separatore
icona fisi  
 icona fantaski titoletto linguaicona italia icona bandiera italia icona bandiera svizzeraicona bandiera inglese icona bandiera inglese icona bandiera americanatitoletto tedesco icona bandiera germania icona bandiera austria icona bandiera svizzeratitoletto francia icona bandiera francia icona bandiera svizzera 
icona baffo fantaski titoletto home icona baffo fantaski titoletto cosa fantaski icona baffo fantaski titoletto faq help icona baffo fantaski titoletto regolamento icona baffo fantaski titoletto forum icona baffo fantaski titoletto fotogallery  
lunedì 17 dicembre 2018 - ore 00.51 
banner 120x90
titoletto coppa del mondo
separatore
titoletto coppa fantaski
separatore
titoletto gioca fantaski

Paerson visitata da medici dopo caduta discesa

Clicca sulla foto per ingrandire
Paerson A.
Vai al profilo di Paerson A.
commenti 74 Commenti icona rss
VANCOUVER 2010
E' rimasta a lungo presso il centro medico di Creekside per accertamenti medici la sciatrice svedese Anja Paerson, caduta oggi nel corso della discesa libera di Whistler. La Paerson sull'ultimo salto prima del traguardo è rimasta vittima - dopo un volo di quasi sessanta metri - di una brutta caduta andando a travolgere in pieno il palo di una porta. La svedese si è subito tenuta il ginocchio destro, segno di un qualche problema. Al momento sembra solo che ci sia una brutta botta ad un polpaccio, ma proseguiranno gli accertamenti. Altre tre cadute - tutte sull'ultimo salto - hanno contraddistinto questa discesa olimpica. La prima quella della svizzera Dominique Gisin terminata, dopo essere entrata in rotazione durante la fase aerea del salto, sulla schiena in zona traguardo. La svizzera si è rialzata quasi subito, ma ha dichiarato di accusare un certo mal di testa. La seconda caduta quella di Dada Merighetti, senza per fortuna conseguenze ed infine l'incidente di Edith Miklos. La rumena è finita contro le reti di protezione dopo il secondo intermedio ed è stato necessario l'elicottero per il trasporto a valle e poi alla clinica olimpica di Vancouver. Per lei problemi seri ad una gamba.

(mercoledì 17 febbraio 2010)



@RIPRODUZIONE RISERVATA


    Tutt i commenti disponibili:
    1 | dave76 il 18/02/2010 0.00.55
    Anche la Rolland si è fatta male dopo la roccambolesca caduta alla prima porta. Sul sito Yahoo Eurosport si vede una foto in cui seduta sul toboga ha la gamba sinistra steccata, proprio quella su cui ha picchiato nel corso del secondo accasciamento. Sinonimo questo, penso, che non si può correre una libera con due mezze prove cronometrate. La stessa Maze, che non aveva ambizioni di medaglie ma un pensierino alla supercombinata l'ha fatto, oggi in gara ha effettivamente fatto la vera prova cronometrata.
    2 | GeneraleLee il 18/02/2010 0.28.56
    Gisin Paerson Rolland ...la cilela Barahona
    3 | draghetto il 18/02/2010 1.05.36
    Fantaskinews potrebbe almeno citarla la caduta della Rolland... la cilena si è fatta male?
    4 | fabio farg team il 18/02/2010 2.26.00
    draghetto ha scritto:
    Fantaskinews potrebbe almeno citarla la caduta della Rolland... la cilena si è fatta male?
    Si hanno notizie su entrambe?
    5 | draghetto il 18/02/2010 3.03.08
    Sulla Rolland ho già scritto in un'altra discussione che è stata portata in ospedale per accertamenti al ginocchio sinistro
    6 | franz62 il 18/02/2010 8.12.48
    Pensa che sf**a se si è stirata pattinando....pensavo avesse spigolato, invece può essere che sia rimasta "appesa" allo spigolo dello sci destro perchè le era saltato il ginocchio sinistro solo spingendo...
    7 | franz62 il 18/02/2010 8.14.03
    Anja invece può accendere qualche cero....comunque grandissima per come ha reagito in volo, brava davvero.
    8 | masterA il 18/02/2010 8.35.13
    La caduta della Paerson è paragonabile, per spettacolarità e rischio corso (davvero tanto), a quella di Hermann Maier alle Olimpiadi di Nagano.
    9 | lbrtg il 18/02/2010 8.41.48
    masterA ha scritto:
    La caduta della Paerson è paragonabile, per spettacolarità e rischio corso (davvero tanto), a quella di Hermann Maier alle Olimpiadi di Nagano.
    Idem con patate.
    10 | stefy88 il 18/02/2010 8.47.52
    Anja ha dimostrato ancora una volta di essere un fenomeno, non so quante atlete sarebbero riuscite a salvare una situazione simile...Grandissima Anja [:D]speriamo che già oggi riesca a riscattarsi
    11 | lbrtg il 18/02/2010 8.50.31
    Certo che la "tutina" nuova, esalta la muscolatura della Paerson. Mostruosa, se confrontata con quella delle altre.
    12 | franz62 il 18/02/2010 9.06.02
    La forza adesso rispetto a qualche anno fa è quella normale, le cede spesso la gamba e arriva cotta, grossa- grassa può anche esserlo più o meno di natura.
    13 | StracchinoPolentoso il 18/02/2010 10.07.59
    Ma i teli nuovi che si aprono in due non li usano?
    14 | humdrum il 18/02/2010 10.32.11
    Saison terminée pour Rolland
    15 | humdrum il 18/02/2010 10.35.41
    ULTIMISSIME NEWS: Rolland -> crociato KO Miklos -> ginocchio gravemente rotto (?) Paerson -> salta Kombi e forse tutta l'olimpiade Gisin -> ammaccata dalla testa ai piedi, commozione cerebrale Barahona, Merighetti, Krizovà -> ok
    16 | lbrtg il 18/02/2010 10.58.35
    franz62 ha scritto:
    grossa- grassa può anche esserlo più o meno di natura.
    Certo.
    17 | Lothar il 18/02/2010 11.38.52
    ottimo fare una sola prova con quel salto...come del resto è ottimo avere una pista dove vanno al 140 km orari con i piloni a pochi centrimetri....THE SHOW MUST GO ON evvaiiiiiiiiii ......
    18 | masterA il 18/02/2010 12.31.11
    humdrum ha scritto:
    ULTIMISSIME NEWS: Rolland -> crociato KO Miklos -> ginocchio gravemente rotto (?) Paerson -> salta Kombi e forse tutta l'olimpiade Gisin -> ammaccata dalla testa ai piedi, commozione cerebrale Barahona, Merighetti, Krizovà -> ok
    Ottimo! Grandissimi! Non so perchè ma da queste Olimpiadi i Canadesi mi stanno un pò sui cosiddetti.
