. Poi non li fanno vedere all'esterno, ma questo è un altro fatto.
    61 | Enrico il 24/11/2010 11.19.02
    da raceskimagazine.it il puntuale aggiornamento di Alitalia sull'andamento della vertenza FISI- Sai Roma. Il Sai ha chiesto al Coni la nomina di un ispettore In allegato ecco la 'delega artefatta' 24/11 | di Gabriele Pezzaglia | Il 17 novembre è iniziata la verifica della documentazione autorizzata dalla Commissione di Giustizia e Disciplina di II° Grado della FIS in seno al procedimento di annullamento dell’assemblea del 24 Aprile che ha eletto presidente Giovanni Morzenti. A che punto siamo? Il SAI Roma intanto ha già ottenuto le copie di tutte le schede di voto e di tutte le deleghe: ora questa documentazione è al vaglio dei legali. Durante queste operazioni è stata rinvenuta la copia della ‘delega artefatta’, presentata dal Pietro Zaccaria per il Gruppo Sciatori di Subiaco, che ha dato origine al procedimento di annullamento dell’assemblea. Intanto il sodalizio romano ha chiesto al Coni la nomina di un ispettore per verificare i fatti e per garantire in tempi brevi una soluzione.
    62 | truddo il 24/11/2010 12.07.57
    ... grazie Enrico! l'assurdo che non sia stato preso nessun provvedimento e che la cosa sarebbe passata sotto silenzio se non ci avesse pensato la SAI... e vediamo cosa salterà ancora fuori!
    63 | truddo il 24/11/2010 14.24.53
    da Sciaremag.it (non è scientifico ma qualche cosa vorrà dire...) Alla luce di quanto accaduto all'ultimo Consiglio Federale: Morzenti dovrebbe dimettersi 74,95 % Morzenti deve rimanere 2,18 % La presidenza al vice Antonio Noris 18,15 % Si torni alle elezioni quanto prima 4,72 % Voti ricevuti: 551
    64 | Enrico il 24/11/2010 15.02.05
    La tristezza di quel dato è l'esiguo numero dei votanti... solo 551[:(]
    65 | truddo il 24/11/2010 15.05.07
    amaramente vero, caro Enrico!
    66 | francogeo il 30/11/2010 16.36.29
    truddo ha scritto:
    da Sciaremag.it (non è scientifico ma qualche cosa vorrà dire...) Alla luce di quanto accaduto all'ultimo Consiglio Federale: Morzenti dovrebbe dimettersi 74,95 % Morzenti deve rimanere 2,18 % La presidenza al vice Antonio Noris 18,15 % Si torni alle elezioni quanto prima 4,72 % Voti ricevuti: 551
    Se qualcuno non lo ha già letto posto un intervento di Mario Cotelli trovato sul sito del Fatto Quotidiano. Lo sci italiano decapitato, anzi no Il presidente della Federazione Italiana Sport Invernali, Giovanni Morzenti, è stato ritenuto colpevole, in prima istanza, del reato di concussione dal Tribunale di Cuneo e condannato ad una pena di 4 anni e 6 mesi, oltre alla interdizione perpetua dai pubblici uffici. Risultato: mentre la Federazione Internazionale lo ha “dimissionato” immediatamente dal Consiglio dell’organismo che governa lo sci mondiale, solo sette membri, una minoranza, del CdA del Federsci nazionale lo ha sfiduciato, permettendo che rimanga imperterrito al suo posto. Sorprende l’atteggiamento del Coni che non ha assunto alcuna decisione in proposito. Il dimissionamento immediato dal Consiglio della Federazione Internazionale priva l’Italia del suo rappresentante in campo mondiale. Un’Italia che nei prossimi mesi sarà completamente tagliata fuori della stanza dei bottoni (aggiudicazione di manifestazioni, Campionati Mondiali e rassegne iridate) perchè Morzenti non può essere sostituito. L’interdizione perpetua dai pubblici uffici dovrebbe precludere ad un condannato qualsiasi possibilità di gestire soldi pubblici. A meno che i contributi che il Coni deriva direttamente dal Governo e poi trasferisce alle Federazioni non siano da considerare soldi pubblici. Un presidente condannato, anche se ancora in via non definitiva, contribuisce a gettare molte ombre sull’immagine della stessa Federsci con il rischio di disincentivare ancor più i pochi sponsor ancora disponibili ad investire nello sport. Ma c’è di più. Pende un ricorso sulla regolarità delle elezioni federali di maggio vinte da Morzenti su Ghirardi, per poche centiania di voti. Il ricorso è sostenuto da Iaia Ercolani, ex atleta azzurra negli anni ’70, figlia dell’ex direttore generale della Banca d’Italia e presidente del Sai Roma, uno dei più anticihi e prestigiosi sodalizi sciistici della penisola. Ma nessuno ancora si è mosso e Morzenti resiste. Un altro scandalo all’italiana.[:D]
    67 | Enrico il 30/11/2010 16.58.32
    Incredibile sono sulla stessa lunghezza d'onda di Cotelli!!!