    19 | Ciclone il 18/02/2010 14.16.49
    Scusate ma faccio fatica a capire. Secondo me bisogna distinguere i rischi tipici della DH, dalla mancanza di sicurezza che va garantita sempre, al massimo ed a ogni costo. Quanto al secondo problema – mancanza di sicurezza - obbiettivamente qualche cosa si può e si deve addebitare all’organizzazione, quel dosso in prossimità del traguardo non doveva esserci! In merito alla pericolosità intrinseca alla DH in questo forum si è scritto e letto di tutto, io personalmente ad una pista/autostrada preferisco una discesa tecnica, con curve e salti dove chi vince sfrutta non solo le doti da scivolatore ma anche capacità tecniche. Purtroppo sbagliare in DH è sicuramente pericoloso. Analizzando gli infortuni nel dettaglio però faccio queste considerazioni: 1) la Rolland si è rotta … spingendosi! 2) La Paerson ha CLAMOROSAMENTE sbagliato il salto, colpa SOLO sua! 3) La Miklos non è all’altezza di una Olimpiade, soprattutto su una pista così tecnica; il regolamento di partecipazione è anacronistico – per le gare olimpiche di atletica ci si deve qualificare; basta atleti che rischiano la vita per una gara, a volte in rappresentanza di una nazione della quale hanno solo il passaporto! L’Olimpiade deve rappresentare l’eccellenza, siamo seri! 4) La Gisin ha sbagliato il salto anche lei, ma la VERGOGNA, come ho detto sopra, è il dosso che l’ha ulteriormente sparata in aria. Per il resto io ho visto una BELLISSIMA gara, su una pista VERA. La Mancuso ama le piste dure e ieri, senza riferimenti, ha fatto una gara bellissima dimostrando grande talento. Della Vonn cosa dire, per me la più grande di sempre.
    20 | humdrum il 18/02/2010 14.23.18
    Ancora con queste assurdità. LA MIKLOS è QUASI STATA MEDAGLIA JUNIORES, HA FATTO PUNTI IN COPPA E ERA NELLE 15 AL PENULTIMO INTERMEDIO. Basta cose non vere (solo perchè è rumena, poi....)
    21 | draghetto il 18/02/2010 14.23.27
    lbrtg ha scritto:
    masterA ha scritto:
    La caduta della Paerson è paragonabile, per spettacolarità e rischio corso (davvero tanto), a quella di Hermann Maier alle Olimpiadi di Nagano.
    Idem con patate.
    Per qualche istante ha ricordato quella di Albrecht a Kitz. Comunque la Paerson è indistruttibile[:D]
    22 | draghetto il 18/02/2010 14.27.16
    humdrum ha scritto:
    Ancora con queste assurdità. LA MIKLOS è QUASI STATA MEDAGLIA JUNIORES, HA FATTO PUNTI IN COPPA E ERA NELLE 15 AL PENULTIMO INTERMEDIO. Basta cose non vere (solo perchè è rumena, poi....)
    Bravo humdrum, la Miklos è una ragazza molto promettente e che sarebbe molto importante per lo sci del suo Paese. E' andata a punti per ben 3 volte, tra l'altro tutte a St. Moritz.
    23 | humdrum il 18/02/2010 14.33.39
    A parte la grossa cavolata sulla Miklos, ritengo comunque che la pista debba essere in sicurezza per tutte.... Ma non ritengo questi infortuni un problema di sicurezza della pista in sè (che, anzi, m'è piaicuta), bensì magari della mancanza totale di prove....
    24 | Ravattina il 18/02/2010 14.49.53
    Infatti! La gara era bella davvero ma, proprio perchè impegnativa (più di molte altre di coppa...), farla praticamente senza prove è stato un vero rischio...la Kamer, ad esempio, sembrava andare alla cieca [B)]...si vedeva che non ricordava la pista, non vedevo l'ora che arrivasse in fondo [B)][;)]
    25 | Admin il 18/02/2010 14.52.34
    concordo con humdrum: una gara olimpica con una sola prova DIVISA IN DUE sotto prove è una ASSURDITA'
    26 | stefy88 il 18/02/2010 14.58.15
    Scusa Ciclone, non ti offendeere[;)], ma non sono assolutamente daccordo con te...non tanto sulla bellezza della gara, perchè anche a me è piaciuta tanto, ma quando parli della colpa delle atlete...sicuramente c'è stato un errore tecnico da parte loro[B)] ma se avessero provato la pista 2 dei 4 infortuni (quello della Paerson e della Gisin) e molte delle uscite secondo me non ci sarebbero state e la lotta per le medaglie sarebbe stata molto più avvincente in quanto tutte le ragazze avrebbero provato in modo corretto la pista e avrebbero avuto il coraggio di rischiare anche oltre il limite. Secondo il mio modesto parere i due infortuni che ho citato prima sono dovuti più alla stanchezza che all'errore tecnico...ho letto una frase della Gisin in cui affermava che alla fine era talmente stanca che non riusciva più ad avere la lucidità necessaria per affrontare il tracciato e sul salto ne ha pagato le conseguenza. Se avessero fatto le prove in modo corretto le atlete avrebbero potuto rendersi conto di come fosse faticosa questa discesa e regolarsi su come gestire la gara per non finere la benzina prima del traguardo...questo però non è accaduto e molte atlete ne hanno pagato le conseguenze con uscite, errori di traiettoria e infortuni anche gravi. Secondo me non è giusto gareggiare così anche se alla fine ha vinto la migliore
    27 | draghetto il 18/02/2010 15.06.31
    humdrum ha scritto:
    A parte la grossa cavolata sulla Miklos, ritengo comunque che la pista debba essere in sicurezza per tutte.... Ma non ritengo questi infortuni un problema di sicurezza della pista in sè (che, anzi, m'è piaicuta), bensì magari della mancanza totale di prove....
    Tra l'altro, al contrario di quello che scrive Ciclone, non è vero che non ci sono dei limiti per la qualificazione olimpica, anzi qualcuno dice che questi sono troppo severi e quindi contrari allo spirito olimpico.
    28 | Kaiser_Franz il 18/02/2010 15.13.59
    Le cadute purtroppo fanno parte di questo sport e l'importante è che ci sia la sicurezza sulle piste e delle piste. Detto questo concetto fin troppo ovvio,mi dispiace moltissimo per ciò che è successo alle ragazze cadute ieri.
    29 | GeneraleLee il 18/02/2010 15.39.58
    leggendo le dichiarazioni delle atlete, l'elemento stroncagambe è stato proprio il fondo un pò irregolare perchè battuto a piedi...ma qui l'organizzazione non poteva fare diversamente......discorso diverso invece per la unica prova...divisa in due parti oltretutto[B)] il salto probabilmente non era impossibile...ma per alcune ragazze la combinazione tra stanchezza e mancanza di prove ha avuto la meglio e ha portato all'errore....probabilmente con almeno una prova intera o due e un fondo meno stancante e più regolare sarebbero passate tutte senza problemi sul salto finale...
    30 | draghetto il 18/02/2010 15.55.10
    Non esiste un salto impossibile, il punto è in che contesto si trovano. E' un po' lo stesso discorso che è stato fatto su Kitz
    31 | stefy88 il 18/02/2010 16.07.56
    Giusto[:)] non puoi pretendere di mettere un salto che ti spara via così dopo un minuto e mezzo di gara e avere la sicurezza che nessuna si faccia male, visto anche che in quel punto nessuna delle atlete sapeva a che velocità ci sarebbe arrivata in quanto l'ultimo pezzo di pista è stato provato a velocita "ridotte" e con neve molto più lenta...le condizioni della pista erano totalmente cambiate dalle due mezze prove effettuate e una ulteriore prova era assolutamenre INDISPENSABILE per cercare di studiare meglio la pista ed evitare che le atlete, come ha giustamente evidenziato Ravattina[;)], fossero completamente spaesate[xx(]
    32 | magimail il 18/02/2010 16.54.04
    Vado controcorrente, e sono pronto a prendere le solite parolacce che (coperti dai nick) son facili da dire: Gara bellissima,ottima visibilità, magari un po' troppo "pepata" per tutte le atlete, falsata certamente dalla scarsa ricognizione, ma allora in Super G che neanche si prova? Purtroppo alle Olimpiadi capitano sempre di queste cose, e d'altronde ai ragazi che passano dai circuiti Fisi alle Fis capita uguale, e dalla Coppa Europa alla Cdm idem.... Ovvio che chi non è ancora maturo sia fisicamente che mentalmente possa andare in tilt, ma..... Humdrum, se fosse stata italiana, penso che Ciclone avrebbe detto le stesse cose, lasciamo perdere il qualunquismo da "io povero nero...",che sia rumena non importa una cippa a nessuno, ho sempre sostenuto che dall'est verrà fuori qualcosa di nuovo, (l'anno scorso ad una Fis Giovani al Rolle nei primi sei c'erano tre Georgiani e due Kazaki...[:D]) ci sta che in una gara di alto livello, capitino le cadute. E - comunque- ha vinto la migliore, per cui....
    33 | jos235 il 18/02/2010 16.55.46
    Per quanto riguarda la Miklos PER FAVORE NON DICIAMO COJONERIE su una ragazza che all'inizio della scorsa stagione era sotto i 10 punti fis in discesa ed è finita anche a punti in coppa del mondo. Per quanto riguarda la discesa a me è sembrata una bella discesa, tecnica e selettiva. Ma purtroppo si è scelto di far gareggiare le atlete senza una vera prova a disposizione, e tutte hanno dovuto inventare le linee in gara, con tutti i pericoli che ciò comporta. Penso si possa criticare questa decisione abbastanza irresponsabile, non la pista in sè. Per quanto riguarda il dosso su cui è rimbalzata la Gisin penso siamo tutti d'accordo che non ci volesse un grande intuito per accorgersi che era il caso di livellarlo. Invece non sono d'accordo che l'ultimo salto fosse pericoloso. Era impossibile arrivarci fuori direzione, non scaricava su un atterraggio in piano come invece quello famigerato di Kitz, allora ditemi voi come li devono fare 'sti salti per non eliminarli del tutto.. La Paerson ha fatto quello che ha fatto perché si è seduta prima del salto, punto. Semmai, come dissi nella discussione sulla sicurezza (se non ricordo male l'unica discussione sensata aperta dal nostro amico Aurodavide [:D]), secondo me si può discutere se sia il caso o meno di mettere salti nei tratti finali di gara, perché l'atleta è affaticato e può sbagliare più facilmente che nella prima metà della discesa. Ugh ho detto
    34 | franz62 il 18/02/2010 17.00.57
    Perdonate se non leggo tutto ma non ho tempo oggi e magari ripeto cose già dette... 1) Semidelinquenti a fare una mezza prova in una gara di velocità ([:D] si risparmiano il "delinquenti" perchè non si è ammazzato nessuno) 2) salto bellissimo come preparazione e atterraggio (neanche parente di Kitz, lo dimostra proprio la Paerson che sarebbe andata sulla luna a testa in giù se il dente non avesse buttato così bene) personalmente lo ritengo un pò lungo per le donne e un pò vicino all'arrivo per l'ossigeno ma c'è di peggio. 3) Nessuna si è fatta male per davvero grazie all'atterraggio sul ripido e non sul piano.... nonostante errori che non sono affatto imputabili al salto. 4) Pista bellissima e tecnica dove si vedeva lontano un miglio che ad eccezione di alcune fenomenali sciatrici molte pativano da morire l'insicurezza dovuta alla mancanza di prove. 5) neve dura ma vabbè, la neve è così da sempre....a volte è dura a volte è molle. 6) Attacchi di sicurezza che hanno funzionato molto bene.
    35 | stefy88 il 18/02/2010 17.09.12
    Jos io non stò dicendo che il salto fosse stato fatto male[;)], stò dicendo che un salto così dopo un minuto e mezzo di gara e con la fatica nelle gambe, soprattutto in una gara femminile, non è proprio la cosa migliore...potevano limarlo un pelo e renderlo un po' meno impegnativo. Per il resto la pista era veramente bellissima e la gara lo è stato altrettanto ma resto convinta che se fosse stata fatta una prova intera con le condizioni giuste sarebbe stata una discesa ancora più bella perchè anche atlete giovani come la Fenninger o la Kamer avrebbero sicuramente potuto dire la loro
    36 | jos235 il 18/02/2010 17.15.26
    stefy88 ha scritto:
    Jos io non stò dicendo che il salto fosse stato fatto male[;)], stò dicendo che un salto così dopo un minuto e mezzo di gara e con la fatica nelle gambe, soprattutto in una gara femminile, non è proprio la cosa migliore...potevano limarlo un pelo e renderlo un po' meno impegnativo.
    Allora siamo più o meno sulla stessa linea di pensiero, se leggi la parte finale del mio intervento di poco fa [;)]
    37 | humdrum il 18/02/2010 17.20.54
    magimail ha scritto:
    Vado controcorrente, e sono pronto a prendere le solite parolacce che (coperti dai nick) son facili da dire: Gara bellissima,ottima visibilità, magari un po' troppo "pepata" per tutte le atlete, falsata certamente dalla scarsa ricognizione, ma allora in Super G che neanche si prova? Purtroppo alle Olimpiadi capitano sempre di queste cose, e d'altronde ai ragazi che passano dai circuiti Fisi alle Fis capita uguale, e dalla Coppa Europa alla Cdm idem.... Ovvio che chi non è ancora maturo sia fisicamente che mentalmente possa andare in tilt, ma..... Humdrum, se fosse stata italiana, penso che Ciclone avrebbe detto le stesse cose, lasciamo perdere il qualunquismo da "io povero nero...",che sia rumena non importa una cippa a nessuno, ho sempre sostenuto che dall'est verrà fuori qualcosa di nuovo, (l'anno scorso ad una Fis Giovani al Rolle nei primi sei c'erano tre Georgiani e due Kazaki...[:D]) ci sta che in una gara di alto livello, capitino le cadute. E - comunque- ha vinto la migliore, per cui....
    Scusami tanto, ma se dite queste cose sulla Miklos è perchè probabilmente vi limitate a seguire le prime 10. Punto.
    38 | GeneraleLee il 18/02/2010 17.31.17
    franz62 ha scritto: ..... 5) neve dura ma vabbè, la neve è così da sempre....a volte è dura a volte è molle. .....