      Cerca una parola nelle news:        

      Ultime 15 Notizie correlate: (Fisi Morzenti Kristian Ghedina Senoner )

      [26/02/2020] I 15 Azzurrini per i Mondiali Jr di Narvik
      [23/02/2020] La FISI sospende tutti gli eventi in calendario
      [21/02/2020] TdG - Il ritorno di Roberto Nani
      [03/02/2020] 30 anni fa la prima volta di Ghedina a Cortina
      [27/12/2019] Paris è il Re della Velocità Azzurra
      [22/12/2019] Serra: "Sono stato scaricato frettolosamente"
      [12/12/2019] Fassa: Aperta la stagione dello Ski Stadium Aloch
      [20/11/2019] 50 anni del Ghedo: la mitica spaccata a Kitz
      [19/11/2019] Cortina 2021:i 50 anni di Ghedina e un nuovo salto
      [10/11/2019] GP Italia 2019/2020: regole e calendari
      [01/11/2019] Dorothea Wierer atleta Fisi dell'anno 2019
      [31/10/2019] Vialattea firma il logo 100 anni Fisi
      [25/10/2019] Sestriere si candida ad ospitare il Mondiale
      [18/10/2019] La Fisi ai nastri di partenza, presentata stagione
      [14/10/2019] Comitato Lazio e Sardegna:la squadra di sci alpino

      Altre notizie di Coppa del Mondo:

      [26/02/2020] US Ski Team: "non sappiamo quando tornerà Mikaela"
      [26/02/2020] TdG - La squadra maschile per i Mondiali Juniores
      [26/02/2020] I 15 Azzurrini per i Mondiali Jr di Narvik
      [26/02/2020] Confermate le gare a La Thuile
      [26/02/2020] Kristoffersen in gara ad Hinterstoder
      [25/02/2020] Svedesi e Norvegesi per i Mondiali Jr di Narvik
      [25/02/2020] Gli Azzurri convocati per Hinterstoder
      [24/02/2020] CE: Cillara 7/a a Folgaria nel bis di Holtmann
      [24/02/2020] Fantaski Stats - Crans Montana - superk femminile
      [24/02/2020] Brignone in testa alla CdM:si lotterà per 11 gare
      [23/02/2020] CE: Holtmann regina a Folgaria
      [23/02/2020] La FISI sospende tutti gli eventi in calendario
      [23/02/2020] Brignone: "La Coppa? Ora penso a La Thuile!"
      [23/02/2020] Crans: Brignone regina di combinata e di coppa
      [23/02/2020] Crans: Brignone guida combinata su Vlhova
      [23/02/2020] Problemi al ginocchio per Petra Vlhova?
      [23/02/2020] Cancellato per vento lo slalom di Naeba
      [23/02/2020] Naeba: partenza rimandata alle 3.20 italiane
      [23/02/2020] C'è vita nello sci croato post Kostelic
      [23/02/2020] Fantaski Stats - Crans Montana - DH2 femminile
      [22/02/2020] Finali Cortina 2020: tutte le qualificate in disc
      [22/02/2020] Brignone: "oggi ho osato.Vlhova favorita"
      [22/02/2020] Crans: Gut fa bis, coppa a Suter, 4/a Brignone
      [22/02/2020] Fantaski Stats - Yuzawa Naeba - gigante maschile
      [22/02/2020] A Naeba la prima vittoria di Zubcic. DeAlip 10/o
      [22/02/2020] Naeba: super Kristoffersen dopo la 1a.De Alip 14o
      [21/02/2020] TdG - Il ritorno di Roberto Nani
      [21/02/2020] Rasmus Windingstad chiude la stagione
      [21/02/2020] Fantaski Stats - Crans Montana 2020 - DH1 donne
      [21/02/2020] CE: Riis beffa Fest in combinata, male le azzurre
      [21/02/2020] Possibile infortunio per Elisabeth Reisinger
      [21/02/2020] Brignone: "domani cercherò di fare meglio"
      [21/02/2020] Crans: Lara Gut torna al successo, Brignone 7/a
      [20/02/2020] Brignone: "Pista fortunata. Sono pronta".
      [20/02/2020] Christine Scheyer chiude la stagione
      [20/02/2020] CE: Nani sul podio, ok Ballerin e Franzoni

      Altre notizie Fantaski:

      [18/01/2020] Benvenuto Luigi! Al via il Taglio di Grasscutter
      [04/10/2019] Circo Bianco: ritiri e cambi di materiale (2020)
      [26/03/2019] La Thuile: diamo una manche al Telefono Azzurro
      [23/02/2018] Fantanotti Olimpiche - Analisi dei Giochi 2018
      [06/02/2018] Aperte le FantaOlimpiadi 2018!
      [14/12/2017] Fantaski.it disponibile anche su Telegram !
      [05/12/2017] A La Thuile stagione aperta dal 2 dicembre
      [03/11/2017] Fantaski 2018 - mercato maschile aperto fino Levi
      [05/12/2016] Aperto il primo mercato - stagione 2016/2017
      [13/11/2016] A Milano di scena il Big Air Snowboard



     
    titoletto copyright fantaski
     baffo fantaski titoletto contatti baffo fantaski titoletto riconoscimenti