    ...si può aggiungere fondo irregolare ("dopo la gelata notturna la pista era piena di rughe ghiacciate" dice la Recchia) e che "sbatteva" tanto...tanto da aver sfiancato alcune atlete prima del salto?
    39 | franz62 il 18/02/2010 17.37.19
    La Recchia se guardi la gara non è mai stata sopra lo sci nemmeno alla prima curva....tesissima come tante altre, sbattevano poco gli sci di Kildow e Mancuso per la forza della mente.. fondo irregolare come mille altre gare, certo non facile, anzi difficile. Vero che erano stanche, per me le Svizzere erano così terrorizzate che nemmeno si son ricordate di respirare...in apnea.. ed erano più stanche delle altre....guarda se ti pareva stanca la Mancuso sculettante per l'adrenalina positiva dopo il traguardo..[;)]
    40 | GeneraleLee il 18/02/2010 17.43.53
    ...era solo una domanda[;)]...perchè la Vaccari diceva ieri sera che dopo i giorni di maltempo hanno dovuto battere la pista con sci e non con i mezzi...e allora è rimasto più irregolare del solito...ma magari è una sua bugia...[:D]
    41 | franz62 il 18/02/2010 17.53.42
    Anche fosse un'opinione va bene comunque[;)] Sicuramente avrà ragione la Vaccari che è nevicato e l'hanno battuta....così come in mille altre gare [;)]
    42 | GeneraleLee il 18/02/2010 18.03.17
    ...era una domanda proprio perchè l'ho sentita dire e non sapevo se era proprio vero tutto quel che dicevano [:o)] comunque il 14 l'hanno sicuramente battuta con gli sci...però poi deve essere nevicato ancora...[B)]
    43 | Admin il 18/02/2010 18.18.50
    magimail ha scritto:
    Vado controcorrente, e sono pronto a prendere le solite parolacce che (coperti dai nick) son facili da dire
    scusa magimail ma questo non posso accettarlo: parolacce non ne ho lette, quindi non puoi iniziare un messaggio così. E il fatto di essere "coperti da un nick" è lapalissiano: è un forum e si usano i nick come ovunque sulla rete tranne Facebook. Nel bene e nel male. Il fatto di dire: scrivi quel che scrivi solo perchè non c'è il tuo nome è una scusa e una accusa vecchia e perfettamente inutile, sopratutto su fantski. Qui ognuno scrive la sua opinione e, proprio perchè è un forum, al limite si "attacca" l'opinione altrui non certo la persona, per cui non ha proprio senso parlare di nick Se invece qualcuno ti ha offeso (=parolacce) come persona, allora fammi vedere dove e ti darò ragione.
    44 | franz62 il 18/02/2010 18.19.46
    Non è anomalo che venga battuta con gli sci..tiri fuori l'aria e si compatta, se passi con il gatto e la fresa diventa tanto bellina per noi turisti di prima mattina ma è piena d'aria e si sfonda dopo due passaggi.[;)]
    45 | Ciclone il 18/02/2010 20.27.29
    Mamma mia che aggressività, che violenza verbale: “ASSURDITA’” “COGLIONATE” … mi sarò sbagliato e quindi controllo meglio http://www.fis-ski.com/uk/604/613.html?sector=AL&listid=&competitorid=94573&type=result&rec_start=0&limit=80 No, non mi sembra di aver fatto un errore di valutazione, MIKLOS Edith è una giovanissima sciatrice di soli 22 anni con inesistente esperienza in CdM modesti risultati in CE ed in gare FIS che fatica in DH a viaggiare sotto i 30-40 punti. Questi sono dati oggettivi. Non mi sono sbagliato e lo ripeto: in DH si matura tardi – non temo smentite a questa mia “coglionata” – il tempo e l’età portano esperienza e si vince da “vecchi”. Secondo me a maggior ragione alle Olimpiadi che dovrebbe rappresentare l’eccellenza, invece per un anacronistico regolamento e per un desueto modo di interpretarne la filosofia - l’importante è partecipare – si lasciano a casa atleti forti e si mandano allo sbaraglio mediocri atleti privi di esperienza che in questo (e non solo) caso rischiano la salute. Non lo trovo giusto, così come ingiusto è vedere atleti che rappresentano nazioni solo perché ne hanno il passaporto ma con quello stato non hanno nulla a che fare! La Mickos per età e poca esperienza non ha saputo gestire una gara difficile e si è ferita; che cosa c’entra poi il fatto che sia cittadina rumena proprio non lo capisco. Sarò anche “tonto”?
    46 | franz62 il 18/02/2010 20.46.32
    Non ho letto tutta la discussione per cui non so bene da dove nasce la polemica. Io sono abbastanza reazionario, conservatore, anarchico, tollerante e chi più ne ha più ne metta....non saprei dare la risposta giusta in assoluto riguardo a come dovrebbero essere le Olimpiadi oggi, per come la vedo potresti aver ragione ma bisognerebbe cambiargli nome, da conservatore non mi piacerebbe, lasciando il nome e cambiando i termini di partecipazione non mi piacerebbe da reazionario, mi sento forse tollerante verso quelli non all'altezza, tanto si fanno male loro, abbastanza anarchico da cambiar nazionalità pur di partecipare. Dai Ciclo non mi uccidere...sparo czz.te, non saprei davvero qual'è la cosa giusta.[;)] Riguardo alla Mickos secondo me ha fatto una spigolata, pelle di leone in capriola (è lei?) che non è imputabile nè alla pista nè a lei, può capitare. Certo non è fortissima e la pista non facilissima davvero...però può capitare.
    47 | jos235 il 18/02/2010 21.09.01
    Eh no Ciclone, mi devi scusare eh, ma se una ragazza che è arrivata ad essere n.42 delle liste fis mondiali di discesa http://www.fis-ski.com/uk/604/607.html?sector=AL&listid=133&lastname=&gender=L&firstname=&nation=&order=DH&fiscode=&birthyear=&Search=Search&rec_start=0&limit=100 (e stiamo dicendo n.42, mica n. 842) con un quarto posto in coppa europa a Tarvisio nella stagione 2008/2009 (fatica a stare sotto i trenta quaranta punti? ma hai guardato bene tutti i risultati che hai postato? In particolare quelli della stagione 2008/2009,cioè prima che avesse il suo primo infortunio), un quinto ai mondiali juniores, quinta ai campionati austriaci di discesa, prima ai national junior championships sempre austriaci (con 9.00 di punteggio) e con 19 partecipazioni in gare di Coppa del mondo (inesistente esperienza in Coppa del Mondo?) secondo te non è in grado di affrontare una discesa allora mi dispiace ma è inutile che stiamo a discutere. Allora seguendo il tuo ragionamento ieri la metà delle atlete scese non doveva esserci (e la Miklos, prima di uscire, aveva il quindicesimo intermedio, non sei secondi sul groppone). Inoltre non mi puoi venire a dire che non esiste nessun criterio di selezione alle olimpiadi, i criteri ci sono eccome: http://www.fis-ski.com/data/document/qual-criteria-may-09.pdf. Se poi vogliamo discutere che non è giusto portare solo quattro atleti per nazione e che non è giusto che molti atleti forti rimangano a casa mi può anche star bene, ma questo è un discorso diverso che non centra nulla con la Miklos. Leggendo il tuo ultimo post mi rendo conto che hai recepito il termine dialettale "cojonerie" (che io avevo utilizzato con l'unico intento di dare più enfasi allla mia argomentazione) come un'offesa nei tuoi confronti. Ti prego di credere che non era il mio intento, e se ti sei sentito in qualche modo insultato da me te ne domando scusa.
    48 | Ciclone il 18/02/2010 21.25.15
    http://www.fis-ski.com/uk/604/613.html?sector=AL&listid=133&competitorid=94573&type=fispoints questi sono i suoi punti! Fatica a stare sotto i 40,00. O mi sbaglio? I criteri per accedere alle Olimpiadi sono, secondo me non corretti; questione di punti di vista. Olimpia dovrebbe rappresentate il top e non è sempre così. Moti forti stanno a casa, molti "chiodi" si mettono la canotta con il numero. O mi sbaglio? Lasciamo perdere il finto dilettantismo! Così facendo rischiano la salute i veri "dilettanti". O mi sbaglio ancora? Scuse accettate. Ora chiudo. [;)]
    49 | franz62 il 18/02/2010 21.33.45
    Ciclo secondo te il top solo di una nazione (per assurdo) o del mondo? Il problema è tutto lì...non è polemica, giusto per capire, non penso nemmeno che i quattro con i soldi espatriati a correre per l'Uzbekistan[?] siano il succo del problema, sono marginali in fondo, non permetterebbero la partecipazione degli altri 4 per ogni nazione forte che rimangono a casa. Dovremmo avere la possibilità di fare gare con 200 concorrenti, forse sarebbe più giusto e il problema forse è quello, perchè non è possibile? Credo per una questione di affari...troppo tempo da sprecare per farne partecipare 200...
    50 | Ciclone il 18/02/2010 21.46.51
    ... eccellenza del mondo, ovvio! [;)] Però se l'eccellente e giovane sciatore maldiviano (a titolo di esempio, poterbbe anche essere italianissimo!) fatica a fare una DH difficile e tecnica DEVE stare a casa, perchè se si fa male non è colpa del salto, del curvone impegnativo o della pista lunga e faticosa ma son solo cavoli suoi. E poi basta, son contento per Julia ed ancor di più per l'amico Vianello; prima con Alberto ora con la Mancuso grandi soddisfazioni. Bye bye.
    51 | jos235 il 18/02/2010 21.49.43
    Beh però su questo punto Franz, si potrebbe anche trovare una via di mezzo accettabile. Mi spiego, esempio si può dare il diritto a partire ai primi trenta del mondo, e per le altre nazioni (quelle che non hanno atleti tra i primi trenta) invece di quattro posti solo uno. In questo modo non sarebbero duecento, e si darebbe comunque una partecipazione a tutte le nazioni, pur conservando i protagonisti.
    52 | franz62 il 18/02/2010 22.05.04
    Bella soluzione....mi pare ragionevole.
    53 | GeneraleLee il 18/02/2010 22.49.32
    franz62 ha scritto:
    Non è anomalo che venga battuta con gli sci..tiri fuori l'aria e si compatta, se passi con il gatto e la fresa diventa tanto bellina per noi turisti di prima mattina ma è piena d'aria e si sfonda dopo due passaggi.[;)]
    questa si che è una bella spiegazione [:)] ..da quel che diceva la vaccari sembrava una cosa fatta solo perchè si era in emergenza[:(!]...e da sciatore della domenica io ci son cascato subito[:o)] ...comunque grande Anja...un bronzo che sa di miracolo...in pieno stile Majdic[:D][8)]
    54 | jos235 il 19/02/2010 9.54.34
    franz62 ha scritto:
    Bella soluzione....mi pare ragionevole.
    Mi sa che è proprio quello il suo difetto, troppo ragionevole perché la fis la prenda in considerazione [:142] [:D]
    55 | humdrum il 19/02/2010 15.23.16
    Ciclone ha scritto:
    http://www.fis-ski.com/uk/604/613.html?sector=AL&listid=133&competitorid=94573&type=fispoints questi sono i suoi punti! Fatica a stare sotto i 40,00. O mi sbaglio? I criteri per accedere alle Olimpiadi sono, secondo me non corretti; questione di punti di vista. Olimpia dovrebbe rappresentate il top e non è sempre così. Moti forti stanno a casa, molti "chiodi" si mettono la canotta con il numero. O mi sbaglio? Lasciamo perdere il finto dilettantismo! Così facendo rischiano la salute i veri "dilettanti". O mi sbaglio ancora? Scuse accettate. Ora chiudo. [;)]
    Si può condividere la tua linea, ma la Miklos è un'atleta di primo livello che quest'anno è andata due volte a punti tra l'altro. E prima dell'infortunio ha avuto dei punti FIS che le nostre varie Marsaglia, Stuffer, Cipriani e compagnia bella si sognano. Quindi escludiamo tutte tranne le prime 15 alle olimpiadi? Si può fare, ma per me è sbagliato. RIbadisco, si può condividere anche la tua linea, ma dare alla Miklos dell'atleta che si fa male per basso livello non ha senso.... Nelle ultime tre gare di Coppa 2 volte su 3 a punti, tra l'altro!! Prima dell'infortunio: 6th FIS points list 2008/2009 pti DH: 7.69 35 SL:894 GS:302 SG:62 SK:133 risultati in coppa: 31-01-2010 St. Moritz SUI FIS World Cup Super G 26 22.65 30-01-2010 St. Moritz SUI FIS World Cup Downhill DNF1 29-01-2010 St. Moritz SUI FIS World Cup Super Combined 28 37.24 23-01-2010 Cortina d'Ampezzo ITA FIS World Cup Downhill 36 39.99 22-01-2010 Cortina d'Ampezzo ITA FIS World Cup Super G 46 54.21 10-01-2010 Haus im Ennstal AUT FIS World Cup Super G 31 40.60 09-01-2010 Haus im Ennstal AUT FIS World Cup Downhill 39 30.17 08-01-2010 Haus im Ennstal AUT FIS World Cup Downhill 47 46.34 22-02-2009 Tarvisio ITA FIS World Cup Super G 54 55.52 21-02-2009 Tarvisio ITA FIS World Cup Downhill 54 47.87 20-02-2009 Tarvisio ITA FIS World Cup Super Combined 48 74.72 18-01-2009 Altenmarkt-Zauchensee AUT FIS World Cup Downhill 40 31.55 17-01-2009 Altenmarkt-Zauchensee AUT FIS World Cup Super Combined 39 80.87 20-12-2008 St. Moritz SUI FIS World Cup Super G 30 36.58
    56 | humdrum il 19/02/2010 15.26.15
    Ciclone ha scritto:
    No, non mi sembra di aver fatto un errore di valutazione, MIKLOS Edith è una giovanissima sciatrice di soli 22 anni con inesistente esperienza in CdM modesti risultati in CE ed in gare FIS che fatica in DH a viaggiare sotto i 30-40 punti. Questi sono dati oggettivi.
    Inesistente? 20 gare e 3 volte a punti (più un 31.!) [:0] Campionati Juniores di discesa austriaci: Rank Bib FIS Code Name Year Nation Total Time FIS Points 1 5 465059 MIKLOS Edith 1988 ROU 1:21.58 9.00 2 9 55588 RUMPFHUBER Ingrid 1981 AUT 1:21.98 15.62 3 7 55913 MOSER Stefanie 1988 AUT 1:22.05 16.78 4 13 55970 SCHMIDHOFER Nicole 1989 AUT 1:22.30 20.91 5 1 55539 BERGER Silvia 1980 AUT 1:22.53 24.72 6 15 55947 FENNINGER Anna 1989 AUT 1:22.78 28.86 7 8 55759 KIRCHGASSER Michaela 1985 AUT 1:22.98 32.17 8 6 55576 GOERGL Elisabeth 1981 AUT 1:23.15 34.98 9 4 55898 BREM Eva-Maria 1988 AUT 1:23.32 37.79 10 3 55806 ALTACHER Margret 1986 AUT 1:23.57 41.93 Nessuno ti mette in croce (figurati, con le bojate che abbiamo scritto noi [:p]), però se dici una cosa obiettivamente non vera (nessuno obbliga nessuno a conoscere la Miklos o la Rubens o la Schmidhofer!) non portare avanti la tua idea se non è supportata.... Come se io dicessi: ragazzi, la Vonn fa proprio schifo!! Ecco le prove: Race date Place Nation Category Discipline Position Points 17-01-2010 Maribor SLO FIS World Cup Slalom DNQ1 12-01-2010 Flachau AUT FIS World Cup Slalom DNF1 03-01-2010 Zagreb CRO FIS World Cup Slalom DNF2 29-12-2009 Lienz AUT FIS World Cup Slalom 18 22.54 24-01-2010 Cortina d'Ampezzo ITA FIS World Cup Giant Slalom 19 19.34 16-01-2010 Maribor SLO FIS World Cup Giant Slalom DNF2 28-12-2009 Lienz AUT FIS World Cup Giant Slalom DNF1 12-12-2009 Are SWE FIS World Cup Giant Slalom DNF1 28-11-2009 Aspen USA FIS World Cup Giant Slalom DNQ1
    57 | Admin il 19/02/2010 15.37.59
    concordo con humdrum
    58 | Ciclone il 19/02/2010 16.49.16
    Con ogni probabilità mi è difficile esprimere in poche righe il mio pensiero nel forum e forse mi sono espresso male. Rettifico, anzi cerco di essere un po’ più chiaro. Il topic si era aperto con una “polemica” sulla sicurezza e sugli infortuni. Bene, siccome con il “senno del poi” la gravità di questi mi sembra per fortuna - almeno in alcuni casi - ridimensionata, per altri resta invece da valutare il caso; nella fattispecie concreta se la sciatrice rumena sia incappata in un incidente grave per colpe da addebitare ai poveri canadesi. Secondo me ASSOLUTAMENTE NO. Le colpe, se di colpa si può parlare, sono da ascrivere secondo il mio modesto (ma non aberrante!) pensiero alla giovane sciatrice: in primis dalla sua poca esperienza che le deriva dalla giovane età, che le ha permesso poche presenze nel circuito maggiore; in secundis dal fatto che la pista Olimpica presentava un pendio con insidie alle quali una atleta del suo calibro e della sua esperienza non era assolutamente abituata. In pratica: pista difficile, poca abilità ed esperienza derivante anche dall’età in rapporto alle difficoltà dell’evento. Ribadisco trovo ingiusto che alcune atlete più forti stiano a casa o siano costrette a qualificazioni fratricide, mentre una, oggettivamente, “piazzata” nei circuiti minori partecipi al sogno Olimpico, sogno poi infranto con conseguenze gravi contro le reti. Questo sarà anche una valutazione non condivisibile, criticabile, sbagliata, ma che merita rispetto, in nome delle regole di civile convivenza. Dimenticavo nulla c’entra la nazionalità soprattutto se si parla di Sport, ma io faccio parte di coloro che credono e si battono per L’ONORE AL MERITO, indipendentemente da tutto.
    59 | franz62 il 19/02/2010 17.05.46
    Sono d'accordo con il tuo punto di vista riguardo alla pista e agli infortuni normali visto che mi pare ci sia il ginocchio della Rumena e stop..Forse con prove regolari non ci sarebbero state nemmeno le due cadute sul salto, òa colpa non è dei Canadesi ma di chi decide. Riguardo invece alla partecipazione alle Olimpiadi condividerei la proposta di Jos della pagina precedente... se la ragazza è la miglior Rumena e già le è capitato di arrivar davanti ad atlete come quelle della classifica precedente per me è giusto che partecipi, ovvio che rischia più della Kildow...ma non pensare che in Coppa Europa sian rose e fiori per come ti fan calare a livello di sicurezza, la sua caduta per me è una spigolata del tutto normale...peggio quello che ha fatto la Paerson sul dente del salto o stava per fare la Riesch ieri in combinata...
    60 | blossom il 19/02/2010 17.05.52
    Admin ha scritto:
    concordo con humdrum: una gara olimpica con una sola prova DIVISA IN DUE sotto prove è una ASSURDITA'
    sono d' accordo al cento x cento, ma evidentemente ne atlete ne tecnici hanno fatto valere le loro ragioni, secondo me se fosse successo ai maschi si sarebbero rifiutati di partire. E visto che più di qualche volta in coppa non si sono corse dh x mancanza di prove, le atlete dovevano avere più polso, si parla tanto di sicurezza e poi.. x quanto riguarda la capacità o no di alcune atlete, alla fine decidono loro, firmando la liberatoria, e hanno il diritto come tutte le atlete di gareggiare, se avessi un'altra nazionalità farei carte false, magari non la dh, visto che non faccio nemmeno il rolle, ma il gs si! E poi ci sono già dei parametri x poter partecipare quindi se sono li vuol dire che hanno i punti giusti. ps: sto scrivendo il mess col tel, x cui non posso rileggere tutto, spero sia corretto
    61 | franz62 il 19/02/2010 17.15.40
    Se i parametri come ho sentito son 120 punti fis mi vien da ridere...[:D] Camilla fa due stagioni di discesa giovani poi si crea la federazione xx e volendo può andare ad ammazzarsi su quel salto. I parametri son fatti per far partecipare tutti...ha ragione Ciclo che magari son troppi quelli che devono rinunciare. Certo il posto non è che lo portino via le Brasiliane se è vero che ieri alla fine della discesa della combinata erano una trentina...in realtà è per far le cose alla svelta, in fondo sarebbero 30 forti da aggiungere e ci starebbero tranquillamente.
    62 | jos235 il 19/02/2010 18.31.50
    franz62 ha scritto:
    I parametri son fatti per far partecipare tutti
    Confermo, i parametri son 120 punti [:D]. Infatti non a caso scendono ragazzi\ragazze che pigliano oltre 10 secondi in discesa. E su questi posso esser d'accordo con il punto di vista di Ciclone. Però secondo me non è questo il caso della Miklos, ecco, tutto qui.. Comunque da quest'anno la fis richiede almeno due anni di effettiva residenza in un altro paese per acquisirne la nazionalità, quindi non sarà più così facile [:D]..
    63 | franz62 il 19/02/2010 20.15.00
    Sempre giochini...puoi prendere la residenza senza starci mai, solo questione di soldi, prendi la residenza a 18 anni e a 20 fai le Olimpiadi...per me in ogni caso non è il succo della questione, ci saranno in ogni Olimpiade 3-4-5 atleti dai tempi di Teo Fabi alla Coletti (nomi a caso) che ricorrono a questo sistema.... non mi pare che dipenda da loro la non partecipazione di altri 30 forti.
    64 | draghetto il 19/02/2010 23.10.07
    Ciclone ha scritto:
    Mamma mia che aggressività, che violenza verbale: “ASSURDITA’” “COGLIONATE” … mi sarò sbagliato e quindi controllo meglio http://www.fis-ski.com/uk/604/613.html?sector=AL&listid=&competitorid=94573&type=result&rec_start=0&limit=80 No, non mi sembra di aver fatto un errore di valutazione, MIKLOS Edith è una giovanissima sciatrice di soli 22 anni con inesistente esperienza in CdM modesti risultati in CE ed in gare FIS che fatica in DH a viaggiare sotto i 30-40 punti. Questi sono dati oggettivi. Non mi sono sbagliato e lo ripeto: in DH si matura tardi – non temo smentite a questa mia “coglionata” – il tempo e l’età portano esperienza e si vince da “vecchi”. Secondo me a maggior ragione alle Olimpiadi che dovrebbe rappresentare l’eccellenza, invece per un anacronistico regolamento e per un desueto modo di interpretarne la filosofia - l’importante è partecipare – si lasciano a casa atleti forti e si mandano allo sbaraglio mediocri atleti privi di esperienza che in questo (e non solo) caso rischiano la salute. Non lo trovo giusto, così come ingiusto è vedere atleti che rappresentano nazioni solo perché ne hanno il passaporto ma con quello stato non hanno nulla a che fare! La Mickos per età e poca esperienza non ha saputo gestire una gara difficile e si è ferita; che cosa c’entra poi il fatto che sia cittadina rumena proprio non lo capisco. Sarò anche “tonto”?
    Se la Miklos non è idonea a fare le olimpiadi allora la Barahona non dovrebbe sciare nemmeno sulle piste blu... ma che ragionamento è, e poi come fai a dire che una ragazza che va a punti 3 volte in cdm ha una esperienza inesistente? L'avere 22 anni al limite è un merito, più che un difetto, visto che a quell'età non tutte riescono ad entrare nelle 30 di cdm.
    65 | draghetto il 19/02/2010 23.14.21
    jos235 ha scritto:
    Beh però su questo punto Franz, si potrebbe anche trovare una via di mezzo accettabile. Mi spiego, esempio si può dare il diritto a partire ai primi trenta del mondo, e per le altre nazioni (quelle che non hanno atleti tra i primi trenta) invece di quattro posti solo uno. In questo modo non sarebbero duecento, e si darebbe comunque una partecipazione a tutte le nazioni, pur conservando i protagonisti.
    Ma comunque la maggior parte delle altre nazioni non hanno più di 2 atleti iscritti, quindi più o meno la start list resterebbe uguale. E poi se un maldiviano vuole schiantarsi mica possono vietarglielo. Ma comunque questo non c'entra nulla con la Miklos che si è guadagnata la partecipazione.
    66 | draghetto il 19/02/2010 23.18.00
    blossom ha scritto:
    Admin ha scritto:
    concordo con humdrum: una gara olimpica con una sola prova DIVISA IN DUE sotto prove è una ASSURDITA'
    sono d' accordo al cento x cento, ma evidentemente ne atlete ne tecnici hanno fatto valere le loro ragioni, secondo me se fosse successo ai maschi si sarebbero rifiutati di partire. E visto che più di qualche volta in coppa non si sono corse dh x mancanza di prove, le atlete dovevano avere più polso, si parla tanto di sicurezza e poi.. x quanto riguarda la capacità o no di alcune atlete, alla fine decidono loro, firmando la liberatoria, e hanno il diritto come tutte le atlete di gareggiare, se avessi un'altra nazionalità farei carte false, magari non la dh, visto che non faccio nemmeno il rolle, ma il gs si! E poi ci sono già dei parametri x poter partecipare quindi se sono li vuol dire che hanno i punti giusti. ps: sto scrivendo il mess col tel, x cui non posso rileggere tutto, spero sia corretto
    Tra 4 anni spero di avere la nazionalità del Burkina Faso[:D][:D][:D][:o)][:o)][:o)]
    67 | Ciclone il 19/02/2010 23.53.31
    [:D][:D][:D][;)][;)][;)] [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Ibo-i1B1YU8&feature=PlayList&p=ED5C51F39C97C458&playnext=1&playnext_from=PL&index=16[/youtube]
    68 | draghetto il 19/02/2010 23.59.00
    Ma quelle persone non erano troppo vicine al tracciato?
    69 | draghetto il 20/02/2010 0.04.45
    Ma quel Martin Vazquez dove l'hanno pescato?[:o)][:o)]
    70 | draghetto il 20/02/2010 0.12.47
    [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=dBzoQmdCcvs&feature=related[/youtube] [:o)]
    71 | Lucas il 20/02/2010 13.24.09
    Il discorso sui criteri di partecipazione l'abbiamo affrontato diverse volte in passato, ma noto che ci si dimentica sempre un passaggio fondamentale, vale a dire che la Coppa del mondo è una competizione individuale, mentre le Olimpiadi sono una competizione per nazioni: c'è una bella differenza! Ai Giochi un Paese sceglie i suoi migliori rappresentanti per competere, generalmente alla pari (non, per esempio, tu 15 io 4), con gli altri: questa è la loro essenza! In questo il criterio di partecipazione ad una gara di Coppa non c'entra assolutamente nulla, fermi restando alcuni parametri base che variano da disciplina a disciplina. Se poi una nazione è talmente forte in un determinato sport, potrà tranquillamente portarsi a casa tutte le medaglie (che tanto più di tre non sono), come, per esempio, è accaduto diverse volte nello slittino femminile, dove quest'anno si è quasi gridato al miracolo perchè un'austriaca ha "rubato" uno dei gradini del podio alle tedesche.
    72 | eleonora il 20/02/2010 13.47.20
    Ciclone ha scritto:
    [:D][:D][:D][;)][;)][;)] [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Ibo-i1B1YU8&feature=PlayList&p=ED5C51F39C97C458&playnext=1&playnext_from=PL&index=16[/youtube]
    [:248]ho guardato solo la parte sulla neve, ma c'è da morire dal ridere
    73 | jos235 il 20/02/2010 15.36.07
    draghetto ha scritto:
    jos235 ha scritto:
    Beh però su questo punto Franz, si potrebbe anche trovare una via di mezzo accettabile. Mi spiego, esempio si può dare il diritto a partire ai primi trenta del mondo, e per le altre nazioni (quelle che non hanno atleti tra i primi trenta) invece di quattro posti solo uno. In questo modo non sarebbero duecento, e si darebbe comunque una partecipazione a tutte le nazioni, pur conservando i protagonisti.
    Ma comunque la maggior parte delle altre nazioni non hanno più di 2 atleti iscritti, quindi più o meno la start list resterebbe uguale. E poi se un maldiviano vuole schiantarsi mica possono vietarglielo. Ma comunque questo non c'entra nulla con la Miklos che si è guadagnata la partecipazione.
    Con un solo atleta a testa, anche con la partecipazione di 30-40 nazioni senza nessuno tra i primi trenta, avremmo una start list di 60-70 concorrenti. Stavamo parlando prima di fare in modo che non siano 200. Oltre a ciò si potrebbe anche abbassare il tetto massimo a 60 pti, visto che il limite che c'è adesso è effettivamente ridicolo. 60 è un limite che avrebbe comunque consentito di prendere il via a tutti i 64 atleti del superg di ieri. Ma quando vedo in gigante e slalom far scendere gente che prende 20-30 secondi in una manche o anche di più.. bah [xx(].Comunque questa è una soluzione che pensavo più che altro per i mondiali (invece di assurde gare di qualificazione). Per le olimpiadi lo spirito è sempre stato quello che diceva giustamente Lucas prima (anche per gli altri sport, non solo per lo sci alpino) quindi non penso che le cose cambieranno.
    74 | blossom il 20/02/2010 15.59.05
    draghetto ha scritto:
    blossom ha scritto:
    Admin ha scritto:
    concordo con humdrum: una gara olimpica con una sola prova DIVISA IN DUE sotto prove è una ASSURDITA'
    sono d' accordo al cento x cento, ma evidentemente ne atlete ne tecnici hanno fatto valere le loro ragioni, secondo me se fosse successo ai maschi si sarebbero rifiutati di partire. E visto che più di qualche volta in coppa non si sono corse dh x mancanza di prove, le atlete dovevano avere più polso, si parla tanto di sicurezza e poi.. x quanto riguarda la capacità o no di alcune atlete, alla fine decidono loro, firmando la liberatoria, e hanno il diritto come tutte le atlete di gareggiare, se avessi un'altra nazionalità farei carte false, magari non la dh, visto che non faccio nemmeno il rolle, ma il gs si! E poi ci sono già dei parametri x poter partecipare quindi se sono li vuol dire che hanno i punti giusti. ps: sto scrivendo il mess col tel, x cui non posso rileggere tutto, spero sia corretto
    Tra 4 anni spero di avere la nazionalità del Burkina Faso[:D][:D][:D][:o)][:o)][:o)]
    tu scherzi, ma c' è un forumista o ex forumista... di cui non ricordo il nik che avendo origini asiatiche... chi c' era al realski di cortina forse se lo ricorda, che avrebbe potuto parteciparvi.... ha preferito il valellina skirace[:D][;)]



      Cerca una parola nelle news:        

      Altre notizie di Coppa del Mondo:

      [16/12/2018] Serra: "Perdiamo di velocità, capire perchè".
      [16/12/2018] Parallelo: tre gli azzurri in gara domani
      [16/12/2018] Marc Gisin stabile, fratture varie, ma bacino sano
      [16/12/2018] Badia,De Aliprandini:"nella seconda ho dato tutto"
      [16/12/2018] Per la sesta volta Hirscher Re della Badia
      [16/12/2018] Fantaski Stats - Alta Badia - gigante maschile
      [16/12/2018] Badia: Hirscher in totale dominio nella 1a manche
      [15/12/2018] De Aliprandini:"la Gran Risa è ben preparata"
      [15/12/2018] La FIS conferma le gare di Bormio
      [15/12/2018] Le parole di Paris, Inner e Buzzi dopo la discesa
      [15/12/2018] Caduta Marc Gisin: stabile, ora visite a Lucerna
      [15/12/2018] Gardena: Kilde doma la Saslong, 15/ Buzzi
      [15/12/2018] Gardena: caduta di Marc Gisin, è all'ospedale
      [14/12/2018] La FIS pronta a squalificare Stefan Luitz
      [14/12/2018] Stagione finita per Katharina Gallhuber
      [14/12/2018] Innerhofer: "Mi piego come Valentino Rossi..."
      [14/12/2018] CE: bis di Gasienica ad Andalo, Melesi 5/a
      [14/12/2018] Fantaski Stats - Val Gardena - superg maschile
      [14/12/2018] Gardena: Innerhofer 2/o bruciato da Svindal
      [14/12/2018] Vitalini Speed Contest al debutto sulla Saslong
      [13/12/2018] CE: Melesi sfiora il podio nel gigante di Andalo
      [13/12/2018] Gardena: Peter Fill al via in superG
      [13/12/2018] Stop per Resi Stiegler e Daniel Meier
      [13/12/2018] Gardena: Franz davanti in 2/a prova, 12/o Paris
      [13/12/2018] La Fis pronta ad emettere sentenza caso Luitz
      [12/12/2018] CE: festa svizzera a St.Moritz, bene Cazzaniga
      [12/12/2018] Prima prova Saslong a Ganong, 4/o Innerhofer
      [12/12/2018] Gli otto azzurri per il gigante dell'Alta Badia
      [12/12/2018] Slalom Val d'Isere a Saalbach il 20 dicembre
      [12/12/2018] Azzurre a Pfedlsers,Azzurri a S.Vigilio
      [11/12/2018] Stop per Cornelia Huetter
      [11/12/2018] Peter Fill salta la discesa della Val Gardena
      [11/12/2018] Hannes Reichelt sarà presto papà
      [11/12/2018] Tessa Worley rinuncia anche alla Val Gardena
      [10/12/2018] Val Gardena: i 10 azzurri convocati
      [10/12/2018] CE: ad Andalo i GS uomini di Pozza e i GS donne

      Altre notizie Fantaski:

      [23/02/2018] Fantanotti Olimpiche - Analisi dei Giochi 2018
      [06/02/2018] Aperte le FantaOlimpiadi 2018!
      [14/12/2017] Fantaski.it disponibile anche su Telegram !
      [05/12/2017] A La Thuile stagione aperta dal 2 dicembre
      [03/11/2017] Fantaski 2018 - mercato maschile aperto fino Levi
      [05/12/2016] Aperto il primo mercato - stagione 2016/2017
      [13/11/2016] A Milano di scena il Big Air Snowboard
      [21/03/2016] La Thuile: il 9 Aprile gara per Telefono Azzurro
      [26/02/2016] La Thuile: 1/a Gara dei Sogni in favore di FISIP
      [13/01/2016] Swatch Freeride World Tour 2016 al via



     
    titoletto copyright fantaski
     baffo fantaski titoletto contatti baffo fantaski titoletto riconoscimenti